DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Sostituire i volumi per un tono più brillante
Sostituire i volumi per un tono più brillante
di [user #29925] - pubblicato il

Se una chitarra elettrica soffre di carenza di alti e suona troppo spostata verso medie e basse frequenze, sostituire il potenziometro del volume con uno di valore più alto potrebbe essere risolutivo. Ecco a cosa fare attenzione nel montaggio e come comportarsi in relazione al circuito dei toni.
Se una chitarra elettrica soffre di carenza di alti e suona troppo spostata verso medie e basse frequenze, sostituire il potenziometro del volume con uno di valore più alto potrebbe essere risolutivo. Ecco a cosa fare attenzione nel montaggio e come comportarsi in relazione al circuito dei toni.

Ho da poco acquistato una Gibson Les Paul Traditional usata. Come si legge in giro, a detta di molti questa chitarra è una buona Les Paul a patto che le vengano sostituiti i potenziometri da 300k al volume con quelli da 500k.
Questa modifica dovrebbe schiarirne la voce altrimenti intubata. Ora, prima dell’acquisto il precedente proprietario, che aveva rifatto il wiring con le specifiche del wiring '59, mi aveva detto che i pot montati erano dunque da 500.
Dovendo comunque portare la chitarra a settare da un liutaio per cambiare il capotasto, mi sono appoggiato al professionista della mia zona che, controllandola, mi ha fatto notare effettivamente che nel precedente lavoro erano stati montati dei condensatori non proprio consoni alla chitarra in questione, quindi mi ha giustamente indicato di sostituirli con dei caps da 15nF. Questa modifica fa sì che l’azione del tono sia molto meno incisiva sul suono, almeno così mi sembra. Tutto sommato non mi dispiace essendo la les paul già un po’ scuretta.
Al mio liutaio avevo chiesto anche di verificare il valore dei potenziometri, se realmente da 500 oppure ancora da 300 visto che avevo notato la scritta Gibson sul fondo del pot e quindi mi era venuto il dubbio lecito potessero essere gli originali. Nonostante egli mi avesse indicato che i potenziometri erano da 500 non mi son fidato e a casa ho cercato di leggere la sigla riportata sul fianco del potenziometro. Il risultato è stato che i potenziometri del tono hanno codice 440-71079 e sono da 500k, mentre quelli dei volumi hanno il codice 440-70034 e sono da 300K, in pratica la configurazione di fabbrica. A questo punto sia io sia il precedente proprietario siamo rimasti gabbati ognuno dal proprio liutaio, lui spendendo la propria cifra per un lavoro mal fatto, io spendendo per controllare il precedente lavoro e avere una risposta non corretta.
Volendo a questo punto sostituire il cablaggio di serie con pot da 500, vi chiedo se sia sufficiente montare i potenziometri da 500k Audio al volume oppure se sia consigliabile cambiare tutti e quattro i potenziometri. Pensavo di sostituire solo i volumi, avendo però questa chitarra una piastra in metallo dove vengono fissati vi chiedo se sapete indicarmi quali potenziometri acquistare e se il loro montaggio sulla piastra nasconde qualche insidia. Vorrei fare io il lavoro con l’ausilio di un amico pratico col saldatore, per cui lascerei la piastra e sostituirei solo i due potenziometri del volume. Inoltre i condensatori da 15nF sono corretti oppure montando i volumi da 500 non sarebbe necessario un valore così basso?
A voi la parola!

Sostituire i volumi per un tono più brillante

Risponde Marco Omar Viola di MOV Guitars: il tuo problema è facilmente risolvibile, puoi acquistare presso negozi specializzati i potenziometri che più desideri senza difficoltà. Potrai inoltre mettere un condensatore da .022 per ottimizzare.
Sono dispiaciuto per la piccola disavventura che avete avuto sia tu sia il precedente proprietario, trovo che un professionista debba poter dare sempre il meglio e che debba essere assolutamente competente e trasparente.

