VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Zoom G5
Zoom G5
di [user #34497] - pubblicato il

Con la possibilità di mettere in fila fino a nove stompbox, da controllare singolarmente o come preset, e grazie a un particolare pedale d'espressione a doppia azione, la pedaliera multieffetto Zoom G5 rappresenta un'interessante opzione per l'amante dei suoni variegati con poco da spendere
Ci sono tanti video della pedaliera multieffetto Zoom G5 su YouTube, ma pochissime vere e proprie recensioni dell'oggettino quindi, siccome me lo sono comprato, vi racconto com'è.
Io provengo da un POD Floor Plus che mi andava un po' strettino. Utile, funzionale, buona macchina, niente da dire, ma poca dinamica, pochi effetti, poche possibilità di connessione col mondo esterno.
Mentre pensavo a un sostituto, ho trovato online una G9 usata in possesso di un tizio delle mie parti. Andando a documentarmi sulla G9, ho visto sul sito la G5. Sulla carta è un gradino sotto alla G9, ma in realtà è più recente e monta un processore nuovo. Quindi gas a manetta e ho iniziato delle ricerche di materiale, recensioni ecc. Alla fine l'ho trovata online come ex-demo e l'ho portata a casa per 220 euri.

Le caratteristiche tecniche si trovano facilmente e la qualità costruttiva è ottima. La novità di queste macchine rispetto alle note concorrenti Line 6 sta principalmente nel fatto che in casa Zoom si ha a disposizione un certo numero di stompbox virtualizzati, che si possono mettere in una serie di catene virtuali fino a un massimo di nove effetti per volta. Ogni banco da nove effetti viene memorizzato in un preset fino ad avere un numero esagerato di preset da utilizzare.
Anche le simulazioni degli amplificatori seguono lo stesso sistema e sono concettualmente identiche agli stompox virtuali. In più, rispetto a Line 6, hanno la possibilità di essere posizionati in un punto qualunque della catena, sempre che serva.

La gestione dei nove effetti in catena è estremamente semplice e, se si collega la pedaliera al PC col suo software, è possibile duplicare banchi di effetti, creare setup alternativi, spostare bank ecc.
In teoria si può arrivare a preparare configurazioni diverse del G5 a seconda della serata che si deve affrontare.
Il pedale di espressione si muove su tre assi e le funzionalità sono completamente programmabili. Bisogna farci un po' la mano nell'utilizzo ma è una cosa utile. Per esempio, se imposti un wah sull'asse verticale, puoi utilizzare uno dei due orizzontali per il gain dell'ampli oppure il tempo del delay. Dipende solo dalla fantasia.
Una volta collegato al PC e installati i driver, la G5 funziona come scheda audio e si può usare per registrare, ascoltare, smanettare e via discorrendo.
Completano la dotazione un accordatore integrato e un looper da sessanta secondi più che onesto con drum machine incorporata.

Zoom G5

Io uso la Zoom G5 diretta nell'impianto. I puristi storceranno il naso con i soliti discorsi, sta di fatto che suonare in un pub di cinquanta metri con un 100 watt è mortale per chi è sul palco e per chi è a pochi metri, quindi ben vengano queste macchine digitali.
La dinamica c'è, magari non è esattamente quella dell'ampli emulato, ma c'è e si sente.
I suoni sono credibili. Molto credibili. Sia i distorti sia i puliti. Ovviamente non si può pretendere di ricreare il suono di Blackie con una Roytek. Diciamo che l'ampli vero ti permette di fare un sacco di cavolate e di venirne sempre (più o meno) fuori (questo ampli è spettacolare, mi', c'ha un suono della madonna che solo le valvole... ecc.). Con queste macchine no. Devi sapere cosa stai facendo e su quali principi funzionano. Una volta capite le basi della relazione, poi si fila d'amore e d'accordo.

Gli effetti utilizzabili sono tanti e sono ben fatti. Le uscite audio sono tutte quelle che servono, con in più la possibilità di far uscire il segnale prima della catena effetti e dopo (per es. si può mandare l'effettato nell'impianto e i dry nell'ampli).

C'è un booster valvolare. Funziona. Non ho ancora capito bene se è una cavolata oppure no.
Mi spiego meglio: il booster agisce alla fine della catena di tutte le catene, cioè anche sulle parti registrate dal looper, e la drum machine, e l'eventuale line in... agisce su tutto.
Direi che è stato pensato per dare un plus a ogni catena in uso per avere una versione definibile ritmica e una solista. Detto questo, sto cercando di capire se è meglio utilizzarlo in questo modo, cioè per dopare le patch quando serve, oppure lasciarlo sempre acceso (perché comunque il suono che esce è bello) e utilizzare come booster uno dei nove effetti disponibili. Il secondo sistema è un po' più macchinoso, ma vedremo.

Ovviamente è possibile utilizzare lo Zoom sia in modalità patch sia in modalità multieffetto classico. Cioè, una volta scelta la patch, agire sui suoi componenti come se ci si trovasse di fronte a una reale catena di effetti.

Manca il loop effetti. Se ci scappa di collegarci qualcos'altro son dolori. Mancano anche due pedali dedicati per scorrere tra i banchi. Lo scroll viene comandato dalla pressione contemporanea di due pedali. Tranquilli, si fa con un piede solo.

A conti fatti, per le caratteristiche che ha potrebbe permettersi di costare anche il doppio.

