CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Il nero, il giallo e il verde
Il nero, il giallo e il verde
di [user #43424] - pubblicato il

Un trio di pedali MXR in offerta può soddisfare con minimalismo la voglia di modulazioni: un lettore ci racconta Carbon Copy, Micro Flanger e Micro Chorus.
Giorni fa si è ampliato il mio parco pedali (ancora una volta) e non di una sola unità, bensì di tre: ho approfittato dello sconto del black friday per salvare un po’ di denaro ed effettivamente è venuto fuori quasi un "paghi due, prendi tre".

A questo giro ho lasciato da parte gli effetti di drive per arricchire il mio reparto di modulazione e delay. Tenevo d’occhio già da anni questi tre bei pedali ma per un motivo o per un altro non li ho mai acquistati, fino a qualche giorno fa, quando finalmente, con la scusa del black friday, mi sono deciso.
Si tratta di un tris Dunlop-MXR, una delle poche aziende che godono di tutta la mia stima. Di questo marchio posseggo già un 95Q Cry Baby e il celeberrimo Micro Amp. A questi due ho aggiunto il Micro Flanger, il Micro Chorus e il Carbon Copy.

Vanno subito all’occhio per il loro look, davvero minimal, e subito all’orecchio per la notevole varietà di suoni che hanno da offrire.
Partiamo dal nero, il Micro Flanger, che presenta due soli potenziometri: Rate e Regen. Il Rate regola la velocità dell’effetto e il Regen (regeneration) controlla la quantità di feedback, l’intensità, in parole povere quanto effetto vogliamo sentire.
Per me è una “prima volta” col flanger, non ne avevo mai avuto uno. Secondo me non è che sia un pedale “must have” ma è un qualcosa che a mio parere, se usato con giuste dosi, ti abbellisce il suono, te lo colora con sfumature differenti rispetto a quelle del chorus e del phaser, rendendoti il sound ancora più personale, specie negli assolo.

Il nero, il giallo e il verde

Il giallo, il Micro Chorus, presenta come il Micro Amp un solo potenziometro: il Rate, che regola la velocità del effetto. Fidatevi di quello che vi sto per dire: vale più di qualsiasi altro chorus con dieci potenziometri che spesso diventano ingestibili e snaturano del tutto il suono. Era quello che cercavo, un pedale più facile da manovrare e ridotto nelle dimensioni in modo da sostituirlo, quando non suono in stereo, al mio BOSS CE20.

Il nero, il giallo e il verde

Il Micro Flanger ed il Micro Chorus sono la reissue dei loro vecchi e celebri predecessori in produzione fino agli anni ’80, se non erro. Uguali in tutto tranne per il fatto che presentano uno switch true bypass e il LED di accensione.
A differenza di altri pedali di modulazione questi non sono invasivi, cioè non snaturano e non alterano per niente il suono originale, lasciandolo così com’è, lo abbelliscono gradevolmente “entrando in punta di piedi”.

Infine il verde brillantinato, il Carbon Copy, coi suoi tre pot. Il Regen, che è il feedback, ci permettere di scegliere la quantità di ripetizioni. Il Mix, che sarebbe la manopola del volume dell’effetto (wet e dry). Il Delay, per il tempo tra una ripetizione e un’altra (andiamo da 20ms a 600ms). In più troviamo lo switch Mod (modulation), che quando è attivo aggiunge alle ripetizioni un piacevole effetto di modulazione, tipo chorus (regolabile in ampiezza e velocità dall’interno del pedale).
Anche in questo caso, come il chorus, cercavo qualcosa di più compatto da sostituire, quando non suono in stereo, al Boss DD20. In verità, insieme al Carbon Copy, avevo in mente anche il Boss DM-2W (la reissue firmata Waza), però tra i due mi sembrava che coi suoni drive rispondesse molto meglio il Carbon Copy, infatti è così: negli assolo il suono non si impasta per niente, cosa che succede molto spesso con tantissimi altri delay.

