DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
"How To Comp", studio sull'accompagnamento jazz
di [user #17404] - pubblicato il

“How To Comp” è un testo dedicato ad un argomento tanto prezioso quanto specifico ed erroneamente sottovalutato: accompagnare e sorreggere, ritmicamente e armonicamente, un solista mentre esegue o improvvisa un assolo. Il contesto stilistico a cui si rivolge questo manuale è espressamente quello jazzistico mentre il suo valore aggiunto è l’autorevolezza di cui gode in questo ambito l’autore, Hal Crook.


Crook, infatti è un trombonista jazz (strumentista che per sua natura ha una propensione solistica) ma anche compositore, pianista e didatta. Soprattutto però, Hal Crook è autore di “How To Improvise” testo considerato di riferimento per il solismo jazz. Quindi, elemento peculiare di questo libro è arrivare da un musicista e insegnante che conosce profondamente la dimensione del solismo e – proprio su questa base solida – è consapevole che gli sforzi, le intuizioni e il valore di un assolo saranno vanificati da un accompagnamento non altrettanto strutturato e consapevole. “How To Comp” non si rivolge a una categoria esclusiva di strumentisti. A patto che il livello dello studente che decide di seguire questo testo sia buono (da intermedio ad avanzato), il libro mette a fuoco un percorso di studio per la padronanza dell’accompagnamento che gioverà anche a bassisti, batteristi e strumentisti a fiato pur, ovviamente, incoraggiando soprattutto la pratica di strumenti armonici come chitarra, piano e anche vibrafono.



Quello che poi va rimarcato è come questo testo nobiliti il valore dell’accompagnamento la cui valenza va ben oltre il supportare l’attività del solista: accompagnando si possono mettere in gioco ed evidenziare abilità creative ed improvvisative che trasformano il musicista che accompagna come l’autore di un “assolo secondario” che vive proprio dell’interazione tra solista e chi lo sorregge ritmicamente ed armonicamente. Lo scopo di un accompagnamento efficace (in cui devono convivere – ancora - elementi di armonia, melodia e ritmo) e di essere efficace e creativo quanto dovrebbe essere un assolo. E, in quest’ottica virtuosa di scopo musicale non secondario, un accompagnamento sarà veramente riuscito solo se presuppone un lavoro di squadra dove l’ensemble musicale valorizzare in tutti modi gli sforzi del solista. Spiega magistralmente l’autore descrivendo l’interazione tra il solista e chi lo accompagna: “esiste così un rapporto dipendenza reciproca che richiede consapevolezza, accettazione e obbedienza di tutti coloro che sono coinvolti.” “How To Comp” si apprezza per le spiegazioni precise e la presenza di esercizi pratici e spendibili poi nell’attività musicale quotidiana e reale. Il tutto supportato da esempi musicali registrali e tre tracce di base e routine di pratica quotidiana.
Tra i tanti argomenti trattati, ricchissima la sezione dedicata allo studio dei Voicing e di straordinario interesse tutta la sezione dedicata all’interazione: quella tra i musicisti della sezione ritmica; e quella tra la sezione ritmica con il solista primario.
"How To Comp" è edito da Volontè&Co.

"How To Comp", studio sull'accompagnamento jazz
hal crook libri volonté&co
Link utili
"How To Comp" sul sito di Volontà&Co
Mostra commenti     0
Altro da leggere
Ear Training: che cos'è?
La classica incontra il pop con 50 studi di Maurizio Colonna
Il groove interiore: quello che ti fa sorridere mentre suoni
Cambiare il mood di una melodia
In Between: intervista a Phil Mer
La storia della Stratocaster: il mio contributo
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964