CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Impressioni a caldo e in ritardo sulla Silver Sky
Impressioni a caldo e in ritardo sulla Silver Sky
di [user #39871] - pubblicato il

Un nostro lettore racconta la sua esperienza a caldo con la Strat-style proiettata nel 21esimo secolo dal duo Paul Reed Smith e John Mayer.
Finalmente sono riuscito a provare di persona la tanto discussa Silver Sky, chitarra stratoide ideata da John Mayer in casa PRS. Questa è stata la mia esperienza e queste le mie opinioni.
Le premesse erano quelle che tutti hanno letto su internet, quando la chitarra era appena uscita:
- è una Stratocaster con l'headstock PRS!
- è una mossa commerciale!
- il radius da 7,25'' è insuonabile!
- è la solità copia della Stratocaster!

Beh, l'ho provata e posso dire: è la meno Stratocaster di tutte le Stratocaster.
Mi spiego meglio.

Impressioni a caldo e in ritardo sulla Silver Sky

È chiaramente ispirata a una Stratocaster, anzi è una vera e propria Stratocaster, ma ri-concepita nel 21esimo secolo.

Alla vista si notano le prime differenze. In primis, la paletta con meccaniche 3+3 al posto delle sei in fila. Poi si nota il "braccio" leggermente scavato per raggiungere meglio gli ultimi tasti, e infine i pomelli.
Poi la si prova e si nota il manico bello sostanzioso, ma non troppo. Come volevasi dimostrare, il radius a 7,25'' (il mio preferito) è molto comodo nonché suonabilissimo, nonostante un'action non alta. Tasti piccoli, stile vintage.
Infine la si collega all'amplificatore e ci si rende conto che non ha acuti. O meglio, ha acuti ma le frequenze acutissime sono completamente sparite. Per questo non suona come una normale Stratocaster, non ha quella brillantezza del classico single coil. Suona molto più scura. Il pickup al manico è proprio alla John Mayer, il pickup centrale è una favola, e quello al ponte...

Impressioni a caldo e in ritardo sulla Silver Sky

Proprio per questa mancanza di acuti, la Silver Sky rende benissimo anche con le distorsioni: non essendoci frequenze fastidiose che escono dalla chitarra, esse non vengono amplificate o distorte. Per smentire chi dice che i single coil suonano troppo sottili, quelli della Strat di casa PRS suonano da single coil, ma risultano scuri e di conseguenza più grossi della media.

Per tirare le somme, non bisogna vedere la Silver Sky come una sostituta della Fender Stratocaster, ma come una sua rivisitazione in chiave moderna. La Silver Sky non può rimpiazzare una Stratocaster, ma ci convive insieme molto bene. A mio parere, John e Paul hanno fatto un ottimo lavoro nel capire quali cose tenere e quali modificare della classica Strat. E, se si nota bene, tutte le caratteristiche principali sono tali e quali alle vecchie Fender: tre single coil a basso output, manico bello corposo, radius da 7,25'', tasti sottili, ponte a 6 viti. Insomma tutte queste cose fanno capire che il progetto iniziale di Leo Fender è tutt'oggi uno dei migliori, se non il migliore, e Paul Reed Smith e John Mayer hanno saputo coglierne i punti di forza.
Personalmente sarei anche curioso di sentirne una versione con il body in frassino, se mai verrà fatta.

Impressioni a caldo e in ritardo sulla Silver Sky

Perché comprare la Silver Sky?
1) Per chi ha già una Fender Stratocaster e ne vuole una con un suono diverso. 
2) Per chi vuole una Stratocaster, gli piace il suono dei single coil, ma non ama il tono troppo brillante.
3) Perché ha un suono diverso da tutte le altre Strat.

Perché non comprare la Silver Sky? 
1) Se stai cercando il classico suono da Fender Stratocaster, la Silver Sky è la Strat-style più distante da quel mondo.
2) Il prezzo. 2500 euro circa sono parecchi, ma a mio avviso li vale tutti: tutto sommato, costa comunque meno di una Custom Shop.
chitarre elettriche gli articoli dei lettori john mayer prs silver sky
ABBIAMO BISOGNO DI TE!

