CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Aston Microphones Origin - Microfono a Condensatore
Aston Microphones Origin - Microfono a Condensatore
di [user #45705] - pubblicato il

Abbiamo avuto tra le mani il microfono a condensatore cardioide a diaframma largo Origin di Aston Microphones, uno dei primi prodotti del nuovo marchio inglese, che si sono distinti subito per il look inusuale e le opinioni positive suscitate tra gli addetti ai lavori. Non potevamo resistere nel provarlo!
Aston Microphones produce due microfoni a diaframma polare largo: Origin e Spirit. Non si tratta di due versioni multi e mono polare dello stesso microfono, anche se l'aspetto esteriore molto simile può farcelo credere. Spirit è il microfono multipolare (Cardioide, Omnidirezionale, Figura a 8) bilanciato a trasformatore, mentre Origin è cardioide con circuito trasformless. Riusciamo a distinguere Spirit da Origin per il corpo del microfono più alto, ma per il resto sono pressochè identici.

Diversi elementi rendono innovativo il design di questi due microfoni Aston, il primo tra tutti e più visibile è la griglia di protezione della capsula, composta da delle lamelle metalliche sagomate unite insieme quasi a formare una "molla" che avvolge la capsula. La particolarità di questa griglia di protezione è la sua resistenza ai colpi che la deformano momentaneamente, perchè può essere riposrtata alla sua posizione originale senza alcun danno!
Sotto la griglia di protezione è ben visibile il Pop Filter integrato, per proteggere la registrazione dalle plosive e da movimenti d'aria importanti.

Aston Microphones Origin - Microfono a Condensatore

Il corpo dei microfoni è composto da un unico blocco in materiale metallico non verniciato, in modo da non alterarsi nel tempo e all'estremità inferiore trova posto, a fianco alla connessione XLR, la vite di ancoraggio all'asta microfonica, in modo da non dover per forza utilizzare nessun supporto esterno.

Origin ha poi 2 switch alloggiati vicino alla capsula per attivare il Low Pass Filter interno con frequenza di taglio fissa a 80Hz e il Pad da 10dB di attenuazione.
La risposta in frequenza dichiarata dal costruttore va da 20Hz a 20kHz con una tolleranza di più e meno 3dB, mentre il rumore interno misura 18dB (A-Weighted).
Tutti i prodotti di Astone Microphones sono completamente costruiti in Inghilterra.

Il suono di Origin

Un'altra caratteristica dei prodotti di Aston Microphones è il progetto della capsula, creata in collaborazione con 33 mixing e recording engineer inglesi, che hanno scelto il sound dei microfoni che troviamo ora sul mercato attraverso una serie di blind test in cui è stata modificata sia la capsula che la circuitazione interna.
In questo troviamo l'approccio di Aston atipico, andando quindi a produrre quello che il mercato ha preferito piuttosto che imporre un suo prodotto.

Abbiamo utilizzato Origin in alcune sessioni di registrazione con chitarra acustica e voce, e lo abbiamo confrontato con diversi microfoni, sia nella sua fascia di prezzo che non. Siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla naturalezza e qualità del microfono: il suono catturato risulta sempre presente e ben a fuoco, le alte frequenze non sono mai harsh e le basse frequenze sono ben presenti ma mai esagerate. In particolare nella ripresa della voce, sfruttando l'effetto di prossimità, avvicinandoci progressivamente alla capsula abbiamo un graduale aumento delle basse frequenze che rendono la performance più intima e "calda" in modo molto piacevole. In caso vogliate eliminarle, il LPF è sempre molto efficace e non richiede un secondo intervento dopo il preamplificatore. Utile il Pop Filter integrato, ma abbiamo ottenuto dei risultati più appropriati utilizzando il nostro solito Pop Filter esterno.

Aston Microphones Origin - Microfono a Condensatore

Cambiando tipo di preamplificatore riusciamo a sentire il carattere diverso introdotto, ma continuiamo a riconoscere il suond di Origin, che rimane sempre molto "trasparente" e fedele alla sorgente. Il rigetto del suono proveniente dai lati e da dietro alla capsula è molto elevato e vedono Origin a suo agio anche in situazioni live grazie anche alla sua resistenza agli urti, e la grande resistenza alla pressione sonora (127dB) lo rendono adatto alla microfonazione di sorgenti percussive dal grande impatto sonoro come la batteria acustica.

Tiriamo le somme!

Oggi sul mercato ci sono veramente tanti prodotti tra cui scegliere, sia per chi cerca il suo primo microfono a condensatore professionale, sia per il sound engieneer più esigente che vuole aggiungere un nuovo colore al suo arsenale. Origin è sicuramente una scelta da tenere in conto per il suo sound naturale e mai aggressivo, sempre presente e rispettoso dello strumento o voce registrata. Il suo look poi che non passerà di certo inosservato nel vostro studio. Non sfigura davanti a nessun microfono che costa anche il doppio del suo street price e se odiate le alte frequenze taglienti di certi prodotti economici, non vi pentirete di certo della scelta. La decisione tra i due modelli Origin e Spirit non deve essere dettata dal budget o dalle esigenze perchè il carattere dei microfoni, seppur simile, rimane differente. Il consiglio è di provarli entrambi!

 
aston microphones origin
Link utili
Aston Microphones
Mostra commenti     4
Altro da leggere
Marshall Origin 20H: prime impressioni
Negrita con Aston Mics
Un carico di Marshall al Namm 2018
Arturia Origin Keyboard - Pillole di programmazione
Arturia Origin Keyboard
Seguici anche su:
News
La Strat interamente fatta di pastelli colorati
Guarda John Mayer presentare GarageBand per Apple nel 2004
Ascolta New Horizons: il nuovo singolo di Brian May
I temi chitarristici più caldi del 2018
Impara a suonare e a tenere il palco con Carlos Santana
Billy Gibbons suona Rudolph La Renna con il capitano Kirk
SHG Music Show Milano 2018 apre i battenti
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964