Nota della Redazione: Accordo è un luogo che dà spazio alle idee di tutti, ma questo non implica la condivisione di ciò che viene scritto. Mettere a disposizione dei musicisti lo spazio per esprimersi può generare un confronto virtuoso di idee ed esperienza diverse, dando a tutti l'occasione per valutare meglio i temi trattati e costruirsi un'opinione autonoma.

effetti e processori g5 zoom
Nascondi commenti     62
Loggati per commentare

bella recensione! anche a me ...
di olegario_santana [user #20033]
commento del 17/02/2013 ore 09:33:59
bella recensione! anche a me interessa molto questa pedaliera.
Rispondi
Bella recensione.L'ho comprata l'estate scorsa ...
di sfleznaa [user #19125]
commento del 17/02/2013 ore 10:25:19
Bella recensione.L'ho comprata l'estate scorsa ,poi ho cominciato ad utilizzarla solo l'inverno scorso perchè abituato ad usare pochi pedali singoli non avevo mai voglia di studiarne il funzionamento.Settata la pedaliera in base alle mie esigenze devo dire che i suoni suonando da solo sembravano buoni.Però dopo alcune prove con la band e dopo il primo concerto (con zoom g5),mi sono reso conto che nel suono c'era qualche cosa di "artificiale",di freddo,rispetto i pedali singoli.Soprattutto con i distorsori c'era (non so come spiegarlo )un problema di continuità nel suono,cioè non potevi suonare più di una nota alla volta in contemporanea.(non so se mi sono capito.).Comunque per quello che costa è una bella macchina da guerra.Morale della favola,l'ho già rivenduta e sono tornato ai pedalini singoli che hanno solo un difetto:il prezzo.
Rispondi
Re: Bella recensione.L'ho comprata l'estate scorsa ...
di tormaks [user #26740]
commento del 17/02/2013 ore 21:34:42
Ciao,
magari non escludevi le simulazioni di amp (compresi i cabinet) suonando il G5 su un ampli... se suoni con un gruppo che usa una batteria acustica ed un impianto voci che si fa sentire, dovresti rifare il suono proprio per quella situazione.
Queste cose di solito vanno benissimo a casa o in studio, ma come cambi ambiente devi rifare tutto.
Personalmente di simulazioni uso solo quelle dei cabinet e molto spartane tipo RedBox o UtraG che, come mi insegnano, si tratta solo di settaggi di Eq parametrici specifici, ma ti restituiscono un segnale almeno bilanciato.
Penso anch'io siano meglio i pedali. hanno più carattere e non stai mezza giornata a smanettare!
2 the next...
maks
Rispondi
Zoom !
di LeleOne1957 [user #33434]
commento del 17/02/2013 ore 10:36:24
Anch'io ho una pedaliera Zoom G2.1Nu e mi ci trovo benissimo, praticamente ho buttato tutti gli altri pedali e ora uso solo questa. Sono convinto che se costassero di più non sarebbero così sottovalutate.
Rispondi
Meglio una Line6 HD 500/400/300
di Salomone [user #34653]
commento del 17/02/2013 ore 11:20:21
Avresti fatto molto meglio a prendere una Line 6 HD500 o le sue relative minori HD 300/400!
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di ianni70 [user #34497]
commento del 17/02/2013 ore 11:29:28
molto meglio... su quali basi ? le hai entrambe ? le hai potute confrontare ?
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di Salomone [user #34653]
commento del 19/02/2013 ore 18:30:50
Possiedo l'HD500! E non ha rivali! Gli unici rivali costano tre volte tanto!
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di ianni70 [user #34497]
commento del 19/02/2013 ore 20:24:08
ne sono felice... solo mi piacerebbe un giudizio più realistico basato su un confronto tra i due apparecchi. Detta così suona come "la mia erba è più verde"!
Di certo posso solo dire "la mia erba costa meno!"
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di Salomone [user #34653]
commento del 20/02/2013 ore 02:47:15
Le due pedaliere già solo a guardarle hanno una concezione diversa!
La Zoom ha solo 4 pulsanti... non ha un modo di selezionare i banchi... inoltre ha una sola uscita (quindi mono) bilanciata!
Poi sentendo le demo in video suona bene... però mi pare di capire che fin ora in quanto a simulazione degli ampli la Line6 ha sempre battuto tutti! Infatti ascoltando le demo... non mi sembra che suoni meglio!
Chi vuole una pedaliera veramente completa prende la Line6 HD500! Poi questa è la mia opinione!
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di ianni70 [user #34497]
commento del 20/02/2013 ore 21:23:50
rispetto la tua opinione... non predendo di dire che la zoom sia superiore, non era questo lo scopo della recensione. Ad onore di cronaca però le uscite sono stereo + quella bilanciata per la diretta nell'impianto. In uscita ci si può mandare il segnale dry oppure l'effettato, c'è la possibilità di aggiungere un pedale il cui utilizzo è programmabile, e il modo di selezionare i banchi c'è anche se non ha due tasti dedicati come la line6 (e se leggi la recensione vedrai che lo segnalo come un difetto).
I suoni che si ascoltano su youtube lasciano il tempo che trovano. Il confronto andrebbe fatto avendo la possibilità di collegare la stessa chitarra ad entrambe le macchine.
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di Salomone [user #34653]
commento del 21/02/2013 ore 01:46:49
Questo tipo di simulatori di ampli danno il meglio in collegamento diretto al mixer... quindi una sola uscita xrl mono della Zoom mi sembra proprio una cazzata su una pedaliera del genere! In quanto ai suoni sulla Line 6 quelli in rete o quelli inseriti dalla casa sulla pedaliera sono assolutamente brutti... sono più che altro dimostrativi sulle potenzialità degli effetti. Una volta che hai capito come funziona puoi tirare fuori dei suoni da urlo se sei capace a impostare correttamente la catena. Ti posso assicurare che uscendo direttamente sull'impianto non c'è praticamente quasi differenza rispetto a una vera catena di ampli+effetti vari! Cosa che con la Zoom non puoi fare visto che uscendo in mono sul banco perdi tutta la stereofonia degli effetti!
Come dicevo l'unica reale rivale è il Kemper Profiling Amplifier... ma costa 3 volte tanto!
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di zocchio [user #24208]
commento del 21/02/2013 ore 09:46:22
Provo a dire la mia....io ho avuto entrambe le pedaliere. Sia il Pod hd 500 sia il G5 e sapete com'è finita? Ho venduto il Pod. Le differenze sonore alla fine della fiera sono praticamente impercettibili, non tali da giustificare 250€ di differenza, certo il Pod da più possibilità di smanettamento ma questo non significa per forza praticità d'uso. A mio parere non è la Zoom a costare poco, è il Pod che ha un prezzo spropositato....dal vivo a occhi chiusi un Pod hd 500 non lo distingui da uno Zoom G5. Assicurato!
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di Salomone [user #34653]
commento del 21/02/2013 ore 18:45:25
Il Pod ha più comandi, il pod ha un'uscita bilanciata in più! Quanto costa aggiungere un'uscita bilanciata? vai al link 135 € Inoltre se dal vivo vuoi selezionare i banchi col piede non puoi! Il Pod per quello che offre non costa affatto uno sproposito (io l'ho preso a 450€ da Merula) e ritengo sia più pratica! Poi non so come usi la padaliera... se la usi attaccata all'ampli come multieffetto... allora evidentemente non puoi apprezzare appieno le stupefacenti simulazioni dell'ampli del Pod! Suppongo che lo usi come multieffetto poiché faccio fatica ad immaginare che esci direttamente sull'impianto con l'uscita bilanciata in mono! :-)
Secondo me hai fatto male a vendere il Pod... ma questo non è importante... è solo il mio pensiero!!!
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di Pestolesto [user #12533]
commento del 22/02/2013 ore 08:09:14
Quanta sicumera per decretare la supremazia di una pedaliera che, in termini di suoni, è assolutamente paragonabile ai nuovi zoom. Ho avuto la HD300 (ma anche la xt ed il VG99) e la G3 (che costa meno della metà) e la HD 300 è finita sul mercatino rapidamente in quanto ho preferito per diversi motivi la G3. Quello che condivido di quello che dici è di guardare bene alle caratteristiche nel complesso, e di considerare se per esempio serva il MIDI o quella uscita bilanciata in più sia irrinunciabile. Ad oggi penso che proprio in virtù di queste caratteristiche abbia ancora senso la presenza sul mercato della HD500. Per quanto riguarda i suoni, a me pare che entrambi stiano nel mazzo, anzi spero che alla Line 6 stiano già pensando alla prossima generazione di emulazione perché gli attuali prodotti zoom rendono sempre meno giustificabile la differenza di prezzo tra i 2 marchi e per me la serie HD è tutt'altro che stupefacente, giusto leggermente migliore rispetto alle serie precedenti (XT, X3). Stupefacente fu il primo POD, ma parliamo di più di 10 anni fa, ora per stupire ci vuole ben altro.
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di ianni70 [user #34497]
commento del 22/02/2013 ore 09:28:33
condivido e aggiungo (e ribadisco):
questa recensione NON VUOLE decretare la supremazia della pedaliera. Vuole essere un punto di partenza per scegliere cosa comprare. Vuole rispondere a domande che mi sono fatto io prima dell'acquisto e a cui ho non ho trovato risposte esaustive. Vuole essere una condivisione di informazioni con altri lettori.