Dal 1997 ACCORDO mette gratuitamente a disposizione di chi fa musica contenuti di qualità altissima. Competenze e lavoro per produrli comportano costi che la pubblicità fatica a coprire, soprattutto in questo periodo difficile. Per questo ti chiediamo una donazione, anche piccola, per aiutarci a mantenere la qualità che i musicisti italiani si aspettano da ACCORDO.

DONA ADESSO!
In vendita su Shop
 
FENDER - Vintera 60s Telecaster Modified PF Seafoam Green 0149893373
di Music Works
 € 909,00 
 
gibson les paul deluxe 1971
di Scolopendra
 € 4.200,00 
 
BLADE TE-MS/B-VL TEXAS PRO MAURIZIO SOLIERI SIGNATURE STANDARD
di SL MUSIC
€ 950,00
 -25%  € 712,50
 
FENDER USA CUSTOM SHOP RORY GALLAGHER STRATOCASTER RELIC + CUSTODIA RIGIDA
di Penne Music
 € 3.749,00 
Visualizza il prodotto
Sire Larry Carlton L7
di Guitars & Co
 € 559,00 
 
Buttarini Flametone Stratocaster 57 Mary Kay Relic
di Daniele Guido Cabibbe
 € 2.300,00 
 
Schecter USA Custom Shop Traditional Route 66 Williams HSS 3 Tone Sunburst (VALUTIAMO PERMUTE)
di Gas Music Store
 € 2.999,00 
 
FENDER Limited Edition American Original 50s Telecaster White Blonde.
di SLIDE
 € 1.890,00 
Nascondi commenti     38
Loggati per commentare

di NorwegianWood [user #18676]
commento del 04/12/2019 ore 15:31:35
3 "pro"...bah, in realtà è uno solo. Suona diversa dalla classica strat. Punto.

2500 a mio avviso sono troppi per una strato che "suoni poco strato".
Prendo una squier fatta bene e cambio i pickup. (DiMarzio FS-1?)
E se non dovesse bastare faccio una modifica al wiring...e collego il secondo pot del tono al pickup al ponte.
Fatto.
Costo: irrisorio.
Le altre features (per quanto apprezzabili) non giustificano, a mio avviso, la grande differenza di prezzo che rimane.

Non metto in dubbio che sia uno strumento della madonna, costruito alla perfezione. Ma cerchiamo di essere analitici, su.
Rispondi
di Stewe15 [user #39871]
commento del 04/12/2019 ore 16:35:02
Guarda, ti assicuro che ho provato sulla mia pelle che fare upgrade costosi su una chitarra di fascia bassa, non la fa suonare uguale ad una chitarra di fascia alta con la stessa elettronica. Te lo dico perché quando ho spostato tutta l'elettronica di una chitarra su un body e un manico di qualità, il suono, a mio stupore, si è stravolto.
Le squier, a mio parere, buone sono quelle made in japan, ma sono difficili da trovare.
Anche per me sono tanti soldi, ma se stai cercando quel suono l'unica chitarra che puoi prendere è quella.
Provandola, come qualità di costruzione e qualità di suono, mi è sembrata da paragonare più alle custom shop che ad una american standard. Se conti che una custom shop costa dai 2500 ai 5000 euro, tutto sommato tanto non è.
Quando ho detto che "è una strato che non suona da strato", intendevo che esteticamente ha la forma di una strato, il suono si sente che è il classico suono da single coil, ma senza quelle frequenze super alte, che possono piacere o meno. Quindi tra tutte le "copie" di stratocaster, questa è quella che più si allontana. Proprio per questo non dev'essere considerata propriamente come una copia di una strato.
E penso che questo era anche l'intento di chi l'ha ideata
Rispondi
di NorwegianWood [user #18676]
commento del 04/12/2019 ore 20:51:05
==="il suono si sente che è il classico suono da single coil, ma senza quelle frequenze super alte"===
Fammi capire. Timbrica strato senza alte.
Guarda, se la strato "standard" fosse priva di controlli di tono griderei al miracolo pure io. Peccato ci siano.

==="ma se stai cercando quel suono l'unica chitarra che puoi prendere è quella"===
No.

Ripeto.
Esistono i controlli di tono.
Esistono in commercio normalissimi pick-up con quelle caratteristiche.

Se il suono è ESATTAMENTE come lo descrivi tu: NO, non credo proprio che sia l'unica chitarra al mondo con cui si possa riprodurre quel timbro.
Permettimi di non essere d'accordo con te. E di poterlo esprimere educatamente.

