VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
SHG Music Show cambia pelle per il 2024
SHG Music Show cambia pelle per il 2024
di [user #116] - pubblicato il

Una location inedita, ancora più spazio per i privati ed esposizioni tematiche di strumenti vintage da sogno: SHG si fa ancora più grande il 16 e 17 novembre 2024.
La mostra mercato più longeva d’Italia dedicata a strumenti musicali e musicisti si avvicina alla 50esima edizione: l’appuntamento del 16 e 17 novembre 2024 porta SHG Music Show a una fase successiva, con una nuova “casa” e una superficie espositiva completamente rivista.

SHG Music Show cambia pelle per il 2024

NH Milano Congresso Centre, ad Assago Milanofiori, sarà teatro di un’esposizione del tutto rinnovata, estesa su oltre 10mila metri quadri attraverso due livelli.

Un piano sarà dedicato alle aree comuni, stand e percorsi per scoprire novità di mercato, chicche artigianali e realtà musicali di ogni tipo.
Al piano superiore, sale private daranno la possibilità di incontrare marchi storici e conoscere la loro storia, con l’intrattenimento e la formazione no-stop di palchi in continuo movimento.

Cuore pulsante di SHG, il Live Stage animerà il weekend milanese insieme al fitto calendario offerto dagli espositori, da godersi mentre si gusta dell’ottimo street food.

Poi ancora Vintage Vault: dopo il successo di SHG 2023 con la Les Paul burst di Alberto Radius a dominare la scena, torna in forze con una vasta esposizione pezzi d’epoca e alcune sorprese studiate appositamente per SHG 2024. Tra i corridoi, si potrà incontrare e tempestare di domande i collezionisti che le mettono a disposizione per la mostra.

Ancora più grande e ricco, torna per il 2024 anche il Second Hand Market, area allestita in cui sono gli stessi visitatori a esporre gli strumenti usati che portano con sé, affidati alla supervisione dello staff per venderli o scambiarli con gli altri appassionati mentre ci si gode lo show in libertà.



L’NH Milano Congresso Centre è la sede scelta per SHG Music Show 2024. Collocata in una posizione strategica, è a tre minuti a piedi dalla fermata della metropolitana di Assago Forum, in prossimità dell’autostrada A7 e a dieci minuti dalla zona navigli di Milano.
Spazi ampi logistici e parcheggi sia liberi sia privati in zona, insieme con l’hotel convenzionato, renderanno ancora più godibile il weekend in musica che stiamo preparando per voi.
curiosità eventi shg music show 2024
Link utili
Il sito di SHG Music Show
Nascondi commenti     8
Loggati per commentare

di eyeballer utente non più registrato
commento del 11/04/2024 ore 12:51:03
completamente inutile a mio avviso, solo youtuber/influencer che suonano tutti uguale e pubblicizzano i loro prodotti, zero spazio per chi paga il biglietto.

fatevi una serata in sala prove che sono spesi meglio.

