HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Taurus Servo: un pedale per ingigantire il suono
Taurus Servo: un pedale per ingigantire il suono
di [user #116] - pubblicato il

Il Servo lavora su dinamica e frequenze per rendere più vivo il suono di chitarre elettriche e acustiche, migliorando il feel sulle valvole e sul digitale.
Una formula magica per rendere bello, pieno e presente il suono di una chitarra allo sfiorare di uno switch non esiste, ma l'Enhancer è quello che più ci si avvicina. Il Servo messo a punto da Taurus è uno stompbox disegnato allo scopo di lavorare su quelle precise caratteristiche dinamiche e timbriche che rendono una chitarra più ricca e piacevole da suonare e ascoltare.

Il circuito analogico racchiuso dentro il Taurus Servo è capace di supportare e mettere maggiormente a fuoco suoni puliti e distorti di una chitarra elettrica, strizzando l'occhio anche alla chitarra acustica e ad altri strumenti a corda.
Il Servo promette di aggiungere incisività, definizione e un feel dinamico e corposo sia con l'uso di amplificatori valvolari sia solid state e sistemi digitali.

Taurus Servo: un pedale per ingigantire il suono

Nella pratica, il pedale Taurus introduce una leggera compressione e fa schizzare fuori le frequenze utili a rendere la chitarra più intelligibile e distaccata nel mix.
Una sola manopola al centro miscela l'intervento del circuito al suono pulito della chitarra, e un piccolo selettore Boost mette a disposizione una spinta extra per uscire al meglio nelle parti soliste.


Questo video potrebbe non essere visibile a causa di un bug di YouTube. In attesa che YouTube risolva il problema, se ti interessa vedere questo video scrivi a redazione@accordo.it



Il Servo è pensato per essere posizionato a inizio catena ed è provvisto di switch true bypass.
Un sistema di protezione in caso di cali di tensione mette automaticamente in bypass il circuito qualora dovesse venire a mancare l'alimentazione, così da poter portare a termine il brano senza interruzioni. La tecnologia Polarity Auto Detection consente inoltre al pedale di funzionare sia con alimentazioni con contatto centrale negativo sia positivo, prevenendo così i guasti.

Novità per il 2018, il Servo può essere visto nel dettaglio sul sito ufficiale a questo link ed è in Italia con la distribuzione di Suona.it.
effetti e processori servo taurus
Link utili
Servo sul sito Taurus
Sito del distributore Suona.it
Altro da leggere
Pubblicità
Overdrive e compressore indipendenti nel...
Hotone fa ascoltare la serie Binary...
Billionaire Cash Cow: due bande e gain da...
Boss: la storia del rock in pedaliera a...
Pubblicità
Commenti
di screamyoudaddy [user #37308] - commento del 15/02/2018 ore 16:34:21
Mi sembra un preboost, nulla più.
Rispondi
di JoeManganese [user #43736] - commento del 15/02/2018 ore 16:44:5
BbE sound maximizer. Boss enhancer.
a volte ritornano. Ha un suo perché.
Rispondi
di chikensteven [user #45729] - commento del 15/02/2018 ore 20:23:3
ce l'ho avuto 20 anni fa il MAXIMIZER della BBE, non a pedale, bensì a rack, era una vera figata!
Rispondi
di JoeManganese [user #43736] - commento del 15/02/2018 ore 20:34:17
io ho ancora quello a pedale funziona molto bene. però ha il buffer penoso e quando è spento mi scurisce il suono per cui è nel cassetto adesso. ma me lo tengo..
Rispondi
di swing [user #1906] - commento del 15/02/2018 ore 17:11:33
L'aumento di volume a pedale acceso che si sente nel video è già di per se più piacevole all'ascolto. Mi chiedo se non sia possibile ottenere risultati analoghi con una leggera compressione e con un equalizzatore multi banda. C'è da dire però che fa suonare bene pulito, distorto ed acustiche senza dover cambiare settaggi. Sarebbe bello sapere cosa c'è sotto :)
Rispondi
di coprofilo [user #593] - commento del 15/02/2018 ore 18:38:08
Copio dall'articolo:
"Nella pratica, il pedale Taurus introduce una leggera compressione e fa schizzare fuori le frequenze utili a rendere la chitarra più intelligibile e distaccata nel mix"
Quindi direi che la risposta alla tua domanda è si!

Rispondi
di JoeManganese [user #43736] - commento del 15/02/2018 ore 20:39:46
no non puoi ottenere la stessa cosa. non è equalizzazione semplice: se prendi un analizzatore di spettro per Android per esempio e suoni una nota singola vedrai chiaramente la frequenza principale più altre due armoniche relative che hanno un livello più basso. questi aggeggi lavorano sulle armoniche arricchendo il suono. la prima impressione che hai quando spegni un enhancer è che al suono manchi qualcosa .
Te lo dico perché ne ho uno.

