DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Fender Stratocaster Claudio Baglioni Signature
di [user #29] - pubblicato il

NdR: il primo dicembre dell'anno 2000, pochi mesi dopo la nascita del nuovo sito grigio e rosso che ci ha accompagnati per otto anni, compariva sulla home page questo sfizioso articolo di Matteo Barducci (Matbard, altro accordiano della prima ora) a celebrare - si fa per dire - la messa in commercio di una delle più atroci "signature" di casa Fender, la "Claudio Baglioni". La suddetta chitarra è passata come una meteora in edizione limitata (non c'è da stupirsi che sia stata limitata, chi se la compra una Stratocaster per suonare Piccolo grande amore?), ma il pezzo di Matteo è gustoso, fu straletto e vale la pena di rileggerlo, anche perché è lo specchio di un'epoca che a vederla oggi fa quasi tenerezza. PS il pezzo è illustrato con una delle pochissime foto reperibili in rete dell'orrido oggetto, il che la dice lunga sulla diffusione.


Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, per continuare a leggere clicca qui per loggarti o creare un account.
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964