Per conoscere la differenza tra le pedaliere non c'è bisogno di un intervento "di parte", basta il sito del produttore per conoscere in dettaglio tutte le caratteristiche. E prima di affermare "non ha questo o non ha quello" consiglio una lettura al suddetto sito.

Per dovere di cronaca:
" se dal vivo vuoi selezionare i banchi col piede non puoi!" : falso, la selezione dei banchi avviene con i piedi come per tutte le pedaliere. La differenza rispetto al POD è che bisogna premere 2 switch contemporaneamente. La pedaliera è stata progettata attorno a questo concetto per il movimento tra banchi, effetti, ecc... La pressione dei 2 swith avviene comodamente con un piede solo. Operativamente parlando non esiste differenza.

"Suppongo che lo usi come multieffetto poiché faccio fatica ad immaginare che esci direttamente sull'impianto con l'uscita bilanciata in mono!": de gustibus... non ho mai utilizzato un ampli stereo. Ritengo che in ambito live (almeno per quel che suono io) la stereofonia degli effetti (comunque possibile utilizzando le uscite stereo) sia ininfluente perchè comunque massacrata da altri fattori ambientali.

il pod non ha il pedale di espressione a 3 vie (che è comodo e ti permette regolazioni live che senza te le puoi anche sognare)

il pod poi non avrà altre cose che la zoom ha e viceversa ma a questo punto non ce ne può fregare di meno. Siamo tutti in grado di andare in giro per siti web a cercare le caratteristiche di quello che ci interessa.

Piuttosto sarebbe utilie una recensione obiettiva dei pod HD. Se qualcuno volesse farla aiuterebbe ulteriormente nella scelta.
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di Salomone [user #34653]
commento del 22/02/2013 ore 15:46:13
Vabbé c'hai ragione tu!
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di zocchio [user #24208]
commento del 22/02/2013 ore 23:15:56
Scusa ma quando ti microfonano l'ampli in un live usano 2 cannon? Miracoli della tecnica....Comunque uso sempre e comunque le simulazioni degli ampli, mai usato nè il Pod, nè lo Zoom davanti all'ampli. Nulla da dire, il Pod è un'ottima macchina, ma non ho riscontrato questa differenza abissale. Se mi parli di macchine come l'Axe-FX è un altra storia. Fra l'altro sul 300 e sul 400 non puoi neanche mettere un compressore e un overdrive in contemporanea perché sono sullo stesso pomello.....devi per forza prendere il 500....che costa il doppio del G5. Dai, rimane sempre la massima:"De Gustibus...". Alla fine l'importante è che questi aggeggi piacciano a chi li suona, poi i gusti dei chitarristi sono iper soggettivi. C'è chi preferisce i transistor alle valvole, c'è chi preferisce la fender alla gibson. C'è chi preferisce il Ts9 e chi l'SD1. Non finiremo mai di discutere; è questo il bello. ;-)
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di Salomone [user #34653]
commento del 23/02/2013 ore 15:21:55
Io ho parlato dell'HD 500... né del 300 né del 400

Riguardo a un confronto con l'Axe FX... per quanto possano essere solo filmati... sono comunque entrambi registrati allo stesso modo... non mi pare ci sia un abisso vai al link

Riguardo alla stereofonia in live si applicano gli effetti stereo e quindi si sdoppia il segnale... mai sentite ste cose?

Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di zocchio [user #24208]
commento del 23/02/2013 ore 15:40:46
Guarda, potremmo discutere fino al 2015....io ho semplicemente dato un giudizio dopo averli sentiti con le mie orecchie. Può essere diverso dal tuo. Io non ci vedo un dramma. Buona musica! ;-)
Rispondi
di LukePalermo [user #43912]
commento del 24/09/2015 ore 14:01:32
Io ho l'hd 400 e gli effetti di modulazione
In particolare chorus e flanger fanno cagare
Un solo chorus e flanger . Invece nel Ms70cdr della zoom le simulazioni dei vari chorus riverberi e delay sono eccezionali. Motivo per per cui permuterò l'hd 400 con la zoom g5. Magari perderò un pò sulle simulazioni degli ampli e sulla dinamica ma acquisterò in effettistica, drum machine,pedale multifunzione ed interfaccia grafica più moderna ed accattivante
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di sibor [user #11654]
commento del 08/03/2013 ore 11:25:5
Quoto al 1000x1000, anche io ho avuto tutta la serie della line6 (pod xt, pod x3 live, m13, pod hd 500) per carta' nessuno dice che non siano buoni prodotti anzi, poi ho preso la g3 ed anche io ho venduto le line6... la differenza e' minima e sfido chiunque a notare la differenza! detto questo ovvio che sono pareri e gusti personali, io adoro line6 ma ho imparato ad apprezzare anche zoom e poi fattore non da poco conto costano molto meno con una pari qualita'!!! Le esigenze di ognuno cambiano io ho bisogno solo di pedali infatti sia le line 6 che la zoom le usavo solo x gli FX le simulazioni ho provato ad usarle poche volte perche' sono pigro :) e non avevo voglia di smanettare, tenendo conto che io uso l'ampi e non il PA... queste macchine si sa per simulare devono andare nel mxer ma a me non piace molto... ok il digitale ma almeno un ampli vero lo voglio :)!!!!
Detto questo se alle tue orecchie piace.... e' bello e basta!!!!!

p.s. I pedalini li ho ancora e mai li vendero'!!!! :)
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di adriphoenix [user #11414]
commento del 17/02/2013 ore 12:27:22
Non ho l'HD 500 e derivati, ma ho un Line6 Flextone III ed una Zoom G3 e devo dire che la Zoom batte Line6 a mani basse per realismo sonoro e dinamica, almeno per l'esperienza che ho avuto io usando i due setup in contesti live diversi.
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di ivaneffect [user #12070]
commento del 18/02/2013 ore 08:53:15
secondo me e le mie orecchie, le line 6 hd stanno un gradino indietro ai nuovi processori ZFX di zoom ...
Rispondi
Re: Meglio una Line6 HD 500/400/300
di adelonge [user #27967]
commento del 09/05/2013 ore 15:39:34
Ho usato per un paio di anni la Zoom g2.1NU, da cui mi sono separato da poco (l'ho venduta ad un amico che ne aveva bisogno). Come utilizzo era molto immediata e aveva un'ottima qualità degli effetti (ricordo chorus e riverberi veramente fenomenali, e non solo in relazione al prezzo basso), ma per le simulazioni di ampli e distorsori lasciamo perdere. Sulla zoom per quello che ho sfruttato la pedaliera posso dire solo bene, ma quando ho deciso di puntare ad un multieffetto più completo anche da poter usare dal vivo sono entrati in ballottaggio un Pod X3 live e la G9.2TT...ebbene, in ambito simulazioni e distorsioni, la zoom è nuovamente uscita con le ossa rotte, sempre buoni gli effetti ma anche qui un pelo peggiori del Pod. Secondo me la Zoom fa buoni prodotti per il principiante che ricerca un multieffetto, ma se crescono le esigenze trovo che Line 6 e anche le pedaliere Boss COSM siano migliori. Comunque de gustibus.
Rispondi
mi piace ma la trovo ...
di nanniatzeni [user #24809]
commento del 17/02/2013 ore 11:24:34
mi piace ma la trovo un pò troppo complicata,sono tentato dall'acquisto della G3 invece,non per questioni di budget,in fondo la G5 costa 50 euro in più,ma perchè mi sembra più immediata (e poi non ha valvole)
Rispondi
Io volevo prenderla e buttare ...
di SuperAdrian76 utente non più registrato
commento del 17/02/2013 ore 12:41:41
Io volevo prenderla e buttare via tutti i miei pedali ma poi ho optato per la G3 in fondo alla catena dopo accordatore, noise gate, compressore, distorsioni ed effetti di pitch (octaver e harmonist).
Fa decisamente il suo dovere in rapporto a quanto costa.
Rispondi
Domanda!!
di Gambol [user #31621]
commento del 17/02/2013 ore 15:51:15
Scusate proprio in questo periodo ero intenzionato a comprare un multieffetto e stavo valutando l'aquisto di una g3 solo che mi sa il pedale di espressione non è incluso e bisogna comprarlo a parte,quindi volevo sapere se sapevate quanto costa,perchè se costa molto forse conviene comprare direttamente la g5 che c'è l'ha gia incluso o no?
Rispondi
Re: Domanda!!
di nanniatzeni [user #24809]
commento del 17/02/2013 ore 16:18:3
esiste anche la G3X col pedale d'espressione
Rispondi
Gli effetti digitali...
di herrdoctor [user #18849]
commento del 17/02/2013 ore 16:04:32
li ho sempre ben considerati, ma dopo aver venduto la pedaliera
digitale e cominciato a utilizzare i pedali singoli analogici, ho acquistato una digitale solo per avere alcuni effetti di modulazione e riduzione di spazio.
I distorti confrontati con gli analogici perdono alla grande, zoom Line6 o Digitech che sia.

Gli effetti come delay,chorus, flanger... etc, perdono cmq ma sn sottigliezze.

Questa la mia opinione.
Io sn attualmente quindi su una pedaliera ibrida e mi sto trovando bene.


