VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Perché Dave Grohl è l’eroe positivo del rock
Perché Dave Grohl è l’eroe positivo del rock
di [user #17844] - pubblicato il

Non sopporta le risse ai concerti, educa tre figlie ed è stato avvistato mentre cucinava per 500 senzatetto. Ecco perché Dave Grohl è “la” rockstar.
L’immaginario generale vuole che le rockstar siano estreme, sopra le righe, spudorate. Esiste però chi riempie gli stadi da quasi trent’anni ma di sé dice “se ti riferisci a te stesso come una rockstar, vuol dire che non lo sei”.
Dave Grohl è cresciuto nelle piccole formazioni hardcore di band emergenti, ha conosciuto il successo con i Nirvana e da giovanissimo si è visto proiettato nello star system, vivendo infine una storia tragica. Ma è riuscito a non lasciarsi fagocitare da tutto ciò ed è tornato in prima linea, stavolta come frontman, mettendo i piedi uno dei progetti musicali di maggior successo del rock contemporaneo: i Foo Fighters.

La sua carriera è da subito quella di una rockstar atipica. Chi ha a che fare con lui ne riconosce l’estro, sa quanto sia sboccato ed eccentrico, ma chiunque ne parla come di una persona buona, gentile, tanto che si è guadagnato la reputazione di “nicest guy in rock”, letteralmente “il tizio più gentile del rock”.



Dave Grohl è oggi uno dei musicisti più prolifici (e benestanti) in circolazione, ma è anche un cinquantenne padre di famiglia, apprezzato dai collaboratori per i suoi modi cortesi e noto per i suoi contributi a numerose iniziative caritatevoli.
Con un giro d’affari stimato di circa 300 milioni di dollari, Dave è il terzo batterista più ricco in assoluto (dopo Phil Collins e Ringo Starr). Non si fa mancare hobby costosi come collezionare chitarre e automobili, ma una buona fetta dei suoi guadagni va dritta in beneficenza. Da parte sua si riportano contributi a svariati enti, per lo più rivolti all’infanzia ma anche alla cura per il cancro, supporto per AIDS, autismo e varie iniziative sociali.

Perché Dave Grohl è l’eroe positivo del rock

A differenza di quello che sembra essere il trend per le altre star - ma anche per chiunque decida di fare del bene nel suo piccolo, con i social sempre pronti ad amplificare ogni gesto - niente di tutto ciò viene sbandierato. Tutto, dalle grandi donazioni fino ai piccoli atti di umanità quotidiana, accade lontano dagli obiettivi, le informazioni arrivano sempre da fan e testimoni, mai da fonti ufficiali.

Come tempo fa un fan raccontava a The Guardian, insieme alla sorella affetta da paralisi celebrale.
Dopo un concerto dei Foo Fighters, Dave riconosce la ragazza dalle foto che aveva mandato alla band, mentre ballava sulla loro musica. Un forte abbraccio, ci resta a chiacchierare per 20 minuti buoni.
È il periodo in cui Dave si esibisce anche insieme ai Queen Of The Stone Age, e qualche settimana dopo i due fratelli sono anche a uno dei loro concerti. L’artista li riconosce di nuovo e, a fine concerto, li invita a unirsi a loro durante lo shooting video in programma per il giorno successivo.
Sciocchezze che però - i fan lo sanno - vogliono dire tantissimo.

Grohl riesce a essere epico lontano dalle telecamere quanto sul palco, nella maniera schietta e genuina che lo contraddistingue.
I suoi concerti sono una carica di energia, ma non sopporta gli attaccabrighe. 



Nel 2015 si frattura una gamba cadendo dal palco, ma non vuole deludere i fan. Dopo una breve interruzione riesce a portare a termine il concerto, seduto su una sedia e con i paramedici ad assisterlo.
Non cancella nemmeno il tour e, mentre è in ospedale, progetta un folle trono semovibile circondato di chitarre per tornare a esibirsi il prima possibile. Dave racconterà che quell’idea è stata forse il frutto dei pesanti antidolorifici somministratigli, fatto sta che la struttura viene realizzata sul serio e l’artista torna sul palco in men che non si dica.

