CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

David Gilmour venderà 120 chitarre per beneficienza

di [user #461] - pubblicato il
L’asta si terrà il 20 giugno nella casa d'aste Christie’s, a New York, ecco il link con qualche strumento e la video intervista al mito.

Come sempre in questi casi, spero che vadano a chi saprà valorizzarle, perché chiuderle in cassaforte non serve a molto. Condividerle con chi ne può trarre ispirazione sarebbe ridarle il loro vero valore.
Dello stesso autore
Una storia emblematica
Addio a Otis Rush
Visto il caldo che fa, volevo chiedere a quei poch...
---
Creare ibrido da 2 classici ;)
La guerra Prs-Fender continua
Largo ai giovani!
---
Loggati per commentare

di superloco [user #24204]
commento del 30/01/2019 ore 13:10:29
Mi sembra un ottima idea. Io però non ne comprerò neanche una ..
Rispondi
di theripper76 [user #31689]
commento del 30/01/2019 ore 13:20:29
Premessa,ognuno ha la propria visione delle cose (in questo ambito poi...):a mio avviso il possessore di una chitarra di Gilmour fa bene a metterla in cassaforte.Se spende quelle cifre al 99% ha un secondo fine.
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 30/01/2019 ore 13:25:2
Ma perchè per forza in cassaforte? mica perde di valore se viene fatta suonare, Stradivari docet.
Rispondi
di theripper76 [user #31689]
commento del 30/01/2019 ore 13:36:24
Mica ho scritto che perda valore.Il senso era legato alla sicurezza...terresti una chitarra da 100 mila dollari in appartamento,per giunta appartenuta a lui?Non e' banale da gestire come questione.
Pensa portarla in giro...va suonata in un luogo assai sicuro.
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 30/01/2019 ore 13:39:47
Mica ho scritto che deve essere portata in giro, gli Stradivari infatti vengono suonati nel loro museo, è chiuderla in bacheca per sempre senza dare la possibilità di farla suonare a chi lo merita (studenti di musica, artisti emergenti, occasioni particolari, registrazioni, fosse anche dietro compenso) che è un delitto. Di sicuro chi può comprarla pensa anche a come custodirla, i probabili acquirenti non sono sicuramente degli sprovveduti.
Rispondi
di theripper76 [user #31689]
commento del 30/01/2019 ore 13:55:47
Ma allora cosa intendi con ''spero che vadano a chi saprà valorizzarle''?A parte che la concezione tra i due strumenti e' parecchio diversa a mio avviso...nel caso del violino si apprezza il liutaio,ovvero la qualita' eccelsa difficilmente ritrovabile altrove,un vero capolavoro (ammesso sia vero,l'argomento e' lungo).
La strato di Gilmour e' un feticcio...affascinante come qualsiasi appartenuta a famoso,ma tale rimane.
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 30/01/2019 ore 14:05:50
Per me uno strumento è un feticcio se rimane in cassaforte, o meglio, un pezzo da museo per dargli una connotazione positiva; il valore aggiunto è l'ispirazione che se ne trae suonandolo, per chi sa coglierla ovviamente.
Rispondi
di theripper76 [user #31689]
commento del 30/01/2019 ore 14:25:17
Come scrivevo,ognuno la vede a modo proprio...nella maggior parte dei casi chi compra questi strumenti ha un secondo fine (il lucro).
Personalmente a me piace di piu' la storia del tizio che compra una chitarra definibile ''nobile decaduta'' ad un prezzo stracciato e la usa come prima chitarra ovunque...volendo cercare del patos negli acquisti.
Spesso ho visto comprare chitarre di famosi o da negozi o da nerd facoltosi...apprezzo altre situazioni.
Positivo il fine benefico...sperando che effettivamente sussista.
''il valore aggiunto è l'ispirazione che se ne trae suonandolo, per chi sa coglierla ovviamente'' a mio avviso chi ha quell'animo non va a comprare la chitarra di Gilmour ma se ne cerca una personale,proprio perche' ha questo tipo di sensibilita' e senso nel concepire la dimensione delle cose.
Per rendere meglio,Blackie era un assemblato selezionato fra 5/6 strato che Clapton acquisto' anche per fare regali ad amici (se ricordo bene).
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 30/01/2019 ore 14:38:3
Ma proprio perchè per me ha senso condividere uno strumento come quello di Gilmour che non è il solo possessore che deve goderne. Chi lo compra dovrebbe avere anche il piacere di condividere lo strumento.
