CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Posso usare una 12 corde con sole 6 corde?
di [user #15956] - pubblicato il

Buongiorno a tutti. Il quesito è abbastanza semplice, ma credo che richieda l'intervento di persone esperte (soprattuto nel campo liutistico). Che conseguenze si hanno a montare su una chitarra acustica a 12 corde solo le 6 ( MI basso, La, Re, Sol, Si e Mi cantino; escluse quelle in ottava quindi) che normalmente sono montate su una da 6 (per l'appunto)? (ovviamente mi rendo conto che da molti sarà considerato uno spreco. considerazione, peraltro, da cui vorrei prescindere a priori nel trattare questa questione)

Più specificatamente: il suono ottenuto quanto si discosta da quello di una normale chitarra a 6 corde? Ha dei difetti gravi (sempre a livello sonoro)?

E soprattutto: la chitarra, nella sua fisicità, ne risente? In particolare: quanto può risentirne il manico?

A che accorgimenti riguardo a settaggio e manutenzione bisogna prestare attenzione in un caso del genere?

Nella concretezza del caso (che può essere un utile punto di riferimento):

Io ho ereditato una (ho sentito dire "mitica") Eko Ranger 12 corde.

E' stata inutilizzata per più di 20 anni.

Io sono quasi assolutamente inesperto in materia, ma ho sempre desiderato possedere una chitarra per impararla a suonare, anche solo in modo autodidattico e a livello amatoriale.

Non avendo però la voglia di spendere anche solo poche decine di euro per una chitarra 6 corde, ho pensato di rispolverare la vecchia Eko Ranger di mio padre e usare lei come strumento di apprendimento.

Tuttavia, una 12 corde è palesemente uno strumento poco adatto a un principiante come me.

Da quì nasce l'idea di montarne solo 6 di corde e usarla come tale, per poi successivamente, nel caso, aggiungere le restanti 6 e utilizzarla come 12 corde.

Al che si aggiunge quindi un'ultima domanda:

quanto sarebbe traumatico un eventuale passaggio da 6 corde montate a 12?

Spero in commenti oggettivi e costruttivi, che possano rendere un'idea chiara e concreta sulla questione a me e chiunque altro fosse interessato.

