HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Friedman Amps ora è anche chitarre
Friedman Amps ora è anche chitarre
di [user #116] - pubblicato il

Lo stand Friedman al Namm 2018 si affolla di manici e pickup con le solid body Vintage-T e Cali, realizzate in collaborazione col guru Grover Jackson.
L'esperienza ultraventennale di Dave Friedman nel campo dell'amplificazione si mette ora a frutto nel territorio solid body con una serie di chitarre elettriche costruite in collaborazione con Grover Jackson.

La maestria di Jackson garantisce alle Friedman Guitars una qualità e un'affidabilità di primo piano, e la progettazione di Dave assicura la stessa cura per il dettaglio dedicata ai suoi amplificatori.

Friedman Amps ora è anche chitarre

Tutte costruite con materiali di qualità e caratterizzate dall'uso di tecnologie all'avanguardia, le chitarre Friedman mostrate al Namm 2018 adottano capotasti in Tusq, tastiere a raggio compound con trattamento Plek, potenziometri CTS e condensatori Orange Drop.
I pickup sono disegnati e avvolti da Friedman e, se il catalogo privilegia decisamente l'uso degli humbucker, non mancano alcuni modelli a base di single coil e P90.



La serie Cali di derivazione Strat era già nell'aria da alcuni mesi, mentre la gamma Vintage-T è un inedito assoluto per il 2018.
chitarre elettriche friedman namm show 2018
Link utili
Vintage T sul sito Friedman
Cali sul sito Friedman
Altro da leggere
Pubblicità
Solar aggiorna il catalogo per destrorsi e...
Ecco perché finirai per acquistare il...
Cort fonde due miti vintage nella Sunset TC...
Di Pinto Galaxie IV: brillantini, modding e...
Pubblicità
Commenti
di MuddyWaters [user #47880] - commento del 31/01/2018 ore 09:10:51
Oooooooooooooh... ci mancava qualcuno che facesse qualche Stratoite e Teleoide in versione ultramodernamerdallara con le martellate "così che sembri vintage". Ce ne sono così pochi in giro...
Rispondi
di Piazza [user #31749] - commento del 31/01/2018 ore 09:24:0
Sono in giro da un po' ormai le Friedman e non sono niente di che come idea.

Non capisco perchè prendere una copia ultra-costosa (viaggiano tra i 3000 e i 3500 euro) quando si può prendere l'originale allo stesso prezzo o inferiore...

Capisco chi propone qualcosa di hot-rodded o diverso rispetto all'originale, ma qui siamo solo nella copia ( e si, le H-H con il floyd ci sono da trentacinque anni)
Rispondi
di Sykk [user #21196] - commento del 31/01/2018 ore 14:10:29
"Non capisco perché prendere una copia ultra-costosa (viaggiano tra i 3000 e i 3500 euro) quando si può prendere l'originale allo stesso prezzo o inferiore"
Condivido al 100% e non capisco perché invece alcuni marchi come Suhr siano esenti da questo tipo di critica.
Il prezzo giusto per una Strat-style "industriale" e FATTA BENE non dovrebbe superare i 1000 €, e per una chitarra tipo Les Paul non oltre i 1500.
Rispondi
di Piazza [user #31749] - commento del 31/01/2018 ore 14:42:06
Infatti critico anche Suhr per lo stesso motivo, a maggior ragione per il fatto che è un ex liutaio del custom shop Fender, si è messo in proprio e ha continuato a fare le stesse identiche cose che faceva prima.