Se io avessi la possibilità penso che provare la strato nera di Gilmour, o la Blackie di Clapton, non me lo scorderei mai nella mia vita, tu non sentiresti nulla di diverso rispetto a suonare una qualsiasi strato di tuo sommo gradimento? Può essere, è qui la diversità di sensibilità (ne meglio nè peggio, ci mancherebbe).
Rispondi
di theripper76 [user #31689]
commento del 30/01/2019 ore 14:56:57
Condividere quel tipo di oggetti usandoli nel pratico e' ingestibile,ogni quanto li suoni?Ogni morte di Papa per ovvi motivi (pensa la gestione).
In merito a ''Se io avessi la possibilità penso che provare la strato nera di Gilmour, o la Blackie di Clapton, non me lo scorderei mai nella mia vita, tu non sentiresti nulla di diverso rispetto a suonare una qualsiasi strato di tuo sommo gradimento?''...quindi tu acquisteresti uno strumento di quel valore per farlo provare alla gente?
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 30/01/2019 ore 15:22:57
Io sì, certo, sarebbe un grandissimo piacere. Tu la terresti solo ed esclusivamente per te? almeno gli amici dai :D
Rispondi
di theripper76 [user #31689]
commento del 30/01/2019 ore 16:17:22
Io non la prenderei proprio,se non per investimento economico (chi la compra fa molto bene sotto questo punto di vista).
Una chitarra di un famoso che vorrei provare e' quella di Brian May,ma solo per il progetto.
Scala 24 con 24 tasti set neck (mi pare)...oltre alla circuitazione personale.Se non la sua almeno la guild.
Chi ha inventato le signature ( forse fender con la clapton) sa bene che nella mente delle persone ci sia il desiderio di possedere la chitarra del famoso...Vaughn suonava su una mazza da baseball con 013...sogno di provare l'opposto sinceramente.Vederla per il fascino ok.
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 30/01/2019 ore 16:54:57
La compreresti per interesse economico si è capito, ma la terresti in cassaforte fino alla rivendita suonandola ogni morte di papa? Io a queste condizioni farei altri investimenti, ma capisco il tuo punto di vista, condiviso dal pensiero di molti.
Rispondi
di theripper76 [user #31689]
commento del 30/01/2019 ore 17:41:40
Di sicuro la maneggerei il meno possibile...non riuscirei a vederla come una chitarra.In merito all'investimento,guardavo il prezzo...viene valutata tra $100,000-150,000 capisco bene?Sempre la black strat intendo.
Blackie chiuse sul milione di dollari...vediamo questa (secondo me va oltre).
Rispondi
di nanniatzeni [user #24809]
commento del 30/01/2019 ore 14:07:57
120 chitarre??????
Mi sa di fregatura.
Da quel che so ne ha suonate davvero pochissime in carriera,suonava sempre la 0001,la nera e la rossa del periodo post Waters.
Aggiungiamoci qualche acustica.
Probabile che almeno 100 non le abbia neppure toccate.
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 30/01/2019 ore 14:24:51
"Many of the guitars in this sale are guitars that have given me a tune, so a lot of them have earned their keep, you might say" se ti senti di contraddire Gilmour...
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 30/01/2019 ore 19:13:34
Vabbé, ti aspettavi che dicesse: "ok, ci ho messo dentro un po' di tutto, anche roba che ho imbracciato trenta secondi ad un pic nic coi mie cugini"?
Ciao
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 30/01/2019 ore 19:53:02
No, ma non ho prove per pensarla diversamente.
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 30/01/2019 ore 15:46:57
solo 120?
ma quante glie ne rimarranno dopo?
spero non rimanga senza, ahahahahahah
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 30/01/2019 ore 16:29:03
Il fatto che venda anche la Black mi fa pensare che forse smetterà di fare dischi e live, questo sarebbe triste.
La cosa più bella sarebbe che la comprasse un chitarrista capace e famoso sulla scena internazionale che continuasse a farla suonare.
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 30/01/2019 ore 16:51:55
Ha dicharato che al momento non si è ritirato, ma quando lo farà non lo dichiarerà a parole, ma succederà in maniera "silenziosa e inosservata". In pratica non si sa fino al suo prossimo live/disco ;)
Rispondi
di dale [user #2255]
commento del 30/01/2019 ore 17:00:27
Spero che la Black Strat suoni meglio della sua versione CS, l'ho provata e mi ha fatto una cattiva impressione.

