HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Duesenberg Starplayer Special
Duesenberg Starplayer Special
di [user #23759] - pubblicato il

La Starplayer Special miscela flessibilità e carattere a metà strada tra i mondi Fender e Gibson. Duesenberg fonde anima vintage e suonabilità moderna.
Un mio amico dice sempre che le chitarre sono strumenti non solo musicali, ma strumenti per raggiungere altre dimensioni, mezzi non solo d'espressione, ma "chiavi " per aprire "porte trascendentali". Quando si sceglie una chitarra, almeno per il sottoscritto, l'emozione e il feeling che la stessa trasmette sono la priorità rispetto al tecnicismo, all'analisi minuziosa, alle prove infinite chiusi a doppia mandata in salette insonorizzate, arrovellandosi con bibbie e pseudo santoni o sedicenti guru liutai che magnificano legni dal costo proibitivo o hardware acquistato direttamente nel bunker dell'Area 51.
Quando scelgo uno strumento ci metto qualche minuto e poi lo porto a casa, punto. Non mi faccio tanti problemi sui materiali, sul tipo di pickup, sul legno occhio di pernice, sul taglio quartesawn, per me è tutta una questione di suggestione, ed è questa che mi ha fatto portare a casa il mio ultimo legno.

Duesenberg Starplayer Special

Si tratta della Duesenberg Starplayer Special nella colorazione Blue Sparkle. Corpo in ontano, top in acero, pickup Duesenberg, ponte tipo Tune-o-matic. Selettore a tre posizioni, controllo di volume e tono.
Siamo in una via di mezzo tra Fender e Gibson, quindi puliti caldi fenderosi e distorti lespauliani. Il pick up al ponte (che io abolirei sulle chitarre, per quel suono secco e senza corpo che non sopporto), mi ha sorpreso per la sua morbidezza e cremosità. Quello al manico è stupendo.
La cosa spaventosa di quest'ascia e che ha un manico fenomenale, una sorta di Ernie Ball, direi meglio di quello Les Paul, quindi ti permette di shreddare come una bestia alla velocità della luce ( anche se ovviamente non è una chitarra per emulare cotanti pregevoli frombolieri della sei corde quali Petrucci o Vai, ma piuttosto Luke o Morse vista la sua classe, ma potete comunque farlo e darete dei punti a tante super-Strat) e ha un comfort pazzesco.

Dalle sonorità Lukatheriane a quelle SteveMorsiane siamo al top, ma anche per un blues stile Rev Gibbons siamo ai massimi livelli. Per ritmiche pulite d'accompagnamento e per distorsioni stile Malcolm (buonanima) avrete pane per i vostri denti, ma anche nel territorio NeilYoungiano la bambina fa paura. Il mio consiglio è di provarne una, potrebbe diventare la vostra numero 1, e oltre tutto è di una bellezza e fattura pazzesche.
chitarre elettriche duesenberg gli articoli dei lettori special starplayer
Link utili

Altro da leggere
Pubblicità
S2 Studio: torna la 3-pickup PRS a prezzo...
KX500FF: 7-corde multiscala da Cort...
Fender sfodera lo spirito retrò con le...
Schecter nel 2018 tra retrò e super-Strat...
Pubblicità
Commenti
di franklinus [user #15063] - commento del 26/12/2017 ore 16:22:28
a parte la bellezza(valore estetico e quindi soggettivo),1300 euro per una chitarra lespaulofila con il manico avvitato mi sembrano un po' troppi
Rispondi
di ADayDrive [user #12502] - commento del 26/12/2017 ore 19:02:3
I soldi spesi nelle Duesenberg sono sempre ben spesi, qualità e affidabilità crucca senza compromessi.
Rispondi
di Mariano C [user #45976] - commento del 26/12/2017 ore 20:31:51
se soldi del genere li si spende per una telecaster, spesso neppure troppo buona, a maggior ragione per una perfetta duesenberg
Rispondi
di dale [user #2255] - commento del 26/12/2017 ore 20:56:50
Se/quando conoscerai la qualità e il livello di suono/finiture di una Duesenberg cambierai subito idea.
Garantito.
:-)
Rispondi
di kelino [user #5] - commento del 26/12/2017 ore 21:17:12
Invece una les paul da 5000 euro...soldi ben spesi?
Rispondi
di gipson [user #32466] - commento del 27/12/2017 ore 07:38:06
Io ho una l'ex paul traditional del 2015 comprata nuova dal "crucco" per 1200€. Era in offerta. Non conosco le chitarra in oggetto.


