CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Basta leggii!

di [user #17404] - pubblicato il
Maledetti leggii: sono la negazione di tutto ciò che di bello mi figuro possa esserci sul palco di un concerto rock.
Cantanti, fate come facciamo noi chitarristi: studiate!

I leggii sul palco, rovinano le foto. Ostacolano al pubblico la visione del musicista. E al musicista quella del pubblico. Nella musica rock, tolgono enfasi, passione, trasporto a un'esibizione. Come posso immaginare che un cantante sia realmente rapito da ciò che esegue, se non passa strofa senza che legga quello che deve cantare?

Basta leggii!
Dello stesso autore
Pentatonica, Arpeggi & Modo Eolio
Max Rosati: sul palco di Fiorella Mannoia
Marco Primavera: la batteria dei Thegiornalisti
Paul Gilbert: live e nuove lezioni su Didattica
"Behold Electric Guitar", il nuovo disco di Paul Gilbert
Maurizio Solieri: ricordi di Massimo Riva
Gretchen Menn: "Abandon All Hope"
Nili Brosh: la tecnica del vibrato
Loggati per commentare

di pg667 [user #40129]
commento del 26/10/2017 ore 16:14:59
pienamente d'Accordo!

anche perchè dal vivo mi aspetto di vedere un "spettacolo" musicale, non la riproposizione delle prove in sala, e lo spettacolo prevede interazione col pubblico, improvvisazione, prendersi anche delle libertà che con uno spartito davanti non possono esserci.
Rispondi
di Gianni Rojatti [user #17404]
commento del 26/10/2017 ore 16:41:39
Magari si trattasse di uno spartito: al 99% delle volte si tratta dei testi.
Rispondi
di coprofilo [user #593]
commento del 26/10/2017 ore 17:08:27
90 minuti di applausi
Rispondi
di chikensteven utente non più registrato
commento del 26/10/2017 ore 17:18:16
quando penso ai leggii m'immagino sempre davanti a me degli orchestrali, grandi orchestre sinfoniche, oppure l'opera,, ma non riesco ad immaginare un concerto ROCK, con dei leggii sul palco. posso capire che ci siano cantanti che hanno + band e diversi repertori da imparare a memoria, però dare il massimo significa per me essere disinibiti e muoversi come un animale da palco, senza essere inchiodati fissi davanti ad un cavalletto, poi se la vediamo dal lato estetico, vedere un leggio su un palco dove suona una rock band, è un po' come vedere delle custodie da chitarra abbandonate sul palco, in questo caso + che un palcoscenico si trasforma in un palco oscenico!
Rispondi
di CarloRock1993 utente non più registrato
commento del 26/10/2017 ore 17:50:0
Una volta a un concerto di cover band il cantante aveva uno smartphone!!
Rispondi
Loggati per commentare

di fabiojay [user #20826]
commento del 26/10/2017 ore 18:16:46
se parliamo di rock allora ok... non tutti i generi necessitano anche di "scena"... Però sono d'accordo che se sei un professionista e hai una scaletta di 10-15 brani, impararli è il minimo... Un consiglio avuto vedendo un video di Faso una volta, è stato di sforzarsi di provare senza spartito o leggii... Se non lo sfruttiamo, il cervello si adagia, invece se lo facciamo funzionare, ci meravigleremo di quanto possiamo imparare... Però com'è comodo avere sempre tutto davanti... eheh
Rispondi
di Capra_Poliuretanica [user #30609]
commento del 29/10/2017 ore 15:24:21
È quello che continuo a ripetere al mio cantante.
La solita riposta? E ma tu devi impararti 10 accordi mica un sacco di parole.
Come se io su quegli accordi non ci facessi minimo 5 volte le note delle sue sillabe! :-(
Rispondi
di pickuppato utente non più registrato
commento del 26/10/2017 ore 18:59:17
Leggìo ai poveracci e gobbo a chi se lo può permettere (che da fuori è facile confonderlo con una spia) in ogni caso è senza dubbio la negazione del rock.
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 26/10/2017 ore 19:25:37
Il leggio e' l'antirock per eccellenza !!
A patto che il cantante lo usi per funamboleggiare !!! :D
Rispondi
di JoeManganese [user #43736]
commento del 26/10/2017 ore 20:41:00
sui leggii adesso compaiono i Tablet . Nemmeno lo sforzo di stampare il testo , non dico impararlo a memoria.
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 26/10/2017 ore 21:02:53
Mah .....manco quando suonavo in parrocchia!!!
Rispondi
di vicky [user #33863]
commento del 26/10/2017 ore 21:32:56
o don don misureghel!
e se l'è lung scurteghel!
e dopu 'vech misura' 'l voster
se l'è amoo pusee lungh del noster
deghe un taj al voster
finchè 'l voster lè lungh cumè 'l nosteeeer!!
Aaaaameeeeen