Rispondi
ibrida o a stompbox "classici" ...
di ianni70 [user #34497]
commento del 17/02/2013 ore 16:24:17
ibrida o a stompbox "classici" vanno bene se li utilizzi in un ampli.
Per l'utilizzo diretto come serve a me non c'è storia. Bisogna stare su questo tipo di macchine (zoom o line6 che sia... non sono un fanboy)
Poi possiamo discutere per ore sulla qualità delle simulazioni... ma la mia schiena ringraza il fatto di fare la serata senza dover spostare 100 kg di roba.
Rispondi
OTTIMO MULTIEFFETTO
di danielejd [user #35531]
commento del 17/02/2013 ore 16:30:26
Ho recentemente acquistato la sorellina minore del G5, la zoom G3... gli amplificatori non reggono il confronto con i veri valvolari ma con un po' di pazienza si riescono a impostare suoni più che dignitosi! Io la uso nel loop effetti dell'ampli per le modulazioni nel complesso sono soddisfattissimo gli stomp boxes sono molto realistici!
Rispondi
Io sono unfelice utilizzatore di ...
di Bustio [user #24438]
commento del 17/02/2013 ore 17:37:19
Io sono unfelice utilizzatore di G3...interessantissimo il prezzo a quale hai trovato la G5, mi sarebbe piaciuto passare da una all'altra, ma dato che mi trovo ottimamente con la G3 sono restio a fare il grande passo, e poi devo ammettere che la forza della G3 è che è anche piuttosto ridotta di dimensioni (il che aiuta per chi fa home recordings come me). La G5 credo che sia pensata più per il live.
Rispondi
da un paio di mesi
di hammatoceras [user #31202]
commento del 17/02/2013 ore 19:06:36
ho una zoom G3X e pur avendola usata poco finora non posso che ammetter che la macchina, sia per il rapporto qualità prezzo che per la usabilità molto friendly, la trovo decisamente ben fatta e affidabile, devo ancora sfruttarla a pieno ma a fronte di 500 euro per un HD 500, ammetto che l'acquisto mi ha lasciato più che soddisfatto, poi il looper è layerizzabile fino a 10 registrazioni, si possono attivare fino a 6 pedalini virtuali (sempre nel limite delle risorse dle processore)
Rispondi
Non so come suonino le ...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 17/02/2013 ore 19:55:25
Non so come suonino le nuove pedaliere ma io ho una G7.1ut e vi assicuro che si mangia letteralmente tutto il corpo del suono della chitarra... evidente sia sui distorti che sui puliti dove è abbastanza semplice sentire la differenza tra suono effettato dalla pedaliera e suono diretto della chitarra nell'ampli... spero che ci sia stato un miglioramento con le G3 e G5... ma non sono così ottimista...
Rispondi
===Diciamo che l'ampli vero ti ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 18/02/2013 ore 05:17:31
===Diciamo che l'ampli vero ti permette di fare un sacco di cavolate e di venirne sempre (più o meno) fuori (questo ampli è spettacolare, mi', c'ha un suono della madonna che solo le valvole... ecc.). Con queste macchine no. Devi sapere cosa stai facendo e su quali principi funzionano. Una volta capite le basi della relazione, poi si fila d'amore e d'accordo.===
mi suona giusto... (e ti ringrazio per il bell'articolo) .. puoi espandere il concetto?

:-)
Rispondi
Re: ===Diciamo che l'ampli vero ti ...
di ianni70 [user #34497]
commento del 18/02/2013 ore 15:12:10
ecco... adesso sono un po' di corsa... comunque quello che intendo dire è che un ampli in carne ed ossa... analogico... più di tanto non può fare. Quello è e quello rimane. 3 o 4 potenziometri e regoli quei parametri che modificano un suono che è quello li. Punto e basta. Qualunque cosa ci metti dentro deve sottostare alle stesse regole. E quel che esce fuori può essere una m... o una meraviglia ma hai relativamente poche possibilità di intervento.

Con gli emulatori puoi fare cose che un ampli normale si sogna, e se imposti alla "pene di segugio" i valori di qualche rotellina di cui non conosci BENE il significato (perchè con una rotellina per esempio ci regoli 5 parametri diversi) allora son dolori e il digitale diventa brutto, puzzolente, ecc...

