DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
La Silverburst di Phil Sgrosso diventa una Charvel Pro-Mod
La Silverburst di Phil Sgrosso diventa una Charvel Pro-Mod
di [user #116] - pubblicato il

Avvitato a un battipenna in alluminio, il body So-Cal in finitura Silverburst ospita un solo pickup Fishman attivo, ma un potenziometro con push-pull rivela una flessibilità inattesa.
L’autunno 2022 di Charvel si rivolge al metal più duro con una So-Cal violenta, dalla suonabilità moderna e con uno stile aggressivo. Phil Sgrosso è protagonista di un progetto signature spartano nell’approccio, ma raffinato nei contenuti.

La Silverburst di Phil Sgrosso diventa una Charvel Pro-Mod

Chitarra ritmica negli As I Lay Dying, in tour con i Saosin e i Nails in qualità di chitarra solista, Phil Sgrosso richiede uno strumento duro nel sound quanto flessibile nelle sonorità, capace di prestarsi al lavoro di riffing puro senza però compromettere suono e suonabilità nei reparti solisti. Da tempo un affezionato utilizzatore di chitarre Charvel, collabora ora col marchio per portare la sua So-Cal al grande pubblico contando sulla qualità accessibile della gamma Pro-Mod, per la felicità di tutti i patiti del metalcore.

La Pro-Mod di Phil Sgrosso punta sul calore del mogano, per sagomare un body secondo le linee classiche della So-Cal Style 1 dando vita a una una super-Strat da manuale, che sul retro cela accorgimenti rivolti al comfort come un tacco smussato con viti fissate direttamente nel legno anziché sulla tipica placca e dei profondi contour a ridosso delle spalle mancanti per migliorare l’accesso ai registri più acuti.

La Silverburst di Phil Sgrosso diventa una Charvel Pro-Mod

Il manico è in acero con rinforzi in grafite, con finitura satinata a mano e completato da una tastiera in ebano con raggio compound da 12 a 16 pollici. I bordi smussati promettono una presa più agevole e sicura, mentre i 22 fret di tipo jumbo si prestano a uno stile moderno con intonazione e suono, offrendo al musicista l’estetica pulita dei piccoli dot disposti su un lato con segnatasti Luminlay lungo il bordo.

La signature di Sgrosso nasce con l’idea di generare un sound caldo e fermo, pensato per valorizzare il riffing quanto per fornire corpo alle parti soliste anche durante l’uso di distorsioni spinte, condizione in cui lo strumento promette gran definizione e intelligibilità grazie a un’elettronica attiva firmata Fishman.

Un solo humbucker Fluence Modern PRF-MHB-AB1 poggia sul battipenna in alluminio nero anodizzato. Non compaiono selettori né controlli di tono, ma un unico potenziometro per il volume al cui interno si cela un meccanismo di push-pull per muoversi tra i diversi voicing offerti dal trasduttore.

La Silverburst di Phil Sgrosso diventa una Charvel Pro-Mod

Il ponte Floyd Rose 1000 Series e il relativo bloccacorde al capotasto consentono escursioni estreme senza perdere un colpo. Sulla paletta, un grosso logo Charvel in stile “dentifricio” richiama le produzioni del Sol Levante a cavallo tra gli anni ’80 e i ’90, con un fascino retrò caro ai fan di vecchia data.
La Pro-Mod è però di produzione messicana, come si nota sul retro della paletta dove trova posto anche la firma dell’artista. Così permette di offrire al pubblico uno strumento dalla vocazione professionale, assemblato con materiali di prima scelta e con accorgimenti originali, per un prezzo aggressivo.

Sul sito Charvel, la signature di Phil Sgrosso per la collezione Pro-Mod è mostrata e raccontata nel dettaglio a questo link.
charvel chitarre elettriche phil sgrosso pro mod style 1 h fr e so-cal ultime dal mercato
Link utili
Phil Sgrosso signature sul sito Charvel
Mostra commenti     5
Altro da leggere
Fender ammicca al vintage giapponese con la Gold Foil Collection
Cabinet inedito e Celestion al neodimio per l’Orange Rockerverb più leggero che mai
La sottile inesistenza del vintage
Costruisci il tuo Korg Power Tube Reactor valvolare
Kramer SM-1 diventa figurata a prezzo budget
Amped 2: testiamo in anteprima l’amplificatore stomp Blackstar
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale
L’ultima Les Paul Greeny è ora della star Jason Momoa




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964