CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Chitarra acustica economica: posso renderla "invitante"?

di [user #48845] - pubblicato il
Qualche mese fa, mia figlia diciassettenne ha espresso la volontà di imparare a suonare la chitarra. Io ho imparato le regole base dell’armonia quarantacinque anni fa e ho strimpellato per anni su una classica (Admira Menina) che fa ancora parte della nostra famiglia, sulla quale mia figlia ha mosso i primi passi.
Ora, dopo tanti anni di “fermo” ho ripreso a strimpellare ma, a differenza del passato sono più portato all’accompagnamento arpeggiato piuttosto che alle pennate di una volta.
 
Lo scorso agosto, cercando un attrezzo con un suono “tipo jazz”, con un manico più facile per le minute mani di mia figlia, ho trovato un’Ibanez AF55, usata ma come nuova (150€ con la sua custodia imbottita), e ho quindi sperimentato il nut da 43mm. Mia figlia si trova bene ma io proprio no e quindi ho pensato di completare il nostro parco giochi con un’acustica con nut da 47 o 48mm.
L’è minga mé dìla!
Pur avendo la fortuna di vivere in una zona dove ci sono diversi negozi ben forniti, i pellegrinaggi fatti finora sono stati piuttosto deludenti perché quelle che cerco io sono misure “non molto popolari”, mi è stato detto. Anche guardando sui cataloghi il campo è comunque ristretto.
Vedo che Seagull usa il 45.7mm e che Cort usa il 45 ma di più largo ci sono un paio di modelli di fascia alta come la Takamine EF740FS-TT (47,4mm) e la Seagull Agostino (48mm) e uno di fascia bassa(issima) come le EKO One 018 CW e One ST 018 CW (48mm).

Nonostante il mio livello tecnico non sia eccelso (eufemismo), non vedo niente di sbagliato nel pensare di acquistare uno strumento ben fatto e con un certo valore economico, sia pur cercando di stare su oggetti che possano avere una buona tenuta del prezzo nel tempo, quindi mi sarebbe piaciuto provare la EF740 ma per farlo mi dicono che dovrei andare fino a S.Marino (sempre che lì ce l’abbiano, ma io non credo).

Quindi dopo altro cercare mi sembra che l’unica alternativa reale sia la Eko One ST 018 e la cosa non mi entusiasma perché preferirei trovare uno strumento che mi inviti a suonarlo ogni volta che lo incrocio: quale miglior incentivo per migliorare?!
Ma, a meno di scegliere la via del liutaio (ma poi che succede al valore dell’usato?) o quella di declassare una 12 corde a 6 (ma quel top vibrerebbe con metà tensione?), non credo mi restino alternative realmente praticabili se non quella della Eko. Quindi la domanda che pongo è: quanto è migliorabile il suono di una chitarra economica (230€ compreso l’elettronica e il solid top in abete)? Pensate che sia possibile renderla “invitante”? Anche solo con interventi realizzabili con una buona attitudine (e attrezzatura) al fai da te?

Grazie.

Fabio
 
Loggati per commentare

di MM [user #34535]
commento del 16/10/2018 ore 08:28:52
Non ho capito perché andare a cercare una larghezza al capotasto così... addirittura pensare a una 12 corde con solo 6 corde, questo è proprio assurdo.
Prendi una Seagull con 45,7 che è già un'ottima misura, tra l'altro sono chitarre molto suonabili, comode, non te ne pentirai.
Rispondi
di bulgi81 [user #45146]
commento del 16/10/2018 ore 08:32:1
Guarda questa => vai al link
La marca Harley Benton è ottima nella sua fascia di prezzo. Questa chitarra da 190€ vale certamente molto di più del prezzo di acquisto (almeno il doppio). Ha il nut di 48mm. Puoi in ogni caso fare ricerche su quel sito e farti l'idea di cosa si può trovare sul mercato, visto l'enorme fornitura. Ad ogni modo gli unici interventi che puoi fare su un'acustica per migliorarne il suono sono:
- sostituzione nut
- sostituzione meccaniche
- sostituzione ponte
- sostituzione elettronica