Nel 2018 esce il suo documentario “Play”, e appena più tardi gli strumenti protagonisti della pellicola vanno all’asta per beneficenza, con la collaborazione dei rispettivi marchi produttori.

Durante la pandemia si è speso a supporto degli insegnanti con il podcast “In Defense of Our Teachers”.

L’ultima solo pochi giorni fa: un’improvvisata nel cuore di Los Angeles dove diverse fonti riportano che Dave ha preparato carne al barbecue per 16 ore servendo circa 500 pasti ai senzatetto, tutto di tasca sua.
Quella per la carne alla brace è una passione scoperta durante la convalescenza dall’incidente del 2015, quando il bassista della band Nate Mendel gli regala un barbecue/affumicatore Big Green Egg.

Perché Dave Grohl è l’eroe positivo del rock

A riportare la storia è Greta Ancheta, dell’associazione Hope The Mission impiegata nella campagna “All in for Housing” rivolta a fornire rifugio per i senzatetto a Los Angeles, durante una delle tempeste più dure che la città abbia vissuto da un pezzo.
Dave arriva sul posto alle 3 del pomeriggio con il suo affumicatore e appronta il tutto, ma è un perfezionista, e la carne va sulla brace solo intorno a mezzanotte, perché deve marinare per bene.
E non è nemmeno la prima volta, perché già nel 2018 aveva cucinato per ben 36 ore in favore della banca alimentare di Los Angeles.
La cosa viene fuori solo qualche ora più tardi grazie ad alcune foto scattate dai fan e un breve video concesso a Rowan Vansleve e Ken Craft, CFO e CEO dell’associazione.

Ed ecco perché Dave Grohl è il tizio più gentile del rock.
curiosità dave grohl musica e lavoro
Link utili
Dave Grohl ricorda i suoi fan
Dave Grohl si esibisce su un trono di chitarre
Gli strumenti di Play in vendita per beneficenza
Il podcast In Defense of Our Teachers
Il video su Instagram
Nascondi commenti     39
Loggati per commentare

