DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Voce nuova per il Cry Baby con Gary Clark Jr
Voce nuova per il Cry Baby con Gary Clark Jr
di [user #116] - pubblicato il

Un’escursione spostata sulle basse frequenze e un timbro più incisivo per valorizzare le parti ritmiche disegnano il wah di Gary Clark Jr in scocca ottone.
Gustoso, d’impatto e melodico al tempo stesso, lo stile di Gary Clark Jr si muove tra funk, blues e soul sfoggiando un linguaggio forbito e un sound ricercato. Ora la ricerca del suono per Gary si arricchisce di un nuovo tassello con l’arrivo del primo Cry Baby a suo nome.

Il wah wah Dunlop si veste di ottone per un’edizione signature dedicata a Gary Clark Jr. All’interno, il circuito tradizionale è riproposto in maniera fedele, ma modificata con un range di frequenze spostato verso i bassi e un’escursione più incisiva con cui valorizzare parti melodiche e sottolineare la percussività dei riff ritmici.

Non ci sono manopole e switch speciali per offrire un’esperienza quanto mai classica e immediata, con il solo pulsante d’attivazione raggiungibile portando a fine corsa il pedale d’espressione.

Voce nuova per il Cry Baby con Gary Clark Jr

Caldo nella vocalità, studiato per colorare note ricche di sustain ai limiti del feedback, ma pensato anche per impreziosire gli accompagnamenti, il Cry Baby di Gary Clark Jr si basa su un filtro operante tra i 320 e i 2070Hz, con una spinta massima di 17dB sulle frequenze enfatizzate.



Atteso per l’autunno 2019, il Gary Clark Cry Baby può essere visto sul sito ufficiale a questo link e arriverà in Italia con la distribuzione di Eko Music Group.
cry baby dunlop effetti e processori gary clark jr
Link utili
Gary Clark Cry Baby sul sito Dunlop
Sito del distributore Eko Music Group
Nascondi commenti     5
Loggati per commentare

di MuddyWaters [user #47880]
commento del 30/08/2019 ore 17:16:36
Quanti CryBaby di modelli diversi internamente tutti uguali avrò aperto... l'unica differenza era il prezzo.
Rispondi
di Dinamite bla [user #35249]
commento del 30/08/2019 ore 17:23:28
Ennesima "reinterpretazione" di un effetto uguale da cento anni.. cosa non si fa per abbindolare un po' di appassionati mettendoci sopra il nome del loro artista preferito del momento...
Rispondi
di marchino72 [user #29854]
commento del 30/08/2019 ore 18:51:15
Il wha è una brutta bestia, puoi mettere stessi componenti e stesso schema. Ma varia moltissimo il settaggio che dai con le resistenze, o dei trimpot. Non è da sottovalutare che sia una edizione mirata a un suono particolare, c6ge ad esempio non suona con certi puckup. Da sentire ed aprire...
Rispondi
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 30/08/2019 ore 19:19:0
La voce del Cry Baby è iconica e forse snaturarla eccessivamente in una signature non avrebbe neanche troppo senso: per quello ci sono pedali come i Morley o altri di estrazione differente. È indubbio però che molti artisti abbiano apportato modifiche interessanti al classico, anche solo per escursione o reattività a vari tipi di strumentazione.
Basta dare un’occhiata ai manuali sul sito Dunlop che, cosa rara, sono piuttosto dettagliati. Si potranno notare differenze sostanziali nelle impedenze e nei tagli in frequenza a seconda dei modelli: per esempio il Kirk Hammett ha un low pass da 300 a 380Hz e un hi pass da 1.4 a 1.8kHz, mentre un Petrucci ha un lp da 200 a 240Hz e un hp da 1.2 a 1.5kHz, mentre ancora un Hendrix ha un lp da 248 a 310Hz e un hp da 1250Hz a 1.6kHz, e così via. A riferimento, il Cry Baby originale ha un lp da 350 a 450Hz e un hp da 1.5 e 2.5kHz.
Rispondi
di c9 utente non più registrato
commento del 31/08/2019 ore 22:20:42
Secondo me il cry baby signature che ha fatto la differenza è quello di Jerry Cantrell.
Rispondi
Altro da leggere
Line 6 Helix: disponibile l’aggiornamento sonoro più grosso di sempre
Il trucco c'è ma non si vede
BOSS Loop Station: perché averne una e come sceglierla
NUX Mighty Plug Pro: uno studio in tasca
Two Notes ReVolt: amp sim analogico e valvolare con IR
AIRA Compact: strumenti Roland in tasca
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
GIBSON Les Paul Classic Premium Plus - CherrySunburst TOP AAA
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Seguici anche su:
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale
L’ultima Les Paul Greeny è ora della star Jason Momoa




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964