Dovessi comprare una superstrat "Suhr style" comprerei una Ibanez che insieme ad altri (Jackson, Charvel, ecc) hanno introdotto quel concetto negli anni 80, le nuove AZ sono stupende, anche se troppo costose, le RG prestige normali viaggiano tra i 1200 e i 1600 nuove e le AZ sono sui 2000 perchè sfruttano l'idea malsana che una chitarra del genere debba costare così tanto.
Rispondi
di Sykk [user #21196] - commento del 31/01/2018 ore 15:18:40
Così care le AZ? Bah..
Comunque credo basti tenere tra le mani per 5 minuti una RG prestige e una Gibson di pari prezzo per capire qual è l'azienda più seria.
Rispondi
di fa [user #4259] - commento del 01/02/2018 ore 07:37:48
Oggi una Suhr strat-style te la porti a casa con prezzi da 2200 a 2600€... cifre alte ma hai in mano una qualità da custom shop fender, forse di più, a 1000 euro meno. Ho avuto una prestige in passato, ho avuto molte fender, anche costose e alla fine qualche anno fa ho comprato una Suhr S2 nuova a 2.100 € permutando la Fender. A mio parere siamo in un’altra categoria. Poi, per carità, ognuno ha la propria opinione e tutte le opinioni sono rispettabilissime. Ciao Fab
Rispondi
di Ghesboro [user #47283] - commento del 01/02/2018 ore 08:08:22
Ma a me vien da ridere, perchè in 'ste pagine si passa dal "si anche la verniciatura fa un'ENORRRMMME differenza sul suono" a cose come "ma si, non vedi che sono tutte copie, tutte uguali, comprati una fender e vivi sereno", si va dal giudicare una chitarra per la verniciatura al bollare come inutili tutti gli strumenti con un design simile ai 3 marchi di riferimento, non avendone mai neanche avuto uno nel raggio visivo - secondo ragionamenti che escluderebbero dal mercato praticamente qualsiasi chitarra in commercio ad eccezione di Fender, Gibson e Ibanez. Meno male che il mercato non segue queste logiche qua, sarebbe atroce :D
Rispondi
di superloco [user #24204] - commento del 09/02/2018 ore 09:38:20
condivido ma .... si sa che il lato commerciale per l'utente finale ha aspetti incomprensibili.
Rispondi
di dale [user #2255] - commento del 31/01/2018 ore 09:29:09
Copia di una copia di una copia di una copia di una copia di una.......
Rispondi
di RedRaven [user #20706] - commento del 31/01/2018 ore 09:48:55
tutte considerazioni che condivido, applicabili peraltro anche ad altri come Fano. Il relic poi è totalmente fuori posto.
Rispondi
di Ghesboro [user #47283] - commento del 31/01/2018 ore 12:05:5
Quindi se sparano copie di chitarre già viste allora non va bene perché son copie, se fanno robe diverse allora tuttia storcere il naso perche il design è discutibile,oppure salta fuori qualcuno a dire "finalmente qualcosa di nuovo, bella" salvo poi non farsi sfiorare neanche per sbaglio dal pensiero di comprarla. Mi par bene.
Rispondi
di RedRaven [user #20706] - commento del 31/01/2018 ore 13:04:27
No aspetta: se voglio una tele, prendo una tele, a meno che non offra qualcosa di pazzesco, o un prezzo concorrenziale. Qui costa più di una tele, a livello CS. Le forme nuove se piacciono, piacciono, se non piacciono, si dice. A me di strumenti "nuovi" che piacciono, ce n'è, poi arrivare all'acquisto c'è uno step successivo e un altro discorso. Queste sono proprio zero novità. Per dire, una PRS semihollow la potrei prendere, la musicman saint vincent mi piace (ma non tanto come suona), ma qui non vedo a cosa ci si possa attaccare.
Rispondi
di Ghesboro [user #47283] - commento del 31/01/2018 ore 13:19:36
Ma non conoscendone le specs non è proprio un discorso che si possa fare, praticamente parliamo di strumenti uguali giusto per estetica ad altri preesistenti; dubito altamente che queste siano copie di tele o charvel specifiche alla mano, i pickups sono differenti, mettici anche un radius diverso e un profilo manico anche di poco dissimile e io ho già motivi sufficienti per preferire queste ad una Tele (che, non credo serva dirlo ma diciamolo, non ha lo spirito-impostazione hotrodded di queste qui) o una Charvel (il profilo manico è una discriminante ENORME se sei fanatico di superstrats ottantiane). Mettici anche il mio scarso amore per il controllo qualità di alcuni marchi che abbastanza spesso mi hanno prodotto smorfie sul viso, e hai il quadro completo. Magari son cose che guardo solo io eh, o addirittura potrei dirti dopo averle provate che preferisco le originali a queste, ma appunto non avendole neanche avute in mano mi astengo dal giudicarle e bollarle come semplici "copie".

