CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Refret Fender Strato Clapton

di [user #33456] - pubblicato il
La chitarra in oggetto monta tasti "vintage style"; è possibile refrettarla con tasti più moderni?
Non mi importa il discorso di originalità ecc, vorrei solo capire se ci son problemi di natura tecnica, controindicazioni, ecc.
Grazie in anticipo.
Ciao
Dello stesso autore
Distorsore/overdrive per Vox
Tasti Gibson
Lovepedal Kalamazoo o Wampler Euphoria
Zoom G3 - varie
Mesa Boogie Lonestar special - info pedali
LP Classic cambio pickup
Dimensioni sala prove
Files pezzi inediti - studio registrazione
Loggati per commentare

di MuddyWaters [user #47880]
commento del 26/02/2019 ore 16:22:08
No, problemi non ce ne sono. Puoi montare i tasti che vuoi. Sei sicuro che poi però ti ci trovi? Io coi tasti grossi ed alti stono. :D
Rispondi
di diaul [user #33456]
commento del 26/02/2019 ore 16:31:21
Son stato un po' generico, diciamo che tasti tipo medium jumbo sarebbero ok.
Grazie per la conferma ;-)
Rispondi
di giudas [user #48068]
commento del 26/02/2019 ore 16:38:39
Cosa non ti piace dei tasti vintage?
Dovrebbero essere molto bassi, se non sbaglio.
Rispondi
di diaul [user #33456]
commento del 26/02/2019 ore 17:05:15
Non so se riesco a spiegarmi bene, comunque, avendo i ditoni grossi, sui bending i polpastrelli fanno molto attrito sulla tastiera e le corde tendono a scivolarmi da sotto le dita.
Rispondi
di adriphoenix [user #11414]
commento del 27/02/2019 ore 12:12:15
Ciao Diaul, ti sei spiegato benissimo ed il fenomeno che descrivi è molto frequente, soprattutto su chi ha polpastrelli/dita più grandi della media, infatti i tasti vintage sono molto bassi , coi medium jumbo dovresti trovarti benissimo. Non ci sono problemi a farli posare sulla tua tastiera originale, a patto che il lavoro sia fatto bene, preparati però a sganciare un po' di grana, non è un'operazione indolore. Pensa che io fra poco dovrò refrettare una SG con binding sovratasti...mi vien male solo all'idea....
Rispondi
di diaul [user #33456]
commento del 27/02/2019 ore 13:15:39
Ciao Adriphoenix, 3 anni fa avevo fatto ritastare una Jaguar, 180 euro e lavoro perfetto. Mi ero preventivamente informato su quanto costasse il refret sulla Firebird (quindi con il binding da conservare) e se ben ricordo avrei dovuto aggiungere una cinquantina di euro.
Ciao!
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 28/02/2019 ore 14:58:24
anche io ho una SG Standard da ritastare, mi è venuto male pure a me dal preventivo.. infatti non la faccio toccare.. o almeno per me non ne vale la pena.. con i soldi che mi hanno chiesto ci compro una chitarra nuova più che discreta..
Rispondi
di diaul [user #33456]
commento del 28/02/2019 ore 16:24:40
Se posso permettermi, quanto ti han chiesto?
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 28/02/2019 ore 16:35:24
certo senza problemi, la mia chitarra ha 27 anni, per cui i tasti sono praticamente piatti, ci sarebbe da rettificare e verniciare sia tastiera che manico con binding, per cui a sua detta fatto a regola d'arte mi ha chiesto 600€.. considerando che per fare i 24 tasti alla mia Ibanez spesi 300€ da un altro liutaio meno blasonato della provincia di Modena, penso che 600€ non li spenderò, terrò la chitarra così per ora, se in futuro troverò qualcuno di bravo e meno esoso farò fare il lavoro
Rispondi
di diaul [user #33456]
commento del 28/02/2019 ore 17:10:29
In effetti, con quei soldi trovi una buona SG usata.
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 26/02/2019 ore 17:24:1
Fossi in te cercherei e proverei, prima di andare di sostituzione tasti, qualche manico già pronto da qualche negozio/liutaio/rivenditore di parti, potresti trovare qualche sorpresa, tipo trovarne uno comodo per te ad un prezzo paragonabile al refret completo.
Rispondi
di diaul [user #33456]
commento del 27/02/2019 ore 13:12:25
Valutare la sostituzione del manico lo avevo già considerato, il discorso è un po' complesso e per farla breve son giunto alla conclusione che preferisco il refret (ammesso che sia fattibile, ma direi di si).
Ciao ;-)
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 27/02/2019 ore 13:42:00
Ciao! Se è una questione affettiva non discuto, posso capire anche la difficoltà a trovare il giusto connubio tra comodità e fitting giusto del manico nella sua sede, ma se le ragioni sono altre mi piacerebbe capire il tuo ragionamento, in fondo siamo qua a parlarne perchè ci piace ;)