di MM [user #34535]
commento del 02/03/2023 ore 14:28:49
Lui è un grande, senza dubbio.
Onore al merito, alle sue inziative e alla loro musica.
Rispondi
di theoneknownasdaniel [user #39186]
commento del 02/03/2023 ore 14:36:12
E' uno dei miei idoli dal 1992, spacca sul palco, vive tragedie enormi, soffre, si rialza e va avanti nonostante tutto, sempre con il sorriso sulle labbra e la leggerezza di chi sa di essere nel giusto, senza montarsi la testa.
Spero che molti possano seguire il suo esempio positivo, sono queste le notizie che fanno diventare il cuore grande.
Rispondi
di GigioBigio [user #60117]
commento del 02/03/2023 ore 14:47:51
Ragazzi, questo a 15 anni girava il mondo, suonando e dormendo nei peggiori (si fa per dire, migliori da tanti punti di vista) centri sociali di tutto il mondo. Due cose impari in quelle situazioni (se non sei un str***o di tuo), l'umiltà e la solidarietà. A 23 anni era già una celebrità in tutto il mondo, ma la gavetta, quella vera, se l'era fatta. Rimane una straordinaria persona, oltre ad essere un eccellente batterista. Come songwriter, chitarrista, cantante preferisco stendere un velo pietoso (per i me i FF sono il peggio che il rock mainstream possa essere).
Rispondi
di tittis [user #28285]
commento del 02/03/2023 ore 18:41:37
al 200%
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 03/03/2023 ore 08:17:40
Addirittura il peggio?... sapessi io fare quello che fa lui...
Rispondi
di GigioBigio [user #60117]
commento del 03/03/2023 ore 17:01:42
Io l'ho adorato con Scream, Nirvana e Queens of the Stone Age. I Foo Fighters boh, mi sembrano musica da Virgin Radio, quel tipo di produzione dove sai già cosa aspettarti e nulla ti sorprende davvero, però sono gusti personali.
Rispondi
di ljdg [user #9916]
commento del 03/03/2023 ore 17:22:11
Sicuramente non siamo davanti all'innovazione fatta musica, ma fanno belle canzoni, sanno intrattenere il pubblico alla grande e i loro album sono sempre ben scritto, ben arrangiati e ben suonati. E The colour and the shape è bellissimo!
Rispondi
di geps [user #37612]
commento del 03/03/2023 ore 09:39:21
boh, possono non piacere, ma una canzone come Everlong è di quelle che vorrebbero aver scritto tutti almeno una volta nella vita
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 03/03/2023 ore 11:15:50
Ma mica solo quella...
Rispondi
di Midas77 [user #49614]
commento del 03/03/2023 ore 10:19:19
Grohl è il classico satanista sotto mentite spoglie. Musicalmente niente da dire. Ha scritto grandi successi.
Da un punto di vista mediatico spesso e volentieri cita il satanismo nei suoi video e/o testi. Certo, come sempre sarà per motivi di spettacolo. Però visto che tutti qui pare lo conosciate ("è una bravissima persona") mi domando: ma se sei una bellissima persona, con una bellissima famiglia e servi da mangiare ai poveri hai davvero la necessità di riferirti al demonio per esprimere dei concetti nei tuoi video? . La risposta è Sí se sei un satanista come l'80% degli artisti anglo americani. Vedi l'ultima esibizione di Sam Smith ai Grammy Award... un vero rito satanico in piena regola.