Non so il tuo livello in termini di liuteria fai da te, ma i primi 2 interventi puoi tranquillamente farli da solo, soprattutto se prendi un nut tipo TUSQ già scanalato. Il ponte invece richiede maggiore esperienza. L'elettronica anche, ma la chitarra che ti ho linkato ad esempio ha già un preamp Fishman, ovvero ottimo su chitarre entry level.
Rispondi
di Mimmo66 [user #26026]
commento del 16/10/2018 ore 09:58:15
anche la EKO ha il preamp fishman...
Non capisco questo ostracismo a prescindere verso la Eko, certo non è una seagull, ma perché non dovrebbe suonare con il top in abete massello? ma poi... cosa vorresti cambiare nel "solid top in abete"???
Rispondi
di bulgi81 [user #45146]
commento del 16/10/2018 ore 16:15:00
Io non ho nulla contro la Eko e nemmeno contro i top in abete solid. Anzi.L'amico cercava una chitarra con nut di 48mm. Sono andato su Thomann, breve ricerca ed esce una Harley Benton a 190€ con nut di 48mm e preamp Fishman. L'ho consigliata. Fine.
Rispondi
di Mimmo66 [user #26026]
commento del 16/10/2018 ore 20:01:50
infatti non ce l'avevo con te, scusa :-)))
Rispondi
di pg667 [user #40129]
commento del 16/10/2018 ore 09:20:35
giusto per fare 2 chiacchiere: la mia prima acustica è stata una 12 corde Epiphnone (ai tempi, 97 o 98 mi pare, costò 700.000 lire, non proprio un primo prezzo) che da almeno 15 anni uso solo in versione 6 corde.

è lo strumento che uso per le registrazioni perchè estremamente bilanciato, non mi sono neanche preoccupato di cambiare il capotasto perchè un paio di volte lo riutilizzata a 12.

allo strumento non cambia assolutamente nulla se ci monti una corda o 12, l'unico accorgimento sarà (nel caso) una regolata al trussrod, ma nel mio caso non è mai servito perchè la chitarra è di una solidità impressionante. l'ho portata per anni al mare, ci passavo le serate (da solo...) sulla spiaggia, l'ho poggiata sulla sabbia umida e salmastra, è stata sbatacchiata per una vita ed è ancora li fresca come una rosa.
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880]
commento del 16/10/2018 ore 10:27:37
Suonare una santa chitarra acustica a 12 corde con 6 corde solamente è come portare una Harley Davidson con le rotelline laterali per la bicicletta dei bambini. SUONA! Ti faccio vedere che a forza di suonare ti risulterà comodo ogni manico, ogni capotasto e ogni altra cosa.
Rispondi
di theoneknownasdaniel [user #39186]
commento del 16/10/2018 ore 11:19:34
Perdona la domanda molto personale, dove abiti? Perché se vieni dalle mie parti, oltre a trovare un sacco di robe buone da mangiare e bere, trovi anche un magazzino musicale che ha una scelta molto ampia e nel reparto acustiche commessi molto in gamba. Magari finisce che trovi quello che ti piace ad un prezzo per cui ne valga la pena.
Sul prezzo: val la pena spendere 190 € anziché, che so, 300, se poi non la suoni perché non ti fa battere il cuore? Secondo me no, e sinceramente preferisco stare senza.
Scrivimi in privato se vuoi che non so se posso menzionare il magazzino in questione pubblicamente.
Rispondi
di aleck [user #22654]
commento del 16/10/2018 ore 12:24:08
vai al link