Personalmente tutte le volte che ho detto "ma che cazz...." alla fine, leggendo il manuale (che purtroppo a volte è in lingua) mi sono reso conto che la "caz..." la stavo facendo io.
Rispondi
Re: ===Diciamo che l'ampli vero ti ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 18/02/2013 ore 15:41:04
grazie e ''' concordo al centopercento !!
Rispondi
hai fatto bene ad evitare ...
di ivaneffect [user #12070]
commento del 18/02/2013 ore 08:49:27
hai fatto bene ad evitare la g9 .. unaboiata colossale.. io l'ho data via dopo 10 giorni di maledizioni... poi ho preso la g3 (stesso processore) solo perchè costava poco.. e mi sono reso conto che i giapponesi sono passati dalle stalle alle stelle... con questo nuovo processore zoom lo ha messo in saccoccia a tutti gli altri rivali in quanto multifx... lo uso ( da purtista del suno ) collegato a qualunque mio setup.. Sempre soddisfazioni e mai pentimenti ... uso prevalentemente gli effetti ambiente, ma in casa per studio o per registrazioni estemporanee le simulazioni di ampli sono credibilissime... ritengo che la boss e la line 6 attualemte siano un gradino sotto.
Rispondi
Re: hai fatto bene ad evitare ...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 18/02/2013 ore 14:26:34
La G7 e la G9 le ho provate entrambe e sono praticamente sovrapponibili come suoni... Mi dici quindi che la qualità delle nuove G3 e G5 è davvero superiore alle prime due?
Rispondi
Re: hai fatto bene ad evitare ...
di ivaneffect [user #12070]
commento del 18/02/2013 ore 14:38:55
decisamente superiore... suoni più credibili e dinamica più curata
Rispondi
Re: hai fatto bene ad evitare ...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 18/02/2013 ore 18:31:43
Quello che notavo sulla G7 era uno scarso rispetto delle caratteristiche della chitarra (suonano più o meno tutte uguali) con gran parte del segnale letteralmente mangiato dalla pedaliera (cosa purtroppo riscontrata anche con il Nova System della TC electronics)... che impressione ti hanno dato queste nuove Zoom?
Rispondi
Re: hai fatto bene ad evitare ...
di ianni70 [user #34497]
commento del 18/02/2013 ore 20:01:06
io non ho mai avuto modo di provare g7 e g9. Avevo un pod floor plus (il pod 2.0 con qualcosa in più)
Secondo me entrambe le macchine conservano l'impronta della chitarra. A favore della zoom una maggior dinamica (parlando solo di suono e lasciando perdere tutto il resto) ma andrebbe confrontata con le line6 serie HD.
Cioè... all'orecchio la mia chitarra è sempre lei sia che la colleghi all'ampli che alla line6 che alla zoom
quello che cambia di brutto è la dinamica.
Rispondi
Io la G5 non ho ...
di elgaldil [user #22921]
commento del 18/02/2013 ore 09:35:04
Io la G5 non ho avuto modo di provarla, ma sono stato lì lì dal comprare la G3 e attualmente ho un MS 50G e devo dire che Zoom -dopo l'avvento del nuovo processore- ha tirato fuori prodotti con suoni davvero interessanti (detto da vecchio, ma non purista, fan dell'analogico).
Rispondi
finalmente!!
di singlecoil_72 [user #25273]
commento del 18/02/2013 ore 10:31:07
qualcuno che ne parla che sia più competente di me tanto da scrivere una recensione, io l'ho acquistata quest'estate, devo dire la verità, ci ho suonato sia in sala prove che live e devo dire che il grande vantaggio è quello di attaccarsi direttamente all'impianto senza dover portare quintali di roba...ma nonostante questo sono tornato ai pedali, personalmente queste macchine, le trovo troppo complesse, ho sempre la sensazione che qualcosa nel suono non vada e che potrei tirare fuori qualcosa di meglio, di conseguenza non mi concentro sul brano, che poi è quello che conta di più, con il risultato che non mi godo il semplice "suonare". Invece suonando con i pedali, le regolazioni sono quelle il suono è quello, in linea di massima mi piace sia in sala che live, quindi mi danno più fiducia e qquindi più soddisfazione.
Però la G5 è sempre li che mi fa l'occhiolino, proprio stasera ho le prove e stavo pensando di portarla per vedere che sensazioni mi da dopo qualche mese di utilizzo prettamente casalingo, hai visto mai che riesco ad andarci d'accordo in maniera definitiva??
Rispondi
Re: finalmente!!
di angusnoodles [user #13408]
commento del 19/02/2013 ore 10:35:07
Queste pedaliere sono perfette per le situazioni un-due-tre pezzi e giù dal palco... Ti prepari i suoni arrivi e ti attacchi al cavo bilanciato che va al mixer fai il tuo lavoro e poi chiudi lo scatolo e te ne vai... Se la serata è tutta tua però il piacere dell'amplificatore valvolare e dei pedali analogici non ha eguali...
Rispondi
Re: finalmente!!
di singlecoil_72 [user #25273]
commento del 19/02/2013 ore 11:06:09
si sono perfettamente d'accordo con te
proprio ieri sera in sala prove l'ho portata dopo un paio di mesi di inutilizzo fuori casa....il risultato è che ho quasi deciso di venderla, manca veramente tanto cosi :(
il fatto è che non riesco proprio ad andarci d'accordo, sarà un mio limite ma la differenza di sensazioni che ho fra questa e i pedali è la mancanza di "botta", non so come altro spiegarlo, probabilmente non è proprio indicata per fare hard-rock, anche se ha simulazioni di ampli ben più pompati di quella che utilizzo io, che al 90% MSCRUNCH e cioè la simulazione del canale crunck della jcm800. Forse dipenderà dal fatto che in saletta non c'è un grande impianto e quindi suonando in diretta il risultato è scarso, comunque in conclusione, ormai è da luglio che l'ho acquistata, credo proprio che queste pedaliere digitali non facciano per me per due motivi:

1) troppo complesse per me che non amo smanettare sui pot più di tanto
2) la sensazione che ho quando suono è sempre quella di avere un suono che "non mi convince" quindi non me la godo, perchè non c'è niente di peggio che un suono che non piace, ti fa suonare male...nel mio caso mi fa suonare peggio di quanto non faccia già :-D
Rispondi
Re: finalmente!!
di angusnoodles [user #13408]
commento del 19/02/2013 ore 11:56:1
Ho sempre invidiato il tastierista che arrivava al locale con la sua valigettina, si attaccava al mixer ed era pronto... Io invece mi spompavo a portare amplificatore, chitarra (a volte chitarrE) e pedaliera pesante piena di roba... Lui attaccava la tastiera ed il gioco era fatto... Io montavo tutto e ogni volta andava tutto riequalizzato a seconda del posto in cui suonavamo... Le pedaliere digitali alleggeriscono la nostra strumentazione rendendola più simile a quella dei tastieristi... E secondo me la loro comodità va sfruttata in diretta nell'impianto... Ma non ci restituirà mai le stesse sensazioni di tutta quella robaccia pesante... I suoni sono meno definiti, impastati, non c'è dinamica, non hanno corpo, non emergono nel mix di strumenti, ad alti volumi poi i suoni sono ancora più inascoltabili... Il valvolare invece migliora con l'aumento del volume... Vanno prese per quello che sono: comode "tutto in uno" che rendono benino a bassi volumi in diretta nell'impianto e sono un buon compromesso in determinate situazioni live e insostituibili per lo studio a casa e l'home recording...
Rispondi
Re: finalmente!!
di singlecoil_72 [user #25273]
commento del 19/02/2013 ore 14:48:51
sono d'accordo, eppure conosco gente che me ne parla come di oggetti insostituibili, tipo "ormai suono solo con la pedaliera, mi ci trovo bene etc etc...", io ci ho provato, ma niente da fare...continuerò con l'attrezzatura pesante :D
Rispondi
Re: finalmente!!
di ianni70 [user #34497]
commento del 19/02/2013 ore 15:01:30
come dicevo più sopra... serve un "assetto mentale" differente per usare queste macchine.
Inoltre spesso vengono usate su impianti un po'... così così...