Sulla spesa:
Ognuno che faccia quel che vuole.
Ma alla base di quello che tu stesso affermi...ritengo che questa timbrica (non mi sembra niente di trascendentale) si possa replicare anche spendendo meno.
Non lo dico per partito preso. Io non penso sia stupido spendere anche 2500 cucuzze per una chitarra.

Ho 34 anni e suono da quando ne avevo 13. Ne son passate di chitarre sotto le mie dita. E ho anche chitarre costose nel mio arsenale. ;)

Visto che siamo in argomento...mi permetto di fare un invito ai musicisti in erba:
Toccate con mano! fate esperienza diretta con gli strumenti...chiudete gli occhi e imparate a giudicare con le vostre orecchie.
Come si faceva ai miei tempi quando internet non c'era...e non avevamo altro che quelle.
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 05/12/2019 ore 11:32:3
Partendo dal presupposto che è IMPOSSIBILE descrivere a parole sia la timbrica che la qualità di una chitarra, come fai a fare 2 affermazioni a poche frasi di distanza:
--- ritengo che questa timbrica (non mi sembra niente di trascendentale) si possa replicare anche spendendo meno ---
--- fate esperienza diretta con gli strumenti...chiudete gli occhi e imparate a giudicare con le vostre orecchie. ---
senza accorgersi della contraddizione?
Io sono d'accordissimo infatti sul tuo ultimo invito, ma riguardo al discorsi "costa troppo per quello che fa" "chiudendo i toni si raggiunge lo stesso suono" non si possono giustificare parandosi dietro a un "Se il suono è ESATTAMENTE come lo descrivi tu", semplicemente perché è impossibile farlo esattamente, non puoi metterlo in una scala da 1 (suono opposto ad una strato) a 100 (suono uguale alla strato), anche perchè subentrano altri fattori - come ad esempio l'ergonomia, il feeling con la forma, i tasti, la verniciatura e la curvatura del manico - che cambiano l'impressione che ti dà lo strumento, e che fa pendere la scelta tra una chitarra ed un'altra.
Rispondi
di NorwegianWood [user #18676]
commento del 05/12/2019 ore 13:49:14
Quale contraddizione?

1) affermo che non credo che ogni chitarra abbia un timbro unico e non replicabile non alcuni espedienti. Uno dei quali, anzi uno dei tanti il cambio di pickup.
Non a caso ci sono delle sonorità "tipiche"...universalmente riconosciute e riconoscibili...il suono strato, il suono tele...
Vorresti affermare il contrario?
2) se impariamo dove e come mettere le mani...forse avremmo meno preconcetti su tanti aspetti. E molti miti verrebbero sfatati.

Te lo chiedo di nuovo. Quale sarebbe la contraddizione?

Ho parlato di ergonomia? Di manico? Di tasti? Di verniciatura? Tutte cose che sì, influiscono in maniera fondamentale con il feeling che uno strumento ti da.
Ma io ho parlato di timbrica.
Van Halen montò un pickup gibson sulla strato...perché amava il sound gibson, ma l'ergonomia e il feeling che aveva con la strato. Sia benedetto il giorno in cui ebbe questa intuizione.
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 05/12/2019 ore 14:14:27
La contraddizione è tra il giudizio sul suono di uno strumento non provato e l'invito a provare gli strumenti, tutto qui.
Rispondi
di NorwegianWood [user #18676]
commento del 05/12/2019 ore 14:42:16
Il nesso non esiste. Ci sono dei suoni iconici, di riferimento. Il suono strato, il suono tele...etc.
L'autore dell'articolo descrive il suono di una chitarra come "un suono strato con meno alte"...ok, bene. Perché non dovrei credergli? Gli credo eccome! C'è un riferimento, chiaro a tutti...e l'autore ha spiegato in che modo il timbro di questa chitarra si allontana dal timbro di riferimento.
Contesto l'affermazione "nessuna chitarra suona come questa". Per i motivi, puramente tecnici, che ho già spiegato.
L'invito rivolto a provare...ha un'altra finalità. Prendere confidenza con i pot del tono, cambiare pick-up...e tante altre cose...servono a capire che dietro il suono di una chitarra elettrica (che è e rimane un progetto "semplice" nella sua enorme genialità) non c'è nulla di esoterico, magico, unico e irripetibile. Proprio nulla. Non ci sarebbero i succitati riferimenti. Invece chissà perché esistono.
Questo video del buon Bonamassa non fa che confermare la mia tesi:
vai al link

