CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
È morto Meat Loaf: icona dal Rocky Horror a Bat Out Of Hell
È morto Meat Loaf: icona dal Rocky Horror a Bat Out Of Hell
di [user #61603] - pubblicato il

É morto il 20 gennaio, all’età di 74 anni, il cantante e attore Meat Loaf. Ad annunciarlo è stato il suo agente.
Nato a Dallas nel 1947 con il nome di Marvin Lee Aday, Meat Loaf deve il suo nome d’arte alla ricetta preferita di sua mamma, venuta a mancare durante la sua adolescenza.
Marvin partì per Los Angeles dopo il college, dove diventò presto il frontman della band che prese il suo nome, i Meat Loaf.
Con il loro primo album Stoney & Meatloaf, riuscì ad aprirsi anche le porte del cinema, recitando nel ruolo di Eddie in “The Rocky Horror Picture Show” nel 1975.
Il successo che ottenne con la recitazione non gli permise però di pubblicare il suo secondo album, perché nessuna etichetta lo voleva lanciare. Raggiunse il successo grazie alla Cleveland International Records che pubblicherà l’album Bat Out Of Hell, uno dei più ascoltati e venduti (si parla di oltre 100 milioni di copie) nella storia del rock, corredato da due fortunati seguiti Bat Out of Hell II: Back Into Hell e Bat Out of Hell III: The Monster is Hell, che lo portarono anche alla vittoria di un Grammy per miglior performance vocale grazie al brano "I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That)” nel 1997.

È morto Meat Loaf: icona dal Rocky Horror a Bat Out Of Hell

Il suo talento, accompagnato da un’immagine scomposta - capelli lunghi, vestiti neri, raffiche di chitarre e titoli tra parentesi - fu molto scostante a causa delle grandi e continue liti con il collaboratore storico Jim Steinman, anche lui scomparso di recente. Ma questo non gli ha mai tolto la possibilità di aver uno stretto legame con i fan grazie a live show maniacali, social media e continue apparizioni televisive e cinematografiche - ricordiamo i suoi camei in serie acclamate come Dr. House e Glee.
Iconica è anche la sua collaborazione con Cher, per "Dead Ringer for Love".



L’artista ha sempre sostenuto di essere popolare ma mai ricco, e di avere l’abitudine di scambiarsi i racconti di imprevisti e sfortune con Freddie Mercury, senza però aver mai portato rancore per l’industria musicale, ritenendo questo sentimento come rovinoso per qualsiasi esistenza.
curiosità meat loaf
Mostra commenti     37
Altro da leggere
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora succedere
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’uomo
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1
Flea dei RHCP nell’universo di Star Wars
Guitars of my life: una top 10 romantica
Il paradosso di Enesidemo (ovvero, noi delle chitarre non sappiamo un ...
Crisi delle valvole: Western Electric le produrrà in USA
Dal metal alle big band: Mark Tremonti canta Sinatra per la Sindrome d...
Visita alla fabbrica Gibson nel 1967: guarda il video
Niente più valvole dalla Russia: cosa succede, cosa provocherà
Quel dubbio che ci frega. Sempre
La GAS come l’amore? Una storia semiseria




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964