chitarre acustiche
Nascondi commenti     18
Loggati per commentare

Direi di si
di kfd [user #1076]
commento del 28/08/2008 ore 23:4
Secondo me puoi montare 6 corde senza problemi. Non so la chitarra in che condizioni si trova... comunque, a mio parere, potrebbe essere una buona idea portarla da un liutaio per un 'tagliando'. Potrebbe da dare una 'sistemata generale' che renderebbe sicuramente più suonabile la chitarra (visto che mi par di capire che sei pressoché a zero una chitarra difficilmente suonabile, oltre a farti male alle mani/dita, renderebbe frustrante la prima fare di apprendimento). Buona musica!
Rispondi
Set up
di garp57 [user #997]
commento del 29/08/2008 ore 08:2
Io l'ho fatto per anni quando ero ragazzo, proprio con una Ranger (era l'unica che avevo). Occorre però rivedere il set-up perchè 6 corde "tirano", ovviamente, molto meno di 12 e facilmente friggono. Se oltretutto la chitarra è li ferma da 20 anni una visita ad un liuitaio si impone (se non sei in gardo di regolarti da solo il manico).
Rispondi
Nessun problema di liuteria...
di luvi [user #3191]
commento del 29/08/2008 ore 09:4
... comei è già stato correttamente suggerito! ;-) Solo l'eventualità di dover regolare il truss rod (cioè di allentarlo) per compensare il minore tiraggio, nel caso in cui le corde frustino tropppo suii tasti. Dl punto di vista sonoro la chitarra non avrà certamente problemi (quella delle sole 6 corde è una condizione nella quale spesso finiscono le 12!!). Il ritorno alle 12 corde comporta maggiore forza di trazione applicata sul manico (tiraggio), per cui sarà necessario regolarne nuovamente il profilo tramite il truss rod. Dal punto di vista della suonabilità, ovviamente, ci saranno le differenze più significative: le 12 corde sono più dure sotto le dita e danno una sensazione diversa sia alla mano sinistra, visto il "tappeto" di corde sottostanti, sia alla mano destra data la presenza delle varie coppie di corde di diametro differente. Non ricordo se sia il caso particolare della Eko Ranger, ma rispetto ad una normale chitarra a 6 corde potrebbe esserci anche una spaziatura lievemente differente del capotasto (e quindi tra una corda e l'altra) tra le sole corde che monterai. Nulla di preoccupante, visto che devi comunque fare esperienza partendo (quasi) da zero.
Rispondi
Re: Nessun problema di liuteria...
di Lauro utente non più registrato
commento del 29/08/2008 ore 15:5
Confermo. Le 12 corde hanno in genere una larghezza del capotasto maggiore, proprio per mantenere una spaziatura delle corde atta a permettere sia accompagnamento a plettro si fingerstyle. Sulla questione corde, occorre tener presente che 6 corde tirano di meno di 12 si ma dipende dalla scalatura. Personalmente vario sulla mia Guild dalle 010 (12 corde) alle 012 o 013 (6 corde) e l'assetto non si sposta. Lauro
Rispondi
No problem
di blues54 utente non più registrato
commento del 29/08/2008 ore 11:5
In passato l'ho tranquillamente usata anche come 6 corde senza grossi problemi, ci si deve comunque abituare. Una cosa da fare è bloccare le meccaniche rimaste libere dalle corde perchè vibrano e sono fastidiose.
Rispondi
Grazie mille a tutti ^^
di Kaji [user #15956]
commento del 29/08/2008 ore 21:3
..grazie a voi, mi sono messo definitivamente l'animo in pace (perchè ovviamente quest'operazione l'avevo già fatta; chiedevo per sapere se correre subito a montare le altre o no. =P ) Comunque, scusate, sono stato poco preciso: è vero che sto iniziando da zero, ma ovviamente ho già provveduto a informarmi (anche tramite a questo ottimo sito) riguardo al montaggio delle corde e al setup in generale. E insomma.. ormai penso di riuscire a cavarmela, almeno per le operazioni essenziali, come montaggio, truss rod e accordatura. Anche perchè escludo l'ipotesi di rivolgermi a un liutaio (assolutamente non perchè non la reputi una cattiva idea, ma per mancanza di soldi). A questo proposito: garp57 e luvi, mi avete fatto giustamente notare che occorrerebbe settare il truss rod opportunamente, visto la minore trazione: ma nel senso che dovrei rendere il manico più concavo (upbow), giusto? (non preoccupatevi: ho imparato bene che basta girare il truss di poco, non pensiate che stia per andare a fare danni) Perchè, in effetti, oggi, provando a vedere se il setup del truss rod che avevo operato ieri fosse quello che cercavo, mi sono accorto che la corda del Mi basso friggeva abbastanza, nonostante abbia settato il truss rod in modo tale da lasciare una distanza non estremamente bassa (0,020 inch - 0,5 mm; ho sentito di molti che consigliavano addirittura 0,010-0,25) con la prova del tenere premuti 1° tasto e 13-14° tasto e misurare la distanza fra 6°tasto e corda (aggiungo che con questo settaggio, con 12 corde sembrava non dare problemi). Ringrazio anche blues54 per il consiglio sulle meccaniche. ^^
Rispondi
Re: Grazie mille a tutti ^^
di aria utente non più registrato
commento del 30/08/2008 ore 09:0
la ranger ha due assi nella manica: ponte regolabile con viti e manico avvitato. quindi per cio' che riguarda l'action hai due punti su cui intervenire, le viti, appunto e il classico fiammifero sotto il manico. regola il truss-rod quasi diritto (come giustamente consigliano tutti), senza lasciare molto spazio... poi gioca con l'action. se frigge ancora probabilmente va data un'occhiata ai tasti. Io alla mia ho levato gli ingranaggi delle chiavette libere alleggerendo anche la paletta... il manico avvitato permetterebbe di montarne uno a sei corde.. prova a sentire Brandoni.co.uk se ne ha uno in stock. il capotasto è di alluminio e lo lascerei così... qui un articolo italiano/inglese un tantino esagerato per quanto riguarda il suono ma utile per una dataione di massima. ricordo a tutti che i seriali (quando ci sono) della eko e della vox erano assolutamente random... vai al link
Rispondi
Setup già collaudato
di peppe80 [user #11779]
commento del 30/08/2008 ore 13:1