Su, non leggiamo quello che non c'è scritto.
Buona giornata.
Rispondi
di Stewe15 [user #39871]
commento del 05/12/2019 ore 15:09:2
Descrivere il suono di una chitarra con delle parole, non è mai semplice. Alle mie orecchie il suono è il suono di una strato con assenza di quelle frequenze stridenti.
Io sono un'amante della Fender Stratocaster, tanto da usarla quasi ogni volta. E ti posso dire con esperienza che un conto è chiudere il tono ad una strato col suono brillante, un'altra cosa è avere una stratocaster con dei pickup che non amplificano proprio quelle frequenze. O almeno questa è stata la mia impressione.
La mia impressione è stata che la Silver Sky non vuole essere una copia di una stratocaster, ma una rivisitazione in chiave moderna o diversa che dir si voglia. Da quello che dicono Paul Reed Smith e John Mayer, mi pare che le loro intenzioni non fossero di fare l'ennesima copia della strato. E a mio parere ci sono riusciti. Per questo dico che è una chitarra che deve convivere con la Fender Stratocaster e non la sostituisce.
Prima di provarla anche io ho letto tutte le varie recensioni e tutte le varie cospirazioni su questa chitarra. Poi l'ho provata e mi sono reso conto che alcune affermazioni sono stato confermate, mentre altre no. Solo dopo averla provata ho dato le mie impressioni. La mia recensione è completamente soggettiva, quindi ci si può trovare d'accordo oppure no.
Quindi invito tutti, te compreso nel caso non l'avessi fatto, di provare con mano la chitarra per capire in quali cose che ho scritto ci si possa ritrovare e in quali no. :-)
Rispondi
di NorwegianWood [user #18676]
commento del 09/12/2019 ore 09:50:18
Certo, non vedo l'ora di cogliere il tuo invito...la proverò senz'altro appena avrò l'occasione!
Buona giornata, Stewe!
Rispondi
di sand1975 [user #46451]
commento del 11/12/2019 ore 22:12:1
Ha un corpo in 3 pezzi e per quanto possa suonare bene ti assicuro che se vai da un fornitore di legname per liuteria neanche li tiene i corpi in 3 pezzi, solo da due o una. Giusto per dire cosa spendono loro e cosa compri tu.
Detto questo quando con 1500 circa un liutaio italiano, anche il migliore ti fa una chitarra sulle TUE specifiche con materiali sicuramente migliori, pickup fralin o quello che vuoi e hardware top, col profilo del manico che piace a te, tasti che piacciono a te...
Insomma, perchè spendere il doppio di una chitarra "stewe55 segnature" per avere la segnature di un'altro? Per la scritta PRS? Per la firma mayer?
Rispondi
di CalegaR1 [user #49254]
commento del 06/12/2019 ore 01:49:58
Fai conto fossimo davanti ad una birra, ma il tuo discorso uccide QUALSIASI chitarra che costi più di 4 carciofi

Non prendo più una LP perché ho la Chibson, non prendo più qualsiasi Fender perché ho una Squier china e via dicendo

Una prodotto non è mai solo la somma delle sue componenti, ma tanti altri aspetti...che tu puoi dire "a me non interessano" e allora ok, trovi la Squier da 200€ e altri 2-300 per fartela come vuoi tu...ma non paragonarla ad una PRS Core/LP CS/Fender CS/Suhr/via dicendo, perché è un prodotto diverso.