Il nero, il giallo e il verde

La mia scelta su questi tre pedali non è stata casuale. Cercavo innanzitutto dei prodotti che fossero di qualità, non solo nel suono ma anche nella costruzione, e che fossero completamente analogici. Infatti a tal proposito devo dirvi qualcosina.
Tutti e tre presentano i classici segni dei pedali 100% analogici, che a molti potrebbero non piacere. Vale a dire che quando uno di essi viene messo in funzione si riscontra un aumento del fruscio di sottofondo unito a un incremento di volume.
Ma non pensate chissà che: è nella normalità e rimane sempre tutto gestibile. È la firma dell’analogico, che a me sinceramente piace e che continuo a preferire di gran lunga al digitale.
Sono soddisfattissimo dei miei acquisti, anche per il prezzo che ho speso, e li consiglio a tutti coloro che cercano pedali del genere.
Dunlop MXR continua a essere punto di riferimento nella produzione degli effetti a pedale.
carbon copy effetti e processori gli articoli dei lettori micro chorus micro flanger mxr
SOSTIENI LA MUSICA

Dal 1992 ACCORDO si impegna a favore di chi fa musica, offrendo gratuitamente contenuti di alta qualità e servizi. Sostieni ACCORDO per sostenere la musica italiana nella sua stagione più difficile.

Dona adesso e usufruisci dei serviizi riservati ai sostenitori!
In vendita su Shop
 
MAD PROFESSOR MIGHTY RED DISTORTION PEDALE PEDALINO DISTORSORE PER CHITARRA
di Borsari Strumenti Musicali
 € 179,00 
 
Schlagwerk PC4
di Banana Music Store
 € 19,90 
 
Sabian B8X Hi-Hat da 14"
di Centro della Musica
 € 139,00 
 
BATTIPENNA PRECISION BASS NERO 3Strati
di Boxguitar.com
 € 17,00 
 
Battipenna Telecaster metallo silver
di Chitarre e componenti
 € 25,00 
Visualizza il prodotto
Reloop Rhp-6 Petrol Cuffia
di Music Delivery
 € 49,00 
 
Battipenna Telecaster Thinline 69 cream pearl
di Chitarre e componenti
 € 17,00 
 
Zac Ligature ZC24-OT
di Banana Music Store
 € 24,00 
Mostra commenti     13
Altro da leggere
Gordon Smith GS1000: una outsider d’Oltremanica
Non siate timidi con l'equalizzatore
Epiphone Casino USA Royal Tan 2021
Bigsby: lingerie sexy per Les Paul
Nuovo firmware per Line6, oversampling per tutta la famiglia di effetti e pedaliere
Surfy Industries Surfybear: Riverbero a molle nel 21esimo secolo
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
CHARVEL PRO-MOD DK24
Visualizza l'annuncio
Blackstar HT-5R 5-Watt 1x12 Amplificatore chitarra elettrica
Visualizza l'annuncio
rastrelliera porta chitarre e basso
Seguici anche su:
Altro da leggere
La Made From Melbourne di Maton è costruita con pezzi di teatri austr...
Vuoi fare l’influencer? Spiacente: YouTube non paga
Lo streaming funziona, se sai cosa vendi
Non farti fregare: impara a leggere i numeri dei social
Le telecamere di The Scene al Grand Ole Opry
Il rock è reazionario
A Sanremo ha vinto il rock: e giù tutti a indignarsi
Una foto svela per errore la prima Silver Sky SE?
Steve Vai infortunato per “un accordo bizzarro"
Shure stravince al Music & Sound
La collezione di Tommy Emmanuel in vendita per beneficenza
Spotify: il brevetto “ascolta” il tuo stato d'animo
Bruce Springsteen: Jeep ritira lo spot pubblicitario dopo la notizia d...
Chick Corea è morto
USA: fermate chitarre false per quasi 160mila dollari




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964