Risponde Pietro Paolo Falco: la sostituzione di un potenziometro è un'operazione semplice, a patto di sapere dove mettere le mani e di essere in grado di saldare a dovere. Nel caso della Traditional, la piastra è una comodità in più in quanto hai un blocco stabile su cui posizionare i componenti in modo ordinato anche una volta tirati fuori dal vano. Il procedimento non cambia, e l'unico accorgimento che mi sento di suggerirti è di fare attenzione che i nuovi potenziometri siano a filettatura lunga. A causa dello spessore del top, le moderne Les Paul fanno uso di potenziometri con filettatura più lunga rispetto a quelli che si possono trovare, per esempio, su una Stratocaster che ha solo un sottile battipenna di distanza tra il circuito e la superficie esterna dello strumento. Se ti rivolgi a un negozio che vende ricambi specifici per strumenti musicali, sapranno indicarti sicuramente i componenti giusti, se invece conti di acquistare presso un generico negozio di elettronica potrebbe essere consigliabile portare con te uno dei vecchi potenziometri per mostrarne le misure al commesso.
Quanto al condensatore, questo interagisce con il potenziometro dei toni e, sebbene la tua chitarra potrebbe suonare in modo più brillante con i nuovi volumi da 500k (Audio, ovvero logaritmici), non è detto che sentirai il bisogno di cambiare il modo in cui funzionano i toni. Nel caso volessi sperimentare, tieni presente che se alzi il valore del potenziometro dei tono o quello del condensatore il tono si chiuderà di più, mentre con valori del potenziometro o del condensatore meno elevati l'escursione sarà meno incisiva.

Sostituire i volumi per un tono più brillante
chitarre elettriche elettronica gibson les paul traditional
Link utili
MOV Guitars
Nascondi commenti     14
Loggati per commentare

aggiornamento
di blea [user #29925]
commento del 17/11/2014 ore 11:21:42
Grazie Per le pronte risposte, come mio solito quando mi metto in testa di fare una cosa, prima chiedo consiglio, poi l’impazienza mi porta ad agire senza attendere il responso alle mie domande…Detto questo ho sostituito i potenziometri dei volumi con quelli che strumenti alla mano sono risultati essere effettivamente lineari da 300 (330 per l’esattezza). L’operazione non è stata in se difficoltosa, sicuramente meno agile di quel che pensavo inizialmente. Ho dovuto rimuovere tutti e quattro i potenziometri dal top, in questo modo tutta la piastra si è sfilata e mi ha permesso di lavorare con più facilità al cablaggio. Ho sostituito anche i condensatori con dei PIO K42y2 da 22 nF. Li ho inoltre ricablati sequendo le specifiche del wiring 50, ovvero ho inserito il condensatore nel pin del volume dove è inserita l’uscita al selettore e nel pin laterale del tono (in pratica al contrario rispetto alla configurazione originale dove invece era inserito nel pin del volume insieme al filo del pickup e al pin centrale del tono).
Come va la chitarra? Innanzitutto va e questa è la prima buona notizia, per il resto ho potuto solo testare che tutto funzionasse bene, ovvero i toni chiudessero e i volumi abbassassero. Sulla qualità del suono aspetto le prove in sala prove in settimana perché avendo fatto il lavoro a casa in condominio non mi è concesso sprangare l’ampli, inoltre il microcube da appartamento più che altro sarebbe da prendere a sprangate!
Rispondi
Tutto giustissimo ma, perchè un ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 17/11/2014 ore 11:31:32
Tutto giustissimo ma, perchè un ma è d'obbligo, non aspettarti delle rivoluzioni, siamo pienamente nel campo delle sfumature e, se non hai un ampli almeno discreto o se usi molti pedali, la perdita di alte è tale che la chitarra suonerà scura a prescindere. Inoltre i Classic '57 non sono di certo i PAF più brillanti, anzi, la loro risposto è piuttosto morbida a prescindere. Senza stravolgere la chitarra e con una spesa minima puoi sostituire le sellette con altre in ottone ad esempio e ricavare molte più frequenze alte di quante puoi aspettarne dalle sola sostituzione dei potenziometri. In quel caso l'intervento sulla timbrica della chitarra sarà più sostanzioso. Io poi ho cambiato anche ponte e stoptail, ma questa è un'altra storia!?
Rispondi
Re: Tutto giustissimo ma, perchè un ...
di blea [user #29925]
commento del 17/11/2014 ore 11:51:13
Certo non mi aspetto delle variazioni stravolgenti. La mia modifica nasce dal fatto che leggendo i commenti sul web questa modifica dovrebbe aprire il suono della chitarra. Io di per se non l'ho trovato eccessivamente scuro, fra l'altro mi aspetto da una les paul un suono più felpato rispetto ad un single coil o anche rispetto alla mia 335. Diciamo che visto che l'elettronica era già stata manomessa, con il mio intervento ho voluto personalizzarla in base alle caratteristiche timbriche che cerco. Sono d'accordo che se un ampli non è più che discreto queste variazioni diventano impercettibili, infatti alla prima prova casalinga con un orange valvolare del mio assistente, al minimo del volume, si percepiva solo la nuova escursione dei toni più profonda e l'escursione del volume diversa essendo il potenziometro nuovo logaritmico e non più lineare. Il nuovo mordente dato dai pot più grandi a volumi casalinghi neanche l'ombra!
Rispondi
soprese
di blea [user #29925]
commento del 17/11/2014 ore 11:57:06
In questi giorni, preso dalla smania di questa modifica e in attesa dei componenti ho voluto guardare anche le altre mie chitarre....con la 335 ho desistito dal mio intento, troppo difficile andare a vedere i valori dei potenziometri e dei condensatori, inoltre questa è la mia chitarra perfetta e mai mi sognerei di metterci le mani. Sulla mia telecaster invece, un'amercan standard 2008, alla quale ho sostituito i pickup con dei lollar vintage, ho avuto una sorpresa inaspettata, non saprei come definirla diversamente.
So che al suo interno mi sarei dovuto aspettare di trovare 2 potenziometri da 250k e un condensatore da 47 nF. Invece ti trovo dentro 2 potenziometri da 1M e un condensatore a 22 nF.
E pensare che questa è l'unica chitarra nuova che ho comprato in negozio!!!
Ma possibile che monti di serie dei valori del genere?
In effetti la suono sempre col tono oltre la metà!
Rispondi
ma invece di "stappare" le les paul...
di Benedetto utente non più registrato
commento del 18/11/2014 ore 08:14:12
...non sarebbe meglio aprire un paio di bottiglie?

