CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Nathan East & Yamaha: massima libertà espressiva
Nathan East & Yamaha: massima libertà espressiva
di [user #116] - pubblicato il

Nathan East è uno dei bassisti più influenti del panorama mondiale e le sue linee di basso hanno attraversato la storia della musica: Eric Clapton, Elton John, Michael Jackson, Stevie Wonder, Joe Satriani, Sting, Quincy Jones, B.B. King, Toto sono solo alcune delle sue più celebri collaborazioni. Dai primi anni ’80 ha affidato il suo suono ai bassi Yamaha e il lungo sodalizio con il brand nipponico ha dato alla luce due modelli Signature, entrambi derivati dallo storico BB.

Il basso Yamaha BBNE2 è la versione attuale del modello signature di Nathan East, presentata venti anni fa esatti, nel 2001. Questo basso è caratterizzato da una costruzione neck-through con manico scala 34” in 5 strati di acero e mogano, tastiera in ebano da 24 tasti con radius da 600mm. Le modifiche rispetto al BBNE sono sostanziali e non sono solo di natura estetica.
Una piacevole curvatura della parte posteriore del corpo in ontano, dona allo strumento bilanciamento ed ergonomia, l’accesso alla parte acuta della tastiera è facilitato dal profilo della spalla inferiore e la suonabilità è eccezionale.
Rinnovati anche il ponte che, in questa versione, è con sellette indipendenti e le chiavette di accordatura

Nathan East & Yamaha: massima libertà espressiva

I pick up sono due Yamaha Stack Type in Alnico V progettati in collaborazione con Nathan East e interagiscono alla perfezione con l’elettronica attiva a tre vie. Ai potenziometri che controllano il Volume, bilanciamento dei Pick-up e la sezione di eq con alti, medi si aggiungono un selettore per l’attivazione del “Mid Cut” ed il controllo della sua frequenza.
Lo strumento rispecchia perfettamente lo stile e l’eccezionale versatilità del musicista che lo ha pensato. E’ estremamente confortevole, con una tastiera comoda e scorrevole ed ha il suo punto di forza nelle infinite possibilità che l’elettronica offre di scolpire il proprio suono. Il timbro di partenza è molto ricco, definito e dinamico ed intervenendo, anche in maniera estrema, sui controlli di eq, si ottengono sempre risultati gradevoli e musicali.
A dir poco sorprendente è invece la sezione “Mid Cut”, capace di traghettarci avanti e indietro nel tempo e negli stili musicali con una semplice rotazione di un potenziometro. Dai suoni caldi e rotondi degli anni ’70 ai quelli più moderni e cristallini tutto a portata di switch.
Qualità dei materiali e la cura dei dettagli ne fanno uno strumento professionale, che ben si adatta ai generi e agli stili, offrendo la massima libertà espressiva al musicista.

Nathan East & Yamaha: massima libertà espressiva

Un basso che per prezzo e caratteristiche è rivolto a bassisti che cercano e puntano all'eccellenza. Didatti altamente qualificati, session man professionisti o coraggiosi esploratori di nuove frontiere musicali, troveranno un compagno di qualità e sprestazioni eccezionali che saprà assecondare ogni intenzione e suggestione musicale e artistica.

nathan east yamaha Yamaha BBNE2
Link utili
Il basso BBNE2 sul sito Yamaha
Nascondi commenti     2
Loggati per commentare

di MM [user #34535]
commento del 26/02/2021 ore 17:26:41
Bassista superlativo, tecnica, gusto, musicalità, forse il mio preferito.
Rispondi
di Francescod [user #48583]
commento del 26/02/2021 ore 19:04:59
Il miglior bassista in circolazione. Gran gusto, grande classe, eclettico, grande tecnica, una macchina da groove. Ma io sono un bassista a quattro corde quindi questo Yamaha lo lascio ad altri.
Rispondi
Altro da leggere
Yamaha: batterie tra portabilità e signature per il 2020
Basso: esercizi per conoscere la tastiera
Phil Mer e Andrea Lombardini: groove erotici e sogni dispari
Jeff Bowders: "Se ti piace: suonalo!"
Billy Sheehan: 30 anni di Attitude
Yamaha DTX6: naturalezza e qualità al servizio della creatività
Francesco Lucidi produce "Grazed By Heaven", tributo agli Uriah Heep
Basso: studiare gli Arpeggi
Boria, Chiantese, Furian, Mer e Paulovich: i Sorelli D'Italia
Basso: creare riff con la pentatonica
Ampeg Micro VR: un'icona in miniatura
NAMM 2021: Yamaha Stage Custom Hip
GR Bass Dual Pre: esperienza al servizio della versatilità
I Sex Pistols di Fasano, Rojatti, Scipione
Lorenzo Feliciati: il mio suono di basso
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Yamaha THR100H Dual
Seguici anche su:
Altro da leggere
Nick Drake e gli altri: Guild, icona al collo dei giganti
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1
Flea dei RHCP nell’universo di Star Wars
Guitars of my life: una top 10 romantica
Il paradosso di Enesidemo (ovvero, noi delle chitarre non sappiamo un ...
Crisi delle valvole: Western Electric le produrrà in USA
Dal metal alle big band: Mark Tremonti canta Sinatra per la Sindrome d...
Visita alla fabbrica Gibson nel 1967: guarda il video
Niente più valvole dalla Russia: cosa succede, cosa provocherà
Quel dubbio che ci frega. Sempre




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964