VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Le Inspired by Gibson di Epiphone
Le Inspired by Gibson di Epiphone
di [user #116] - pubblicato il

Epiphone dedica un’intera serie ai classici Gibson nelle versioni Original e Modern, modelli legati alla tradizione o rivolti agli stili più moderni.
La recente ristrutturazione che ha interessato il gruppo Gibson vede notevoli cambiamenti anche nelle linee produttive. Per Epiphone, le innovazioni si traducono in un avvicinamento al “brand proprietario”.
Il 2020 ha visto un aggiornamento estetico per tutti i modelli d’estrazione “gibsoniana”, ora con palette in stile “open book” più vicine alle controparti Gibson, ma l’introduzione più consistente è quella di un’intera serie liberamente tratta dai classici americani.

Le Inspired by Gibson di Epiphone

La collezione Inspired by Gibson fa aperto riferimento ai modelli più apprezzati della storia del gruppo. In catalogo compaiono Les Paul, modelli Junior, semiacustiche ES, Flying V, Explorer, Firebird e le immancabili SG, dalla essenziale Special alla lussuosa Custom passando per l’originale Standard del ’61 con sistema Maestro Vibrola.

Il legame con la tradizione è forte nei modelli accompagnati dal suffisso Original, sui quali è possibile notare dettagli di pregio come pickup Gibson e manici storicamente corretti, mentre di stile diametralmente opposto sono le chitarre identificate dalla variante Modern.

Le Inspired by Gibson di Epiphone

Tra le Modern della serie Inspired by Gibson per il 2020 compaiono ancora una volta shape classici come la Les Paul e la SG, ma la dotazione tecnica è sensibilmente aggiornata nei contenuti per venire incontro ai desideri dei musicisti più avvezzi alla sperimentazione.
Le Modern introducono manici più votati alla performance, tacchi smussati per un accesso agevolato agli ultimi fret e weight relief per il body, ovvero fori di alleggerimento per dare vita a strumenti maggiormente adatti alle lunghe sessioni di studio o esibizioni dal vivo in cui il peso di uno strumento troppo massiccio può essere un problema. Ad accompagnare il tutto, Epiphone mette a punto una vasta scelta di finiture di sicuro impatto, come il Wanderlust Metallic Green delle Les Paul e SG Muse, il Trans Black della SG Modern Figured e i Fade della Les Paul Figured, dove il burst non cinge l’intero corpo ma va sfumando verso la parte bassa a valorizzarne il ricco top fiammato.

chitarre elettriche epiphone junior les paul namm show 2020 sg
Nascondi commenti     10
Loggati per commentare

di francesco72 [user #31226]
commento del 06/02/2020 ore 16:49:4
Sulla carta, ossia leggendo le specifiche e vedendo le foto (soprattutto dell'attacco del manico), le modern mi attirano parecchio ed anche il prezzo è molto interessante.
Sta a vedere che dopo il circo messo su l'anno scorso, il nuovo cdia ha capito che la fonte di guadagno è fare chitarre valide che il chitarrista medio possa acquistare.
Ciao
Rispondi
di fenderpassion61 [user #13902]
commento del 06/02/2020 ore 16:53:47
Anche a me attirano le modern. Qualcuno sa dirmi il prezzo?
Mi sembra una buona idea abbattere i prezzi valorizzando le Epi che costano dei prezzi umani.
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 07/02/2020 ore 09:03:35
I nostri spacciatori tedeschi on line hanno la SG a 545 e la Les Paul a 100/150 euro in più a seconda della colorazione. Alcune sono immediatamente disponibili, altre tra una settimana ed alcune in preordine, non si sa bene quando arriveranno.
Ciao
Rispondi
di fenderpassion61 [user #13902]
commento del 07/02/2020 ore 10:46:15
Quelli, ( I Tedeschini) sono peggio della ludopatia.
Rispondi
di BizBaz [user #48536]
commento del 06/02/2020 ore 18:12:22
Dal punto di vista del marketing l'hanno studiata bene, hanno ricalcato grossomodo le linee delle sorelle maggiori, hanno modificato la paletta, hanno replicato più o meno i colori delle Gibson e hanno fatto una politica di prezzi accettabile per delle chitarre che nella loro fascia di prezzo sono dignitosissime.
Non a caso hanno inserito lo slogan for every stage: il che è come a dire, compratevi le Gibson e conservatevele al sicuro a casa perché per fare scena sul palchi queste vanno benissimo.
PS: come suonano i Probucker?
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 07/02/2020 ore 09:07:21
Sulle inspired hai ragione, ma (a mio parere) le modern sono altra e miglior cosa: l'attacco del manico ed i colori sono proprio del tutto differenti dal classico, per non parlare del fatto che hanno lo split coil ed il phase switch e d'altra parte non avrebbe avuto senso qualificarle diversamente fossero state uguali ai classici.
Ciao
Rispondi
di frank73 [user #21824]
commento del 06/02/2020 ore 20:40:21
Obbiettivamente da un punto di vista squisitamente estetico era ora che capissero che la paletta open book cambia il fascino dell'intera chitarra. Fender utilizza la stessa paletta, dalle Squier fino alle custom shop da sempre. Detto questo, la junior e la special finalmente in perfetto stile Gibson sono veramente la cigliegina sulla torta rispetto all'intera serie inspired. C'è solo da capire come suonino e quando saranno disponibili perchè sul noto sito tedesco special e junior sono solo su ordinazione
Rispondi
di frank73 [user #21824]
commento del 07/02/2020 ore 12:22:54
È indubbio che le modern abbiano una versatilità assoluta tra split e manico. Il dilemma resta il suono e il feeling. Onestamente saranno 20 anni che non imbraccio una epiphone fatta eccezione per la mia fedele Elite les paul japan Made. Ai tempi mi ero accattato una g400 dopo che mi avevano fatto la cortesia di rubarmi una les paul e una strato del 79 e ricordo che ave a dei grossi problemi di elettronica tra jack, switch e compagnia bella. Poi negli anni ho letto tutto e il contrario di tutto sulle epi cinesi. Però sto giro mi è presa una gas da paura :)
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880]
commento del 07/02/2020 ore 18:46:30
Sto già mettendo da parte per prendere la SG col vibrola. Ma sono terrorizzato. Che sia tutto uno specchietto per le allodole? Che sia solo un mezzuccio per far lievitare i prezzi? In ogni caso... io la SG la prendo. E' troppo un chiavatone.
Rispondi
di aldob [user #48924]
commento del 21/02/2020 ore 16:27:51
Intanto da quello che vedo la custom ha perso lo split dei pickup ed e' salita da 550 a 690 euro... che affare questi nuovi modelli :) d'altra parte se sono copie dei modelli gibson, anche quelli sono aumentati di 200 euro minimo in due o tre anni.

Cosi' sono effettivamente molto piu' simili ai modelli riferimento.
Rispondi
Altro da leggere
Una storia Beat: 1965 Fender Stratocaster Sunburst #L88135
Harley Benton DC Custom II: Il sogno rock a sei e dodici corde diventa accessibile
Chitarre da sogno, chitarre da record
Finiture vintage, pickup inediti e il ritorno del palissandro con le Fender Player II
QX52: headless ibanez con tasti “storti” in video
SC-Custom III è la single-cut versatile di Harley Benton
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
The Aston Martin Project: verniciatura fai-da-te
Perché ti serve un pedale preamp e come puoi utilizzarlo
Vedere la chitarra oggi: io la penso così
La mia LadyBird
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964