Scherzi a parte io la Trad ce l'ho e non la sento particolarmente intubata o almeno non più delle altre les paul in mio possesso (R7,R8,STD'06), iclassic 57/57+ sono potenti e versatili allo stesso tempo io li adoro!
Rispondi
Anche a me piacciono i ...
di blea [user #29925]
commento del 18/11/2014 ore 10:24:5
Anche a me piacciono i 57, li ho anche sulla 335. Siccome la chitarra l' ho acquistata usata ed era già stata modificata nel wiring non tanto felicemente, e siccome mi piace mettere il naso nell'elettronica per conoscere più intimamente lo strumento mi sono addentrato in una modifica che a conti fatti mi è costata meno di 30 euro. Quindi non tanto perchè suonasse male al mio orecchio ma in quanto volevo sperimentare una modifica che a detta di chi l'ha provata migliorasse uno strumento già buono di base.
Non mi son svenato e non ho stravolto lo strumento. Ancora non l'ho provato con mio setting in sala prove, dal test a fine lavoro ho solo notato la diversa escursione del pots e del maggior intervento del tono che prima agiva un po troppo poco come escursione.
Rispondi
Io ho sostituito il wiring ...
di esseneto [user #12492]
commento del 19/11/2014 ore 09:22:06
Io ho sostituito il wiring sulle mie Les Paul Custom del 90 e SG del 2010 mettendo pots da 500 K e condensatori di qualità un intervento che reputo indispensabile visto il notevole miglioramento timbrico ottenuto dopo la modifica.Non riesco ancora a capire il perchè la Gibson mettesse pots da 300k per il volume.
Rispondi
Re: Io ho sostituito il wiring ...
di blea [user #29925]
commento del 19/11/2014 ore 10:01:38
Ciao, vorrei chiederti se hai montato dei pot logaritmici o lineari, se hai sostituito anche i toni e che valore di condensatore hai montato e se l'hai montato sulle specifiche del wiring 50 quindi sull'uscita del volume anzichè all'ingresso del pickuo come di serie. Ancora io sto aspettando le prove di venerdì con impazienza!
Rispondi
Re: Io ho sostituito il wiring ...
di esseneto [user #12492]
commento del 19/11/2014 ore 10:45:0
Premetto che il lavoro non l'ho fatto io personalmente ma mi affido ad un amico molto esperto in questo campo,ha messo logaritmici x i volumi e si ha sostituito anche i toni con i lineari, tra l'altro nella SG c'era un circuito prestampato e bisognava per forza di cose rimuoverlo integralmente.Il valore dei condensatori è 022 , in merito alle specifiche del wiring non penso abbia seguito quello 50 ma piuttosto ha copiato il circuito precedente di cui non saprei dirti le caratteristiche.Nella Custom ho sostituito a suo tempo anche i pick up con un Seymour Duncan 59 al manico e un pearly gates al ponte di serie montava i 490 R e 498 T gli stessi che monta l'SG e che ancora non ho sostituito anche se non mi piacciono molto specie il 498T al ponte che trovo un pò troppo medioso x i miei gusti.Ciao
Rispondi
Re: Io ho sostituito il wiring ...
di blea [user #29925]
commento del 19/11/2014 ore 11:25:46
bene mi fa piacere che mi confermi che le tue chitarre hanno giovato delle modifiche, specialmente l'SG alla quale avrai potuto notare che le differenze timbriche sono date dalla sola elettronica non avendo sostituito i pickup. Per il resto sono le stesse modifiche ai valori dei componenti che applicato io. Ciao
