CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Quali pickup mettere su una Sheraton II?

di [user #28175] - pubblicato il
Dopo tanto tempo rieccomi qua a scrivermi i miei dubbi, vi sono mancato? Ahahahah

Scherzi a parte, vengo al punto: 
Ho una Epiphone Sheraton II color natural che adoro, anche se i pickup lasciano un po' a desiderare... molto chiusi e impastati. Da fruitore di pickup Seymour Duncan sono subito corso a controllare il loro catalogo, ma incredibilmente non sono riuscito a trovare ciò che volevo. Ho continuato a cercare, speranzoso di essermi fatto sfuggire qualcosa, quando all'improvviso ho avuto l'illuminazione: Di Marzio.
Alcuni di voi staranno storcendo la bocca, il naso- e i più bravi pure le orecchie- al pensiero di installare dei Di Marzio su una semi-hollow, ma se andate a guardare bene il loro catalogo troverete cose davvero molto interessanti! E dopotutto il "sound di casa", molto tendente alla definizione del suono e ad un approccio più "moderno" (usando anche parole loro, ma che secondo me si adattano bene) è proprio quello che avevo in mente per la mia chitarra, quindi perchè no?
Spulciando per bene sul sito e sui vari forum sono arrivato ad una conclusione:
Al manico metterò un Air Classic Neck.

Si, purtroppo è l'unica conclusione.
Perchè sono indeciso per il pickup al ponte... PAF 36th o PAF Master?
Il fatto è che quello che vorrei migliorare cambiando i pickup è il contenuto armonico dei pickup (che visti gli originali migliorerebbe anche mettendoci un qualsiasi pickup di qulità), inoltre vorrei evitare un suono intubato come quello attuale.
Il PAF 36th ha una buona potenza, che non mi dispiace dato che io suono pure metal con questa chitarra (si, davvero), ma ha anche un suono tipico da PAF.
Il PAF Master è su base PAF, ma con un sono più elaborato e privo di bassi, più... moderno, oserei dire.
Io suono un po' di tutto: jazz, indie, rock alternativo, punk, hard rock, metal (ma ironicamente niente blues)...

La mia paura principale è che il PAF 36th, per quanto mi attiri, possa darmi un suono ancora troppo rotondeggiante ed abbondante sulle basse... però devo tenere conto del fatto che l'aumento di qualità porterà con se già un suono di base migliore e meno chiuso.
Cosa ne pensate? Mi butto sul 36th? O meglio tentare con il Master, rischiando pure di perdere un po' di potenza e suono "acustico"?




p.s. Domanda extra: secondo voi su questa chitarra (foto presa dal web come esempio): 
Starebbero meglio i classici pickup Gold Cover o i Gold Tops?
I secondi sono questi: 

Vi ringrazio ancora una volta per la vostra INFINITA pazienza :)
Dello stesso autore
Ciao a tutti Sapete dove posso reperire del...
Verniciatura semitrasparente
Domanda urgente sulle capacità del Fulltone Fulldrive 3
Scelta del cabinet: meglio un 2x12 economico o un 1x12 di qualità?
Scusate l'ennesima domanda, ma non riesco a trovar...
Guida a mix e mastering?
Stratocaster/telecaster con manico piccolo?
Quale amplificatore finale scegliere?
Loggati per commentare

Al momento non è presente nessun commento
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Keeley DDR: Drive, Delay e Reverb in un pedale
Lo stile di Matt Garstka
Cos’è un loop: quello che c'è da sapere su, looper, loop station e...
Eric Gales due live in Italia a giugno
Nuovo shape single-cut da Solar Guitars
Mi Ami Festival la programmazione completa
A day with the Mixing-Lord!
Lost Highway: Fender testa il phaser super-versatile
Quanto conta l'immagine di un musicista
David Gilmour racconta la Black Strat
Phil Demmel mostra le sue due Fury
Boomwhackers: la didattica innovativa
Cool Gear Monday: la SG Custom 1967 di Jimi Hendrix
"Asbury Park: Lotta, Redenzione, Rock and Roll" al cinema il 22-23-24 ...
Frank Gambale: un ottimo manuale per imparare a improvvisare

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964