Mi spiego meglio... se spendessimo per un impianto (mixer+casse+spie) una cifra proporzionale a quello che spendiamo in ampli e pedalini allora "probabilmente" la resa sonora di questi aggeggi migliorerebbe. (sempre a patto che qualcuno sappia impostare i guadagni dei canali e le equalizzazioni)

Bisogna poi aggiungere che "mediamente" non c'è un fonico (o uno del gruppo) che si sbatta per impostare i suoni come si deve, ci si limita a buttare un jack nel mixer e a tirare su il volume.

Viene da se che in queste condizioni una strumentazione un po' più "delicata" come impostazioni soccombre di fronte ad un rude valvolare tank analogico.
Rispondi
Re: finalmente!!
di angusnoodles [user #13408]
commento del 20/02/2013 ore 10:30:25
Sono sempre dell'idea che dipende cmq da cosa si debba suonare ed in quale contesto... Chi fa principalmente parti solistiche o parti effettate alla The Edge riuscirà a fare cose gustose con questi oggettini... Sconsigliatissimi invece a chi suona parti ritmiche o rock perchè i suoni si impastano parecchio e la dinamica è scarsina... In un futuro non troppo lontano queste cose sostituiranno egregiamente la strumentazione classica... Oggi siamo ancora lontani dall'obiettivo... Ma in alcuni contesti professionali sono di grandissima utilità... Una delle suluzioni più interessanti che ho visto sono i multieffetti integrati vocali e per chitarra TC helicon... Grande comodità per il professionista...
Rispondi
MIDI?
di kee85 [user #20148]
commento del 18/02/2013 ore 14:58:53
La G3 e la G5 non sono midi... Ma hanno l'USB... esistono degli adattatori USB per comandare via MIDI la G3/G5? Se si quali? Grazie!
Rispondi
Re: MIDI?
di ianni70 [user #34497]
commento del 18/02/2013 ore 20:02:20
non ti so rispondere... però l'usb delle zoom è un usb su cui viaggiano segnali midi quindi (in teoria) dovrebbe esistere quello che cerchi.
Rispondi
Resuscito il topic
di endyamon [user #35616]
commento del 30/10/2013 ore 17:16:55
Mi permetto di resuscitare il topic giusto per dire la mia... Io possiedo sia lo Zoom G3, sia lo Zoom G9.2tt, sia il line6 Pod HD 500X. Magari se può interessare in futuro posso provare a scrivere un articolo che tratti una comparativa esauriente tra le tre, ma per ora faccio solo un commento... Innanzitutto devo dire che sono 3 pedaliere molto diverse tra loro. Le due zoom sono simili come suoni, ma la G3 (come la G5) è una "stompbox simulator", quindi non è stata pensata proprio come la classica pedaliera multieffetto ma più come "simulatore di pedalini". La G3 ha il processore ZFX-4 (lo stesso della G5 e successivo al ZFX-3 della G9) e produce ottimi suoni, rotondi e caldi all'occorrenza, con il vantaggio (rispetto alla G9) di avere un software comodissimo per il patch editing su pc (come la line6). Entrambe le zoom hanno ottime distorsioni, davvero cattive all'occorrenza, ma meno effetti (alcuni poco curati, altri buoni) rispetto alla line6. I due pedali sulla G9 hanno poca escursione e non permettono un ottimo controllo di un volume o di un wah ad esempio. Il pod 500x ha delle distorsioni che danno meno la "botta" sul momento ma in realtà, quando suono con la band, le trovo più chiare e definite ed escono meglio dal mix. Le simulazioni di ampli e cabinet, poi, sono davvero varie e il vantaggio di avere più effetti e la possibilità di unire 2 simulazioni di ampli diverse in parallelo permette una varietà di suoni pazzesca, al costo di passare più tempo a smanettare che a suonare (almeno i primi tempi). Come suoni, in generale, non credo che ci sia un netto vincitore tra le 3: ci sono troppe variabili in gioco (genere che si suona, tipo di chitarra, ampli o PA, live o recording, ecc). Sono tutte ottime pedaliere ma per ora penso che la line6 sia più versatile e completa in generale (anche se più complessa), infatti ora venderò la G9 (ma la G3 me la tengo!).
Rispondi
Re: Resuscito il topic
di neardj [user #38978]
commento del 09/02/2014 ore 16:36:53
Ciao! Scrivo a distanza di qualche mese dal tuo post. Sarei interessato anche io all'acquisto della G5 ma volevo chiederti 2 cose:
- leggendo il manuale ho dato un'occhiata agli effetti ma non ho trovato distorsori. Ho visto solo un overdrive. Potresti dirmi quanti sono e come si chiamano?
- ha provato ad usarla abbinata a pedali analogici? Se si, com'é andata?
Grazie
Rispondi
Re: Resuscito il topic
di ianni70 [user #34497]
commento del 09/02/2014 ore 17:04:09
ciao, per l'elenco degli effetti ti rimando al manuale che trovi qui: vai al link

di distorsori ce ne sono in quantità, così come i modelli di ampli con i relativi canali. Io per esempio non uso mai le emulazioni dei distorsori ma uso le emulazioni delle testate coi relativi parametri e non ho mai avuto bisogno di un distorsore.

Nei preset che danno loro di fabbrica ci sono un bel po' di catene da studiare per capire bene il funzionamento.

Non ho mai avuto la necessità di collegarla a pedali analogici ma non avendo un send\return non credo che sia la pedaliera più adatta. in questo caso meglio un pod HD (send\return credo che li abbia il 500 ma non sono sicuro)

Aggiungo che la macchina è concepita principalmente per entrare direttamente nell'impianto. Se pensi di usarla accoppiata ad un ampli ci sono tutti i settaggi per farlo ma secondo me non è l'attrezzo adatto.

