CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Fraseggio Blues - pentatoniche allo specchio
Fraseggio Blues - pentatoniche allo specchio
di [user #116] - pubblicato il

Lavoriamo ancora sul fraseggio blues e concentriamoci su uno degli elementi che rendono irresistibile il fraseggio di giganti come Stevie Ray Vaughan, Eric Clapton, B.B. King ma anche Robben Ford, Gary Moore e Joe Bonamassa: la continua alternanza, tensione e risoluzione, tra maggiore e minore.
Carl Verheyen nella sua lezione ci aveva offerto ottimi spunti a riguardo. Approfondiamo ulteriormente l’argomento sempre servendoci delle pentatoniche.
Prendiamo come riferimento la scala pentatonica minore, nel nostro caso, Am (A, C, D, E, G). Per ogni diteggiatura della scala pentatonica minore consideriamo la sua relativa pentatonica maggiore, formata dalle note di A, B, C#, E, F#. Troveremo due scale che avranno la stessa identica diteggiatura, due pentatoniche che si guardano allo specchio.
 
Visualizziamo questo concetto con due piccoli esempi.
Il box esteso di A minore affiancato da quello con la stessa forma di A maggiore.


Quindi isoliamo una porzione più piccola di scala e in questa maniera troviamo due scale, perfettamente identiche, posizionate una di fronte all’altra.


Ora proviamo a creare dei lick creando prima un piccolo fraseggio sulla pentatonica minore e quindi risuonandolo identico sulla diteggiatura maggiore. Per ottimizzare l’effetto e dare un senso di compiutezza al fraseggio,ci preoccuperemo però di chiudere sempre i due identici fraseggi sulla tonica, che ovviamente sarà posizionata su tasti differenti!
Ecco due semplici frasi costruite con questo stratagemma:



Un fraseggio molto simile ma ulteriormente semplificato per accentuare ancora di più il passaggio e la risoluzione sul maggiore.


Ora il suggerimento per interiorizzare veramente questo tipo di fraseggio è lavorare in maniera sistematica in un continuo botta e risposta tra pentatoniche maggiori e minori.
Partiamo proprio dalle due principali e più conosciute posizioni pentatoniche. Proponiamo tre spunti costruiti su tre differenti box pentatonici. Stessi pattern, stesse diteggiature e risoluzione sulla stessa nota, la tonica, che però impareremo a visualizzare su diteggiature differenti.
 Il primo lick si struttura su due fraseggi totalmente speculari se non per la chiusura leggermente diversa, sempre sulla tonica A.



In questo secondo studio mettiamo in gioco la nota blues che, ricordiamo, è la b5, il Eb, per la pentatonica minore e la b3, il C, per quella maggiore.

 

Ecco l'ultimo passaggio, quello tecnicamente più impegnativo per la fitta costruzione in sedicesimi, costruito su due diteggiature pentatoniche tra le meno praticate.


Buon lavoro e buon divertimento!

lezioni
Mostra commenti     3
Altro da leggere
Doug Aldrich: come arricchire la scala pentatonica
Stef Burns - Pentatoniche maggiori e frasi da Cowboy!
Seguici anche su:
News
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
Morto Jim Dunlop: fondatore di Dunlop Manufacturing




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964