Oppure il tenero e romantico Ed Sheran che nel video "Bad Habits" impersonifica un demone che mangia carne umana... Ehhhh ma sono tutte bravissime persone: nel tempo libero volontari della Croce Rossa e, quando al lavoro, fra le mille idee possibili decidono, fatalità, di dedicare del tempo a produrre spazzatura satanista in mezzo ovviamente ad altri contenuti che non li espongano troppo. Quindi satanisti di certo, ma con misura.
Una tantum diciamo.
Rispondi
di Otanello [user #34562]
commento del 03/03/2023 ore 12:26:29
Momento, cioè tu credi davvero che lo showbiz nasconda (in manierà più o meno velata) messaggi satanisti? Cioè, tipo veri adoratori del diavolo?
Rispondi
di Ampless utente non più registrato
commento del 03/03/2023 ore 12:40:40
Come non lo sapevi?
é chiaro sono satanisti tutti quelli che nmettono l'adesivo della falce e martello sui trasformatori, ahahahah:)
Rispondi
di Otanello [user #34562]
commento del 03/03/2023 ore 12:46:53
Touché xD
Rispondi
di Midas77 [user #49614]
commento del 03/03/2023 ore 13:11:30
Guarda colgo ovviamente nel tuo messaggio voglia di velata polemica. Mi occupo da 20 anni del fenomeno del simbolismo nella musica e non ci sono dubbi che una buona fetta di artisti anglo/americani e non solo siano satanisti. Se poi vuoi fare dell'ironia spiccia sul fenomeno in stile "complottista/no vax" fai pure no problem. Se non conosci un argomento, come probabilmente in questo caso, magari prima di esprimere giudizi ti informi e poi ci si può confrontare. Il fenomeno è reale e ci sono artisti dichiaratamente satanisti. Di sicuro non leggerai certi approfondimenti qui su Accordo.
Rispondi
di ljdg [user #9916]
commento del 03/03/2023 ore 13:46:53
@Midas77... Ti occupi del fenomeno da 20 anni non risponde a nessuna domanda: potresti aver tranquillamente letto e scritto cazzate per 20 anni. Ti ricordo che c'è gente che parla di terrapiattismo da anni e ha anche un seguito... Di boccaloni pronti a credere a qualunque cosa è pieno il mondo, guarda. Se parti dal presupposto "devo trovare (leggi bene, trovare, non cercare) dove si nascondono messaggi satanici", beh, qualunque espressione artistica/folcloristica potrebbe essere un segno del demonio e dei suoi adoratori. Anche il decotto di mele che nonna mi preparava da bambino per curare l'asma (inutile m buonissimo).
Rispondi
di Midas77 [user #49614]
commento del 03/03/2023 ore 13:54:12
Va bene. Hai ragione tu. Come immaginavo vuoi imporre il tuo punto di vista. Io non ti ho detto di credere a quello che dico. Magari l'atteggiamento cazzaro è il tuo che credi evidentemente a tutto quello che deve essere per forza catalogato come "regolare".Ti lascio nella tua regolarità.
Il mondo è bello e sono tutti bravi. Lo dice la TV.
Rispondi
di ljdg [user #9916]
commento del 03/03/2023 ore 15:21:49
Ho detto che tutto deve essere catalogato come "regolare"? E quando mai? Ma tirare in ballo il satanismo in un articolo in cui si parla di Dave Grohl che cucina bistecche per dei senzatetto mi sembra quantomeno da fanatici... Nulla di diverso da un terrapiattista che commenta un articolo sulle foto dalla stazione spaziale internazionale. Il satanismo è un fenomeno da attenzionare... Ma dire "satanista come l'80% degli artisti anglo americani" fa crollare automaticamente ogni minima credibilità di ogni tuo discorso.
Rispondi
di pg667 [user #40129]
commento del 04/03/2023 ore 18:07:37
si, porò non hai risposto alla domanda di ljdg: 20 anni che te ne occupi come?

