CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Due fratelli eccezionali: Lemon Twigs il futuro della musica non è tutto schifo.

di [user #12346] - pubblicato il

Li ho scoperti per caso leggendo un commento ad unaltro video su YT e sono rimasto folgorato.
Sono giovanissimi e mezzi italiani.per loro stessa ammissione sono cresciuti ascoltando i Beatles, Beach Boys guardando i Monkees.
Sanno suonare diversi strumenti e ovviamente compognono le loro canzoni.
Ne è venuto fuori che sono un condensato anni 70 rivisto e corretto.
Io li trovo interessantissimi e secondo me diventeranno molto famosi.
Io ci sento dentro tante cose, anche David Bowie, e poi uno dei due mi ricorda Pete Townshend fisicamente quando suona la chitarra.


Qui nel 2016 quand avevano 17 e 19 anni.



Qui un'esibizione del 2019




In versione quasi unplugged

Dello stesso autore
Piccolo Quiz: in che famosa canzone straniera in un punto il testo dice "Eh cumpari, ci vo sunari"?
Rumble: the indians who rocked the world
Ho appena guardato RUMBLE un documentario sui nati...
E mentre in Italia i giovani si rimbambiscono col trap, in Inghilterra...
Pearly Gates: Pearly Happy children Blues
Un salto nel passato...Focus.
Pearly Gates: Pearly Deep Blue Waters (Hagstrom Viking)
Pearly Gates: Pearly Sailing The The South Seas
Loggati per commentare

di Zoso1974 [user #42646]
commento del 09/04/2019 ore 09:58:22
Non so se il commento era il mio... ma li seguo da un po'.
Sono musicisti straordinari e il primo album era veramente favoloso... anche se ovviamente guardava palesemente al passato, nulla di innovativo cioè... ma suonato con gran classe e con arrangiamenti favolosi. Contando che all'epoca erano minorenni (o forse appena maggiorenni) e sono polistrumentisti, in pratica suonano tutto loro...

Poi hanno fatto uscire una specie di "musical" rock... una cagata pazzesca, e lì li ho un po' persi.
Sarà che io detesto i musical con tutto il cuore... comunque è stata una grossa delusione.
Hanno anche cambiato il resto della band e non mi è piaciuto molto.

Comunque attendo con ansia la prossima uscita... ^_^
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 09/04/2019 ore 10:46:13
Peccato, ho visto, che sono cambiati, pensavo che la band fossero loro due.
Vista l'aria che tira, di trap con autotune e porcherie varie, questi mi sembrano una boccata di aria pura.
Ad esempio i Greta Van Fleet sono bravi ma il cantante mi irrita perchè copia troppo Robert Plant.
Se si staccassero dal loro copiare, sarebbero una speranza, ma così per me non va bene.
Questi due ragazzi com'è giusto prendono dal passato ma lo rielaborano.
Rispondi
di Zoso1974 [user #42646]
commento del 09/04/2019 ore 11:14:29
Comunque, per quanto mi piacciano molto, il loro legame con gli anni 60/70 è troppo forte. Per gusti personali ovviamente mi piace, ma per fare il salto di qualità, è essenziale proporre qualcosa di veramente nuovo... ammesso che nel rock ci sia ancora spazio per qualcosa di nuovo (sinceramente ne dubito).
Rispondi
di E! [user #6395]
commento del 09/04/2019 ore 13:49:16
"per fare il salto di qualità, è essenziale proporre qualcosa di veramente nuovo"

Concordo.

"ammesso che nel rock ci sia ancora spazio per qualcosa di nuovo (sinceramente ne dubito)"

Non concordo: :-D
Rispondi
di Zoso1974 [user #42646]
commento del 09/04/2019 ore 15:08:05
Purtroppo... a giudicare gli ultimi 20 anni... dove di veramente nuovo nel rock non è uscito nulla, faccio fatica a credere nei miracoli... credo sia un genere che ha detto tutto quello che aveva da dire. D'altra parte, ogni corrente artistica, di qualunque arte nella storia, ha avuto un inizio e una fine.
Accettiamolo serenamente.
Non che non si possa suonare o ascoltare... ma non è più "attuale", è un genere "classico" che ha perso la sua spinta innovativa (dopo 50 anni, è già stato un miracolo!)
Rispondi
di E! [user #6395]
commento del 09/04/2019 ore 17:26:04
Se per rock intendi quello permeato di stilemi anni '70 e '80 (e probabilmente pure '90) sono d'accordo. Ma il rock si è semplicemente trasformato, contaminandosi con mille altre cose. Se ci si accontenta di trovare chitarre meno distorte, la fuori è ancora strapieno di rock (inteso come attitudine, ribellione, evoluzione, innovazione, energia, messaggio).

E credo sia un tipo di rock molto più attuale di quello che fanno i Greta Van Fleet, che per quanto bravi sono una rilettura di qualcosa che è già esistito.

