DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Lari Basilio spiega la sua signature LB1 su base Ibanez AZS
Lari Basilio spiega la sua signature LB1 su base Ibanez AZS
di [user #116] - pubblicato il

La prima signature basata sulla collezione AZS introdotta con il 2021 è quella di Lari Basilio, con pickup personalizzati e una configurazione elettronica del tutto originale.
Il catalogo 2021 di Ibanez si prospetta ricco di novità. Tra i modelli inediti spicca senza dubbio la LB1, chitarra signature di Lari Basilio sagomata sulla base della neonata gamma AZS.

Il body in frassino descrive una forma single-cut con tacco smussato e contour sia sul davanti sia sul retro per accogliere al meglio le forme del musicista. La finitura viola scelta da Lari è esaltata dall’adozione di un binding bianco intorno al top e dall’hardware dorato di ponte, controlli, pickup, meccaniche e viti per la tracolla.
L’appariscente acero birdseye trattato ad alte temperature con dot bianchi adoperato per il manico connota lo strumento con i suoi toni caramello che rendono l’insieme ancora più sfarzoso.
Lo shape è ovale a C, con 22 tasti jumbo in acciaio dai bordi smussati mediante trattamento Prestige su un raggio compound per accompagnare la mano nell’esecuzione di riff nelle prime posizioni fino a garantire la condizione ottimale per fraseggi moderni, tapping e ampi bending sui fret più alti.

Lari Basilio spiega la sua signature LB1 su base Ibanez AZS

L’elettronica della LB1 ruota tutta intorno al set di Seymour Duncan signature appositamente progettati per la chitarrista brasiliana. In configurazione HSS, i tre modelli sono passivi e basati su magneti alnico.
Avvitati direttamente nel legno dei rispettivi scassi, vedono un humbucker al ponte con cover in metallo, un single coil con poli a vista al centro e uno coperto in stile Telecaster al manico.

Il cablaggio è essenziale solo all’apparenza ma, sotto il cofano, cela una vasta scelta di sfumature timbriche. Le manopole sono quelle classiche di volume e tono master, con un selettore a cinque posizioni e, tra i potenziometri, un ulteriore controllo Alter Switch per accedere a combinazioni sonore aggiuntive.
Nello specifico, quando l’Alter Switch non è attivo, la chitarra richiama le classiche cinque posizioni di uno strumento a tre pickup, con l’humbucker splittato in quarta posizione insieme al pickup centrale.
Quando si attiva l’Alter Switch, la prima posizione somma in parallelo il pickup al manico e il centrale, la seconda somma in serie quello al manico e la bobina più esterna del pickup al ponte, la terza posizione attiva tutti e tre i pickup con centro e manico in parallelo tra loro, la quarta richiama la sola bobina più interna dell’humbucker e la quinta aziona il solo pickup al ponte.

Lari Basilio spiega la sua signature LB1 su base Ibanez AZS

Appena incassato nel suo vano sagomato sul top, il ponte Gotoh T1702B promette un’impronta moderna e reattiva, dalla buona stabilità nell’accordatura e dalle escursioni morbide e generose.
La tenuta è assicurata anche dall’abbinamento con meccaniche Gotoh Magnum Lock bloccanti, con alberelli ad altezza compensata e regolabile per gestire manualmente la tensione di ogni corda sul capotasto.



Sul sito Ibanez, la LB1 di Lari Basilio può essere vista a questo link.
chitarre elettriche ibanez lari basilio lb1 namm 2021 ultime dal mercato
Link utili
La LB1 di Lari Basilio sul sito Ibanez
Ibanez AZS su Accordo
Mostra commenti     7
Altro da leggere
Cloudburst: il riverbero ambientale più piccolo e creativo di Strymon
Il mito del Jazz Chorus in edizione limitata
PRS Swamp Ash Special: non sei tu, sono io
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Bare Knuckle e paletta Strat per la Jackson 7-corde di Josh Smith
Le Ibanez elettriche diventano ukulele (e fanno impazzire Paul Gilbert)
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964