CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Di Marzio Paf Pro
di [user #21] - pubblicato il

E' molto probabilmente il pick-up Di Marzio più venduto ed usato. E' un humbucker splittabile ed il costo non è eccessivamente alto. Sembra che sia il rifacimento del Gibson Paf, e ciò sia per il nome che per il suono. Infatti ha un suono "gibsoniano": grosso, morbido, caldo ma anche aggressivo. Rispetto al Paf originale il pick-up in esame offre più definizione, più versatilità ed anche più segnale. E' nato per essere applicato al manico, ma qualcuno ha provato a montarlo al ponte ottenendo un risultato niente male, tanto che questa soluzione è ormai diventata prassi consolidata. Non a caso molte chitarre (tra cui La fender startocaster "Ritchie Samborra") lo montano di serie in quest'ultima posizione. La distribuzione delle fequenze si presenta in scala decrescente alti-medi-bassi. Il suono, oltre ad avere le caratteristiche cui accennavo prima, si presenta in un certo senso "oscuro" nonostante la prevalenza delgli alti. Proprio questa ritengo che sia , insieme alla "grossezza", la caratteristica peculiare di questo pick-up . La grossezza del suono non intacca comunque la definizione che, come da tradizione Di Marzio, rimane sua cartteristica imprenscindibile. L'attacco è molto morbido, soustain e distorsione ci sono a volontà ma per ritmiche potenti (trash, power...) se applicato al ponte si rivela inadatto. Montato al manico si dimostra invece estremamente versatile. Infatti non essendo utilizzato in questa posizione per ottenere ritmiche "trash" si dimostra all'altezza per ogni esecuzione solista, in particolare sembra creato su misura per ottenere il massimo dallo sweep-picking. Per quanto riguarda gli altri generi invece è efficace in ogni reparto. Sui suoni puliti è sublime. Considerazioni finali. Si tratta di un pick-up versatile sì, ma con cartteristiche particolari, visto che è stato realizzato sulla falsariga di un pick-up storico (il Gibson Paf) e che quindi si propone di bilanciare le carattaristiche di questo con le esigenze del chitarrista moderno. E' un pick-up misterioso, dalle notevoli potenzialità, che solo un chitarrista che suona assiduamente con questo trasduttore è in grado conoscere e sfruttare.


Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, per continuare a leggere clicca qui per loggarti o creare un account.
Seguici anche su:
Altro da leggere
Di chitarre buone, pedaliere e dello stare bene
Il nemico in pedaliera
Stratoverse: Fender è nel metaverso
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy
Su Radiofreccia uno speciale sui Rolling Stones
Ikea pensa ai musicisti: arriva Obegränsad
Usato: abbiamo perso la ragione?
PRS è al lavoro su una Tele-style con Myles Kennedy?
Bob Taylor si ritira: annunciato il nuovo CEO e Presidente
Nick Drake e gli altri: Guild, icona al collo dei giganti
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964