2500€ a me non pare una cifra folle, a ben vedere...per qualsiasi chitarra di prima fascia ho in casa ho speso comunque di più
Rispondi
di fla72 [user #29005]
commento del 04/12/2019 ore 15:41:46
Beh, la paletta, tanto stilosa sulla Santana, con questo body a mio parere ci cozza come un pugno in faccia! solo per questo non la comprerei. Per il resto penso siano gusti personali; certo che la strat per me deve suonare da strat altrimenti di chitarre ne è pieno il mondo (...e lo dico io che sono mancino, figuriamoci voi destri!). 2500 euro, in fine, sono veramente uno sproposito, però d'altronde PRS non si poteva abbassare ai prezzi del populino, altrimenti addio marketing. In bocca al lupo per chi striscerà la carta per portarla a casa.
Rispondi
di Stewe15 [user #39871]
commento del 04/12/2019 ore 16:46:2
Si esteticamente la paletta anche a me non ha fatto un'impressione positiva al 100%
Però alla fine è una chitarra della prs ed è giusto avere una paletta stile prs.
Quello che dici tu è giustissimo se quello che cerchi è il classico suono scampanellante da strato. Ma per chi cerca sonorità diverse, senza dover per forza cadere su chitarre con humbucker può essere una buona soluzione.
Per questo io penso che questa chitarra possa e debba coesistere con la Fender Stratocaster ;)
Rispondi
di sand1975 [user #46451]
commento del 11/12/2019 ore 22:15:
E quindi se è una prs e ha la paletta PRS perchè hanno fatto il corpo di una strato? Tralaltro esiste già una simil strato con forme prs, si chiama nf3, scala fender, manico avvitato in acero, ecc... bastava merregli 3 single coil al posto dei narrowfield e avrebbero evitato la scopiazzatatura...
Rispondi
di FenderStratoFender [user #29391]
commento del 04/12/2019 ore 16:35:11
Sicuramente è una chitarra fatta bene, ma davvero non riesco a non pensare a uno di quegli esperimenti amatoriali, tipo una strato alla quale hanno ficcato il manico di una PRS.
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 05/12/2019 ore 16:15:12
Non è che Fender sia meglio vai al link ;)
Rispondi
di NICKY [user #46392]
commento del 04/12/2019 ore 17:47:46
Ho una PRS Custom 24, ma sinceramente non la ricomprerei! in generale a mio parere i manici PRS non sono così comfortevoli e infine la nota più dolente è l'impianto elettrico (cosa riscontrata anche sul mio ultimo acquisto, una Rickenbacker 330). E' allucinante comprare chiatarre da € 2000, aprirle e trovare un vano elettrico disordinato, stagnature brutte e imprecise e fili dalla sezione sottilissima, come queslli che trovi nei cagnolini che saltano e abbaiano dai cinesi!!!
Rispondi
di esseneto [user #12492]
commento del 05/12/2019 ore 09:12:05
Con la storia dei cagnolini cinesi hai reso l'idea alla grande !
Rispondi
di NICKY [user #46392]
commento del 04/12/2019 ore 17:52:32
vai al link

Questa è qualità ????
Rispondi
di NorwegianWood [user #18676]
commento del 04/12/2019 ore 20:52:46
Sono disgustato.
Ho aperto delle Harley Benton da 150 euro...e questo schifo non c'era.
Rispondi
di Bob67 [user #33904]
commento del 05/12/2019 ore 08:15:34
Ciao a tutti ! Quando vidi entrare nel catalogo prs questa chitarra rimasi abbastanza perplesso nel senso che ritengo che Mr. prs e' riuscito come pochi altri a creare una propria identita' con strumenti qualitativamente straordinari ... e poi mi esce con una chitarra con corpo strato che certamente funzionera' bene ma va non centra proprio nulla con prs ... come se Fender immettesse sul mercato una chitarra con un corpo a forma prs ... penso fermamente sia stata una scelta commerciale inutile e controproducente ! prs ha gia' una sua identita' e personalita' originale che nel panorama sconfinato di marchi e' raro trovare ! Ciao
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 05/12/2019 ore 08:43:14
Alla fine ognuno da agli strumenti il valore che ritiene, con le opportune eccezioni gli "scaglioni" per quanto mi riguarda sono più o meno:
- 350€ strumenti suonabili con cui si può benissimo fare un live malgrado si noti che si è voluto risparmiare
- 550€ strumenti con cui si potrebbe vivere tutta la vita senza desiderare altro (ma sappiamo bene cos'è la g.a.s.!!!)
- 900€ Strumenti di alto livello, da qui in avanti diventa tutto troppo soggettivo per dire cosa è meglio o cosa è peggio
Ribadisco, con alcune eccezioni.
NB: Per i marchi blasonati a queste cifre va applicato un fattore moltiplicativo: 2 per Fender e Gibson, 1,5 per Ibanez e ESP, eccetera...
Rispondi
di esseneto [user #12492]
commento del 05/12/2019 ore 09:17:42
Concordo al 100%.
Rispondi
di Stewe15 [user #39871]
commento del 05/12/2019 ore 15:18:00
Mi trovi molto d'accordo! Mi è capitato di provare Fender Japponesi che suonavano da custom shop!
L'ultima è stata una Epiphone Wilshire con al posto dei pickup di serie dei pickup gibson!
Se sono rimasto davvero colpito!
Purtroppo il valore quasi mai indica indica il vero valore di una chitarra
Rispondi
di sand1975 [user #46451]
commento del 11/12/2019 ore 22:04:54
Concordo e approfitto per postare una chitarra che sto puntando: vai al link

