DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
La storia della Stratocaster: il mio contributo
La storia della Stratocaster: il mio contributo
di [user #17844] - pubblicato il

Una saga che ha dell’epico: un’icona che risorge dalle proprie ceneri fino a conquistare l’antico splendore e spingersi addirittura oltre. Raccontare la Stratocaster post-CBS fino a oggi non è stato facile, ma anche tanto divertente.
Il libro “Stratocaster - Sei Corde Nella Leggenda” è fuori ora. Un lavoro a tutto tondo tra storia, retroscena, curiosità e approfondimenti sulla chitarra elettrica più diffusa al mondo e, per certi versi, la più influente in assoluto.
È un’opera che intreccia le firme del collezionista ed esperto di vintage Francesco Balossino, del giornalista e fondatore di Accordo.it Alberto Biraghi, del giornalista, musicista e cuore pulsante della didattica di Accordo.it Gianni Rojatti e, per la prima volta su un volume cartaceo, anche la mia firma.

La storia della Stratocaster: il mio contributo

Scrivo di chitarre e dintorni ormai dal… cavolo, dal 2009! Negli ultimi 13 anni ho seguito le novità di mercato e le sue evoluzioni nel tempo, ogni volta innamorandomi dell’ennesima reissue, del modello inedito o della limited edition di turno. È una caratteristica rischiosa, come ogni malato di GAS sa bene, ma è tornata utile per fare ordine in quella turbolenta fase di storia in cui la Stratocaster è cresciuta a dismisura, diventando un riferimento universale e declinandosi in decine, centinaia di varianti sotto il solo tetto di Fender.
È di quel preciso capitolo che mi sono occupato nella stesura di questo libro: quella parentesi che, dalla nascita di Fender Musical Instruments a seguito del tramonto CBS, conduce il colosso alla sua sfavillante forma attuale.

Non è stato facile riassumere l’impressionante mole di materiale che la Stratocaster ha prodotto negli ultimi decenni all’interno delle pagine di un solo libro, e forse non sarebbe stato interessante farlo in modo diverso.
Per questo nel volume non troverete una noiosa sfilata di modelli con schede tecniche, ma un racconto di come la Stratocaster è cambiata, cresciuta fino ai giorni nostri, di come si sono succedute le fabbriche che ne hanno prodotte, dagli USA all’immancabile Messico, fino a toccare le sponde della Cina e del Brasile.

Basti pensare che nel 2004, per fare un esempio, compaiono la bellezza di 57 modelli di Stratocaster nel catalogo Fender, senza contare Squier e Custom Shop.
Il trend ci ha messo tempo a invertirsi, e solo nel 2019 il CEO Andy Mooney raccontava in un’intervista: ”una delle cose che ho imparato nel mio periodo alla Nike è che più grande è la fetta di mercato, maggiore è la necessità di creare una scelta più vasta di prodotti, così la gente può avere accesso al brand ma continuare a sentirsi differente. Lo sai, tutti vogliono essere uguali e tutti vogliono essere diversi”.

La logica del “less is more” impazzisce davanti a una dichiarazione del genere, ma i numeri, è innegabile, gli danno ragione. D’altra parte, Mooney non è nuovo a uscite di questo tipo, che possono suonare addirittura rudi alle orecchie di un italiano, ma nell’ottica di un imprenditore americano dimostrano una visione aziendale estremamente chiara.
Si pensi a quando - in piena crisi dei materiali a inizio 2022 - spiegava candidamente di aver alzato i prezzi fino del 10% al solo scopo di tenere a bada le richieste, così alte da non riuscire a starci dietro. Una tassa sull’hype, insomma, perfettamente sensata per le leggi di mercato.

La storia della Stratocaster: il mio contributo

A ben vedere, però, una forte re-ingegnerizzazione il catalogo Fender l’ha vissuta. La scelta è ancora tanta, ma sparisce quel senso di confusione che investiva chiunque aprisse un listino negli anni 2000.
Più che allargato, il recente catalogo viene rinfrescato con frequenza e riceve alternative realmente diverse dai modelli precedenti. È un approccio differente, che accontenta un po’ tutti: il mercato da una parte non rischia mai di diventare stagnante, e dall’altra i musicisti sono costantemente stuzzicati da scelte originali, pur senza esserne sopraffatti.

Solo su questo tema ci sarebbe materiale a sufficienza per un libro intero, ma andiamo con ordine: sono fiero di presentarvi “Stratocaster - Sei Corde Nella Leggenda”, il primo volume edito da Accordo.it interamente dedicato alla Fender Stratocaster e agli artisti che l’hanno resa grande.
Buona lettura!
chitarre elettriche fender libri stratocaster
Link utili
Andy Mooney e la crisi produttiva
Ricevi la tua copia adesso
Mostra commenti     8
Altro da leggere
Kramer SM-1 diventa figurata a prezzo budget
Dallo shred al pop napoletano, andata e ritorno: sul palco con Edoardo Taddei
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
La chitarra elettrica dopo la pandemia: dalla fascia media al custom da sogno
PRS celebra 10 anni di S2
La classica incontra il pop con 50 studi di Maurizio Colonna
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Fender Stratocaster Custom Shop David Gilmour RELIC - THE BLACK STRAT
Visualizza l'annuncio
Fender Telecaster 1960 Relic - Master Built Yuriy Shishkov
Visualizza l'annuncio
Fender Stratocaster 69 Master Built Dennis Galuszka Real Gold 24K
Seguici anche su:
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale
L’ultima Les Paul Greeny è ora della star Jason Momoa




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964