Buone feste a tutti
Rispondi
di kelino [user #5] - commento del 27/12/2017 ore 09:42:10
Dovresti provarne una...
Rispondi
di gipson [user #32466] - commento del 27/12/2017 ore 09:56:34
Alla prima occasione non mancherò; penso comunque che per la cifra in oggetto (personalmente), non mi rivolgerei verso la Duesembreg ma altrove.

Però faccio una considerazione: la gibson in mio possesso ha
- manico in pezzo unico
- tastiera in pezzo unico in palissandro
- body in 2 pezzi
- pu ben suonanti
- verniciatura nitro
- assenza di difetti
- finiture perfette

Tenuto conto che a qualcuno potrebbe pre no interessare, credo sia indubbio considerarlo uno strumento fatto bene. Presso un noto rivenditore bolognese, ne ho provate alcune e tutte erano paragonabili alla mia, quindi non credo di essere particolarmente fortunato.

Detto questo, non è mia intenzione mettere in dubbio la bontà dello strumento tedesco, che, sicuramente, sarà ottimo.

Nuovamente Buona musica



Buona musica
Rispondi
di RedRaven [user #20706] - commento del 26/12/2017 ore 23:36:18
Perchè invece una Fender da 1300 col manico avvitato che ha in più?
Rispondi
di JoeManganese [user #43736] - commento del 27/12/2017 ore 12:02:11
Anche questa Duesemberg ha il manico avvitato. Manico in acero tastiera in palissandro. Come le fender.
Sicuramente un manico migliore delle fender, ci vuole poco.
Rispondi
di RedRaven [user #20706] - commento del 27/12/2017 ore 14:40:34
Appunto, se è una fender 1300 vanno bene, se è una duesenberg no? Una Pensa da 5000 euro a manico avvitato allora?
Rispondi
di JoeManganese [user #43736] - commento del 27/12/2017 ore 15:28:02
Certamente va bene. A me piacciono molto e mi piacerebbe poterne provare una. 1300 nuova non è un prezzo sbagliato. Non conosco proprio le finiture ma tutti ne parlano gran bene. E poi il suono..
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 27/12/2017 ore 09:53:46
Evidentemente non sai di cosa stai parlando :-) Duesenberg....
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 26/12/2017 ore 17:50:16
...un minuto, e la porto a casa! Welcome to the club :) Questo vale per tutte le mie. Questa penso andrà bene per pilotare pedali :)
Rispondi
di kelino [user #5] - commento del 26/12/2017 ore 21:16:16
Queste sono chitarre serie.
Che valgono i soldi che costano.
Rispondi
di garp57 [user #997] - commento del 26/12/2017 ore 22:32:36
Bella chitarra, ma sopratutto godo nel leggere che non sono l'unico che odia i pick up al ponte!
Rispondi
di Capra_Poliuretanica [user #30609] - commento del 27/12/2017 ore 16:22:59
Diciamo pure cinque.
Però con distorsioni medio corpose il pick up al ponte ha il suo motivo d'esistere.
Rispondi
di prada [user #19807] - commento del 27/12/2017 ore 08:50:22
E così siamo almeno in tre!
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 27/12/2017 ore 09:54:32
Quattro!
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308] - commento del 27/12/2017 ore 09:45:33
Mi sono innamorato della starplayer Tv e volevo prenderla quando ancora aveva un prezzo accattivante (poco sopra i 1000), ma poi ho desistito. Visti i prezzi attuali avrei fatto un buon affare e ancora mi pento...
Gran bella chitarra, complimenti 😉
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 27/12/2017 ore 09:56:19
Complimenti,le Duesenberg sono GRAN CHITARRE!
Rispondi
di Amilo81 [user #9063] - commento del 27/12/2017 ore 12:15:09
Possiedo una Starplayer Tv. Queste chitarre posso assicurare che valgono ogni singolo euro che costano.. anzi.. Per quanto riguarda il suono, confermo un incontro tra Strato e Gibson ovvero il P90 ha un suono stratoide e l'humb sulle distorsioni e crunch è molto Gibson.
Finiture molto belle, suonabilità (plek) straordinaria. Leggera e maneggevole.
Da contare che ho anche 3 strato ed una Gibson les paul.. per cui i vari confronti li ho già fatti abbondantemente. Sulla fascia economica di riferimento annulla completamente le altre due citate.. Lasciamo perdere quindi chi parla senza averne mai visto una semplicemente dal prezzo... per poi comprare la murphy da 6k con la colla animale che la fa suonare meglio di tutte.. vabbè..
Rispondi
di JoeManganese [user #43736] - commento del 27/12/2017 ore 15:31:49
Mi sai dire come sono i suoni puliti? Voglio dire, escono Clean come su una strato o piuttosto sono tendenti al crunch.