anche perché facendo 2 conti 20 anni coincidono con l'avvento a portata di tutti di internet, quindi mi viene da pensare che sono 20 anni che leggi cazzate complottare su internet e ci credi.

ah, anche io sono anni che "mi occupo del fenomeno", e molti di più di 20...
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 03/03/2023 ore 15:03:4
Che il fenomeno del satanismo esista, non vi è il minimo dubbio, se ne vedono espressioni ovunque, anche in italia. Anche che vi siano artisti dichiaratamente satanisti.
Da qui a dire che Grohl sia satanista, ne passa.
Rispondi
di ljdg [user #9916]
commento del 03/03/2023 ore 15:17:44
Ma non nego l'esistenza del fenomeno, anche in certi ambieti. Semplicemente, richiamare il satanismo in un articolo in cui si parla di Dave Grohl che cucina bistecche per dei senzatetto mi sembra veramente una cosa da fanatici... Tutto qua.
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 03/03/2023 ore 15:22:25
Sicuramente, unirti a dei volontari che preparano cibo per delle persone senzatetto, oppure difendere gli insegnanti durante una pandemia, sono gesti molto più evangelici che satanici.
Rispondi
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 07/03/2023 ore 11:54:07
92 minuti di applausi
Rispondi
di Otanello [user #34562]
commento del 03/03/2023 ore 14:15:21
Boh, sarà che mi son laureato con una tesi in filosofia delle religioni, però hey, tu "te ne occupi" da 20 anni, quindi son sicuramente io che mi sbaglio.
Nessuno fa polemica comunque, puoi continuare a credere al demonio e al satanismo occulto o a folletti e krampus, nessuno viene certi a dirti che sbagli.
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 03/03/2023 ore 15:41:5
Non intendo rispondere per Midas77, che non conosco, però ci sono fenomeni folcloristici, legati alla tradizione pagana, che nulla hanno a che vedere col satanismo, che esiste, puoi starne certo.
Esistono fenomeni di manipolazione dell'animo delle persone, molto evidenti e altri molto più occulti, o "di nicchia".
Uno molto evidente l'abbiamo avuto nel secolo scorso ad opera di un famoso tedesco coi baffetti, e altri di fazione opposta, che possono sembrare fatti di origine politica, ma hanno certamente a che fare col demonio.
E ce ne sono tanti altri molto underground, che non si conoscono, ogni tanto ne parla la cronaca, ma solo quando ci scappa un morto. Il famoso Aleister Crowley, non era proprio un soggettino raccomandabile.
Poi ripeto, tirarlo fuori in questo articolo...
Rispondi
di Otanello [user #34562]
commento del 03/03/2023 ore 15:50:59
Nessuno nega che esistano.
Farne un discorso di dietrologia e metterlo qui è altra roba.
Crederci, poi, è ancora altro.
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 03/03/2023 ore 15:52:29
Certamente, concordo.
(... ci sono satanisti che ci credono molto)
Rispondi
di Ampless utente non più registrato
commento del 07/03/2023 ore 10:07:05
L'argomento in sé è interessante..
Il problema per me non è se dubitare o credere, anche perché io non seguo il fenomeno ma di libri su quelle tematiche da semplice curioso ne ho letti a decine, il problema per me è che questo non è né il post, né la sede più adatta a parlare e a trattare questo argomento,
io ad esempio non trovo particolarmente interessante il satanismo legato ai simboli utilizzati dalle band, anche perché spesso sono solo etichette appiccicate solo perché si pensa che il rock sia la musica del diavolo, o perché si vuole far parlare di sé allora si mettono certi riferimenti,
io ho trovato interessanti i libri scritti da esorcisti dove si parla di messe nere, possessioni, esorcismi, le analogie che ci sono tra alcune malattie psichiatriche con le possessioni diaboliche, viste non solo dal punto di vista della chiesa ma viste anche dal punto di vista medico, poi ci sono tutti i fatti di omicidi legati al satanismo, interessanti poi sono anche i libri delle diverse religioni che parlano di satana, perché magari molti pensano che solo nel cristianesimo se ne parli, in realtà la figura di satana c'è in diverse religioni anche nell'islam, chiudo l'argomento perché avrò già fatto alzare le sopraciglia a molti, però a me piace da curioso leggere questi libri e continuerò a leggerne mantenendo sempre un certo distacco dal credere o dal dubitare nonostante ci siano tante testimonianze e tanti punti coerenti nei libri che ho letto su queste tematiche
Rispondi
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 03/03/2023 ore 17:32:5
Ma esattamente satanista che vuol dire? A quale corrente del satanismo apparterrebbe?
Rispondi
di BizBaz [user #48536]
commento del 03/03/2023 ore 17:43:59
Sì certo i Santanisti esistono, come no. Ma da qui a dire che sono l'80% degli artisti angloamericani ce ne corre, perché ci saranno pure gli Hendrixisti (che suonano coi denti), i Claptonisti (che rubacchiano qua e là dagli altri musicisti), i Gibbonisti (con le barbe lunghe e cappelli strani), i Frusciantisti (che entrano ed escono dai gruppi come le porte girevoli) ecc. ecc.
Rispondi
di teppaz [user #39756]
commento del 03/03/2023 ore 17:50:09
"SaNtanisti" ...spettacolare!!!!
Rispondi
di BizBaz [user #48536]
commento del 04/03/2023 ore 09:11:48
Ridiamoci su va' sennò mi viene da piangere
Rispondi
di Shoreline [user #20926]
commento del 04/03/2023 ore 22:28:19
Credo che il tuo sia un punto di vista veramente curioso..mi fa quasi un po' paura pensare che c'è chi la pensa come te su uno come Dave Grohl..della serie vediamo il negativo dove non esiste..bho..
Rispondi
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 05/03/2023 ore 08:35:31
Una breve opinione e la chiudo qui: il fatto che tu dichiari che musicalmente non ha niente da dire e non lo scrivi come se fosse una tua opinione ma come se fosse la verità assoluta mi fa dubitare fortemente sull'attendibilità di tutto il pippone satanista che descrivi.
Le chiacchere stanno a zero, contano i fatti ed i fatti dicono che una rockstar da 300milioni di dollari dedica buona parte del suo tempo libero e delle sue risorse per fare del bene, se fosse un satanista allora vorrei che ci fossero più satanisti come lui....stammi bene.
Rispondi
di Guycho [user #2802]
commento del 07/03/2023 ore 17:30:32
A parte che tutte le rockstar "sataniste" di cui parli, non hanno mai fatto del male ad una mosca. A parte che Sheeran, nel video, non è il demonio che mangia carne umana ma impersona un vampiro, come fanno migliaia di attori da sempre.

A parte tutto.....ma davvero stai messo così?