E poi mi piace la paletta.
Rispondi
di RedRaven [user #20706] - commento del 31/01/2018 ore 13:43:38
a 3000 euro sei su fender di fascia molto alta, quindi i problemi di controllo qualità li puoi togliere. Fender offre molti tipi di radius e pickups, dal vintage al moderno.
Parliamo di una chitarra a manico avvitato, ontano-acero, con dei P90. Si può dire tutto, fuorchè sia qualcosa di originale. Poi provandole sono certo che suonino bene e tutto quanto, anche perchè costando quelle cifre non può essere altrimenti, ma il senso di già visto è potente.
Rispondi
di Ghesboro [user #47283] - commento del 31/01/2018 ore 13:58:29
No no, non toglier niente, ho visto cose raccapriccianti su Fender di fascia anche piu alta :D al di là di questo, che non siano qualcosa di originale siamo d'accordo tutti, ma non puntano a quello; d'altro canto credo sia IMPOSSIBILE produrre superstrat originali oggigiorno, e fosse anche possibile farlo si andrebbe su design e soluzioni costruttive lontane dalla clientela che interessa a Friedman.
È questo il punto, il target. Friedman punta al fanatico da superstrat anni 80, quello che ha quaranta Ibanez Jem uguali in casa, quello che colleziona Charvel, Chubtone, luxxtone in quantità, quello che ha il duncan JB come migliore amico.
Rispondi
di RedRaven [user #20706] - commento del 31/01/2018 ore 14:50:20
ma se metà dei modelli è una tele? Il fanatico di tele reliccate compra fender, o sono impazzito d'un tratto?
Rispondi
di Ghesboro [user #47283] - commento del 31/01/2018 ore 15:19:33
Il fanatico delle tele che suonano da tele compra fender,ma sai a quanti piace la forma della telecaster (forma che ha in catalogo OGNI brand famoso in commercio,da Charvel, a ESP, a Schecter, a Chapman etc) ma sono interessati a tutt'altro tipo di suono?Io le tele Friedman non le prenderei mai in considerazione per un Tele sound, credo siastato appurato più volte che solo una Fender suona da Fender ;)
Rispondi
di RedRaven [user #20706] - commento del 31/01/2018 ore 16:31:15
beh di fender fatte e che suonano da fender ce n'è: Nash, mi viene in mente, ma molti altri. Qui fa tele H/H o P90, comunque in qualche modo già diffuse. Poi ciascuno si differenzia in qualche modo, chapman col taglio moderno (dalle parti dei 1000 non 3000 euro!), etc.
Rispondi
di Ghesboro [user #47283] - commento del 31/01/2018 ore 16:51:33
Pensa che Chapman ha appena buttato fuori una linea da 3000 euro, che tempismo! :D

