SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Tutte le fortune a Thomas Raggi: il video con la Strat del 1954
Tutte le fortune a Thomas Raggi: il video con la Strat del 1954
di [user #17844] - pubblicato il

Il titolo è provocatorio, non c’è bisogno di specificarlo, ma è il tenore dei commenti che serpeggiano sul web quando il chitarrista dei Måneskin ha provato una Fender originale del ’54 da Normans Rare Guitars.
Un ragazzo fa visita a un grosso negozio specializzato in strumenti d’epoca, ma ricolmo anche di novità di mercato. Adocchia una chitarra in particolare: una Fender Stratocaster reissue del 1954, col tipico burst a due toni e manico interamente in acero. La prova rapidamente, gli piace, così il proprietario dello store decide di fargli una sorpresa e gli lascia provare un prezioso esemplare originale. Un momento emozionante per chiunque, se non fosse che tutto ciò è capitato al chitarrista dei Måneskin e c’era una telecamera a documentare la scena.
Una volta dato il clip in pasto al web, il solito teatrino di insofferenza si è scatenato sui social, ma solo nella fetta di lingua italiana, perché i commenti sotto il video pubblicato dal negozio - in inglese - sono di tutt’altro tenore.

Il fotogramma di apertura mostra un Thomas in posa da star, ma il personaggio si rompe in pochi secondi mostrando un ragazzo evidentemente emozionato per trovarsi in uno dei negozi più celebri degli USA, con una telecamera puntata in faccia.
Reissue alla mano, le prime note vibrate dal Super Reverb sono timide. Poi l’emozione al cospetto della ’54 originale. L’approccio è reverenziale, un po’ più disinvolto superato il primo impatto, esattamente come si vede fare in qualsiasi negozio di strumenti tra le mani di qualunque appassionato di musica, con la sola differenza che quella chitarra ha fatto la storia e quello che la sta strimpellando - piaccia o meno - sta vivendo un momento di gloria con la sua giovanissima band in giro per il mondo.
Infine è il momento della jam con Michael Lemmo in cui Raggi si riconferma non essere un virtuoso strettamente detto, ma dalla quale viene fuori decisamente a testa alta, regalando alcuni minuti godibilissimi insieme al collega.

Tutto molto bello, e i commenti anglofoni sotto il video alimentano le buone vibrazioni che un contenuto simile dovrebbe diffondere.
Diverso è il giudizio di chi commenta in lingua italiana sul post Instagram. C’è chi s’indigna, chi promette l’unfollow alla pagina per un’onta simile. Altro pubblico, altro approccio, che potrebbe stimolare più di una riflessione.


 
chitarre elettriche curiosità fender maneskin stratocaster thomas raggi
Link utili
Il post su Instagram
Mostra commenti     70
Altro da leggere
SE CE 24 Standard Satin: la PRS più accessibile
Phil X e l’accordatura “Bouzouki” che stravolge il tuo sound
Ritrovato dopo mezzo secolo lo Hofner Violin Bass di Paul McCartney
Sette corde, Evertune e venature nude per la Cort KX707
La SG diventa Supreme e Gibson la spiega in video
Come Gibson antichizza un’acustica
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones
Neural DSP Quad Cortex: troppo per quello che faccio?
Massa, sustain, tono e altri animali fantastici
Ho rifatto la Harley (Benton ST-57DG)
Il suono senza fama: per chi?
Rig senza ampli per gli amanti dell'analogico
Gibson, Fender e l'angolo della paletta "sbagliato"
Marshall VS-100: una (retro) recensione




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964