p.s. a seguire ho visto, che sei pure no-vax etc...(qa)non ti manca niente!
Rispondi
di Otanello [user #34562]
commento del 16/03/2023 ore 12:01:33
Ha il pacchetto completo purtroppo.
Rispondi
di FenderStratoFender [user #29391]
commento del 03/03/2023 ore 10:31:29
Positivo sicuramente, soprattutto se paragonato ai mitomani che arrivano dai social. Però a ben vedere anche fare il filantropo ecumenico sempre e comunque è una forma di narcisismo spinto. Cioè è evidente che quello è diventato il suo brand e lui gode come un pazzo e ci guadagna.
Rispondi
di Ampless utente non più registrato
commento del 03/03/2023 ore 11:23:40
Io nel 2021 lessi il suo libro The Story Teller..
Leggendo quel libro ho trovato una persona umile, sensibile, determinata, con un forte legame verso la madre e verso le sue figlie, non ci sono riferimenti a mia memoria, a nessuna opera di beneficenza o di atti satanici, poi ognuno vede le cose giustamente come crede, non mi metto a giudicare né lui né la sua musica, sicuramente è un personaggio che buca lo schermo e che ha avuto da dire anche la sua nel mondo della musica, 30 anni e passa di carriera dicono già molto, almeno per me.
Rispondi
di maccarons [user #20216]
commento del 03/03/2023 ore 21:57:3
Non c'entra nulla con il post ma da vecchio Accordiano faccio un enorme fatica a seguire Tizio che risponde a Caio che a sua volta ririsponde a Pippo che non è d'accordo con Caio... che confusione, una volta si capiva chi scriveva e chi rispondeva a chi. Vabbè scusate sarà la vecchiaia.
P. s. : chissà cosa avrebbe detto il buon Glen.
Rispondi
di Francescod [user #48583]
commento del 07/03/2023 ore 07:52:12
No, dai, abbiate pietà della nostra intelligenza e finitela di stare appresso alle farneticazioni di un fanatico.
Io sono cristiano, molto cristiano, quindi non è che non creda a certi temi. Però qui è come sparare alla Croce rossa: uno che parte a razzo con le allucinazioni in occasione di un articolo che parla di Grohl non può meritare tutta questa attenzione. Che si torni a parlare di Grohl e della sua musica, se ci piace o no.
Per il resto, è ovvio che nel rock trovi tutto quello che vuoi cercare. Potrebbe venire qui qualcuno a dire: "hey, ragazzi, avete visto quanti riferimenti ci sono all'amore fraterno e al vivere in pace con gli altri nei testi e nelle interviste? Loro non lo dichiarano, ma sono tutti cristiani sotto sotto!". Così come potremmo trovare riferimenti per far avvalorare la tesi che tantissimi siano razzisti o omofobi o sciovinisti o maschilisti o nichilisti o maniaci sessuali o serial killer. E grazie al c...o! Parliamo di un genere musicale che è fatto di elementi più disparati che mai, perché è l'esaltazione della libertà. Senza contare che il tutto è ulteriormente spinto da un music business che non crede a nulla se non al successo, quindi fa di tutto per esaltare certi temi estremi non perché ci creda ma perché porta soldi, successo e popolarità. Ecco perché fa di tutto per inserire nelle copertine, nelle grafiche, certi simboli controversi. E gli artisti ci mettono del loro nei testi e nelle interviste, per divertirsi alle spalle degli scemi del villaggio e scandalizzarli. Perché? Perché sono i sacerdoti della Libertà, la vivono davvero in profondità più di tutti noi e molti di loro sono morti giovanissimi per averla vissuta all'estremo. Io già rido quando l'accusa viene rivolta agli Iron Maiden (cioè cinque o sei buontemponi da pub con le birre in mano), figuriamoci Dave Grohl, il Buono dell'ambiente rock.
Abbiate pietà, dai.
Rispondi
Altro da leggere
L’AI resuscita i morti e ammazza l’arte?
Stewmac ha uno degli ultimi palissandri brasiliani
Gibson saluta il CEO JC Curleigh: al suo posto il Brand President Cesar Gueikian
Marty Friedman: la chitarra distorta è nel DNA dei giapponesi
You are here: con Yamaha la musica porta ricchezza e colore
Soffro di GAS e non me ne vergogno
Articoli più letti
Seguici anche su:
Didattica
Alta formazione musicale
Simone Gianlorenzi: meraviglioso bipolarismo a sei corde
Chiantese, Malaman e Mancuso: laboratorio magico di Manuele Montesanti...
Alessandro Martini: una chitarra vintage nel Nu-disco
Pietro Quilichini: "Dischi che ti fanno alzare il sopracciglio"
"Manuale di Storia della Popular Music e Del Jazz" di Fabrizio Bascian...
Strumenti vecchi per musica nuova
Marty Friedman: due buone ragioni per iniziare a suonare la chitarra
Ottimizzare le registrazioni nel proprio home studio
"Fingerstyle Guitar Mastery" ma non solo quello




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964