Anche per questo serviva il leggio?
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 26/10/2017 ore 21:38:51
Ah ah ah ah !!!! In primis ....anzi n'primoster !! :D
Bresciano ??
Rispondi
di vicky [user #33863]
commento del 26/10/2017 ore 21:42:38
ah ah no lecchese
Rispondi
di Faus74 [user #41023]
commento del 26/10/2017 ore 22:42:14
Fior fiori di professionisti li usano senza farsi pippe mentali, non vedo dove sia il problema.
Forse ti riferisci ad artisti sconosciuti?
Rispondi
di pg667 [user #40129]
commento del 27/10/2017 ore 08:40:23
infatti il problema non è per chi li usa, ma per chi vede lo spettacolo.
è come se mi guardassi un film in cui si vedono gli attori che leggono le battute sul copione prima di recitarle...
Rispondi
di Faus74 [user #41023]
commento del 27/10/2017 ore 14:07:54
Quello sì, è indubbio che sia brutto da vedere.
Io lo uso, da qualche tempo nemmeno lo guardo più ma, come ho scritto poco fa, lo considero un salvagente, in caso di bisogno butto un occhio.
Non ce l'ho nemmeno più davanti, ma tant'è.
Rispondi
di fabrimix1 [user #43172]
commento del 27/10/2017 ore 01:59:28
"Per me il leggio sul palco...
...È UNA CAGATA PAZZESCA!!!"
92 minuti di applausi
(cit.: Fantozzi)
Rispondi
di markuz [user #23516]
commento del 27/10/2017 ore 09:39:3
Amen!!
Rispondi
di Sparklelight [user #41788]
commento del 27/10/2017 ore 09:51:51
Già, ma non c'è verso di farlo capire ai cantanti :(
Resta il fatto che ho visto "professionisti" con il leggio!
Rispondi
di pickuppato utente non più registrato
commento del 27/10/2017 ore 11:18:05
Il fatto che ci siano fior fiore di professionisti che lo usano in live non fa testo, visto che si parla di concerto rock.
Altro vale per il blues, jazz standard, pop, classica etc...
Per sua natura il rock non è mai conducibile al singolo esecutore, cantante o strumentista che sia, ma a una band.
La band ha un suo stile inconfondibile, frutto di lavoro che nasce sempre da zero, dove l'impronta di ciascuno dei suoi componenti ne valorizza il risultato finale, c'è quindi molta preparazione sul quel fronte.
Detto questo, penso che chi s'affaccia su di un palco e usa il leggio perché è "troppo" impegnato con altri gruppi per concentrarsi tutto sul singolo concerto non lo si può definire un rocker, almeno per come lo si intende nella storia del rock.
Rispondi
di Faus74 [user #41023]
commento del 27/10/2017 ore 14:05:27
Personalmente lo uso proprio per il motivo che hai scritto a fine commento, tanti gruppi e un oceano di brani.
Che poi non lo guardo mai, lo considero semplicemente un salvagente in caso di bisogno, infatti non ce l'ho nemmeno davanti.
Rispondi
di pickuppato utente non più registrato
commento del 27/10/2017 ore 14:39:34
La mia non era una critica a chi lo usa o che non sia utile, dicevo soltanto che con il rock non ha niente a che vedere ;)
Rispondi
di Guycho [user #2802]
commento del 29/10/2017 ore 13:45:56
Si, ma renditi conto che è brutto. Ma tanto.
Rispondi
di coldshot [user #15902]
commento del 27/10/2017 ore 12:02:28
Dipende, se vado a vedere gli Slayer ed il cantante ha il leggio davanti penso che la fine del mondo sia dietro l'angolo.
Se vado a vedere Cassandra Wilson mi lascerebbe abbastanza indifferente anche se la preferirei senza il leggio.
Rispondi
di alexus77 [user #3871]
commento del 28/10/2017 ore 18:50:56
Verissimo. Va tollerato nell'unico caso estremo: nuovo cantante e poche o zero prove, ma dopo un paio di live basta. Studiare e via. Stesso dicasi per i musici, a meno che non si tratti di combo jazz che esegue standard ovviamente.
Aneddoto: qualche anno fa e' passato qui negli USA un tale Lorenzo Cherubini, aka Jovanotti. Ottima band, specialmente il chitarrista (non ricordo il nome), e ho ridimensionato moltissimo Saturnino come bassista, nulla di fantascientifico. Ma la perla e' stato il "Jova": tutto il concerto con il librone ad anelli davanti a leggere testi - e a cannarne almeno la meta'. E meno male che li ha scritti lui, senno' chissà che avrebbe fatto. Roba che non si vede neanche con i peggiori principianti.
Rispondi
di Azouff utente non più registrato
commento del 29/10/2017 ore 02:08:51
Il genere di esibizionista che preferisco io? Chitarrista autodidatta che suona a orecchio e non sa leggere lo spartito (come me) e cantante che sa le canzoni a memoria
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Iggy Pop è tornato con il singolo Free che anticipa il nuovo album
Gretsch: dalle acustiche alle solid body al Summer Namm
ACCORDO ti piace? Da oggi puoi renderlo più utile e interessante
C4 Synth: synth modulari per chitarristi
Chitarre e ampli da EVH per il Summer Namm
Jackson rinnova per il Summer Namm
Moonlander: 18 corde per la chitarra lunare
Tre super-Strat da Charvel per il Summer Namm 2019
Timing, plettro e altre storie
Silverwood: torna “il meglio” del catalogo Supro
Fattoria Mendoza Boogia: l'overdrive distorsore definitivo?
Softube Console 1 SSL SL 4000 E Vs. British Class A Vs. American Class...
Kangra: fuzz e filter da Walrus per Jared Scharff
Gli AC/DC celebrano i 40 anni di "Highway To Hell"
Ronzio dagli amplificatori solo in appartamento

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964