Dare un'occhio alle features perchè è veramente qualcosa di diverso dalla solita tele come può sembrare. Il suo street price è sui 1000 ma si trova anche a 800/850 scontata.

Ora, che moltiplicatore dovremmo mettergli se avesse un marchio fender sopra??

PS: Custodia rigida sagomata inclusa, PRS sulle americane S2 dà la custodia morbida, per dire...
Rispondi
di esseneto [user #12492]
commento del 05/12/2019 ore 09:30:17
Il problema di base secondo me della strato PRS è questo : se è una stratocaster che però non suona come dovrebbe suonare, perchè comprarla al posto di una vera strato ? la soluzione che mi sono dato è che si può comprare o semplicemente per spirito di emulazione , perchè si è fan di Mayer un musicista preparatissimo , talentuoso e rockstar o perchè stanchi del "solito " suono Fender che ha fatto la storia del Rock e del Blues e di quelle forme armoniosamente perfette imitate da tutti ma mai eguagliate. A me ultimamete è capitato di vederne un paio esposte e di non aver minimamente provato il desiderio di provarle......
Rispondi
di alcor72 [user #16133]
commento del 05/12/2019 ore 14:00:33
Il motivo per cui sia stata creata la Silver Sky...il principale intendo, lo sanno tutti.
Oltre a Santana (che no è più un ragazzino) a Mr. Smith serviva una star di primo livello "stimata" trasversalmente da giovani e puristi per fare bella mostra dei propri strumenti, visto che ormai è il terzo venditore in termini di numeri negli USA.
Pur avendogli creato uno strumento dedicato (dal costo molto elevato) pieno di accorgimenti richiesti dal JM, non aveva placato la sua sete da stratocaster 62 e quindi è nata la replica dello strumento che aveva in mente JM.
Ora...io non sono molto per le chitarre signature in generale, ma se mai incontrasse i miei gusti perchè no?
Perché non questa invece di una Surh, Scheckter USA o Tom Anderson o altre che cstano più o meno uguale, nel caso mi andasse di avere un strat nel mio arsenale.

