HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Katana Air: da Boss il primo ampli senza cavi
Katana Air: da Boss il primo ampli senza cavi
di [user #116] - pubblicato il

Il Katana Air è il primo amplificatore portatile con effetti programmabili e trasmettitore wireless incluso per suonare completamente senza fili.
La serie Katana racchiude le migliori simulazioni di casa Boss in degli amplificatori moderni e versatili. Adatti a tutti gli stili e alle esigenze più disparate, per il 2018 danno il benvenuto all'edizione Katana Air: il primo amplificatore per chitarra con sistema wireless integrato per suonare ovunque senza cavi.

Katana Air: da Boss il primo ampli senza cavi

In un formato compatto e ispirato ai moderni sistemi hi-fi portatili, il Katana Air offre 30 watt stereo, più che sufficienti per suonare in casa o affrontare una piccola venue acustica. Provvisto di un'uscita cuffie stereofonica con simulazione di cassa integrata, è ideale anche per esercitarsi nel silenzio totale. Effetti programmabili e simulazioni di amplificatori ne fanno un sistema all-in-one per chitarristi acustici ed elettrici di ogni estrazione.
Il punto di forza dell'amplificatore Boss risiede però nel sistema wireless, un vero e proprio trasmettitore integrato grazie al quale suonare senza fili a tutti gli effetti: non serve nemmeno il cavo della chitarra.



Il trasmettitore fornito a corredo del Katana Air è piccolo e leggero, si ricarica inserendolo nell'apposito alloggio in cima all'amplificatore e garantisce fino a 12 ore di musica per ciclo di carica. Un sistema in grado di riconoscere i momenti di silenzio e di mandare in stand by il circuito quando non si suona ne allunga ulteriormente la vita.

Il pannello dei comandi dà accesso a cinque simulazioni di amplificatori, dai modelli per chitarra acustica ai clean e ai lead più distintivi del mondo elettrico. Tutti possono essere personalizzati per gain, volume ed equalizzazione, grazie ai controlli di Bass, Middle e Treble. Un volume Master regola l'uscita generale dell'amplificatore e manopole per l'intensità degli effetti consentono di dosare modulazioni e ambienti.
La compatibilità con la app Boss Tone Studio per iOS e Android consente di personalizzare i suoni e crearne di nuovi direttamente dallo smartphone o tablet grazie alla connessione Bluetooth e memorizzare fino a sei preset per volta dentro l'amplificatore.

Katana Air: da Boss il primo ampli senza cavi

In più, il collegamento senza fili consente di ricevere basi da dispositivi esterni su cui esercitarsi.
La struttura del Katana Air è pensata per una riproduzione del suono ad alta fedeltà, con altoparlanti full range capaci di farne un piccolo impianto hi-fi casalingo.

