DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE

Aktarus
utente #5855 - registrato il 26/10/2004
Città: Milano
Genere: Blues, Elettronica, Funk, Heavy metal, Jazz, Pop, Punk, Rock.
Sono interessato a: Basso, Chitarra elettrica, Tastiera.
Artisti preferiti Album preferiti
+ Vedi altri
+ Vedi altri
Attività Risposte ricevute Commenti effettuati Post Articoli Preferiti Annunci

Articoli pubblicati

Storia di una messicana maltrattata e dimenticata
di Aktarus | 01 aprile 2010 ore 13:00 da (Chitarra)
Avevo permutato una Epiphone Slash snakepit con una Stratocaster messicana diversi anni fa. l'avevo scambiata per avere qualcosa di diverso rispetto al mio sogno di nome Les Paul standard che mi ero appena comprato. Non l'ho mai considerata molto, la suonicchiavo ogni tanto e basta. All'improvviso mi assale la pazzia della reliccatura......è stata la fine per la povera messicana nera!
Wah Wah VOX V-847
di Aktarus | 04 gennaio 2009 ore 16:06 da (Chitarra)
Da tempo ero deciso di cambiare il mio classico Crybaby con un altro wah-wah. Scartati i vari boutique e affini, la scelta è caduta sul suo antagonista per eccellenza, ovvero il Vox V847. Dopo aver letto qualche recensione ed effettuato una breve prova in negozio, prendo il pedale con fin troppa impulsività e torno a casa col nuovo giocattolino. Il V847 viene consegnato all'interno di una bella quanto inutile borsetta in vinile che fa molto vintage. Non mi dilungo molto sull'aspetto del pedale, è praticamente uguale al Crybaby, anche se quest'ultimo mi sembra leggermente più pesante, inoltre a differenza del Dunlop che ha uno scomparto per la batteria, nel Vox è necessario aprire il pedale per accedere alla stessa. A differenza della precedente edizione, questa è dotata di jack per l'alimentazione esterna. La corsa del pedale è fisicamente più lunga rispetto al Crybaby (sarà anche questo il motivo della maggior fluidità e progressione?). Il circuito dovrebbe essere miniaturizzato. Se influisce a livello qualitativo e soprattutto di suono, lo lascio dire agli esperti.
MXR Phase 90
di Aktarus | 03 gennaio 2009 ore 18:56 da (Chitarra)
E' forse il phaser più famoso in circolazione, si tratta dell'MXR Phase 90. Esteticamente si presenta in uno chassis arancione di metallo, robusto e solido, gli unici controlli presenti sono lo switch di attivazione ed il potenziometro che regola la velocità del phaser. E' presente anche un utile led rosso che indica l'attivazione del pedale. Ovviamente troviamo l’ingresso input sul fianco destro mentre dalla parte opposta l’output. E' possibile utilizzarlo sia con un alimentatore esterno sia con una batteria da 9V, tuttavia per accedere alla stessa è necessario svitare totalmente il retro del pedale. Sarebbe stato più comodo un classico sportellino.
Dal liutaio
di Aktarus | 31 dicembre 2008 ore 16:50 da (Chitarra)
Ciao! propongo questo articolo su un argomento ampiamente trattato, perchè ieri sono andato da un liutaio per far controllare un paio di chitarre e devo dire che sono rimasto abbastanza stupito! Tengo in modo maniacale alle mie bimbe, tuttavia, non ho mai fatto un setup professionale, come invece leggo di molti.
Danelectro Reel Echo. Un buon compromesso.
di Aktarus | 30 luglio 2007 ore 08:30 da (Chitarra)

Danelectro Reel Echo. Un buon compromesso.Aktarus scrive: Ho passato diverso tempo a decidere se prendere un delay analogico o uno digitale. Le recensioni e le descrizioni dei delay analogici e dei loro suoni caldi e magici, mi hanno fatto sempre sognare. Tuttavia hanno il difetto di essere rumorosi e imprecisi e se per molti questa rappresenta una caratteristica che conferisce "calore" al suono, per me resta solo un difetto. Tuttavia, non volevo neanche accontentarmi di un freddo delay digitale, così dopo diverse ricerche mi sono imbattuto in un bel Danelectro Reel Echo, un delay digitale che simula un vecchio eco a nastro degli anni 50. Quale compromesso migliore?!

Marshall Silver Jubilee 2554
di Aktarus | 01 novembre 2004 ore 12:39 da (Chitarra)

Aktarus scrive "Ciao!, finalmente mi sono deciso a recensire il mio amplificatore: il combo Marshall Silver Jubilee a un cono. L'amplificatore si presenta con l'inconsueto tolex grigio e il pannello dei controlli argentato. Ha 3 valvole preamplificatrici e 2 finali, trasformatori Drake e un cono Celestion G12M-70 (alcuni montano il Vintage 30). I controlli che troviamo nella parte anteriore sono:ingresso input, gain, lead master che serve a bilanciare il volume tra il canale lead e i canali clean/crunch, output master cioè il volume di tutti i canali, treble, middle, bass e presence; oltre al tasto di accensione e standby è presente anche il tasto per dimezzare la potenza da 50 a 25W. Nella parte posteriore troviamo il collegamento per un footswitch, il send-return seriale, l'ingresso D.I e quello per il cono o la cassa esterna, il selettore d'impedenza (4-8-16ohm)e il selettore di tensione."

Cerca Utente
Seguici anche su:
People
Eddie Vedder in acustico
La sindrome del Most Underrated
La Scatola della Musica: incuriosire divertendo
La storia della Stratocaster: il mio contributo
Accordi e memoria muscolare
Un amore che non tramonta mai: cara mia Stratocaster
La chitarra giusta è quella che fa schifo
Yvette Young: "Non mi interessa lo shred ma scrivere bella musica"
Live Music Camp Winter 2023 è alle porte
Il suono direzionale di Akoustic Arts in Italia con Exhibo
Yamaha FGC-TA: in prova la dreadnought TransAcoustic
La Music Man Kaizen di Tosin Abasi in video
Jeff Beck e la Fender Strat 1957 in video
Maestro raddoppia: cinque nuovi stompbox in arrivo
Come dev'essere la TUA chitarra?








Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964