CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Landau: suoni belli da stare male.
Landau: suoni belli da stare male.
di [user #116] - pubblicato il

Si annuncia come una delle uscite discografiche chitarristiche più attese e goduriose del prossimo anno. Pezzi stralunati ma dannatamente accattivanti, melodie ipnotiche, atmosfere disperatamente vintage e suoni di chitarra belli da piangere, da stare male. Il nuovo album di Michael Landau si intitolerà "Rock Botton" e noi l’abbiamo ascoltato in anteprima.
Mike Landau è una leggenda vivente della chitarra. Un gigante che ha suonato con Miles Davis, Pink Floyd, Michael Jackson, Seal, Joni Mitchell e - per restare in casa - Elisa, Eros Ramazzotti, Laura Pausini  e Vasco Rossi al quale ha, probabilmente, regalato l’assolo più intenso di tutta la discografia del rocker modenese, quello de “Gli Angeli”.
Ma a chi lo conosce, nemmeno per un istante passa per la testa di accostare la chitarra e il chitarrismo di Landau a quello pulitino ed educato di un qualunque altro session man di lusso. La sua sei corde è sempre irruenta, sanguigna, eccentrica: sublime nel playing, deliziosa nel tocco e stupefacente tanto nel guizzo creativo che nell’elaborazione di suoni talmente belli, sfrontati e stuzzicanti da sconfinare nel pornografico.

Landau: suoni belli da stare male.

In Rock Bottom c’è tutto questo mondo chitarristico ma calato nel contesto ancora più accattivante di una manciata di canzoni davvero toste e appassionanti.
Rock classico, dichiaratamente ispirato ai più grandi e iconici riferimenti degli anni '60 e prodotto in maniera magistrale. C'è una voce strepitosa, quella di Dave Freese che non solo non sfigura nel confronto con quella della sei corde di Landau, ma incanta e strega per passione e convinzione.
Tutto ovviamente è suonato, registrato e mixato da paura. Anzi, probabilmente, questo disco finirà per diventare uno dei prossimi riferimenti per testare come stanno riuscendo le chitarre che state registrando.
L’uscita dell’album è stata anticipata dalla recente pubblicazione del primo singolo We're Alright.
Spiega Michael Landau: "We're Alright è una canzone che parla del folle mondo di oggi in cui bisogna lasciare che le cose vadano per il loro corso.  Tanto si sa che comunque finirà tuto, in un modo o nell'altro …e, io dico, andrà tutto bene."
L’uscita dell’album è prevista per la fina di febbraio ma è già acquistabile in pre order sul sito dell’etichetta Mascot che descrive così il disco:
“Rock Bottom sembra uscito dal Morrison Hotel del 1970 ed è un album da ascoltare mentre si è  alla ricerca della strada giusta verso il deserto per un trip a base di peyote. Evoca suoni ed immagini vintage e mistiche, da Joni Mitchell ad Arthur Lee, Hendrix e di Buffalo Springfields



 
dischi michael landau recensioni
Link utili
Acquista in preorder il nuovo disco di Michael Landau
Il sito di Mike Landau
Mostra commenti     4
Altro da leggere
Germano Seggio porta la chitarra in Alta Quota
Piatti Pasha. Una garanzia di carattere e qualità
Ma dove vai se non sai le scale!
Gretchen Menn: "Abandon All Hope"
Basso G&L Tribute JB: sentirsi in un disco funk
Protocol IV: tecnica, suono ma soprattutto idee
Seguici anche su:
News
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
Morto Jim Dunlop: fondatore di Dunlop Manufacturing
Ha inizio la settimana del Namm 2019




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964