ovviamente MIO parere personale.
Rispondi
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 11/04/2024 ore 19:37:31
Beh, detto di un palco su cui è passata (in ordine del tutto sparso) gente come Matteo Mancuso, Ola Englund, Cesareo, Luca Colombo, Luca Mantovanelli, Federico Malaman, Federico Poggipollini, Stef Burns, la PFM, Bernie Marsden, Michael Schack... e di una fiera in cui i visitatori hanno una sala tutta loro in cui esporre strumenti, altre in cui provare strumenti in privato e due piani in cui provare strumenti agli stand dalle mani di chi li progetta e costruisce...
Però sì, se lo scopo è passare un paio d'ore a suonare con gli amici, confermo che una fiera (qualunque essa sia, non voglio portare acqua al mulino di SHG) non è certo la soluzione più adeguata.
Rispondi
di ventum [user #15791]
commento del 11/04/2024 ore 20:33:5
Credo che alle fiere lo scopo sia di vendere/vendersi e quindi se lo youtuber ha un suo seguito è naturale che venga invitato. L'anno scorso al guitar show a Padova ho avuto comunque occasione di provare strumenti difficilmente reperibili in negozio (anche con sonore delusioni). Il pubblico invece credo sia proprio diviso in due categorie tra chi suona in gruppo e chi in camera, e hanno interessi/esigenze opposte. Difficile centrare entrambi i gusti
Rispondi
di JoeManganese [user #43736]
commento del 13/04/2024 ore 13:04:16
A una fiera vado per vedere strumenti. I concerti non mi interessano. Provare strumenti impossibile dato il rumore. Tornerò a shg ed al suo ottimo street food ma spero che la situazione rumore sia stata controllata: dovrebbero essere del tutto banditi gli amplificatori. Sono anni che non ci metto più piede l'ultima volta sono uscito con le orecchie che mi facevano malissimo . Ricordo gli ampli mezzabarba a volume 10 una cosa criminale oltre che stupida. Quando ci penso mi passa ogni voglia di tornare.
Rispondi
di claude77 [user #35724]
commento del 13/04/2024 ore 15:35:11
Purtroppo devo condividere il tuo commento. Io fatto una sola volta il SHG e il mio ricordo è solo di rumore, caos e zero divertimento. Com'è pensato non fa per me.
Rispondi
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 14/04/2024 ore 15:24:40
La questione rumore divide storicamente il pubblico: da una parte è divertente trovarsi in quella bolgia, dall'altra può diventare pesante se uno intende girare con calma e magari fare qualche domanda agli espositori. Io sono sempre stato a metà strada: il colpo d'occhio della salona piena di amplificatori che si sfidano da un corridoio all'altro gasa un sacco, ma per i primi 5 minuti, poi devo scappare via :D

Su quello ora ci sono un po' di soluzioni.
Se ricordo bene, Mezzabarba ha esposto in sala "rumorosa" credo nel 2016 o 2017 al più tardi, da allora ci sono state diverse modifiche al format: sono stati creati ampi spazi comuni dove l'amplificazione non è consentita proprio per rendere il tutto più vivibile, e chi vuole provare strumenti amplificati può portarseli dietro in salette prova appositamente allestite. Esistono ancora sale ad amplificazione consentita, ma sono separate, per lo più rivolte a espositori singoli o a piccoli gruppi, così da tenere comunque il livello al di sotto della soglia di sopportazione umana ed evitare che si inneschino i soliti duelli di dB.
Io sono ovviamente di parte, ma devo dire che è un compromesso niente male...
Rispondi
di Davide Bianchi [user #64745]
commento del 03/05/2024 ore 18:30:34
Sono stato allo scorso SHG al palazzo delle Stelline e questa volta mi è sembrato che in quella struttura il problema del rumore fosse in gran parte superato. Ho i ricordo anche io di edizioni passate con un livello di rumore eccessivo.
Rispondi
di Davide Bianchi [user #64745]
commento del 03/05/2024 ore 18:44:24
Mi spiace molto che venga abbandonata la location più cittadina del Palazzo delle Stelline, luogo che trovo molto bello e che, a mio parere, offriva un buon livello di comfort ai visitatori, rumore relativamente contenuto e spazio sufficiente.
Per me che abito in città, è stata l'occasione per portare due chitarre da vendere e fare due visite in apertura e in chiusura, escludo di farlo ad Assago. Capisco che se uno arriva in macchina invece abbia il problema opposto e che sia molto più facile raggiungere Asaago e trovare parcheggio li che non in centro a Milano, ma per me Assago è troppo scomodo.

Rispondi
Altro da leggere
Da Thomas Lang ai Nightwish: il programma del Drumzilla DrumCamp 2024
Industria musicale contro le AI: è guerra aperta
Sempre i soliti: Rammstein pronti a incendiare la tappa di Reggio Emilia
Apple ritira lo spot che fa imbestialire i musicisti
Per Guitar Center il futuro è nella fascia alta
AC/DC: Too Old to Rock 'n' Roll?
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
La mia LadyBird
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964