Rispondi
di Sykk [user #21196] - commento del 15/02/2018 ore 17:20:58
Mai capito cosa sia un enhancer, leggendo sul Maximizer si dice:
Compressore + equalizzatore + circuito che ritarda le componenti a bassa frequenza.
Rispondi
di Lpcustom [user #47755] - commento del 15/02/2018 ore 18:03:19
....157 eurucci.... per quello che fa mi sembra un tantino esagerato il prezzo...
Rispondi
di hamilton [user #6193] - commento del 15/02/2018 ore 18:10:37
Difficile capire i benefici soltanto ascoltando il suono, col volume un pelo più alto tutto sembra suonare un po' meglio, se introducesse quel minimo di effetto tipo sustainer da sweet spot che di solito si trova tra clean e crunch su tutti i volumi (o quasi) allora si sarebbe molto utile e interessante. Penso sia un effetto da sentire anche sotto le dita e non soltanto con le orecchie.
Sicuramente da provare avendone la possibilità.
Rispondi
di aghiasophia [user #35493] - commento del 16/02/2018 ore 07:46:53
Tempo fa provai una stomp head della taurus, completamente transistor. Tanta, tanta qualità.
Rispondi
di Floyd [user #143] - commento del 16/02/2018 ore 08:46:04
Da quello che ho sentito, è proprio una sorta di compressore con controllo di mix, soltanto che ha un livello di compressione preimpostato e fisso, non troppo invadente.
Io ho un comp con controllo di mix e ottengo esattamente lo stesso risultato.
Quello che posso aggiungere è che un compressore con un controllo di mix è un must in una pedaliera, e lo dico perchè ho sempre avuto compressori di altissimo livello, ma ho imparato veramente ad apprezzarne la presenza quando sono passato ad uno con il controllo di mix, che se regolato poco invadente, come l'aggeggio in quersto articolo, può tranquillamente rimanere sempre acceso, ed ha un benefico intervento su qualsiasi suono.
Come si può sentire nel video, si aggiunge anche un bel pò di rumore di fondo, e questo purtroppo lo fanno tutti i compressori. Un compressore di qualità è quello che fa meno rumore di fondo ed ha un controllo di mix progressivo ed efficace.
Ho il BBE sound maximizer formato rack, lo presi quando negli anni 90 avevo una strumentazione rack da paura, tolto quasi subito perchè , se bello sui puliti, nei distorti mi snaturava completamente il suono, lo rendeva finto e un pò moscetto per i miei gusti. Lo uso tutt'oggi invece con soddisfazione nell'impianto PA.
Il Taurus non mi sembra affatto come il BBE, a mio avviso aggiunge solo compressione e una punta di guadagno per esaltare le armoniche. Quello che fa lo fa abbastanza bene, perchè come si sente dal video, il timbro sonoro non viene per niente snaturato.
Saluti a tutti
Floyd
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308] - commento del 16/02/2018 ore 12:03:29
Molti effetti una volta spenti danno la sensazione di perdere qualcosa. Alcuni conpressori aggiungono sustain, alcuni eq che aiutano a far uscire le frequenze che la sola eq a 3 bande di un ampli non può fare, alcuni leggeri OD o preboost danno quel leggero Gain che permette di aumentare armoniche e dare più botta al proprio sound, senza andare troppo oltre. Ognuno ha la sua chiave.
Per i miei gusti personali ritengo alcune categorie di pedali imprescindibili e da tenere sempre accesi, e parlo di buffer, OD (per chi come me lo usa a basso Gain sulla soglia del breakup), eq (se serve limare qualcosa) e compressore (a seconda dei gusti, sicuramente post per dare sustain). Nel mio caso ho il S/R sempre attivo perché valvolare e davvero splendido (aggiunge un pó di brio al tutto) con il reverbero LXP1 (lo so, è stravecchio ma che bomba!) sempre acceso per avere stereofonia e far "respirare" il suono. Questo pedale andrebbe valutato dal vivo perché così quoto anch'io che più volume = meglio suono. Però sembra dia anche un pó di Gain, forse anche troppo.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Fender spiega la Jazzmaster
Fender Player Series prime impressioni su Strat e Telly
Ibanez Pat Metheny Signature: non sempre ciò che cerchi è quello di cui hai bisogno
Vai a Custom Shop Milano, conosci musicisti, torni con una Strat!
Framus Pro Series The Stormbender Devin Townsend
I più commentati
Michele Quaini e i suoni del Facchinetti Fogli Tour
Fender Player Series prime impressioni su Strat e Telly
Boss WL: trasmettitori smart per tutti i gusti
Ibanez Pat Metheny Signature: non sempre ciò che cerchi è quello di cui hai bisogno
Come sostituire un pickup sulla chitarra elettrica
I vostri articoli
Come sostituire un pickup sulla chitarra elettrica
Ibanez Pat Metheny Signature: non sempre ciò che cerchi è quello di cui hai bisogno
Modificare un pedale senza avere conoscenze di elettronica
Ampli artigianale per un vecchio Gibson: a little Red Frog story
Come creare true bypass, looper e footswitch
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964