CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Vernice per chitarra, dove acquistarla

di [user #49476] - pubblicato il
Ho un quesito che mi assilla, da circa 11 anni quando feci la mia prima SG, poliuretanica, nitrocellulosa, mi persi nella giungla di pareri e opinioni contrastanti. Alla fine decisi per andare sul sicuro, e anche per mettere in risalto le stupende venature del mogano africano utilizzato per il body, di rifinirla a gommalacca.


Vernice per chitarra, dove acquistarla


Ora dopo tanti anni, ho deciso di costruirmi una stratocaster, ma il problema questa volta non è come rifinirla, già deciso ‘poliuretanica bicomponente’ non sto ora a spiegare le motivazioni della scelta, mi dilungherei e andrei off post, ma il problema è: DOVE LA TROVO?
Allora dopo settimane di navigazione in rete, ci sono i soliti ebay e amazon che propongono da venditori esteri bombolette di dubbia efficacia, unico sito che ho trovato specifico nella rivendita di nitrocellulosa e poluretanica e Nitrolak, spagnolo. Ora mi chiedo è l’unico in europa dove si può trovare il prodotto in questione? È affidabile? Nessun utente di accordo ha mai provato a riverniciare la propria creatura in poli? E se si dove ha acquistato la poli? Un saluto a tutti voi accordiani :)
 
Dello stesso autore
Cosa fare per avere la propria chitarra definitiva
Loggati per commentare