Sergio Caputo ha una bella Duesenberg e anche per jazz mi pare bellissima. In effetti suono e finiture a parte sono proprio belle da vedersi.
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 27/12/2017 ore 16:53:52
Ciao, io ho una Starplayer Tv, da una decina di anni ormai. Una gran chitarra, molto particolare.
Il P90 al manico è molto bello, caldo e lo riesci a tenere pulito senza problemi. Dipende anche come usi l’amp e che amp hai. Se con le altre chitarre è sulla soglia del crunch probabile che con il P90 la passi questa soglia.
Ma in genere va benissimo per tantissimi generi, sicuramente anche per il Jazz. Sinceramente io non ci sento nessun suono Strato, per me è il classico P90 su un body hollow. Del resto la chitarra è completamente diversa da una Strato. Però con il pickup al manico le ritmiche funk escono benino, senza problemi.
Il pickup al ponte è più difficile da tenere a bada, è molto potente e tende a sporcare presto. Ha un suono aggressivo ma bilanciato, ottimo per ritmiche crunch e per distorsioni abbastanza cattive. Qui però si innesca facilmente il feedback. È un pickup molto dinamico, usando tono e volume si possono trovare un sacco di suoni.
La posizione centrale è stranissima, un suono molto cupo e chiuso. Ottimo per Jazz e derivati, anche per arpeggi melodici senza plettro. Io però la trovo una combinazione difficile da usare.
A mio avviso è una gran chitarra, diversa e per questo non paragonabile. Ha un carattere suo, una sua filosofia costruttiva sua (scala lunga, manico incollato, ponte, tremolo etc..) e un suono molto particolare e articolato. Finiture ottime.
Rispondi
di Amilo81 [user #9063] - commento del 28/12/2017 ore 11:49:34
Io ne ho una 2014.. I pickup non corrispondono alla tua descrizione, non so se hanno fatto modifiche rispetto alla tua un po' più datata. Unico punto su cui siamo in linea è la configurazione centrale. Un po' chiusa.. molto genere jazz..
Il P90 al manico è caldo e corposo.. e per certi tratti assomiglia al single al manico della mia strato che rimane un po' più fine.. Al ponte si riesce a domare bene.. mai avuto problemi di feedback anche con distorsioni.. Ho due gruppi.. uno rockabilly e l'altro pop rock per cui la suono in varie situazioni..
Rispondi
di stef86100 [user #41718] - commento del 28/12/2017 ore 14:40:04
Ho giusto provato una starplayer TV qualche settimana fa ed ho avuto la stessa impressione per quanto riguarda la posizione centrale dei pickup. L'ho trovata veramente insulsa...
Mi aspettavo un suono più secco e percussivo, buono per le ritmiche.
L'humbucker al ponte anche non mi ha entusiasmato, l'ho trovato un po' freddo e troppo spinto per i miei gusti. Il p90 al manico mi è invece piaciuto tantissimo! Caldo,dinamico...Fantastico. Secondo me con due p90 sarebbe davvero la chitarra definitiva. Altra menzione d'onore al sistema del vibrato stile bigsby: veramente ben fatto, solido e fluido. Grande chitarra nel complesso. Però anche con un suono e un feeling molto particolare che può piacere come no. Io ci sto ancora facendo un pensiero.
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 28/12/2017 ore 17:25:13
Si sono d’accordo, il pickup al manico e molto bello e probabibelmente un p90 al ponte sarebbe stata una soluzione fantastica.
In ogni caso l’humbucker non è male, è solo molto spinto e bisogna tenerlo un pò a bada, ma poi ci si adegua, usando volume e tono o regolando l’ampli per quel pickup. Alla fine è molto ben bilanciato e ti consente di suonarci davvero di tutto.
Questa era una prova ben fatta su accordo: vai al link
Rispondi
di Mariano C [user #45976] - commento del 28/12/2017 ore 18:33:56
La duesenberg fa anche una versione della Starplayer con due p90, però è una full hollow, senza il blocco centrale, molto più leggera ma un pò più prona ai feedback in caso di gain aggressivi. Chitarra comunque dello stesso livello della normale Starplayer quanto a cura costruttiva ovviamente, quindi ottimo strumento
Rispondi
di my_prince [user #16856] - commento del 27/12/2017 ore 19:49:09
Mi dispiace, non sapete proprio di cui state parlando!
Io ho:
- Strato Mexico Classic Player (modificata) (prima avevo un americana standard con pickup EMG Devid Gilmour)
- Telecaster Japan (2014)
- Gibson Les Paul T signature 2012

