CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS STORE
Le mani furiose di  Andy Martongelli
Le mani furiose di Andy Martongelli
di [user #116] - pubblicato il

E' un buon momento per Andy Martongelli il metallaro più verace della scena chitarristica italiana. Un endorsment nuovo di zecca con Ibanez, un disco in uscita con la sua band, gli Arthemis e un nuovo video solista che sembra fare da apripista a un secondo lavoro strumentale. Proprio questo video ci ha offerto il pretesto per una chiacchierata su strumentazione, produzione della propria musica e progetti futuri.
Come dobbiamo intendere questo video "Hands of Fury"? E' un'anticipazione su un nuovo lavoro solista in cantiere?
Sí, certamente. Il mio primo album solista "Spiral Motion" è uscito nel Dicembre 2014 e mi ha dato veramente un sacco di soddisfazioni: dal tour con Marty Friedman a quello con Ola Englund; concerti e clinics in apertura a Guthrie Govan, jam con Steve Vai, Michael Angelo Batio, Paul Gilbert, le esibizioni al Namm Show SHG e moltre altre esperienze nel mondo assieme a un sacco di miei idoli.
È arrivato il momento di scrivere il suo successore e sarà veramente una grande sfida ma, allo stesso tempo, un'altra ottima occasione per esprimermi a pieno senza vincoli di nessun tipo o genere musicale che, tra l'altro, è proprio il fascino della Musica strumentale. Come dico sempre, con la chitarra non puoi mentire, esce tutto quello che hai dentro ed è uno strumento legato allo stato d'animo, al cuore, alla mente: è qualcosa di imprevedibile e allo stesso tempo emozionante; qualcosa che ti spinge verso nuovi orizzonti musicali ogni volta che la prendi in mano. 

Sei in uscita anche con un nuovo disco degli Arthemis? Ci antipici qualcosa?
Il nuovo album degli Arthemis si intitola "Blood-Fury-Domination" ed uscirà in tutto il mondo il 7 Aprile per Scarlet Records. È un disco molto importante per la nostra carriera Musicale. Torneremo ancora in Giappone in tour, Gran Bretagna, Europa e saremo presenti a un sacco di festival. 
Portare on the road la tua musica è sempre emozionante e ti da una carica enorme: Let's rock!

Le mani furiose di  Andy Martongelli

Il tuo chitarrismo ma anche il tuo approccio al songwriting, al suono e al fraseggio cambiano tra le tue cose da solista e l'attività con la band?
Direi di no. Semmai cambiano gli spazi riservati al solismo. Diciamo che negli Arthemis la maggior parte delle song sono composte da riff e lo spazio per la chitarra lead è minore rispetto ad un disco strumentale dove il ruolo di cantante è affidato proprio a lei.

Una bella responsabilità lasciare questo ruolo a una chitarra per un disco intero...
Infatti, è un elemento non da poco! Proprio per questorealizzare un disco strumentale per chitarra mette in gioco molteplici aspetti musicali che comportano un sacco di preparazione, precisione, attitudine e dedizione a ciò che suoni e che scrivi.

E un consiglio, suggerimento che daresti per riuscire a farlo al meglio?
È importante scrivere se si  è realmente ispirati. E poi l'approccio deve sempre  essere istintivo al massimo:col fine unico di arrivare diretto, senza fronzoli. Love it or leave it! 

Torniamo al video: ci descrivi la strumentazione impiegata i?
La mia fidata Ibanez Prestige con Pickups EMG 81-85 red e SPC system, accordata 1 tono sotto, preparata per la distruzione dai miei Guitar Tech di fiducia Fabio Gobbi & Michele Migi, corde D'Addario NYXL 010-052, Amplificatore Laney IronHeart  120w, cavi Planet Waves, Zoom G3XN, Laney Ironheart IRT-X. Questa combinazione mi permette di essere versatile, potente ma non ultra compresso; il suono è molto definito ed intellegibile (per me è fondamentale che si senta tutto, ciò che le dita stanno suonando). E' frutto di uno studio ben preciso, di una necessità da parte mia di ottenere più sfumature possibile anche con un suono hi-gain.

Le mani furiose di  Andy Martongelli

Sfoggi una pedaliera dalla quale estrai dei suoni di synth particolari. Che cos'è?
E' la nuova arrivata in casa Zoom, la mitica Zoom G3XN, già entrata a far parte del mio setup live e in studio. Da anni Zoom mi regala grandi soddisfazioni sui grandi palchi di festival come Download, Hellfest, Bloodstock, Gods Of Metal, Wacken Open Air, ai locali, ai club ed in studio di registrazione. Un vero e proprio gioiello, spettacolare per dimensione, suono e semplicità, immediatezza di utilizzo.

La distorsione proviene da lì o dalla testata?
Spesso la distorsione proviene dalla testata ma molte volte, specialmente nelle situazioni in cui non si riesce ad avere tempo a sufficienza per un sound-check vero e proprio (nei festival enormi la maggior parte delle volte) mi affido alla distorsione della pedaliera ( Zoom G5N & Zoom G3XN ) nel canale clean della mia Laney IronHeart ed il suono è incredibilmente epico. Chi l'ha sentito in fase live è rimasto sbalordito hehehe

Che altri progetti hai in ballo per il 2017?
Di sicuro moltissimi concerti e guitar clinic. Sarà un anno on the road e pieno di eventi speciali che ancora non posso rivelare ma che presto verranno annuciati. It's time to Rock! 



Tutte le foto sono di Annalisa Russo.
andrea martongelli interviste
Link utili
Il sito di Andrea Martongelli
Mostra commenti     1
Altro da leggere
Gus G: "Shred estremo per pentatoniche estreme"
Michael Angelo: ecco il segreto della plettrata
Michael Angelo: paura e delirio in alternata
Metallaro a testa alta
Sliding Doors: Andrea Martongelli
Michael Angelo: la mia storia con lo sweep
Gus G a tutto metal con Andy Martongelli
Marty Friedman: un arpeggio di Maj7
Marty Friedman: un piccolo fraseggio in frigio maggiore
Bruce Bouillet: un tapping da leoni
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
GIBSON Les Paul Classic Premium Plus - CherrySunburst TOP AAA
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Seguici anche su:
Altro da leggere
Come dev'essere la TUA chitarra?
Trent’anni di vintage, usato e novità: le sale di SHG 2022
Raccontami il tuo SHG, io ti racconto il mio
Versatilità e dubbi: l'ampli definitivo?
Amplificatori: abbiamo incasinato tutto?
SHG 2022 Vintage Vault: Isle Of Tone
Dubbi esistenziali: la chitarra più versatile?
Brian May e i Queen su Radiofreccia
Usato? Siete fuori di testa!
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964