HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
L’introvabile Zephyr di John Lee Hooker torna in vita
L’introvabile Zephyr di John Lee Hooker torna in vita
di [user #116] - pubblicato il

Epiphone celebra i 100 anni di John Lee Hooker con la riedizione della Zephyr, l’introvabile semiacustica a cassa stretta amata dal King of the Boogie.
La data di nascita di John Lee Hooker, riferimento indiscusso per i bluesman a venire e tra gli artisti che hanno gettato le basi per quello che sarebbe poi divenuto il rock n roll, non è del tutto sicura. Di certo, si sa che il King of the Boogie è venuto al mondo intorno al 1917 e ora Epiphone intende celebrarne la storia 100 anni più tardi con una riedizione di uno degli strumenti più rari che gli siano mai stati visti tra le braccia. La Epiphone Zephyr era tra le chitarre preferite di Hooker, che l’ha usata per incidere alcuni dei suoi maggiori successi. Solo 13 - tra cui la sua - ne furono prodotte nel 1961 e, tra il 1959 e il 1963, ne videro la luce solo 45. Stavolta l’introvabile Zephyr torna in una partita limitata a mille esemplari con la collaborazione della famiglia di John Lee Hooker.

L’introvabile Zephyr di John Lee Hooker torna in vita

La Epiphone Zephyr John Lee Hooker si ispira all’originale costruita nel 1961 e aggiunge appunti moderni come hardware efficiente ed elettronica d’ultima generazione.
La cassa in acero laminato è uno standard per la categoria e la Zephyr non rinnega la tradizione, incollandovi un manico in mogano con striscia centrale in acero. Il profilo Vintage C riempie la mano e trasmette le vibrazioni abbondanti e vigorose, restituendo tutto il feel di uno strumento d’annata in pieno stile blues. Per aggirare le limitazioni del CITES senza rinunciare alla resa e all’estetica classica, la tastiera è in pau ferro su un raggio da 12 pollici per 20 medium jumbo fret seminati su un diapason da 24,75 pollici.

L’introvabile Zephyr di John Lee Hooker torna in vita

Sulla paletta, arricchita da una placca bianca con logo Epiphone in stile vintage, trovano posto sei meccaniche Wilkinson Deluxe con chiavini color avorio e un capotasto in delrin. Sulla cassa, le corde sono ancorate a un tailpiece a trapezio e poggiano contro un ponte in pau ferro a intonazione compensata e regolabile in altezza.

La voce elettrificata della Zephyr è affidata a una coppia di mini-humbucker Epiphone ProBucker, controllati attraverso volumi e toni indipendenti e con un selettore a tre posizioni sulla spalla superiore.

L’edizione limitata, visibile nel dettaglio sul sito ufficiale a questo link, è infine accompagnata da un certificato di autenticità, una custodia rigida e una tracolla in pelle.
Nel video diffuso da Epiphone per l’occasione, il bluesman Charlie Musselwhite racconta la Zephyr e il suo rapporto con John Lee Hooker.

chitarre semiacustiche epiphone john lee hooker zephyr
Link utili
John Lee Hooker Zephyr sul sito Epiphone
Altro da leggere
Pubblicità
Viking: guerriero semiacustico oltre le...
Gretsch G5420T: le tradizioni quelle belle...
La Firebird di Slash diventa Epiphone...
Epiphone con Peter Frampton per due edizioni...
Pubblicità
Commenti
di BBSlow [user #41324] - commento del 08/10/2018 ore 09:08:26
Come si fa l'emoticon dei cuoricini?
;)
Rispondi
di claude77 [user #35724] - commento del 08/10/2018 ore 18:55:02
Mr. Musselwhite che parla di quando incontra John è da lacrime. La compere solo per questo video!
Rispondi
di NICKY [user #46392] - commento del 09/10/2018 ore 12:16:35
Bellissima iniziativa! queste sono produzioni che meritano un applauso!
sono stato contestato perchè ho perculato la stratocaster con hardware ed elettronica di una jaguar (che fa letteralmente tazza!).
Signor Fender e Gibson, anzichè proporre nouve colorazioni allucinanti o collage tra più modelli siete capaci di fare delle belle riedizioni???? che ne so........la ES 355 di Chuck Berry,
la Telecaster Mikawber di Keith Richards e altre 1000 che non mi vengono in mente.
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 09/10/2018 ore 16:44:00
Certo che son capaci di fare delle belle riedizioni.
E nel momento che le fanno vengono sommersi dalle critiche, perchè non sono capaci a innovarsi :-)
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Inventa subito la tua Pedaltrain: puoi riceverla in regalo!
Da EMG due set passivi per Stratocaster senza saldature
Viking: guerriero semiacustico oltre le epoche
12 delay, loop e suoni stereo da EHX nel Grand Canyon
I più commentati
HX Stomp: alta tecnologia Line 6 in formato pedale
Doyle Bramhall II, "Shades": splendida ruvidità e genuinità artistica.
Chi ha inventato davvero il tapping
A scuola di fusion: vedere Greg Howe in concerto
Inventa subito la tua Pedaltrain: puoi riceverla in regalo!
I vostri articoli
Altamira N200CE: una bella sorpresa
Com'è fatto e come stravolgere un Metal Zone
Una stratoide di nome Silver Sky
Seymour Duncan JB/'59: perfetti per rock anche spinto
Fender Modern Player Telecaster Plus
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964