Rispondi
Quando tutto aperto?
di jimidebe [user #5180]
commento del 19/11/2014 ore 16:54:15
Sempre in tema, vorrei chiedere se a volume e tono completamente aperti (tutto a 10) il cambio di condensatori e potenziometri può influire sul timbro più o meno acuto/medio o grave del suono.
Grazie
Rispondi
Re: Quando tutto aperto?
di blea [user #29925]
commento del 19/11/2014 ore 17:33:54
Da quello che ho letto sicuramente si. Non posso però ancora riportare la mia esperienza con la mia chitarra in quanto fino a venerdì non la proverò ai volumi da prove. La prova fatta in casa con amplificatore da quattro soldi e volume da appartamento non evidenzia differenze eclatanti nel suono tutto aperto. Appena farò la prova del 9 riporterò le mie impressioni.
Ciao
Rispondi
Re: Quando tutto aperto?
di jimidebe [user #5180]
commento del 20/11/2014 ore 12:49:45
Grazie per la risposta. Attendo di sapere come è andata la tua "prova del 9".
Dal punto di vista elettrico, ritengo che con i potenziometri tutti aperti, il suono dovrebbe essere solo legno e pick-up ... ma è sempre un po' tutto misterioso.
Rispondi
Finalmente provata la mia chitarra ...
di blea [user #29925]
commento del 25/11/2014 ore 09:23:54
Finalmente provata la mia chitarra con il nuovo l'upgrade.
Posso dire innanzitutto che la prima vera differena è sull'escursione del volume essendo ora logaritmico piuttosto che lineare al quale ero abituato avendolo anche sulla 335. Qui non si tratta di suono ma di abitudine a di tipo di utilizzo che si fa col volume. Io personalmente mi trovavo bene con i lineari permettendomi di ritoccare il volume agendo sulla manopola senza dover far attenzione ad eccedere e ritrovarmi con la chitarra muta. Ora mi devo abituare, però con l'escursione che ha ora credo di riuscire con la pratica a gestire ancora meglio.
Sul suono dico che la modifica ha fatto bene. Non reputavo scura la mia chitarra prima e non lo è adesso dopo la modifica. Quello che noto è che agendo adesso sui toni il suono si fa più "vellutato", in pratica c'è quella chiusura tonale che coi vecchi condensatori faticavo a trovare.
Al ponte chiudendo un pò gli si toglie un pò di vetrosità, al manico si ha quel suono un pò nasale che a me piace tanto sul LP. Se dovessi tornare indietro però cambierei anche i toni con dei lineari in quanto per avere un intervento significativo del controllo occorre chiudere almento metà corsa. Credo invece che con un lineare si potrebbe avere più espressività dal controllo.
Se è una modifica che uno si può risparmiare? sicuramente si, come è altrettanto vero che ci si può risparmiare di comprare e cambiare millemila pedalini per trovare il giusto tone. Personalmente credo sia una modifica che può portar solo bene allo strumento. Sulla necessità di farla a tutti i costi beh dipende dalle esigenze di chi suona. Io personalmente ho voluto togliermi uno sfizio.
Rispondi
Altro da leggere
PRS Swamp Ash Special: non sei tu, sono io
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Bare Knuckle e paletta Strat per la Jackson 7-corde di Josh Smith
Fender ammicca al vintage giapponese con la Gold Foil Collection
Una Gibson Les Paul Standard gold top del 1958
La sottile inesistenza del vintage
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964