Rispondi
di diaul [user #33456]
commento del 27/02/2019 ore 14:14:0
Ne parlo volentieri, anzi, lo avrei fatto comunque più avanti, e qui sotto capirai il perché.
Anni fa acquistai la chitarra in oggetto, bel suono, bel manico, bella da vedere, ma sui quei tasti vintage non riuscivo a trovare il “giusto assetto”.
Siccome in precedenza avevo sempre usato Gibson, credevo fosse questione di abitudine; tra l’altro, spesso avevo letto che tra Gibson e Fender la suonabilità cambia parecchio, e dopo alcuni anni di utilizzo iniziai a pensare che forse ero io non adatto a quel tipo di tasti (nel frattempo avevo provato altre Strato di taglio più moderno, ed era tutt’altra storia).
Fu allora che ipotizzai un refret ed in alternativa la sostituzione del manico.
Nello stesso periodo, grazie al liutaio, conobbi una persona che aveva una LP custom in vendita e ci accordammo per uno scambio + conguaglio a suo favore; entrambi ce ne separavamo non senza qualche pensiero nostalgico e ci salutammo con la promessa che qualora a uno dei due venisse voglia di vendere lo strumento appena permutato, avrebbe prima di tutto ricontattato il vecchio proprietario.
Ed eccoci qua.
La persona mi ha contattato domenica per avvertirmi delle sue intenzioni, mi son fatto mandare intanto un po’ di foto per una prima verifica di massima, e da una di queste mi sembra di intravedere i tasti (zona centrale del manico) decisamente usurati.
Ora, sto valutando se procedere con l’acquisto, e tra le varie stavo considerando (complice l’usura dei tasti) un refret con tasti a me più congeniali.
Chiaramente andrò a visionare di persona lo strumento.
Infine, piccola coincidenza che lascia il tempo che trova, la data dello scontrino di acquisto della Strato (14-10-2005) corrisponde alla data di un vecchio Davoli Special Amateur (14-10-1965), quarant’anni dopo.
Lo so, non son molto a posto, ma chissenefrega, comunque son felice :-))))
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 27/02/2019 ore 15:16:20
Ora capisco! Bella storia, andava proprio raccontata, ho fatto bene a chiedertelo ;) A questo punto condivido il tuo desiderio di ritastarla secondo i gusti, la comodità del manico è importantisima come ho avuto modo di condividere in un mio vecchio diario vai al link
Rispondi
di diaul [user #33456]
commento del 27/02/2019 ore 15:54:28
Ti ringrazio (per il link e per l'apprezzamento) ;-)
Rispondi
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 26/02/2019 ore 19:10:14
Si può fare tranquillamente, piuttosto vai da un liutaio SERIO, con un laboratorio vero, camera di verniciatura, attrezzature professionali etc etc. Perchè sinceramente di tastiere cannibalizzate ne ho viste tante, e l'acero è particolarmente infame per via della verniciatura. PS: un liutaio con i controcazzi e gli attrezzi giusti riesce anche a sostituire i tasti SENZA riverniciare, è una procedura che non ti indicano mai come possibile perchè ovviamente riverniciando i costi salgono...
Rispondi
di diaul [user #33456]
commento del 27/02/2019 ore 13:09:32
Grazie per i suggerimenti, vedrò di informarmi.
Ciao
Rispondi
di sonicnoize [user #36973]
commento del 27/02/2019 ore 09:48:29
FALLO! io i tasti vintage soprattutto con radius bassi ( non mi ricordo quello della clapton) sono di una scomodità senza pari.

i medium jumbo molto più confortevoli.
Rispondi
di diaul [user #33456]
commento del 27/02/2019 ore 13:08:53
Confermi le mie impressioni ;-)
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Bose L1 Compact: tutto in 13kg
Daniel Kelly II è il vincitore del “Shure Drum Mastery 2019”
Brexit Guitar: dreadnought satirica da Martin
Quadriadi: sviluppi tecnici su coppie di due corde
Igor Nembrini, il guru dei Virtual Amp
Cool Gear Monday: la demo originale del primo Maestro Fuzz-Tone
Philosopher's Rock: Fuzz - Sustainer di Pigtronix
Eco a nastro: sono davvero un capitolo chiuso?
Boss RC-10R: loop station stereo con drum machine
Spazio a chi vale. Non a chi ha amicizie importanti
Il palco degli Skunk Anansie all’Arena Flegrea
Boss SY-1: il synth polifonico si fa stompbox
GR BASS Dual 1400
Dolcetti in Rolls Royce
I Toto in Italia per i 40 anni di carriera

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964