DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Dirty Little Secret Red Mod: il plexi-Catalinbread sotto steroidi
Dirty Little Secret Red Mod: il plexi-Catalinbread sotto steroidi
di [user #116] - pubblicato il

L’overdrive ispirato al tono Marshall è in edizione limitata con più gain, nuovo eq e timbro a fuoco per replicare le migliori modifiche dell'universo plexi.
Da oltre un decennio, il Dirty Little Secret rappresenta la rivisitazione Catalinbread dei migliori standard britannici per ciò che riguarda la saturazione valvolare d’annata. Il pedale ha attraversato numerose evoluzioni nel corso degli anni e torna nel 2019 con un’edizione limitata ispirata da vicino al filone delle testate plexi modificate dai fanatici dell’elettronica in cerca di maggior saturazione, equalizzazione versatile e timbriche sempre più definite.

Dirty Little Secret Red Mod: il plexi-Catalinbread sotto steroidi

Il Dirty Little Secret Red Mod intende incarnare tutte quelle piccole modifiche che gli appassionati hanno sviluppato sulla base dei circuiti plexi a partire dagli anni ’70 in avanti, racchiuse nella praticità di uno stompbox di piccole dimensioni.
L’overdrive promette maggior gain a disposizione e una pasta rivista sia nella modalità Super Lead sia per la Bass, con medio-bassi più a fuoco per una maggior definizione anche nelle distorsioni più spinte.
Rivisitata è anche la sezione equalizzatrice, con tre bande dal carattere hi-fi, lineare e trasparente pur conservando il carattere originale.
L’interfaccia, ora ospitata da una livrea rossa, resta immutata per un approccio quanto mai tradizionale, con un controllo di volume Master e una manopola Pre-amp con cui dosare la saturazione.



Il Dirty Little Secret Red Mod è un’edizione limitata a soli 100 esemplari e il pedale può essere ordinato da subito - ed esclusivamente - sul sito Catalinbread.
catalinbread dirty little secret effetti e processori
Link utili
Dirty Little Secret Red Mod sul sito Catalinbread
Mostra commenti     5
Altro da leggere
Formula 51: i vecchi tweed rivivono con Catalinbread
Line 6 Helix: disponibile l’aggiornamento sonoro più grosso di sempre
Il mito del riverbero shoegaze torna col Catalinbread Soft Focus
Il Fuzzrite al 21esimo secolo con Catalinbread
Il trucco c'è ma non si vede
BOSS Loop Station: perché averne una e come sceglierla
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964