DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Connexion, il nuovo album di Peppino D'Agostino
Connexion, il nuovo album di Peppino D'Agostino
di [user #46004] - pubblicato il

Abbiamo avuto la possibilità di ascoltare in anteprima il nuovo lavoro del monumentale chitarrista italoamericano. Inoltre Peppino ha risposto in maniera molto esaustiva ad alcune domande che gli abbiamo posto riguardo al disco e ci ha regalato una trascrizione tratta da una delle tracce.

Domani, venerdì 3 aprile uscirà con grande gioia di tutti i fan della chitarra l'ultima fatica dell'instancabile fuoriclasse della sei corde acustica Peppino D'Agostino. All'interno delle note di copertina una frase recita «Una strumentalità che connette. Il processo di portare idee o eventi uniti nella memoria o nell'immaginazione». Questo è l'obiettivo ultimo di Connexion”, un album che spazia da omaggi a leggende quali Paco De Lucia ed Ennio Morricone (“High Planes Guitarra”), a sogni di balene che nuotano negli oceani profondi (“Beauty In The Abyss”), passando per virtuosistiche improvvisazioni estemporanee come in “Head Case”.

Connexion, il nuovo album di Peppino D'Agostino

Le dieci tracce che compongono il disco si presentano godibilissime all'ascolto, interpretate in maniera egregia dal nostro che vuole offrire un viaggio nel ritrarre musicalmente diverse emozioni.

Ospite d'eccezione del disco è Stef Burns, nome celeberrimo in suolo italico poiché da venticinque anni inossidabile chitarra solista di Vasco Rossi. È proprio del rocker di Zocca che viene interpretato un brano dai due, ovvero la ballad “Stammi Vicino”. Scritto originariamente nel 2011 da Burns e D'Agostino insieme al cantautore emiliano, questo arrangiamento strumentale offre un bilanciamento perfetto e quasi magico tra il mondo acustico ed elettrico senza che ci sia una chitarra predominante sull'altra. La melodia si intreccia tra i due strumenti regalandoci una versione davvero sorprendente.

Da brividi anche “Mara's Sleeping Song”, che acquista una dimensione più poetica in questa versione a due chitarre (Burns è ospite anche in questo brano) rispetto all'originale scritta dalla mandolinista Caterina Lichtenberg. Il risultato è eccezionale, uno dei migliori momenti del disco. Andando avanti nell'ascolto del disco quello che colpisce sempre di Peppino D'Agostino è la sua incredibile liricità, come nella struggente “Jenny's Goodbyes”, dove la linea melodica potrebbe essere facilmente intonata e fatta propria da un qualsiasi cantante, impreziosendola magari di un testo.

Una delle armi fondamentali nell'espressività di Peppino è certamente un uso intelligente delle accordature aperte, arte da lui padroneggiata ai massimi livelli. Voicing altrimenti impossibili con accordatura standard e bassi profondi e avvolgenti catturano inevitabilmente l'attenzione dell'ascoltatore e allo stesso tempo si discostano dal sound di gran parte dei chitarristi che fanno uso di accordature alternative per una maggiore ricerca armonica e una melodia fuori dal comune. Inoltre un'altra peculiarità è quella di usare le dinamiche in maniera sempre magistrale come accade nel brano “Liam's Song”, che alterna parti drammatiche e sussurrate ad altre suonate con impeto tramite accordi ribattuti che contribuiscono a una differenziazione di climax davvero coinvolgente.



Brani rilassati che ci portano in mondi lontani e che fanno nascere un sorriso sul nostro volto sono sicuramente “Dancing with Shadows”, che strizza l'occhio alle melodie doo wop e “Mexican Sunrises”, amorevole tributo alla più malinconica melodia messicana. Colpisce la consapevolezza di D'Agostino in questi brani nel restare essenziale nell'esposizione, senza manierismi di sorta, consentendo così all'ascoltatore di assaporare al massimo il nucleo della proposta musicale.

La traccia che maggiormente possiede un mood radicato nella country music invece è “Buster”, dedicata al compianto Buster B. Jones, incredibile chitarrista fingerstyle americano scomparso nel 2009.
In conclusione questo è un album consigliatissimo, Peppino D'Agostino ancora una volta riesce a regalarci un disco in grado di donare emozioni ed evocare immagini “connettendoci” al suo universo musicale.

Per ordinare una copia autografata.


 
chitarra connexion peppino d'agostino
Link utili
Il sito di Peppino D'Agostino
"Connexion" pre-order

Mostra commenti     0
Altro da leggere
Chitarra acustica: l'assolo di "To Be With You"
Tommy Emmanuel: armonici sull'acustica
Grazie all'acustica si apprezza la vera natura dell'elettrica
Acustica anche per elettrici
Dall'acustica alla Telecaster
Chitarra acustica & studio di registrazione
Chitarra acustica e batteria
Acustica: un'alternativa alla classica
Max Rosati Back Home, acustica al top
Sulle note di Dylan, un'ode all'acustica: lo strumento per tutti
La chitarra ritmica di Corrado Rustici con Zucchero
Corrado Rustici e i Cervello
Kit di montaggio con acustica
Esercizi per chitarra acustica
La chitarra solista di Corrado Rustici con Zucchero
"Solo una Sana e Consapevole Libidine": l'assolo di Corrado Rustici
Corrado Rustici e Peppino D'Agostino assieme per un disco sensazionale
Esempi dalle chitarre di Corrado Rustici e Peppino D'Agostino
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964