Ad ogni modo sai che in molti web players si sono lamentati proprio delle Nash, e ora la tendenza sta vertendo su K-Line, Danocaster e Kirn? Pazzesco come cambi il trend da un anno all'altro!
Rispondi
di RedRaven [user #20706] - commento del 31/01/2018 ore 18:02:15
ok, fino a ieri erano produzioni orientali di qualità. Invece che si dice di Nash, K-line e varie? per me comunque non hanno senso nemmeno loro, sono strumenti fatti bene quanto si vuole ma al prezzo del CS fender. Non comprendo.
Rispondi
di Mariano C [user #45976] - commento del 01/02/2018 ore 13:55:10
Si può spiegare con un meccanismo psicologico da cliente deluso. Io ho avuto sia Gibson che Fender, ma sono rimasto così deluso dalla qualità che se posso avere la stessa tipologia di chitarre scelgo altro, ma anche se si parla di strumenti di altro profilo come Custom shop o Masterbuilt preferisco spendere gli stessi soldi da qualcun’altro piuttosto che da questi marchi.
Rispondi
di RedRaven [user #20706] - commento del 01/02/2018 ore 17:02:33
mah, io la penso in modo opposto: intanto ho sia Fender che Gibson e non c'è proprio nulla di cui lamentarmi. E poi, perchè prendere una copia più o meno spudorata, che costa anche uguale, quando posso avere l'originale? Per dire "eeh ma Fender ormai non è più.."? Se viene la metà, parliamone.
Rispondi
di Ghesboro [user #47283] - commento del 01/02/2018 ore 17:14:5
"E poi, perchè prendere una copia più o meno spudorata, che costa anche uguale, quando posso avere l'originale?"