Anche io possiedo una Eko e per la precisione una Ranchero 12 corde che utilizzava mia madre negli anni 70 e che da circa 25 anni è li con solo sei corde; nessun problema di suono o di liuteria soltanto un eccessiva spaziatura nei primi tasti che si avverte se sei abituato con una folk tradizionale a 6 corde anche se ci si abitua in fretta. Se vuoi un consiglio mi sono trovato benissimo con le corde Ernie Ball Earthwood 011 che adesso monto anche su un'altra acustica 6 corde. Meditavo comunque proprio in questo periodo di restituire le 12 corde allo strumento; vedro quindi come reagirà il manico alle nuove tensioni indotte ma credo proprio che non ci saranno problemi. Buona musica Kaji!
Rispondi
nella mia famiglia
di lui23 [user #14997]
commento del 30/08/2008 ore 21:3
nella mia famiglia c'è una eko ranger appartenuta a mio padre che la comprò appena uscì il modello e fu subito trasformata in 6 corde. fino ad oggi manico dritto come una spada. ci metto su delle.12 della martin
Rispondi
===Posso usare una 1
di yasodanandana [user #699]
commento del 04/09/2008 ore 08:5
===Posso usare una 12 corde con sole 6 corde?=== si.. ma e' tristissimo... faresti prima a venderla a me (e' stata la mia prima chitarra acustica.. me la ricordo sempre con affetto anche se il suono non e' che sia il top).. e prenderti una chitarra che nasce direttamente a sei corde.. ce ne sono di molto carine a prezzi ridicoli
Rispondi
Re: ===Posso usare una 1
di aria utente non più registrato
commento del 04/09/2008 ore 09:1
parliamone... la mia è appesa al muro. se ti capita di passare per roma...
Rispondi
Qual'è il motivo ch
di Stefano54 [user #16060]
commento del 14/09/2008 ore 00:1
Qual'è il motivo che spinge un chitarrista a montare 6 corde anzichè 12? Io ho una Eko 12 corde recuperata un in garage alluvionato con la cassa letteralmente distrutta, la paletta spezzata ed ho deciso di farle un profondo restauro fremendo dal desiderio di riprovare quel gusto del suono a 12 corde.. non so se riuscirò nell'intento ma il ricordo di oltre 30 anni fa del suono che usciva da quella (proprio quella) chitarra, non suonata da me, purtroppo, è bellissimo.
Rispondi
Re: Qual'è il motivo ch
di luvi [user #3191]
commento del 14/09/2008 ore 10:5
La sua durezza e conseguente minore suonabilità in primo luogo, credo. In secondo luogo la notevole difficoltà ad eseguire linee melodiche. In terzo luogo la minore facilità di inserimento dello strumento in un contesto di gruppo a causa della sua attitudine a riempire molto facilmente gli spazi. Si dirà: ma allora perché non prendere direttamente una sei corde? E' giusto, ma per chi possiede una 12 corde la soluzione di smontarne semplicemente la metà può apparire, come dire, più immediata, credo! ;-))
Rispondi
Re: Qual'è il motivo ch
di aria utente non più registrato
commento del 14/09/2008 ore 12:5
per tenerla accordata ;-) !
Rispondi
io ho
di brucelucio utente non più registrato
commento del 22/11/2008 ore 17:5
un Aria a 12 corde di una 20 ina di anni fa..chi la vuole? eheheh Cmq la 12 corde puo' essere benissimo usata accordata un tono o un semi tono sotto; del resto quasi tutti la usano cosi' e il suono e' cmq meraviglioso. Suonata col plettro, poi, e ' possibile dare vita a bei pezzi o arrangiamenti mischiando arpeggi cristallini, strumming profondi e paradisiaci, linne melodiche molto emozionanti... Insomma il suono della 12 e' meraviglioso e....ascoltate il divino Riccardo Zappa: se non l' avete mai fatto, non sapete cosa vi siete persi...lui le 12 corde le usa tutte e ..non solo accoppiate.
Rispondi
un altro
di brucelucio utente non più registrato
commento del 16/05/2009 ore 13:5
modo secondo me di usare la dodici corde, visto che appunto con 12 e' quasi impossiible farlo, suonare dei brani da solista, tipo flatpick ecc.beh, a mio avviso, e' quella di togliere tutti i doppioni tranne i due cantini....farne, insomma, una guitar a 8 corde. Il vantaggio? Suonare qualsiasi pezzo al ritmo di una sei corde ma con il vantaggio dei cantini riverberati, raddoppiati e naturalmente con quel suono cosi' ricco e fisarmonicato che ti restituisce il coro dei cantini di una 12...ma senza l' intralcio dei bassi che gia' da soli fanno il loro dovere. Io ho una su cui ho montato 12, un 'altra, una Aria, con i soli cantini raddoppiati ed infine la Eko ranger (quella moderna) con sole sei corde...E che bassi che tiene quest' ultima! Inoltre, essendo lo spazio fra le corde maggiore non ho problemi di accavallamento ditale, come mi succede spesso su una sei tradizionale... Cmq il piacere che provo di piu' e' dato quando suono quella con i cantini doppi: una vera meraviglia....(L' Aria, poi, la comprai gia' usata piu' di 20 anni fa...)
Rispondi
dove si trova il truss rod sulla Eko Ranger XII (anni 70)
di linus8727 [user #29160]
commento del 24/04/2011 ore 00:1
Ciao, sono incuriosito dal fatto che sei riuscito a regolare il manico della Ranger XII...io non sono ancora riuscito a a trovarlo. Sulla paletta (smontando il coperchio triangolare) ho trovato un tubolare ma non niente brugola! Nella parte bassa del manico ho notato un quadratino di legno...sarà lo sotto? Vi ringrazio anticipatamente! Linus8727
Rispondi
si e possibile
di alexbovey [user #42972]
commento del 02/03/2015 ore 13:32:5
io lo fatto senza alcun tipo di problema e senza nessun tipo di regolazione l accordatura rimane perfetta e anzi mi trovo meglio perche ce piu spazio tra una corda e l altra e anche per fare bending le corde sono tenerissime davvero migliore una 12 portata a 6 sarebbe da fare con tutte le chitarre
Rispondi
Altro da leggere
Registrare e rimandare il suono dell'ampli con un looper
Svelate le Bevel Cut: Cort a cassa smussata
ACFS580CE: Ibanez da fingerstyle
Antonello D’Urso: “Le Larrivée? Pronte per essere suonate”
Wee Lowden ora anche Jazz in nylon
J45 e D28: colossi a confronto
Seguici anche su:
News
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
Morto Jim Dunlop: fondatore di Dunlop Manufacturing
Ha inizio la settimana del Namm 2019




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964