P.S Non parlate male della Custom 24 è la chitarra che non venderei mai nemmeno dietro tortura, e continua ad essere il modello di punta di PRS dopo 35 anni...un motivo ci sarà?? Non vi deve piacere per forza, come a me non piacciono certe Les Paul, ma non mi permetterei mai di parlarne male in senso assoluto....
Rispondi
di vandergraaf [user #24385]
commento del 05/12/2019 ore 15:37:5
Credo che sia proprio così; esigenza di avere un endorser con una certa visibilità. Poi di simil strato ce n'è a bizzeffe. Io ho una Ibanez az 224 che può suonare significativamente simile ad una strato e significativamente diversa per le molteplici combinazioni possibili tra i p.u. (l'ho cambiata per una strato). Le PRS sono bellissime (soprattutto le custom) ed eleganti ma non mi ci trovo, come con i les paul.
Rispondi
di kelino [user #5]
commento del 06/12/2019 ore 16:02:43
La boiata degli upgrade sulla chitarra economica? Ci sono passato anche io. Da acerbo ne ero entusiasta. Poi invece ho capito che, si, faceva suonare meglio quel cancello ma non avrebbe mai suonato, né sarebbe mai stata "comoda" quanto una chitarra di qualità.
Sarò di parte. In quanto prs-ista/ofilo convinto, ma io adoro questa stratoide. Nonostante io odii le strato in genere. Suono grosso ma definito. A mio avviso, se fosse costata 500 euro meno, avrebbe avuto poche rivali.
Poi sóggùsti.
Sempre così.
Rispondi
di Ghesboro [user #47283]
commento del 06/12/2019 ore 18:18:22
Non capisco tutto 'sto sverniciamento di cazzi per questa PRS-Strat. Di emuli della Stratocaster by Fender, non so se la gente se lo ricorda, ne vengono prodotti da Suhr, ESP, Anderson, Grosh, Schecter, Music Man, LSL, Knaggs, Xotic, e andando più nei marchi di nicchia Tyler, Riggio, DeTemple,Lentz, SVL, Kirn, Handyman, K-Line, MacMull, Tuttle, \MarioMartin, D'Pergo, Shabat, e si potrebbe andare avanti un mese ad elencare produttori che hanno in catalogo (spesso come modello di punta) proprio una Strato.
Sembrano uguali? Quasi identiche.
Suonano uguali? No, ciascuna punta ad un suono ma lo approssima con delle caratteristiche personali, e questo legittima l'esistenza delle suddette chitarre.
Chi vuole un suono Fender® sa cosa acquistare, chi vuole una chitarra con una sua personalità e con la forma classica ha solo da scegliere. E grazie al cielo che ci è dato scegliere.
Rispondi
di Edoleo [user #49695]
commento del 07/12/2019 ore 19:03:04
Ho dovuto scorrere e leggere tutti i commenti per trovarne uno sensato. Ho una Prs Custom22 che non venderei mai ( la preferisco alla 24 ). Tempo addietro ho provato la Silversky e mi sono trovato benissimo. Suono moooolto equilibrato ma che esce dal mix di una band. E poi: ma mi sapete dire che cosa avete contro la paletta Prs in generale? Io l‘adoro. Suonate lo strumento che vi pare e godetevi la musica nella sua essenza principale
Rispondi
di Claes [user #29011]
commento del 08/12/2019 ore 17:20:44
Bello questo articolo e l'acceso dibattito accordiano risultato in commenti a valanghe! Sono d'accordo un pò con tutti, pro/contro/no comment. Aggiungo info:

La sagoma del corpo della Strat è ora ufficialmente di "Pubblico Dominio" e consente di fabbricare senza restrizioni di copyright e royalty (ma con un veto per la riproduzione della paletta) e lo stesso vale per una chitarra acustica di quasi tutti i tipi di acustiche non preamplificate. Saranno sempre angolazioni soggettive da parte di chi scrive un articolo e di chi lo replica che animerà un dibattito educativo. Tutto questo è dunque un no comment!
C'è VERAMENTE una Ghibson originale in giro per Accordo? Tanto vale raccontare che ai tempi di "Satisfaction" è arrivata un simil-345 sunburst in bella mostra in un negozio di dischi e hi-fi, dove mai si era vista una chitarra. Passando molte volte per le Mercerie di Venezia dove ci stanno quasi solo negozi per acquisti costosi, mi fermo a guardare in dettaglio... il logo Ghibson è talmente identico come design a quello autentico, che per distinguere bisogna esaminare da vicino! In ogni caso, il negozio Regazzo si occupava di veramente tutti e di aiuto per sbarbati come me.
Rispondi
di sand1975 [user #46451]
commento del 11/12/2019 ore 21:59:51
Corpo in 3 pezzi se non erro di ontano, verniciatura opaca, diciamo che a livello di materiali siamo a qualche decina di euro.

Carina come alternativa se costasse sui 1200 euro. A quel prezzo se si vuole un simil-clone di una strato meglio puntare su una Music Man Cutlass che almeno vanta un bel manico rosated fiammato e oliato che è una goduria, una elettronica noiseless, tasti in acciaio. Insomma qualche bell' upgrade e costa anche meno...
Rispondi
di flekis [user #2179]
commento del 12/12/2019 ore 20:57:11
è una bella chitarra,l'ho provata a lungo,stavo per comprarla poi il prezzo mi ha calmato,la puoi suonare a lungo,fatica zero,tastiera da favola,morbidissima,il suono non è strato per nulla,ho 2 custom shop,niente a che vedere con il suono strato,ha una voce tutta sua ben definita e questo è il bello dello strumento,per il prezzo, credo che sarebbe più giusto intorno ai 2000 euro come le strato original....
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 13/12/2019 ore 15:54:07
Certamente sembra una chitarra ottimamente realizzata, la paletta mi fa ribrezzo, ma è mio personale parere.
Se ascolto questa prova, preferisco la Strato, ma di molto.
vai al link
Rispondi
di irby [user #32243]
commento del 31/12/2019 ore 00:35:42
Che poi dal 1990 al 1995 la PRS ha prodotto la serie EG Bolt On, che appunto era una Strat Style con varie combinazioni di pickup. sss, ssh, hsh, hhh. Io ne ho una del '92 hsh splittabile, versatilità assoluta, ci suono dal funk agli Iron Maiden.
Rispondi
di alcor72 [user #16133]
commento del 16/01/2020 ore 12:16:1
Passo dopo tanto tempo nel negozio di zona...so che ne avevano una (Horizon red), una Ex demo
Chiedo il prezzo....700 € in meno della nuova al prezzo più conveniente on-line.
E' una stato mi dice il negoziante., chi vuole PRS si aspetta altro (strano punto di vista per uno strumento comunque sulla bocca di molti..) la febbre sale, sto per fare una follia.

