CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Fender Mod Shop: pareri, opinioni, esperienze?

di [user #29391] - pubblicato il
Fender Mod Shop: pareri, opinioni, esperienze?

Ho scoperto solo recentemente l'esistenza del Fender Mod Shop. Una sorta di custom shop fai da te della Fender dove è possibile ordinare chitarre personalizzate dei modelli più celebri.

Il prezzo sembra buono: una Fender USA a circa 1700-1800$. Con la dogana e le tasse siamo sui 2000 euro? forse meno.

Da mancino è un sogno. L'unico dubbio: la qualità? E' la cifra che si spende per una discreta chitarra di liuteria ma con l'indubbio valore anche economico di una Fender USA nemmeno troppo comune. O no?
Dello stesso autore
Il genio prescinde dalla tecnica
Twin Reverb per suono pulito casalingo? Parte II (visti i prezzi...)
Che brutto il nuovo layout del sito!
Comprare usato con tastiera in rosewood da Giappone/Australia. Problemi?
Cosa usate per suonare in casa nel 2018?
Quali pickup per una Stratocaster (copy) del '64?
Fender Twin Reverb e Deluxe Reverb. Uso casalingo?
Chitarre nel'armadio: rischi e benefici?
Loggati per commentare

di francesco72 [user #31226]
commento del 07/09/2018 ore 15:14:51
Ciao, premesso che essendo mancino sconti un forte gap, però mi sembra che oggi il mercato globale della chitarra offra di tutto e di più e sinceramente stai puntando una chitarra che non ha nulla di innovativo, nel senso che puoi trovare qualunque tipo di replica a qualunque prezzo e con ogni dotazione immaginabile. Se poi non è esattamente come la vuoi, qualunque sostituzione di parti (elettriche o meccaniche) è un'operazione assai meno costosa anche se la fai fare ad un terzo. Insomma, a mio avviso, a meno che non ti facciano una chitarra su tuo disegno e tue specifiche, ma col logo Fender, non ne vale la pena.
Ciao
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 07/09/2018 ore 23:19:51
Ho provato a fare qualche prova con la Strato, giudicando dal body mi pare di capire la base sia quella della American Professional, con la possibilità di alcune opzioni riguardanti manici di altre serie. Ci puoi mettere quello ad esempio della American Original '50, o quello dell'American Special. Poi chiaramente c'e' maggiore scelta di colori e pickups. Parlando di nuovo, io con quei soldi andrei direttamente su una American Original, ma chiaramente non so come e' la disponibilità di esemplari mancini.
Rispondi
di umanile [user #42324]
commento del 08/09/2018 ore 16:50:0
Mmmmh sali un po' Lo sdoganamento, alla fine, vale come il 25% del prodotto.
Quindi se prendi 1700 come costo dello strumento ci devi aggiungere altri 425 euro. E siamo a 2125. La spedizione è gratuita?
Rispondi
di FenderStratoFender [user #29391]
commento del 09/09/2018 ore 15:03:35
Beh con il cambio attuale in euro siamo sui 2000 per la jazzmaster, contando un 30% di sdoganamento. Per un mancino come me è praticamente l'unica opzione di Fender americana. Ho visto che loro di base spediscono solo in Usa ma con tutti i servizi di forwarding non divrebbe essere un problema. Mi chiedevo più che altro se ne valesse la pena in termini di qualità.
Rispondi
di umanile [user #42324]
commento del 08/09/2018 ore 17:01:2
Inoltre noto che una volta progettata la tua chitarra non si può proseguire.
Ho paura che non sarà una feature disponibile in Italia, un po' come le Fender genuine parts che da noi non sono acquistabili.
vai al link
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 08/09/2018 ore 17:34:00
Credo anch'io per l'Italia non ci sia un'opzione di acquisto diretto dalla Fender dagli USA. Forse al limite sarà possibile passando tramite la distribuzione Fender in Italia. Per altro recentemente la distribuzione nel nostro paese è stata presa in mano dalla stessa Fender che l'ha tolta alla storica Casale Bauer.
Rispondi
di umanile [user #42324]
commento del 08/09/2018 ore 17:39:10
Magie del commercio globale!
Qualche anno fa, ingenuo come un bambino, entrai da Tomassone chiedendo di vedere dei manici con tastiera in palissandro per Telecaster, mi spiegarono che in Europa non si vendevano separatamente parti Fender e che al limite mi sarei dovuto comprare uno strumento intero.
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 08/09/2018 ore 19:03:33
Riguardo la vendita diretta di prodotti da parte di una azienda come Fender, bisogna pero' dire che se fossi un commerciante un po' mi arrabbierei. I negozi sono tenuti, per avere in negozio prodotti come Fender, a prendere un tot di strumenti all'anno. Se il produttore si mette a vendere strumenti direttamente, è chiaro che poi si incrina il discorso della distribuzione in negozio. Infatti negli USA c'era stata un po' di polemica su queste iniziative: vai al link
Rispondi
di umanile [user #42324]
commento del 08/09/2018 ore 19:26:17
Non sai quanto io sia nostalgico, dell'era dei negozi. Io ho proprio anche il ricordo dell'odore di certi negozi che magari erano lì da 30/40 anni.
Però bisogna dire che è una battaglia che perderanno prima o poi, per un'ovvia questione di costi vivi e stoccaggio.
Esempio, mi serviva un flight case rack a trolley, sono stato in uno dei negozi più forniti qua a Bologna, non ce l'avevano: l'ho comprato da Thomann.
E non apro la parentesi su come, nei negozi, a volte il naturale tentativo di indirizzare il tuo acquisto travalichi nell'invadenza.
Spero di sbagliarmi, ma per i negozi di strumenti musicali penso che i giorni siano contati, con evidenti scomodità, come ad esempio provare uno strumento.
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 08/09/2018 ore 20:51:14
Hai ragione i negozi di strumenti stanno in estinzione... diventeranno rari come i panda! Io credo che qualcuno rimarrà, magari nelle grandi città. Ma devono puntare molto sulla qualità e soprattutto offrire un servizio in più rispetto all'acquisto online. Ovvero, in negozio devo trovare prodotti di nicchia e un servizio post vendita d'eccellenza. E naturalmente un negozio per essere competitivo oggi deve anche ritirare l'usato, possibilmente senza specularci troppo.
Rispondi
di umanile [user #42324]
commento del 08/09/2018 ore 21:08:54
Mi auguro che basti!
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Ligabue da oggi disponibile il nuovo singolo "Polvere di Stelle"
Daniele Gottardo: il controfagotto è la mia otto corde
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Nashville Number System: regola base per sopravvivere al music biz
Keeley DDR: Drive, Delay e Reverb in un pedale
Lo stile di Matt Garstka
Connessioni, il mondo modulare a Milano
Cos’è un loop: quello che c'è da sapere su, looper, loop station e...
Eric Gales due live in Italia a giugno
Nuovo shape single-cut da Solar Guitars
Mi Ami Festival la programmazione completa
A day with the Mixing-Lord!
Lost Highway: Fender testa il phaser super-versatile
Quanto conta l'immagine di un musicista
David Gilmour racconta la Black Strat

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964