indovinate un po' qual'è la peggiore? quel caxxo di Gibson tanto blasonato ed acquistato nel miglior negozio di Roma! Per trovarne una decente ne ho cambiate 3 e, in casa Gibson, quando spendi meno di 2000€ ti guardano male e ti dicono: "cosa vuoi per 1400€"?

Se tornassi indietro Duesenberg tutta la vita! Legni scelti e pregiati, tutte passate al Plek e pickup dal gusto vintage (oltre che esteticamente sono molto belle!)
Sono chitarre che valgono tutti i soldi che spendi, usate non se ne vedono perché chi ce l'ha non le vende!
Io se riesco a far fuori sto pezzo di legno (che purtroppo è richiesto nella band tribute in cui suono) mi faccio una meravigliosa D59 (manico incollato, mogano e molto più Les Paul di una Gibson)
Rispondi
di summerandsun [user #22475] - commento del 27/12/2017 ore 21:26:20
Provata diverse volte da un amico che ne possiede una e sottoscrivo tutto ciò che scrivi nell'articolo.
Purtroppo erano chitarre da affarone fino a 4-5 anni fa. Poi qualcuno ha scoperto che sono chitarre da urlo e i prezzi sono saliti. Adesso sono un affare per quella cifra. Ho una Gibson Les Paul, medesima cifra... c'è un abisso di differenza di qualità a favore della tedesca.
Suono e manico... de gustibus. La qualità è indiscutibile
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Formula B Super Plexi V2: british per tutti
di aleZ
BIAS Delay e Modulation: pieno controllo digitale
Fender sfodera lo spirito retrò con le American Original
Schecter nel 2018 tra retrò e super-Strat
Da Martin il più grande aggiornamento da 185 anni
I più commentati
Slash diventa ambasciatore con una nuova Les Paul
Gibson Modern Flying V avvistata al CES 2018
Fender sfodera lo spirito retrò con le American Original
Formula B Super Plexi V2: british per tutti
di aleZ
Schecter nel 2018 tra retrò e super-Strat
I vostri articoli
Ibanez Elastomer: plettri in gomma?
Duesenberg Starplayer Special
Jim Reed PRS-style: da brutto anatroccolo a chitarra laboratorio
Fender 51 Nocaster Pickup Set: per me il migliore
PAF originali e repliche moderne: quale pickup scegliere?
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964