Grazie alla possibilità di alimentarlo anche con otto pile stilo di tipo AA per una potenza ridotta di 20 watt, il Katana Air diventa un sistema pratico e portatile anche per chi è in viaggio o ama esibirsi all'aperto.
amplificatori boss katana air
Link utili
Katana Air sul sito Boss
Altro da leggere
Pubblicità
GT1000: in prova l'ammiraglia Boss del 2018...
Line 6 rimpicciolisce lo Spider V...
Ant iRoller 10: soluzione all-in-one per...
Albert Lee: la strumentazione del perfetto...
Pubblicità
Commenti
di Kibb [user #19804] - commento del 10/01/2018 ore 08:27:50
carino
Rispondi
di BBSlow [user #41324] - commento del 10/01/2018 ore 12:31:43
Non capirò mai perché su ampli di questo tipo non mettono un'uscita line / mixer.
Rispondi
di Adriano [user #47979] - commento del 10/01/2018 ore 14:17:57
Ciao... Scusami, forse dico un'eresia, ma da altre foto vedo che c'è un'uscita "rec out"... Forse con quella si risolve... Andrebbe provato...
Rispondi
di BBSlow [user #41324] - commento del 15/01/2018 ore 09:30:58
Si, la vedo, ma mi sembra che sia (come capita spesso) l'uscita per la cuffia. Io intendo un'uscita dedicata, che non abbia i problemi legati a quel tipo di output.
Per carità, è un pallino mio, eh. Ma, considerato che metterla in fase di produzione costerà si e no un paio di euro, e che renderebbe qualsiasi amplificatore molto più facile da usare in moltissime situazioni (e quindi molto più appetibile per l'acquisto), ogni volta mi stupisco.
Rispondi
di Mems81 [user #37000] - commento del 10/01/2018 ore 12:47:37
Interessante il sistema wireless però per un ampli da studio il prezzo sopra i 450 euro mi sembra un po' esagerato...
Rispondi
di coprofilo [user #593] - commento del 10/01/2018 ore 13:00:45
Se avessero fatto anche l'uscita cuffie wireless sarebbe stato perfetto!
Rispondi
di Aleinaccordo [user #41248] - commento del 10/01/2018 ore 15:34:00
Era ora che le case costruttrici cominciassero a sviluppare i sistemi wireless di default su ampli. Uso da circa 1 anno il relay g10 della Line 6 e devo dire che è impeccabile. Suono identico a quello del cavo (almeno per le mie orecchie) autonomia eccellente al punto che mi dimentico di caricarlo talmente dura la batteria. Questo dispositivo gli assomiglia moltissimo (almeno esteticamente).
I cavi insieme alle chiavi da serratura sono le 2 cose più scomode con la quale mi trovo a trafficare tutti i giorni. Non so questo ma il relay g10 ha un'uscita canon per andare direttamente in DI in modo che mentre suoni se vuoi puoi registrare una traccia dry della chitarra e poi puoi farci quello che vuoi dal reamp al'editing audio.
Rispondi
di francesco72 [user #31226] - commento del 10/01/2018 ore 17:36:41
Mah, i sistemi integrati mi convincono poco in generale, preferisco parti separate eventualmente da gestire a mio piacimento; comunque, qui ci sono almeno due scelte infelici, a mio parere: il wireless ha un senso se mi evita 8/10 m di cavi, se lo devo usare in casa o studio al posto di un cavetto da 2 m, è solo un costo in più. Inoltre è un costo ingiustificato: un Boss Katana 50 (50watt) costa circa 200 euro, quindi se si acquista quello ed un buon sistema wireless si risparmiano oltre 100 euro, si ha maggiore potenza ed il wireless è utilizzabile anche altrimenti. L'avessero applicato al 50 o al 100w, a questo prezzo avrebbe anche potuto suscitare il mio interesse. Così com'è no.
Ciao
Rispondi
di fabiojay [user #20826] - commento del 10/01/2018 ore 18:14:27
se non sbaglio anche la serie spider della line6 ha il wireless integrato, però devi comprare a parte il trasmettitore per la chitarra
Rispondi
di MojoKingBee [user #39456] - commento del 11/01/2018 ore 09:44:27
ah, non avevo letto il tuo commento, ho scritto la stessa cosa
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346] - commento del 10/01/2018 ore 19:59:21
Bello! Ha un uscita cuffia o registrazione e dietro ha un ingresso aux.
Potrebbero aver fatto il Bluetooth anche in uscita per cuffie? Penso solo in ingresso per musica da smartphone, cmq bello.
Quanto costa?
Rispondi
di fla72 [user #29005] - commento del 10/01/2018 ore 20:06:0
ricorda il Yamaha..
Rispondi
di MojoKingBee [user #39456] - commento del 11/01/2018 ore 09:40:39
line6 ha gli ampli della serie spider che si abbinano al relay g10, il ricevitore è integrato (è sufficente comprare il trasmettitore del g10).
es:
vai al link
Rispondi
di kbj969 [user #18332] - commento del 02/07/2018 ore 12:02:24
Personalmente lo trovo:
- carissimo più di 400€ (ma davvero? daii .....)
- interessante la feature che quando alzi la guit si accende tutto trasmettitore e ampli senza fare
nulla (ma poi .. sono davvero così pigro?)
- mancante in alcune caratteristiche : mancanza cuffia wirteless
- mancanza pedale switch canale 1/2 ( perchè perchè perchè perchèeeeeeeeeee)
- mancanza fx loop ( se voglio usare una pedaliera perchè a quella cifra non posso?)
- mancanza uscita audio dedicata (non l'uscita cuffie a cavo e basta)

come al solito BOSS tira fuori belle innovazioni a metà per poi fare le release 2. e assicurarsi il mercato nei prossimi anni...
Rispondi
di lukefc [user #47802] - commento del 02/07/2018 ore 13:20:22
CIAO, io ho lo Yamaha THR10C e in casa non ho problemi di cavi..basta riporli quando non suoni se proprio non puoi lasciarli in giro.
Secondo me costa veramente troppo, oltre 400 euro mi pare una follia..
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
John 5 alle prese con la Troublemaker Tele
Chris Shiflett vende tutto: "ho troppe chitarre!"
GT1000: in prova l'ammiraglia Boss del 2018
Sterling St Vincent Signature
Line 6 rimpicciolisce lo Spider V
I più commentati
Clapton and friends live at Hyde Park
Ringo Starr & His All-Starr Band live a Lucca
GT1000: in prova l'ammiraglia Boss del 2018
John 5 alle prese con la Troublemaker Tele
Sterling St Vincent Signature
I vostri articoli
Sterling St Vincent Signature
DV Mark Micro 50 M: piccola peste
Come sostituire un pickup sulla chitarra elettrica
Ibanez Pat Metheny Signature: non sempre ciò che cerchi è quello di cui hai bisogno
Modificare un pedale senza avere conoscenze di elettronica
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964