Non ci sarà un nuovo Hendrix. O almeno, non con quelle sonorità. Il prossimo Hendrix userà il laptop e conoscerà protools, mettiamocelo in testa. Hendrix è stato un innovatore, se noi invece guardiamo alla musica di 50 anni fa volendola preservare immutata e rifuggendo quello che gli si discosta gli facciamo quasi un torto.
Rispondi
di Zoso1974 [user #42646]
commento del 09/04/2019 ore 17:38:54
Fammi dei nomi però...
Io di "rock" pur seguendo quasi tutto quello che esce da sempre, non ho sentito più nulla di nuovo.
Se poi mi chiami rock la musica elettronica fatta con il laptop, allora parliamo di cose diverse... per me quello è un altro genere. Così come il jazz non è rock, il funky non è il rap etc... è sempre musica, ma il genere è diverso.
Se identifichi il rock come ribellione, innovazione, energia... boh... vuole dire un po' poco pr me... quasi ogni genere musicale ai suoi esordi è descrivibile così... il jazz, il blues, il rap, la techno...perchè ogni genere ha il suo tempo, il suo attimo di rottura col passato... il rock lo ha avuto 50 anni fa...
Rispondi
di E! [user #6395]
commento del 09/04/2019 ore 19:05:42
Per riferirsi all'ultimo ventennio sono usciti diversi album di Foo Fighters, U2, Audioslave, QOTSA, Muse, Pearl Jam, Pink Floyd (vabbè), Radiohead, Porcupine Tree, Smashing Pumpkins, The Black Keys...

Più un esercito di gruppi meno noti e immediati.
Per quanto riguarda la musica elettronica fatta con il laptop non mi riferisco certo a techno o house, ma ci sono pezzi molto rock che usano l'elettronica ai fini artistici. Mi viene in mente la discografia dei Radiohead, pezzi come 15 Steps.
Semmai, il problema sarà nei PROSSIMI vent'anni :D
Ma se ci sforziamo di non cercare sound già noti, qualcosa di buono uscirà!

Rispondi
di Zoso1974 [user #42646]
commento del 10/04/2019 ore 10:22:07
Così però mi dai ragione...
Foo Fighter - 1997 / U2 - anni 80 / Audioslave - 2002 / QOtSA - 2002 / Muse - 2003 / Pearl Jam - 1991/ Etc..
Nessuno oltre il 2003 insomma... degli ultimi 15 anni non hai saputo menzionarmi nessun artista rock nuovo.
E' molto triste ed è molto indicativo...

Rispondi
di E! [user #6395]
commento del 10/04/2019 ore 12:06:41
Mi sa che ho capito male, allora :)
Tu hai parlato dell'ultimo ventennio e io ti ho indicato alcuni gruppi che nell'ultimo ventennio hanno fatto uscire dischi rock. Certo, quei gruppi sono nati prima. Se intendevi progetti nati nell'ultimo ventennio allora la cosa cambia e certamente la situazione non è delle più rosee...

Io mi riferivo al fatto che, ancora oggi, qualcuno fa dischi rock che hanno risonanza globale, con portata innovatrice non indifferente (mi riferisco ad esempio ai Radiohead).
Per quanto riguarda i progetti nuovi, resistono solo nell'underground e hanno tutte le difficoltà del mondo a farsi notare dalle case discografiche. Io ne so qualcosa, perché ho appena finito un disco e avvicinare una casa discografica è abbastanza difficile (gli mandi il link e non lo ascoltano).

:-(
Rispondi
di Zoso1974 [user #42646]
commento del 10/04/2019 ore 12:55:1
Sì sì... anche i Rolling Stones fanno ancora uscire dischi... ma non è che siano proprio il nuovo che avanza... :)
I giovani guardano altrove... e quindi le case discografiche... negli ultimi 15/20 anni nessun artista rock di "rilievo" è salito alla ribalta. Certo nell'underground c'è tanta roba... ma vale anche per il blues o il jazz... che però consideriamo generi di "nicchia" senza timore.
Secondo me dobbiamo semplicemente abituarci all'idea che anche il rock sai diventato un genere di nicchia... un genere "classico" che appartiene al passato.
Credo che 15 anni di "nulla" siano abbastanza per accettarlo come un dato di fatto.

D'altra parte per un teenager è difficile identificarsi con gruppi formati da arzilli 40enni (quando va bene) che fanno musica di una generazione prima... ai concerti dei Muse, dei Pearl Jam e dei Radiohead non ci sono le ragazzine urlanti... ci sono 30/40enni nostalgici per lo più...
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 09/04/2019 ore 14:58:42
Le mode sono cicliche, non è tutto lineare, neppure la storia è lineare.
Forse è arrivato il momento di riprendere qualcosa degli anni 70 modficandolo.

Cmq la musica fatta da gente vera con strumenti veri è sempre positiva
Rispondi
di superloco [user #24204]
commento del 09/04/2019 ore 15:29:16
qui c'è poco da dire...
sono bravi !!!!!
Rispondi
di Cym [user #44316]
commento del 02/05/2019 ore 17:07:03
Grande gruppo anche se giovani, anche per questo il rock non morirà mai
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Ligabue da oggi disponibile il nuovo singolo "Polvere di Stelle"
Daniele Gottardo: il controfagotto è la mia otto corde
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Nashville Number System: regola base per sopravvivere al music biz
Keeley DDR: Drive, Delay e Reverb in un pedale
Lo stile di Matt Garstka
Connessioni, il mondo modulare a Milano
Cos’è un loop: quello che c'è da sapere su, looper, loop station e...
Eric Gales due live in Italia a giugno
Nuovo shape single-cut da Solar Guitars
Mi Ami Festival la programmazione completa
A day with the Mixing-Lord!
Lost Highway: Fender testa il phaser super-versatile
Quanto conta l'immagine di un musicista
David Gilmour racconta la Black Strat

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964