CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Yamaha SA2200: lussuosa tuttofare in formato semihollow
Yamaha SA2200: lussuosa tuttofare in formato semihollow
di [user #17844] - pubblicato il

La double-cut giapponese a cassa vuota sfoggia qualità e versatilità in un pacchetto dall’estetica preziosa. Abbiamo testato sul campo un classico firmato Yamaha per tutte le stagioni.
Buche a effe, cassa sottile e due spalle mancanti in una cassa tondeggiante e dalla “pancia” abbondante richiamano una precisa costellazione nell’universo della chitarra elettrica. La Yamaha SA2200 è una semiacustica di produzione giapponese dall’estetica raffinata e dalla liuteria non da meno, che non nasconde il suo desiderio di reinterpretare uno dei classici americani per eccellenza.

Lo shape si rifà direttamente all’epoca di transizione tra le chitarre hollow body e solid body, quando le casse si andavano assottigliando e si diffondeva la tendenza a introdurre un blocco di legno massello al centro, sotto le corde, per rendere gli strumenti più resistenti ai fenomeni di feedback. Era l’epoca d’oro delle ES335.
A queste la SA2200 si ispira da vicino ma, contro le spalle tondeggianti della Gibson, la Yamaha preferisce delle “corna” più affusolate che, insieme al tacco morbido e appena accennato descritto dal manico incollato, rendono l’accesso ai fret più acuti comodo e naturale.

Yamaha SA2200: lussuosa tuttofare in formato semihollow

Con la SA2200, Yamaha ha voluto impreziosire un progetto storico, arricchendolo con un’affidabilità moderna e un’estetica a dir poco sfarzosa.
La ricca fiammatura del laminato che compone il body semihollow cela un blocco di acero massello nella porzione centrale. Il manico è in mogano, abbinato a una tastiera in ebano dal classico diapason corto da 24,75 pollici. Un profilo mediamente abbondante accoglie la mano come su una semiacustica dal richiamo tradizionale, e un gustoso binding cinge i 22 fret dai bordi ben lavorati, intervallati da segnatasti a blocco spaccati nel mezzo.

L’hardware dorato valorizza e riscalda i toni già morbidi del Violin Sunburst.
L’attenzione per il dettaglio non si limita solo a soddisfare l’occhio, e i componenti scelti dimostrano da subito un’indiscussa qualità. Le meccaniche Gotoh risultano sensibili e dall’escursione regolare, a rendere l’accordatura facile da raggiungere e da mantenere.
Anche l’elettronica colpisce positivamente, con due humbucker basati su magneti Alnico V immersi in una configurazione versatile ed efficiente.

Yamaha SA2200: lussuosa tuttofare in formato semihollow

Come da tradizione, la SA2200 dispone di volumi e toni indipendenti. Maggior flessibilità è resa possibile dalla presenza di meccanismi push-pull sui due toni per lo split dei rispettivi pickup.
A restare attive sono le bobine più interne e la possibilità di agire individualmente sui pickup permette di richiamare una discreta gamma di sonorità.
Si può passare agevolmente dalle timbriche docili e articolate dell’humbucker al manico all’incisività di un single coil a ridosso del ponte, ammiccando a derive fenderiane ora vintage e ora moderne quando si splitta l’uno o l’altro dei pickup nelle posizioni mediane, conservando sempre una spiccata sensibilità dinamica e una evidente vocalità semiacustica.
L’uscita dei pickup è sufficiente a mandare in saturazione gli amplificatori più sensibili, ma la propensione per il vintage è evidente in qualsiasi condizione, rendendo la SA una scelta appetitosa per chi ha bisogno di una notevole versatilità, ma intende tenere i piedi ben piantati nella tradizione.



Vero coltellino svizzero a sei corde, la Yamaha SA2200 convince già alle prime note. Il prezzo è quello di uno strumento di fascia alta, come lo è la realizzazione stessa del modello. Quello che ne risulta è un mix capace di scuotere gli animi dei rocker quanto dei bluesman e dei jazzisti della prima ora, senza distinzioni, mettendo d’accordo un po’ tutti e senza per questo cedere al minimo compromesso.
Sul sito Yamaha è possibile vederla più da vicino a questo link. Una prova sul campo, se il genere è nelle vostre corde, è decisamente raccomandata.
chitarre semiacustiche sa2200 yamaha
Link utili
SA2200 sul sito Yamaha
In vendita su Shop
 
Alesis Elevate 5 MKII
di Banana Music Store
 € 125,00 
 
Larrivèe Larrivee D05E SPE chitarra acustica Dreadnought in Mogano/Abete/Ebano. Spedita Gratis
di Dream Music Studio
 € 3.028,00 
 
Ernie Ball Paradigm Hybrid Slinky 09-46
di Centro della Musica
 € 16,90 
 
Galli Strings LG50
di Banana Music Store
 € 7,90 
 
FENDER 099-4912-000 VINTAGE TELECASTER STRING GUIDE
di Boxguitar.com
 € 10,00 
 
Evans G1 Clear 22" BD22G1
di Banana Music Store
 € 36,50 
 
Quik Lok JUST MJS 5
di Banana Music Store
 € 13,90 
 
IK Multimedia iRig Keys 2 - Tastiera MIDI/Controller universale con 37 tasti mini
di Centro della Musica
 € 124,00 
Mostra commenti     26
Altro da leggere
Yamaha è una tappa per tutta la band a SHG 2021
Ti trasformo la chitarrina: come è andata a finire
Fender trasforma uno Stradivari in Telecaster
La ES-355 di Chuck Berry torna con Gibson Custom e Murphy Lab
30 anni di Pacifica: in prova la 612VIIX
Oro e pickup inediti per sei Gretsch Players Edition pronte al palco
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Yamaha THR100H Dual
Seguici anche su:
Altro da leggere
Coach: registratore didattico smart dai creatori di Roadie Tuner
La leva del tremolo Chibson lunga 1,20m esiste: ecco come suona
È morto Meat Loaf: icona dal Rocky Horror a Bat Out Of Hell
È morto Alexander Howard Dumble: guru assoluto del suono
Registrazione analogica: lo sviluppo del nastro
Per il CEO Fender Andy Mooney la crisi produttiva potrebbe durare a lu...
30 anni di Accordo
Diane Martin: addio alla donna cardine di Martin Guitars
Registrazione analogica: dal nastro a bobine al vinile
Note Di Stile: l’appuntamento con la chitarra è in radio
Muore Paolo Giordano: pioniere della chitarra acustica moderna
La Les Paul Greeny di Hammett ha una sorella gemella
L’atipica Strat Elite di SRV va all’asta, ma è un flop
DJing per chitarristi nella web serie Fender
Rickenbacker abbandona le tastiere verniciate?




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964