di DiPaolo [user #48659]
commento del 27/03/2019 ore 18:41:00
In qualsiasi mesticheria seria, quelle per intenderci che hanno lo spettrometro e riescono a farti il colore esatto a campione (che porti tu), mischiando le basi con l'agitatore e te la mettono sia in barattolo che in bomboletta, sia smalto sintetico che vernice alla nitrocellulosa che poliuretanica (plastica, più robusta, più spessa, meno pregiata e risonante della nitro), se guardi sulle pagine gialle ce n'è senz'altro più d'una nella tua città. Per la bicomponente, c'è una base a cui va aggiunto un induritore al momento dell'uso nelle giuste proporzioni e poi va usata subito in quanto indurisce in fretta e quel che rimane va gettato. Buona fortuna, Paul.
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 27/03/2019 ore 19:06:23
Io ho acquistato dalla spagnola Nitorlak ed è un rivenditore affidabile, sia per nitrocellulosa che poliuretanici.
Però se tu cerchi la poliuretanica bicomponente, la trovi tranquillamente anche in buone mesticherie italiane.
Io ti consiglio la marca Sayerlack, cerca un rivenditore, ma al limite si trova anche online.
Rispondi
di Cikkos [user #49476]
commento del 27/03/2019 ore 19:23:54
Grazie per le risposte, ma la poli in vendita su nitrolac spagnola non è una bicomponente? Sulla foto del prodotto ci sono 2 flaconi ed uno dovrebbe essere il catalizzatore.
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 27/03/2019 ore 19:30:11
Sì è bicomponente.
Rispondi
di giudas [user #48068]
commento del 28/03/2019 ore 07:13:30
Caro Cikkos,
a me invece piacerebbe conoscere le motivazioni di tale scelta.
Rispondi
di Cikkos [user #49476]
commento del 28/03/2019 ore 11:14:38
Perché ho deciso per la poliuretanica bicomponente. Allora a questo punto per rispondere a guidas devo dilungarmi.
Premetto che ho esperienza passata da falegname, quindi i body li realizzo direttamente io, i manici no per un semplice motivo, non essendo un liutaio porofessionista non ho tutta l’attrezzatura necessaria per lavorare come si deve un manico, come, sega a nastro, il fret bending tool, dime calibrate per il profilo, livella calibrata per i fret, lime per livellare con radius adeguati ecc. ecc. Ergo se non sei liutaio e non hai gli attrezzi giusti il manico COMPRALO, se vuoi un buon lavoro acquistalo originale o di buona fattura …ma compralo.
Nel realizzare una chitarra ho 2 obiettivi, che suoni bene e come piace a me, il secondo è che la mia creatura deve PIACERMI :), link del video dell’SG: vai al link
Ho diversi amici che suonano e ho avuto modo di confrontare le diverse tipologie di vernici, e vi dirò, prima di tutto sono sensazioni e percezioni del tutto personali, non parliamo di aumento di dinamiche che magari sicuramente arricchiscono il suono, ma di timbriche, a me dà l’impressione (ripeto sono sensazioni personali) che le verniciate a nitro abbiano una tonalità leggermente più profonda, e personalmente la preferisco. E allora vi chiederete voi? Perché la poli?
Allora devo fare una seconda premessa, sono molto maniacale e amo tenere la chitarra a puntino in tutte le sue forme, certo accetto i danni e l’usura che il tempo arreca, ho per esempio una squier coreana dell 89’, una classica suzuki del 85’, e li l’usura del tempo si vede.
E inevitabile chiedersi a questo punto, ma come sei maniacale e ti fai una chitarra a gommalacca come l’SG sopra citata? Ed io rispondo: “certo”, e vi dirò il perché. Paradossalmente la gommalacca è si estremamente delicata, e quando dico estremamente intendo mooooolto delicata, ma ha un vantaggio, quello di poterla ritrattare. E relativamente semplice rimuovere la vecchia gommalacca, togliendo con essa graffi, opacizzazioni e rifinirla di nuovo, richiede sicuramente esperienza nell’applicarla, ma nel giro di pochi giorni, la chitarra ritorna splendida splendente.
Lo stesso discorso non vale per nitro e poli, riverniciare una chitarra cosi rifinita è un lavoraccio che va fatto inoltre con estrema cura per non far danni. Quindi te la tieni cosi com’è e come diverrà.
Ora veniamo finalmente alla decisione. Nel nostro mondo tutto invecchia, oggetti, piante, animali e umani, perche non dovrebbero farlo le chitarre? E su questo son d’accordo. Ma io mi chiedo perche non rallentare il processo?
Qui riprendo in ballo la mia squier del 89’, è rifinita con poli, vi assicuro che ha suonato tantissimo, la vernice presenta qualche leggera crepa, qualche graffio qualche piccolo pezzetto di vernice saltata, e usurata e leggermente opacizzata nelle classiche parti di contatto, come il retro e il dorso. Se fosse stata rifinita alla nitro (ho l’esempio di qualche amico) in pratica il 25/30 % della chitarra era scoperchiato a legno.
E qui rientra in ballo il “legittimissimo gusto personale”, c’è a chi piace e a chi non piace… io faccio parte della seconda categoria, ed ho il massimo rispetto per la prima.
In quanto alla sonorità espressa, parlo per esperienza e sensazione personale, è veramente effimera la differenza che passa tra i due tipi di vernice, oltre al fatto che se diamo mezzo cm di nitro su una chitarra, suonerà sicuramente peggio di una poli ben rifinita.
Quindi infine quella quasi impercettibile differenza, che almeno io noto, la sacrificherò per il nuovo progetto: replica “Black strat” (che mi sta costando un capitale), nera scintillante. Almeno resterà così per un po’ di anni ;)
Rispondi
di giudas [user #48068]
commento del 28/03/2019 ore 17:29:46
Chiaro come un lago senza fango, sir.
Rispondi
di Mimmo66 [user #26026]
commento del 30/03/2019 ore 19:13:49
mi permetto solo un suggerimento, aggiungendo un po' di Sandracca o di Benzoino o di Copale, nell'ultima mano di gommalacca, avrai una finitura più lucida e resistente (dura) ;-)
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 28/03/2019 ore 08:20:09
Io comunque ti consiglio di ripensarci, e di verniciarla con Nitrocellulosa.
Ne ho verniciate tre mie con questa vernice:
vai al link
vai al link
vai al link
e ti posso assicurare che acquista un fascino che con la poliuretanica non lo ottieni.
Devi dare più mani, sottili, e attendere dei tempi un po' più lunghi, però è uno spettacolo.
Complimenti per la tua SG, hai fatto un bel lavoro.
Rispondi
di accademico [user #19611]
commento del 29/03/2019 ore 09:03:09
tutte e tre bellissime, ma la tele me la ricordavo quando l'hai postata, uno strumento davvero speciale.
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 29/03/2019 ore 09:35:54
Grazie.
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Fattoria Mendoza Boogia: l'overdrive distorsore definitivo?
Softube Console 1 SSL SL 4000 E Vs. British Class A Vs. American Class...
Kangra: fuzz e filter da Walrus per Jared Scharff
Gli AC/DC celebrano i 40 anni di "Highway To Hell"
Ronzio dagli amplificatori solo in appartamento
Max Cottafavi: non esistono assi nella manica
Blackstar amPlug2 FLY
Bose L1 Compact: tutto in 13kg
Daniel Kelly II è il vincitore del “Shure Drum Mastery 2019”
Brexit Guitar: dreadnought satirica da Martin
Quadriadi: sviluppi tecnici su coppie di due corde
Igor Nembrini, il guru dei Virtual Amp
Cool Gear Monday: la demo originale del primo Maestro Fuzz-Tone
Philosopher's Rock: Fuzz - Sustainer di Pigtronix
Eco a nastro: sono davvero un capitolo chiuso?

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964