Perchè se la copia suona in maniera a te più congeniale allora ha senso prendere quella, non è che l'originale va presa in maniera tassativa perchè è originale e quindi deve piacere necessariamente di più.
Rispondi
di Mariano C [user #45976] - commento del 01/02/2018 ore 17:36:46
Appunto, è una cosa psicologica, legittima in entrambi i casi. Io non ho alcun legame affettivo con alcun marchio, mi interessano le chitarre prettamente come strumenti. Scala lunga, scala corta, p90 single coil ecc......valuto unicamente le caratteristiche tecniche. Se ha quello che voglio, mi interessa, se no cerco da un'altra parte. Fin'ora non ho mai trovato una Fender o Gibson che a paritá di prezzo mi piacessero come altre marche, anzi spesso a meno soldi ho trovato la qualitá che cercavo altrove, e proprio per questo ho iniziato a evitare quei due marchi. Il che non esclude assolutamente che mi possa rivolgere a loro se trovo e provo qualcosa che mi interessa
Rispondi
di zabu [user #2321] - commento del 02/02/2018 ore 18:00:16
Ho avuto recentemente, solo per qualche settimana, una Strato CS con la tasca del manico realizza in fabbrica troppo piccola. Come conseguenza il manico risultava disallineato. Inoltre il palissandro della tastiera (seppur molto belo estaticamente) stava sviluppando alcune crepe. Suonava benissimo, ma appena ho potuto l'ho data in permuta ad un negozio per disperazione. Questo senza nulla togliere alle Fender CS di cui ho avuto vari esemplari ed ho ancora a casa una Telecaster.
Rispondi
di RedRaven [user #20706] - commento del 03/02/2018 ore 17:05:5
non capisco: comprata alla cieca? sono cose che si dovrebbero notare, no?
Rispondi
di zabu [user #2321] - commento del 03/02/2018 ore 21:49:28
Ma che commento simpatico... Del difetto di allineamento del manico faccio me culpa, nel senso che me ne sono accorto un paio di settimane in ritardo dopo avere preso la chitarra (era un periodo in cui stavo abbastanza impicciato e appena arrivata la chitarra mi sembrava ok). ll problema del legno della tastiera si è evidenziato invece solo dopo aver fatto regolare il truss rod da liutaio. Il legno vicino la parte terminale della tastiera (in corrispondenza del nut) non ha retto allo stress appena il liutaio ha ridotto il relief del manico. Il palissandro utilizzato sembrava molto soffice. Comunque il punto è semplicemente che, seppur in teoria il controllo qualità di una CS dovrebbe essere al disopra di ogni sospetto, non bisogna dare per scontato nulla. E il mio non è l'unico caso. Tutto qui.
Rispondi
di RedRaven [user #20706] - commento del 05/02/2018 ore 16:01:37
non volevo essere antipatico, ma c'è chi compra alla cieca per corrispondenza, cosa che porta inevitabilmente a "sole". Il manico disallineato non è una robetta da nulla, si dovrebbe notare. tutto qui.
Rispondi
di zabu [user #2321] - commento del 05/02/2018 ore 23:54:06
Io sono anni che praticamente acquisto solo usato e online e in questo modo mi sono potuto permettere strumenti altrimenti fuori dalla mia portata. Questa è stata l'unica volta che ci sono rimasto male. Sicuramente bastava un pochino più di attenzione da parte mia quando la chitarra è arrivata. Se avessi prestato più attenzione nell'immediato, avrei potuto legittimamente rimandarla indietro e pretendere un rimborso totale. D'altro canto la cosa assurda è che in negozio me l'hanno valutata pure bene. L'ho scambiata con un ampli Victoria (che praticamente nuovo costa poco meno di una CS) più un po' di soldi in credito al negozio. Questo sicuramente è un vantaggio di comprare uno strumento del CS. Per il resto ribadisco il mio punto di vista, ovvero anche gli strumenti costosi non sono esenti da difetti di carenza di controllo qualità. Sicuramente capita meno spesso che negli strumenti economici, ma capita.
Rispondi
di JFP73 [user #29480] - commento del 31/01/2018 ore 22:07:32
Per me chi vuole una tele ne cerca una che suoni bene e se ne infischia del nome sulla paletta
Rispondi
di pastrana [user #34418] - commento del 01/02/2018 ore 06:38:11
Sarà che il relic me lo aspetto sempre e solo dalle solite note Les e Strato ma devo dire che, almeno in foto, quella bianca H-H con il Floyd un certo fascino ce l'ha...
Rispondi
di Ghesboro [user #47283] - commento del 01/02/2018 ore 15:12:0
M'associo. Peraltro c'è una Tele tipo Schecter PT goldtop reliccata nel sito ufficiale che mi fa salire i bollori
Rispondi
di francesco72 [user #31226] - commento del 01/02/2018 ore 12:51:08
Ciao, in questi casi non mi è per nulla chiaro come si faccia a scrivere "la progettazione di..." riferendosi al marchio o liutaio di turno. In realtà il progetto è vecchio di sessant'anni ed anche il proprietario ne ha fatte varie modifiche e varianti. Attribuire ad un liutaio un quid pluris perchè magari ha tagliato la paletta quadrata anzichè tonda mi pare un'esagerazione. Inoltre devo anche dire che al giorno d'oggi strumenti affidabili e di qualità si trovano già alla soglia dei 1.000 euro, prova ne sia che molti professionisti utilizzano strumenti di serie. Insomma, non voglio sminuire la liuteria, ma se si limita a replicare strumenti già abbondantemente a catalogo, non ne capisco il senso.
Ciao
Rispondi
di scrapgtr [user #12444] - commento del 06/02/2018 ore 17:45:07
Hai ragione, ma non dirlo troppo in giro, altrimenti gli spacciatori di aria fritta e gli animali da forum si sentono inutili...
Rispondi
di telecrok [user #37231] - commento del 01/02/2018 ore 13:45:09
Il fanatico di Tele, se ha preso la malattia, vende le Charvel, le RG, le Fano e tutta quella roba li e si compra una 52 o 53, 54.... fino a una 59 originale, allora si che è un "fanatico di Tele"
Rispondi
di RedRaven [user #20706] - commento del 01/02/2018 ore 17:03:19
Se ha i 20.000 euro a salire che servono. Se no prende una CS.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive
Cort fonde due miti vintage nella Sunset TC
Strymon Riverside: semplice ed efficace
Quando la rettifica non risolve i buzz
Di Pinto Galaxie IV: brillantini, modding e switch sbagliati
I più commentati
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive
Cort fonde due miti vintage nella Sunset TC
Sincero e scatenato
La Telecaster triplica con la Parallel Universe
Mooer amplia i Micro Preamp con 014 e 015
I vostri articoli
Di Pinto Galaxie IV: brillantini, modding e switch sbagliati
Customizzazione di un VHT Special 6 Ultra
Cosa determina davvero il suono di un pickup
Valvole, transitor e modeling: a che punto siamo?
di kfd
Harmony H-162: restauro e liuteria kamikaze
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964