Ci si suona tranquillamente anche senza modifiche eh. Il livello è pari alle varie Epiphone, Washburn e simili.
Rispondi
di accademico [user #19611]
commento del 16/10/2018 ore 15:19:02
in effetti 48-49 mm per una steel strings sono praticamente fuori misura, i manici larghi sono di solito sulle 000 12 tasti (ad esempio martin 00028 vs fa 46 mm). Io sono solito dire che quando una chitarra piace ci si abitua un po' a tutto. Secondo me è importante che tu provi anche chitarre un po' più strette, a meno che tu non abbia delle mani veramente enormi, se abbassi le tue aspettative a 45.5-46 il campo si allarga parecchio e hai più probabilità di trovare uno strumento che ti soddisfa per tutti gli altri parametri (in primis il suono).
Rispondi
di fabiospark [user #48845]
commento del 16/10/2018 ore 17:01:25
Intanto ringrazio tutti per essersi presi la briga di rispondere alle mie domande. Temevo di averle fatte troppo specifiche e di scarso interesse generale ma non avevo considerato che questa è una community molto vivace e appassionata.
Provo a rispondere alle varie osservazioni che sono state fatte.
1 - Perchè cercare un manico da 47/48mm? = Perchè ho sempre suonato su un manico da 52mm (classica) e quando ho provato quello da 43mm (Ibanez AF55) ho avuto l'impressione di dover ricominciare da zero. Quando invece ho provato la EKO One 018 (48mm) mi sono trovato molto più a mio agio sia con la sinistra che con la destra. (Ricordo che io suono accompagnamenti arpeggiati per qualcuno che canta).
2 - Il 45.7 di Seagull dovrebbe essere più che sufficiente = Non lo escludo e le ho prese in considerazione ma per ora ne ho provate un paio in due negozi diversi ma in condizioni assurde che non mi hanno permesso di rendermi conto se il suono mi soddisfi. Suonate coi polpastrelli non mi hanno convinto ma dovrò riprovare in condizioni migliori.
3 - A furia di suonare ti adatterai a qualunque manico = Ci credo ma se trovassi un manico adatto a me già da subito sarei più contento. Non dovendo fare "le scale di corsa" non vedo controindicazioni a usare un 47/48mm, a parte la ristrettezza del campo di scelta, of course.
4 - Ostracismo verso Eko o chicchessia = Io non ho niente contro una marca o l'altra per "sentito dire". Ho solo catalogato come di bassa(issima) fascia una chitarra con solid top + elettronica venduta a 230€, iva compresa: ho sbagliato? La sola diffrenza tra un top laminato e uno solido, su chitarre di categoria superiore, te la fanno pagare qualche centinaio di euro. Da una fascia bassa non posso pretendere che suoni come una chitarra di categoria superiore, altrimenti ci sarebbe da rimettere in discussione qualcosa, credo. Quindi temo che, così com'è, non riesca ad essere "invitante" come vorrei che fosse lo strumento che acquisterò. Da qui la richiesta degli eventuali possibili miglioramenti.
5 - 12 corde usata con 6 = Questa idea discende dal fatto che la maggior parte delle 12 corde hanno un manico proprio da 48mm e di 12 ce n'è parecchie. Accetto le spiegazioni positive che ha dato chi ha esperienza di questa configurazione e quindi non escludo questa via ma dovrei provare per capire se per me è ok. (Eppoi rimane un palettone che non finisce più, anche se gli togli 6 tuners).
6 - Harley Benton = Ringrazio per la segnalazione, indagherò. Soprattutto per capire come funziona il 30gg soddifatto o rimborsato. A meno che esista la possibilità di provare gli strumenti (in un raggio di 100km) prima di acquistarli: esiste?

Per il momento grazie a tutti.

fabio
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
C4 Synth: synth modulari per chitarristi
Chitarre e ampli da EVH per il Summer Namm
Jackson rinnova per il Summer Namm
Moonlander: 18 corde per la chitarra lunare
Tre super-Strat da Charvel per il Summer Namm 2019
Timing, plettro e altre storie
Silverwood: torna “il meglio” del catalogo Supro
Fattoria Mendoza Boogia: l'overdrive distorsore definitivo?
Softube Console 1 SSL SL 4000 E Vs. British Class A Vs. American Class...
Kangra: fuzz e filter da Walrus per Jared Scharff
Gli AC/DC celebrano i 40 anni di "Highway To Hell"
Ronzio dagli amplificatori solo in appartamento
Max Cottafavi: non esistono assi nella manica
Blackstar amPlug2 FLY
Bose L1 Compact: tutto in 13kg

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964