DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Bruce Bouillet: due lick brucia pentatonica
Bruce Bouillet: due lick brucia pentatonica
di [user #116] - pubblicato il

Bruce Bouillet ci insegna la ricetta per un cocktail esplosivo. Prendere elementi di fraseggio pentatonico blues vicini allo stile di Clapton, Hendrix e Page e pronunciarli con l’inflessione più moderna e aggressiva di chitarristi come Van Halen e Gary Moore.
I due esempi proposti in questa lezione sono costruiti sulla pentatonica di Em arricchita dalla nota blues: E, G, A, Bb, B, D. Il Bb, evidenziato in neretto, è la nota blues, la quinta diminuita.
Prima di partire, isoliamo i due box sui quali Bouillet svilupperà i suoi fraseggi. Eccoli scritti uno a fianco all’altro.
 
Bruce Bouillet: due lick brucia pentatonica
 
Il primo fraseggio fonde tra loro i due box, articolandoli in una sequenza strutturata su pattern di sei note. La difficoltà principale è data dal fatto che il numero delle note per corda varia su ogni pattern, muovendosi tra tre, due e una nota per corda, rendendo meno immediato il carattere meccanico dell’esecuzione. Per questo, non abbiamo fornito alcuna indicazione particolare per la pennata lasciando a ciascuno la possibilità di utilizzare quella più congeniale. La raccomandazione è invece quella di marcare in maniera decisa la pulsazione ritmica della frase marcando morte gli accenti sull’uno di ogni sestina.

Il secondo lick isola un frammento del primo esercizio e lo presenta come una frase da suonare in loop. In questo caso, visto il carattere marcatamente meccanico dell’esecuzione abbiamo proposto in maniera chiara le pennate utilizzate da Bruce, che sono un’attenta combinazione di pennata alternata e legato.


Anche in questo esempio, preoccupiamoci di marcare con forza gli accenti e di scandire la pronuncia ritmica in sestine di sedicesimi.


Bruce Bouillet è arrivato alla notorietà negli anni ottanta suonando con Paul Gilbert nei Racer X, band di shred neo classico, ed è stato uno dei primi chitarristi di quella scena a contaminare pesantemente quel tipo di chitarrismo con elementi blues.
Resta memorabile l’assolo di Bouillet suonato nel disco dal vivo dei RacerX “Live Extreme Volume I”; Bouillet dopo un apertura di assolo in cui zittiva la platea a suon di schegge neoclassiche tra plettrate e arpeggi in sweep, esplodeva in un inatteso e gustosissimo blues in cui combinava shredding e tradizione blues in una maniera, per allora, assolutamente unica ed entusiasmante. Questo assolo sarà a breve oggetto di una lezione direttamente con Bruce. Tenete d’occhio queste pagine.

bruce bouillet lezioni
Mostra commenti     8
Altro da leggere
Più opzioni, meno lavoro
Accordi e memoria muscolare
Marty Friedman: due buone ragioni per iniziare a suonare la chitarra
Endless Sweeping Technique
Sweep: oltre le Triadi e gli Arpeggi
Sweep Picking: due approcci alle Triadi
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
GIBSON Les Paul Classic Premium Plus - CherrySunburst TOP AAA
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Seguici anche su:
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale
L’ultima Les Paul Greeny è ora della star Jason Momoa




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964