VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Dalla musica al lavoro: l’analisi all’Open Day milanese del Saint Louis
Dalla musica al lavoro: l’analisi all’Open Day milanese del Saint Louis
di [user #116] - pubblicato il

Gli sbocchi lavorativi del settore musica sono oggi variegati e in crescita: Saint Louis College of Music ha analizzato i ruoli più richiesti nell’industria dell’intrattenimento, dalla ripresa audio live alle colonne sonore.
Quando si pensa a un musicista di professione, l’immaginario collettivo si rivolge immediatamente verso i protagonisti dei grandi palchi, una figura che forse appartiene al passato ma che non per questo decreta un trend negativo nelle possibilità lavorative di chi ha deciso di vivere di musica.
Oggi il settore offre sbocchi professionali altamente differenziati e l’industria dell’intrattenimento registra una forte richiesta di tecnici del suono, producer e autori di musica applicata.
Lo riporta Saint Louis College of Music, istituto di Alta Formazione Artistica Musicale, il primo in Italia autorizzato dal Ministero dell’Università e Ricerca per il rilascio di titoli accademici di I e II livello.

Lo studio evidenzia come precisi percorsi di studio stiano aprendo a figure professionali precise. Tra queste, quella del Tecnico Del Suono risulta tra le più richieste negli ambiti di registrazione e montaggio in campo cinematografico, per la post produzione audio-video e nei contesti live, sia su sistemi analogici sia in ambienti digitali.

A guadagnare rapidamente terreno è anche la figura del Music Producer, un artista, produttore e compositore di musica elettroacustica che sappia muoversi tra tecnologie e creatività per sonorizzare eventi multimediali, installazioni artistiche e in generale governi gli ambiti dei suoni e degli arrangiamenti.

L’Autore di Musica Applicata è infine un professionista richiesto nel campo del teatro, della televisione, del cinema, dei videogame e di tutti quegli ambiti in cui la realizzazione di musiche è centrale, contando su conoscenze relative alle librerie sonore, l’uso dei sintetizzatori e campionatori.

Dalla musica al lavoro: l’analisi all’Open Day milanese del Saint Louis

Le prospettive lavorative del settore musica sono tra gli obiettivi principali dell’istituto e saranno tra i temi centrali degli incontri previsti per l’Open Day che si terrà il 4 maggio 2024 presso la nuova sede di Milano, in Piazzale Lugano.
Dalle 9:30 alle 15:30, il Saint Louis College of Music ospiterà incontri d’orientamento, workshop, sessioni di registrazione in studio, DJ set ed esibizioni di musica dal vivo, nell’ambito della presentazione dei corsi 2024/2025.

La partecipazione all’evento è gratuita, ma è richiesta prenotazione tramite il form sul sito ufficiale a questo link.
eventi musica e lavoro saint louis
Link utili
Open Day sul sito Saint Louis
Nascondi commenti     0
Loggati per commentare

Al momento non è presente nessun commento
Altro da leggere
Da Thomas Lang ai Nightwish: il programma del Drumzilla DrumCamp 2024
Industria musicale contro le AI: è guerra aperta
Sempre i soliti: Rammstein pronti a incendiare la tappa di Reggio Emilia
AC/DC: Too Old to Rock 'n' Roll?
SHG Music Show cambia pelle per il 2024
That Sound: Vintage Vault 2023
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
La mia LadyBird
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964