HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Ben Stiller riunisce la band di quando era ragazzo e pubblica un disco
Ben Stiller riunisce la band di quando era ragazzo e pubblica un disco
di [user #116] - pubblicato il

I Capital Punishment tornano insieme e pubblicano Roadkill, il vinile che post punk che vede un Ben Stiller teenager alla batteria.
Il nome "Capital Punishment" potrebbe non dirvi niente e non avreste tutti i torti. Si tratta di una band di teenager dei primi anni '80 che, apparentemente, non si è mai esibita fuori dal proprio garage ma che oggi sta tornando alla ribalta: era il gruppo del giovane Ben Stiller ai tempi delle scuole superiori, ora prossimo a pubblicare su larga scala il proprio primo e unico album.

Non tutti sanno che la star di Hollywood coltiva da sempre una passione per la batteria, al punto da aver messo in piedi una band post punk all'epoca della scuola. I Capital Punishment stamparono il disco Roadkill nel 1982, ma non fu mai realmente pubblicato. Avevano nominato anche un singolo, il brano "Muzak Anonymous".



Ora l'esordio (nonché unico lavoro) discografico del gruppo arriva ufficialmente nei negozi ampliato con due nuove tracce registrate nel 1979 e nel 1983.

Il progetto ha inizio nel 2015, quando l'etichetta Captured Tracks si dà da fare per radunare i tre membri originali e organizzare con loro una re-release (o forse sarebbe più corretto chiamarla semplicemente release) di Roadkill. L'idea diventa ora realtà con la prima vera pubblicazione internazionale del disco, in arrivo negli store il prossimo 14 settembre.
Quando l'ipotesi era ancora in fase embrionale, lo stesso Ben Stiller ne parlava allo show di Jimmy Fallon.