Poi vabbè, ogni tanto le rockstar vendono i loro strumenti per beneficenza, non ci vedo niente di male, né di nuovo.
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 30/01/2019 ore 19:21:30
Ho letto il dialogo con theripper e la penso come lui: in primo luogo ognuno ha una propria idea di valorizzare un bene; inoltre non stiamo parlando di strumenti speciali ne' acustici che non credo possano trasmettere chissà quali vibrazioni o sensazioni. Non credo proprio che uno strumento possa trasformare un buon chitarrista in uno ottimo ed ispirato, anche perchè dovremmo ipotizzare che allora vale il contrario, ossia il grande artista che diventa un cagnaccio con una Harley Benton qualunque fra le mani.
Ciao
Rispondi
di theripper76 [user #31689]
commento del 30/01/2019 ore 19:46:5
"Non credo proprio che uno strumento possa trasformare un buon chitarrista in uno ottimo ed ispirato, anche perchè dovremmo ipotizzare che allora vale il contrario, ossia il grande artista che diventa un cagnaccio con una Harley Benton qualunque fra le mani"
A ciò aggiungo che chi è davvero bravo suona bene su qualsiasi varietà di strumento,tasti scala corde che siano.Pensa ad una tele 50 con tastini e raggio 7.25 oppure una jackson.
Un esempio Andrea Braido
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 30/01/2019 ore 20:04:18
Ognuno ha la sua idea, io ho solo detto la mia e non mi sembra di averla imposta (e francamente non capisco questo continuo puntualizzare questa cosa, stiamo solo parlando, tranquilli! ;)
Non ho parlato di trasformare un buon chitarrista in uno ottimo ed ispirato - magari esistesse uno strumento simile, purtroppo nulla può sostituire lo studio su uno strumento settato bene - ma di trarre ispirazione da uno strumento conoscendone la storia: a me ispira, a voi no, anche se vorrei vedervi imbracciare uno strumento di uno dei vostri chitarristi preferiti, non sentireste proprio niente di niente?
Rispondi
di theripper76 [user #31689]
commento del 30/01/2019 ore 20:19:29
Il senso del mio scrivere non voleva essere accusatorio o negativo,ci mancherebbe solo visto l'ambito.
Come non ho mai percepito una tua volontà di imposizione.
In merito alla domanda,una volta quando ragionavo con "fanatismo" e volevo la les paul causa amore per Page forse ti avrei risposto di si...poi ho rivenduto tutto causa cambio totale di visione.Di sicuro vederla esposta sarebbe simpatico.Comunque i produttori sanno bene che la gente voglia possedere la chitarra del famoso,quindi ci sta.
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 30/01/2019 ore 20:33:40
In realtà avevo risposto a francesco72, ma fa niente... solo una piccola puntualizzazione: la mia domanda riguarda lo strumento personale del chitarrista. Immagina di imbracciare la Les Paul di Page (o meglio ancora, personalmente, la sua doppiomanico): se ci fosse un collezionista che la mettesse a disposizione non lo "benediresti"? non ce lo faresti un giro? Io pagherei pure il biglietto.
Rispondi
di theripper76 [user #31689]
commento del 30/01/2019 ore 20:43:50
Concludendo con "non sentireste proprio niente di niente?" ho inteso di essere incluso.
Detesto il collezionismo,in qualsiasi ambito.
La smania di avere tutto di una categoria é sensata in un bambino.Quindi no non lo pagherei...anzi.Senza polemica ribadisco.

Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 30/01/2019 ore 20:51:18
Io se ho la possibilità provo qualsiasi chitarra, figurarsi una chitarra famosa, divento un bambino io :D
Rispondi
di theripper76 [user #31689]
commento del 30/01/2019 ore 21:14:53
Da un punto di vista ludico trovo sia un sentimento positivo,meglio occuparsi di chitarra che di tifoserie.
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 30/01/2019 ore 22:34:38
La tifoseria sana in fondo è un gioco, e c'è anche nelle chitarre.
Poi ci si può scannare sia nel tifo che nelle chitarre, ma io evito accuratamente.
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 31/01/2019 ore 10:30:19
Ciao, ho fatto salvo il pensiero di ognuno per due motivi: hai aperto il post indicando che per valorizzare le chitarre del caso "chiuderle in cassaforte non serve a molto", perciò volevo solo premettere che rispetto la tua idea, ma ne ho una diversa. Questo perchè negli ultimi tempi l'uso dei social (non certo per come ti ci rapporti tu, almeno in questo Forum) ha assunto il ruolo di pulpito dal quale un qualunque saldatore può permettersi di criticare anni di ricerca scientifica o, viceversa, un avvocato diviene improvvisamente esperto di metalmeccanica; non volendo dare quell'impressione mi pareva giusto chiarirlo subito onde evitare l'assalto delle suffragette a gettone che a volte partono prendeno una parte o l'altra come fosse una battaglia, ripeto che non mi riferisco a te.
Quanto al quesito sull'imbracciare una chitarra del proprio riferimento musicale, a me è successo il contrario: quando me la sono potuta permettere ho imbracciato un'Ibanez Jem (premium) di fabbrica e ritrovato le sonorità di uno dei miei idoli di gioventù dandomi una certa euforia. Credo che imbracciare una chitarra usata da Vai non avrebbe cambiato nulla, avendo già individuato un suono che mi piaceva di molto. Poi le sensanzioni sono personali, per cui forse sono io ad essere apatico e mi smuove il suono più che il feeling.
Ciao
Ciao
Rispondi
di theripper76 [user #31689]
commento del 31/01/2019 ore 13:51:55
Per me vale lo stesso discorso,se una chitarra mi entusiasma lo fa per le specifiche...non per la precedente appartenenza.
Comprensibile il pathos per le chitarre appese negli hard rock cafe'...sono piu' contento quando ne provo una performante in relazione alla mia mano.
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Blackstar amPlug2 FLY
Bose L1 Compact: tutto in 13kg
Daniel Kelly II è il vincitore del “Shure Drum Mastery 2019”
Brexit Guitar: dreadnought satirica da Martin
Quadriadi: sviluppi tecnici su coppie di due corde
Igor Nembrini, il guru dei Virtual Amp
Cool Gear Monday: la demo originale del primo Maestro Fuzz-Tone
Philosopher's Rock: Fuzz - Sustainer di Pigtronix
Eco a nastro: sono davvero un capitolo chiuso?
Boss RC-10R: loop station stereo con drum machine
Spazio a chi vale. Non a chi ha amicizie importanti
Il palco degli Skunk Anansie all’Arena Flegrea
Boss SY-1: il synth polifonico si fa stompbox
GR BASS Dual 1400
Dolcetti in Rolls Royce

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964