VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
La Les Paul Greeny sarà disponibile anche a prezzo umano
La Les Paul Greeny sarà disponibile anche a prezzo umano
di [user #116] - pubblicato il

Non sarà solo una serie limitata per collezionisti: la Les Paul del ’59 di Green, Moore e Hammett viene proposta anche dal dipartimento Gibson USA per i “comuni mortali”.
La notizia della replica da parte di Gibson della Greeny, la leggendaria Les Paul Standard del 1959 appartenuta a Peter Green, Gary Moore e ora in possesso di Kirk Hammett, ha generato clamore nella comunità di appassionati. Non solo perché si tratta di un modello estremamente distintivo e desiderato, ma anche perché la fine operazione a firma Custom Shop e Murphy Lab è arrivata con un prezzo sul cartellino importante: 19.999 dollari.
Se i collezionisti hanno incassato in colpo senza troppi problemi (l’esperienza d’acquisto con viaggio a Nashville dal costo di 50mila dollari è andata a ruba, risultando esaurita poche ore dopo la messa online della notizia da parte di Gibson), il chitarrista medio ha accolto l’informazione decisamente con minore entusiasmo. È quindi ben gradita l’idea di tornare a proporre, appena un mese più tardi, la Greeny anche per la gamma Gibson USA destinata alla grande distribuzione, spogliata degli elementi da collezione e stavolta offerta a una frazione del prezzo.

La Les Paul Greeny sarà disponibile anche a prezzo umano

Gli elementi cardine della Les Paul del 1959 e della “ricetta Greeny” ci sono tutti, a cominciare dall’elettronica con cui ottenere la peculiare sonorità dei pickup fuori fase, vero sound signature della celebre Standard con codice seriale 9 2208.

La Les Paul Greeny sarà disponibile anche a prezzo umano

Irrinunciabile è la combinazione di mogano e acero che, sul top della Greeny, è di grado AAA, avvolto in una finitura nitrocellulosa che ricalca il tono biondo dell’originale, lasciando bene in vista le fitte figurazioni sottostanti.
Il manico in mogano è sagomato in un profilo 50s Vintage, tondeggiante e abbondante nella sezione, abbinato a una tastiera in palissandro indiano con 22 tasti medium jumbo su un raggio da 12 pollici, intervallati da segnatasti trapezoidali. In cima, il capotasto GraphTech e le meccaniche Grover Rotomatics con chiavini Contemporary in metallo garantiscono tenuta d’accordatura, insieme con la scelta rodata di un ponte Tune-o-matic ABR-1.
Come da tradizione, un binding color crema corre tutto intorno al manico e al top.

Ciò che senza dubbio distingue maggiormente la Greeny è la particolare configurazione elettronica, per questo Gibson ci ha prestato particolare attenzione, disegnando due pickup Greenybucker per l’occasione e montando al contrario quello al manico con polarità invertita, per ottenere il caratteristico suono fuori fase nella posizione centrale.
A completare la configurazione sono due volumi, due toni e condensatori Orange Drop. Nel rispetto dell’estetica originale, le manopole sono Top Hats con puntatori alla base, due dorate, due color ambra.

La Greeny in versione USA arriva provvista di custodia rigida della serie Original e battipenna incluso, ma non montato di fabbrica.

La Les Paul Greeny sarà disponibile anche a prezzo umano

La Greeny di serie USA è frutto diretto della collaborazione con Kirk Hammett, avido collezionista di chitarre vintage e da qualche tempo anche artista ufficiale Gibson. L’edizione, visibile sul sito ufficiale a questo link, si attesta a una cifra di 3.199 dollari per il mercato statunitense, un prezzo certamente degno di nota ma solo di poco superiore rispetto alle Les Paul Standard ‘50s e ‘60s attualmente in catalogo e comunque in linea con altre edizioni speciali come la Victoria di Slash introdotta sul finire del 2020.
chitarre elettriche gibson greeny kirk hammett les paul ultime dal mercato
Link utili
La Greeny Custom Shop su Accordo
La Slash Victoria su Accordo
Kirk Hammett diventa endorser Gibson
La Greeny USA sul sito Gibson
Mostra commenti     7
Altro da leggere
PRS DGT 15: valvolare "per l'uomo comune" firmato David Grissom
La Epiphone Coronet diventa americana
BOSS Katana alla terza generazione
LPB-3: il booster EHX delle origini all’ennesima potenza
Gibson Les Paul R0 BOTB
Hot Chicken: pickup country hi-gain da Seymour Duncan
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964