album curiosità
Altro da leggere
Pubblicità
Gli Stray Cats sono tornati...
White Album mai sentito prima per i 50 anni...
Come suona la chitarra in una camera anecoica...
Online il video di Valley Of Fire di Jason...
Pubblicità
Commenti
di qualunquemente1967 [user #39296] - commento del 15/07/2018 ore 11:45:5
... ecco adesso ci mancava solo Ben Stiller siamo al completo😂😂😂
Rispondi
di Sykk [user #21196] - commento del 15/07/2018 ore 15:33:43
se andiamo a pescare tra gli attori che sanno suonare ci sono Johnny Depp, Jack Black, Kiefer Sutherland, Russel Crowe... ma quello che mi sta più simpatico forse perché vedo la musica in contrapposizione col suo personaggio, è Steven Seagal:
vai al link
Rispondi
di coldshot [user #15902] - commento del 15/07/2018 ore 16:28:5
Grande Seagal, l'uomo che non muore mai, le pallottole se le mangia, i cazzotti sono come carezze. 😂😂😂
Rispondi
di dariothery [user #12896] - commento del 16/07/2018 ore 17:34:44
Cacchio!è bravissimo!!!
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346] - commento del 15/07/2018 ore 22:16:3
Steve Martin suona il banjo.
Woody Allen suona il clarinetto.
L'attore di Big bang tehory che fa Howard suona molto bene il pianoforte.
L'attore che faceva il dottor house suona molto bene il piano blues.
Clint Eastwood suona il piano ed è appassionato di blues ed ha fatto anche un documentario.
Rispondi
di tormaks [user #26740] - commento del 15/07/2018 ore 23:33:51
Ma tutti gli statunitensi devono imparare mezzo strumento a scuola, se poi lo coltivano nella loro vita e' "ben" altra cosa.....
Quando mi propinarono il flauto dolce a scuola e un anno dopo dissi.....ma veramente vorrei imparare la chitarra......e sti cazzi, disse papà , voi mori de fame, o te voi fa un sacco de canne?
Non mi disse così , era abruzzese....ma lo pensava seriamente!
Io feci un sacco di capricci , a 7/8 anni , 1972...ottenni una sfigatissima Sisme acustica da 11,650 lire rifiutando una clarissa da 30.000 lire.
Non esistono più , ma non ho mai smesso. Se fossi nato negli states sarebbe il mio mestiere.....ma comunque muoio di buffi e fumo....Papà avevi ragione!
Cosa cazzo c'entra Ben Stiller con la musica?
Rispondi
di telecrok [user #37231] - commento del 16/07/2018 ore 11:39:38
Anche Hugh Laurie, ovvero un'interprete di Doctor House, ha fatto un bel documentario sul Delta Blues ove si esibisce in un paio di occasioni, con chitarra e pianoforte.
Sulle orme del crossroad, nel Mississippi e dintorni, se lo trovate guardatelo è molto bello, inoltre essendo appassionato di auto anni 50 e Hot Road, con il giusto abbigliamento si atteggia volentieri al blues man itinerante in quei mitici luoghi dove, dopo che se ne aspirata l'aria, ci si sente tutti un tantino Hooker O Wolfe, catapultati negli anni della grande depressione o nel secondo dopoguerra, ma sempre con la giusta umiltà, simpatico davvero.
L'avevo visto su Rai5, ogni tanto passano roba veramente buona.
Per quanto riguarda Stiller se suona quanto è bravo come attore, ok ci siamo ma il pezzo Muzak ecc. ecc. mi sembra una mezza cag...
Rispondi
di paolo962 [user #26262] - commento del 16/07/2018 ore 16:45:13
.....e Robert Downey Jr che canta con Sting dove lo vogliamo mettere???
vai al link
Rispondi
di Lisboa [user #47337] - commento del 16/07/2018 ore 20:42:32
A me questi attori annoiati che mettono su band non mi fanno impazzire; ho visto suonare Crowe e Depp; ok, diciamo che sanno suonare rispetto alla media nazionale, ed hanno visibilità e mezzi a disposizione che i mortali si sognano. Ma i musicisti che meritano attenzione e rispetto sono altra cosa
Rispondi
di francesco72 [user #31226] - commento del 18/07/2018 ore 16:12:55
Bah, sentiti i pezzi direi che sono proprio poco di che. Capisco se uno lo fa in più, tanto per passare una serata tra amici, ma qui è volersi male: piaccia o meno Ben Stiller ha segnato una parentesi cinematografica, perchè rovinarsi l'immagine?
Ciao
Rispondi
di nicolapax [user #27042] - commento del 22/07/2018 ore 22:06:34
Scusate se mi permetto, ma un artista è un artista, perché dobbiamo dire noi COME o cosa deve fare per soddisfare la sua necessità di raccontarsi? Hanno più visibilità perché sono ricchi, è vero, ma non rubano il mestiere o il lavoro a nessuno. Per esempio:
ELVIS SU TUTTI
Poi Frank Sinatra e Dean Martin, che -dite quel che vi pare- sono fior di musicisti
Sting: Quadrophenia
David Bowie: The Elephant man, Labirinth
Phil Collins: Hook
Bob Dylan: Pat Garreth e Billy the Kid
Paul Simon: One Trick Pony
Max Gazze: Basilicata coast to coast
Franecsco Guccini: Ti amo in tutte le lingue del mondo
Luca Medici cioè Checco Zalone, Madonna, Elio (che fa teatro),
E me ne sto dimenticando centinaia, musicisti prestati per un attimo al cinema, risultati a volte discutibili e a volte no, ma comunque significativi. A me interessa e incuriosisce.
Sono un accademico musicista classico, insegno, faccio lisssio romagnolo e ho una cover band di Battisti. E non mi basta.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





Hot topics
La passione segreta di Slash per la Stratocaster
Album in arrivo per i Greta Van Fleet
I Muse presentano Pressure: il video che non abbiamo capito
White Album mai sentito prima per i 50 anni
Gli Stray Cats sono tornati
Dischi e recensioni
Angolo DIY
Interviste
Maurizio Solieri, curiosando "Dentro e Fuori dal Rock'n' Roll"
Arrogantia ammicca al vintage d’avanguardia con la Kairos
Luigi Grechi: "Il CD è arrivato alla fine della corsa!"
I chitarristi sono un bene per la società
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964