CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Duck: la Strat 1972 di Yngwie Malmsteen
Duck: la Strat 1972 di Yngwie Malmsteen
di [user #50984] - pubblicato il

La Stratocaster Olympic White di Malmsteen è la sintesi del suo stile estremo sotto ogni aspetto con tanto di fret scalloped e una serie signature a seguito.
Lars Johan Yngve Lannerbäck è nato a Stoccolma il 30 giugno 1963. Figlio di musicisti, appassionato di musica classica, si avvicina alla chitarra all'età di sette anni, quando assiste in TV ai funerali di Jimi Hendrix. Da lì intraprende la strada del virtuosismo chitarristico.

Nel 1983 un talent scout americano, colpito dal suo modo di suonare, lo invita negli USA. Lui si trasferirà in America portando due chitarre e un paio di jeans. Dopo aver collaborato al progetto Steeler, passerà poi agli Alcatrazz (con i quali registrerà un album in studio e uno dal vivo), nel 1984 fonda il suo gruppo, Rising Force, con i quali incide un album nello stesso anno.

Da qui inizia una carriera piena di successi ma anche di gravi incidenti. Entra ed esce dal coma dopo un grave incidente automobilistico e, dopo una lunga convalescenza e riabilitazione, pubblica Odissey, che gli restituisce una certa notorietà. In seguito si fratturerà ben due volte la mano, costringendosi ad altre pause forzate.

Duck: la Strat 1972 di Yngwie Malmsteen

La Stratocaster Olympic White di Yngwie, maple neck resa scallopped dallo stesso, prende il nome di Duck per un adesivo di Donald Duck applicato sulla paletta dello strumento. In alternativa chiamata è anche “Play Loud” per un altro adesivo applicato al corno superiore del body da Anders Johansson al Rockshire Studio nel 1984.

L'idea della tastiera scavata (della quale fu precursore Ritchie Blackmore) gli venne quando provò un liuto del XVI secolo con quel tipo di tastiera.

Duck: la Strat 1972 di Yngwie Malmsteen

Nel 1988 sarà il primo artista, insieme ad Eric Clapton e Richie Sambora, al quale Fender dedica uno strumento Signature.

Nel 2008 esce una versione Custom Shop di questa chitarra, equipaggiata con pickup DiMarzio HS-3.



Ha sempre prediletto amplificatori Marshall e la casa inglese gli ha dedicato a sua volta una testata Signature YJM.
La marca di pedali DOD gli ha dedicato il YJM 308, replica del DOD 250 preamp/overdrive (versione grigia) utilizzato per gran parte della sua carriera. Anche Fender nel 2015 ha commercializzato una sua versione di questo pedale.
Dal 2010 è endorser Seymour Duncan per il modello YJM-FURY.
chitarre elettriche fender stratocaster yngwie malmsteen
Link utili
Vintage Choice su Facebook
Nascondi commenti     7
Loggati per commentare

di felix9 [user #33282]
commento del 20/03/2020 ore 16:27:12
Una Custom Shop di quel tipo a chi può interessare?
Forse qualche fan di Malmsteen potrebbe comprarla per appenderla al muro.
Rispondi
di spaccamaroni [user #7280]
commento del 20/03/2020 ore 17:05:07
In che senso?
Rispondi
di felix9 [user #33282]
commento del 20/03/2020 ore 18:58:33
Nel senso che, secondo me, una chitarra signature va bene, ma voler replicare tutti i difetti e i segni di usura della chitarra di tal dei tali è solo materiale per feticisti.
Rispondi
di spaccamaroni [user #7280]
commento del 20/03/2020 ore 19:07:25
Ti do ragione. A me non piace proprio l'idea del relic. Un sacco di signature escono reliccate...queste chitarre sono solo merce di scambio economico, chiuse in vetrina perché identiche a quelle vissute degli artisti di cui il nome.
Rispondi
di Johnny92 [user #43424]
commento del 20/03/2020 ore 19:12:01
Beh, non per forza potrebbe essere acquistato solamente dagli amanti di Malmsteen; questo è uno strumento rivolto maggiormente ai cosiddetti shredder. Uno shredder va alla ricerca di uno strumento che sia innanzitutto di altissima qualità, che gli garantisca di fare tutte quelle cose, alla Malmsteen per l'appunto, attraverso una suonabilità perfetta e questo bel chitarrone è adatto a questo genere di chitarristi.
Poi quando hai in mano uno strumento del genere l'estetica passa da sola in secondo o in terzo piano.
Rispondi
di spaccamaroni [user #7280]
commento del 20/03/2020 ore 19:27:34
Beh ma se uno shredder cerca la sostanza, si rivolge ad altre chitarre, non a questa. Magari una stessa Malmsteen signature o altre con simili caratteristiche, non quella di cui parla l'articolo.
Rispondi
di Maxlespaul [user #39753]
commento del 27/03/2020 ore 23:02:14
Beh, per fare lo shredder su quella chitarra, devi essere Malmsteen ...! Innegabilmente uno degli incredibili pregi di Malmsteen è proprio la capacità di suonare sulla strato cose che nessun altro ha mai fatto, suonare millemila note al minuto con la massima intelligibilità.
Rispondi
Altro da leggere
Scopri in video le Fender Aerodyne Special
Let it (Treble) Bleed
Il lato oscuro della Squier Telecaster Classic Vibe
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Jackson fa ascoltare la American Series Soloist
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Fender Stratocaster Custom Shop David Gilmour RELIC - THE BLACK STRAT
Visualizza l'annuncio
Fender Telecaster 1960 Relic - Master Built Yuriy Shishkov
Visualizza l'annuncio
Fender Stratocaster 69 Master Built Dennis Galuszka Real Gold 24K
Seguici anche su:
Altro da leggere
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
L’asta per la White Falcon dei Foo Fighters surclassa le previsioni
Il primo BOSS CE-1 mai prodotto è in vendita
Gibson sostiene l'Ucraina
Guarda Tommy Emmanuel suonare la Ibanez Jem di Steve Vai
La chitarra elettrica fatta con mobili Ikea
Pantera reunion: gli strumenti di Dimebag Darrell sul palco con Zakk W...
In video dal vivo il prototipo della PRS Robben Ford Signature
Dean non ci sta: in appello contro Gibson
“Fulltone chiude”: il comunicato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964