La inserisco nel Fender (un De luxe direi ma aveva un copertura "particolare...forse limited edition).
Ops...magia...devo trattenermi.
Alcuni curiosi assistono alle mie modeste evoluzioni, catturati dal suono credo, non da me.
Provo una Fender USA di prezzo compatibile...con Fat 50...dicono.
Suona più squillante la fender..un po meno output..più frizzante sugli acuti...suonano bene entrambe, intendiamoci.
Il manico il bending, la sensazione, mi sento a casa sulla PRS...
Ok i fret sono sottili...ma, i bending vengono una meraviglia anche se logicamente meno morbidi per la scalatura del manico rispetto alla Custom 24.

Insomma l'ho portata a casa con controparte la mia Variax Jtv69, che non mi ha mai conquistato completamente.

Qualche giorno dopo, qualche setup dopo (errato per mia ignoranza ..vista la prerogativa del ponte che deve stare in-touch e non floating) la provo con la band.

Sta a vedere che ho trovato la strat della mia vita.

Signori estetica a parte (soggettiva) questa chitarra suona tutti i soldi che costa, sarà duro abituarmi ad un concetto di sonorità e setup diverso..ma credo di avere capito le ore che Paul Smith dice di avere passato al telefono ogni giorno con J. Mayer.
La capisci la prima volta che fai un passaggio sulla corda di mi basso.
E ti sforzi di non sentire la mancanza di un HB al ponte...anche perché..perderesti parte della magia della posizione 2 che è fantastica.

Che dire, soddisfatto dell'acquisto!
Rispondi
di Crossroads [user #1480]
commento del 14/10/2020 ore 11:29:14
Ho letto, in ritardissimo, tutti i post sopra, spesso "puzzano" di critico perchè tanto non posso, quindi lasciano il tempo che trovano... è una pazzia che sto per fare pure io perchè voglio qualcosa di diverso da Fender ma che abbia la comodità sua tipica, NON il suo suono! Delle Signore in questione ne ho 4 le amo tutte, sono bellissime 3, ne suono 1,5. L' alternativa può essere questa PRS? Credo di si, che poi sia JM poco importa, il prezzo? In inea con la rivendibilità che garantisce. Non è avendola provata già 3 volte, una chitarra immediata, come del resto le altre PRS, il suono va ricercato seriamente nei pot del volume e tono...
Rispondi
Altro da leggere
85 Private Stock per i 35 anni di PRS
Una Stratocaster timida
Da Epiphone e Gibson la LP ’59 per tutte le tasche
La Peavey HP2 torna dopo la morte di Van Halen
Fender mostra la Troublemaker Deluxe in video
Jackson mostra in video le Wildcard Limited Edition
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Stompbox AmazonBasics: un grande punto interrogativo
La musica ha bisogno di te
10 frasi da non dire al fonico
Perché la buca a effe ha questa forma?
Il toro, l'orso e la chitarra in tempi di pandemia
Trovate chitarre rubate per 150mila euro (tra cui la Gibson di Elvis):...
Vendita record per la giapponese senza nome di Jimi Hendrix
Slingerland Songster 401 e Audiovox by Tutmarc: le prime chitarre elet...
The Ranch: pedale eco-friendly da Collision Devices
Musica live e distanziamento in epoca Covid-19
La Gold-Leaf Strat di Prince all’asta
Il Boss DS1 di Kurt Cobain venduto all'asta
Venduta la Martin di Kurt Cobain: è la chitarra più costosa al mondo...
Il mercato boicotta Fulltone
Accordo Box in partenza!




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964