Rispondi
Re: Resuscito il topic
di neardj [user #38978]
commento del 09/02/2014 ore 17:53:06
Mi era sfuggita pagina 44 del manuale.
L'uso principale sarà in cuffia. Non suono in nessun gruppo e l'uniche volte che potrò utilizzarla diciamo live sarà durante qualche esibizione con la scuola di musica e collegata ad un mixer.
Ho un piccolo amplificatore casalingo Marshall G30R CD.
Grazie per ila risposta
Rispondi
Re: Resuscito il topic
di adolfsganz [user #28794]
commento del 01/10/2014 ore 00:10:56
ciao ! io ho la G5 , ampli fender concert 60W, chitarre varie (tele strato les paul) genere pop rock. ho avuto la zoomG7 e devo dire che la G5 e' veramente valida. ottima da studio per la pulizia, buona live anche se un po' macchinosa per la scarsezza di switch e la necessita' di imparare a premere in simultanea per cambiare i banchi
. a questo limite ho ovviato mettendo su ogni bank i tre quattro suoni che mi servono per quella specifica canzone. la g7 aveva un'interessante possibilità' di preparare il suono successivo finche' usavi il precedente; questa pedaliera invece passa subito da un suono all'altro e questo puo' essere un problema. altro limite che ho individuato e' che la attivazione della valvola, che ti permette di sbucare letteralmente fuori dal gruppo per i soli, ha la brutta controindicazione di alzare il volume anche del sottostante, ad es. un loop, una traccia di drum machine, o qualsiasi altra cosa esca in simultanea dalla pedaliera; davvero un peccato.
a parte questi due limiti il prodotto e' semplice da dettare, robusto, latenza zero in home recording e pure fico da vedere. a me non servono altri pedalini, uso solo g5 e un volume esterno, così posso programmare il pedale per il gain e i delays etc .

ho anche lo zoom a3 per l'acustica che mando direttamente in impianto. ottimo pure quello.

spero di esservi stato utile e complimenti a zoom che riesce a tirar fuori da prodotti di fascia di prezzo contenuta, ottime performances.

se solo penso al costo dei pedalini, al ronzio, ai cavetti etc etc...

noi lo usiamo anche per registrare la voce della cantante direttamente nel mac . zero latenza e ottima dinamica.

sgrang buona chitarra a tutti

ciao
Rispondi
di eliazob [user #43925]
commento del 28/09/2015 ore 16:49:3
Purista dell'analogico da ormai 45 anni (reali) devo dire che ho sempre fatto largo uso delle simulazioni e delle pedaliere sin da quando sono nate. In particolare zoom le ho avute quasi tutte, compreso la G5. Premesso ciò e riconfermato che il suono è il prolungamento dei propri arti, ometterei di utilizzare le sezioni AMP per ottenere un buon sound , ( se non in cuffia di notte per ragioni ovvie). Tuttavia omettendo il pre dell'ampli o addirittura con send e return si possono ottenere comode soluzioni per la praticità d'uso e per effetto delle catene digitali che a mio avviso sono ottime sia per qualità che per praticità. Ottimo il nuovo processore che umanizza il tocco per effetto della maggior velocità di risposta e conseguente sensibilità alla pennata. Se poi agli exp pedal affianchiamo un tap tempo ecco che possiamo per comodità lasciare a casa dalle prove o dal mini club i 9000 pedalini boutique che sono ingombranti ma che però rimangono insostituibili!!!
Rispondi
di broncoguitars [user #45234]
commento del 27/06/2016 ore 09:41:51
buongiorno a tutti! :)
Uppo questo thread, scusandomi sia per il mio ritardo oggettivo, sia per la mia spiccata e ricercata incompetenza in merito...
sto solo ultimamente suonando in varie occasioni tipo feste, matrimoni, etc... e ho una Zoom G5. Mi capita che certe volte faccio andare in picco il canale del mixer cui mi collego.
I collegamenti sono: chitarra, jack/jack, G5, XLR, mixer. L'ultima volta il problema pare si fosse attenuato usando un XLR non da 10 ma da 5mt, ma incrementando i volumi mandavo lo stesso il mixer in picco.
Uno con cui suono mi ha detto che devo abbassare il volume della D-I, ma ho tentato di spiegargli che non c'è una manopola (al massimo un selettore con due guadagni in genere sulle D-I che ho visto) nè nulla di simile sulla G5. Forse è un settaggio in qualche locazione di memoria o sui singoli effetti, che sono tutti con singolo gain
Rispondi
di ianni70 [user #34497]
commento del 27/06/2016 ore 10:15:
secondo me stai sbagliando qualcosa nella sezione di parametrizzazione master. Controlla il manuale. C'è un menu dove puoi dire se sei colllegato a un ampli, a un send\return oppure a un mixer. Sempre nelle stesse impostazioni puoi regolare i livelli di uscita e decidere se far uscire su XLR il segnale dry o effettato.
Rispondi
di broncoguitars [user #45234]
commento del 27/06/2016 ore 16:09:26
ciao ianni70,
grazie per la tua risposta. Quando esco XLR io faccio questo: premo il selettore per uscire come strumento passivo, e premo quello per uscire effettato. Altre impostazioni non ne faccio.
La cosa strana è che su certi mixer è capitato (uno yamaha e uno soundcraft) e su altri no (su allen heath).
Cmq controllo il manuale come mi indichi, grazie infinite :)
Rispondi
di ianni70 [user #34497]
commento del 27/06/2016 ore 16:22:27
nono... non i tastini sul retro. C'è un menu che si attiva premendo i tastini tondi sopra ai display delle patch
Rispondi
Altro da leggere
Ho comprato il TS9 a causa dei multieffetto, e l’ho odiato
Ampli, effetti e un nuovo sistema cabinet negli ultimi firmware per Helix e POD Go
Zoom G2x Four: prime impressioni
MS-50G+: lo stomp multi-fx più evoluto di Zoom
Line 6 Helix: disponibile l’aggiornamento sonoro più grosso di sempre
Il trucco c'è ma non si vede
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
La mia LadyBird
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964