DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Maurizio Dei Lazzaretti:
Maurizio Dei Lazzaretti: "Time Rudiments"
di [user #46205] - pubblicato il

"Time Rudiments" di Maurizio Dei Lazzaretti, più che un libro di esercizi è una guida, un aiuto per tutti i batteristi che decidono di dedicare le loro energie allo studio consapevole e, veramente, approfondito del tempo. Distribuito da Volontè & Co, questo libro è un manuale molto articolato e veramente ricco di contenuti, accompagnato da numerosi suggerimenti e racconti on the road dell’autore.
Attenzione il titolo trae in inganno: in questo libro non si parla dell’inflazionato mondo dei rudimenti o della tecnica di base del tamburo.Si parla di tempo e dei modi per rafforzarne la nostra percezione e senso ritmico.
Il tema portante di tutta l’opera è, infatti, imparare a percepire con chiarezza lo scorrere del tempo, acquisendo piena consapevolezza della pulsazione ritmica.
Ci sono tantissimi esercizi mirati, funzionali ad entrare in sintonia con la filosofia dell’autore. Questa è chiara e categorica: il ruolo del batterista è tenere il tempo in modo confortevole e chiaro tanto per chi suona con lui, tanto per chi, semplicemente, ascolta.
"Time Rudimets" si apre parlando di internal clock. Questo è il nostro orologio interno, ovvero la capacità di avvertire con chiarezza lo scorrere del tempo. Legato a questo delicato aspetto, sono proposti i primi esercizi del manuale.

Maurizio Dei Lazzaretti: "Time Rudiments"

Da subito, appare chiaro che per affrontare gli esercizi in maniera adeguata è necessario leggere e seguire in maniera scrupolosa le istruzioni e i suggerimenti dispensati da Maurizio Dei Lazzaretti. Non farlo, rischia di rendere  difficilmente comprensibile il percorso didattico proposto.
E' evidente che l'obiettivo del manuale non è travolgere lo studente con pagine e pagine di esercizi da eseguire come un automa. Questo libro sprona piuttosto
lo studente a ragionare, porsi in maniera critica, consapevole e autonama in relazione agli esercizi e temi affrontati. Ogni nuovo capitolo, infatti, presenta argomenti estremamente diversificati che necessitano attenzione, intraprendenza e autonomia per essere capiti e assimilati.
Dopo il tema dell' internal clock, il manuale propone esercizi di coordinazione basati sugli spostamenti di ritmica e accenti. Gli esercizi sono correlati alle basi contenute nel libro, che sono veramente ben progettate. Il supporto delle basi renderà lo studio immediatamente applicabile in un contesto musicale.
Inoltre,alcune delle basi presenti nel testo basi ci sono sembrate particolarmente intelligenti:  il metronomo che accompagna la base, ogni tot misure scompare lasciando il musicista che suona, supportato da un sequencer con precisi riferimenti ritmici. Seguire queste variazioni costringe lo studende a un grande sforzo di concentrazione che non devo inficiare, ovviamente, la qualità della pulsazione sonora.

Maurizio Dei Lazzaretti: "Time Rudiments"

Seguono una serie di studi dedicati ai gruppi irregolari. Dei Lazzaretti spiega che, in passato, riteneva lo studio dei gruppi irregolari poco proficuo, trovandoli "cervellotici e inutili." Quindi l'autore racconta come, nel tempo, sia tornato sui suoi passi, scoprendo che una maggior padronanza delle cellule ritmiche irregolari permetta di suonare con più precisione e relax quelle più semplici.
I tempi irregolari sono affrontati, prima come semplici esercizi, necessari per prenderne familiarità; quindi mediante il time stretching approccio che mescola gruppi irregolari a gruppi regolari.
A questo punto, si arriva al cuore del libro con il capitolo Time Rudiments, una serie di studi basata sullo spostamento della pulsazione.

Maurizio Dei Lazzaretti: "Time Rudiments"

Importantissimi i suggerimenti che l'autore dispensa sull'organizzazione del proprio studio giornaliero: dalla routine tecnica, all'ottimizzazione del tempo riservato all'esercizio.
Infine, particolarmente significativo lo spazio dedicato alla lettura a prima vista. In questa sezione, corredata con partiture e altre basi dedicate,
l’autore sottolinea la grande differenza tre leggere a prima vista e suonare a prima vista.
"Time Rudiments" è un manuale più che consigliato ai batteristi di livello intermedio/avanzato che abbiano voglia di cimentarsi nello studio approfondito e consapevole del tempo.
lezioni di batteria maurizio dei lazzaretti recensione
Link utili
Time Rudiments sul sito di Volontè & Co
Il sito Maurizio Dei Lazzaretti
Mostra commenti     0
Altro da leggere
Tempi dispari con Marco Minnemann
Marco Minnemann & i Tempi Dispari - Il 5/16
Ellade Bandini: il Twist & la batteria sulle sedie
Un linear non linear
Non basta andare a tempo
Aaron Spears: sospensione & pulsazione
Aaron Spears: rullo alternato fra cassa e mani.
Agostino Marangolo e la batteria di "“Quanno Chiove” di Pino Daniele
Imparare a suonare sui tempi dispari
Fermi con le mani!
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
GIBSON Les Paul Classic Premium Plus - CherrySunburst TOP AAA
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Seguici anche su:
Altro da leggere
Come dev'essere la TUA chitarra?
Trent’anni di vintage, usato e novità: le sale di SHG 2022
Raccontami il tuo SHG, io ti racconto il mio
Versatilità e dubbi: l'ampli definitivo?
Amplificatori: abbiamo incasinato tutto?
SHG 2022 Vintage Vault: Isle Of Tone
Dubbi esistenziali: la chitarra più versatile?
Brian May e i Queen su Radiofreccia
Usato? Siete fuori di testa!
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964