HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
tastiera chitarra in ulivo: qualcuno di voi ne ha ...
di [user #40129] - pubblicato il  

tastiera chitarra in ulivo: qualcuno di voi ne ha mai avuta una? ho un manico a cui ad inizio anno avevo rifatto la tastiera in ulivo, nell'ultimo mese ha iniziato ad avere problemi verso i prime 3-4 tasti, ieri sono diventati i primi 5: in pratica intorno al 5° tasto il manico era visibilmente imbarcato. ho tolto i tasti e l'ho rispianato ma temo che il problema si ripresenti e volevo sapere se qualcuno aveva gia provato ad utilizzare questo legno per una tastiera.
Dello stesso autore
aggiornamento finale di potenza. un...
finale di potenza a transistor. quali...
chitarre particolari......
ieri ho deciso anche io di postare un po'...
chitarre secondo round!in attesa che...
aggiornamento "tendinite". sono sta......
Commenti
di Pietro utente non più registrato - commento del 26/09/2017 ore 15:54:20
L'olivo è un bellissimo legno (in casa mia ho il parquet in olivo) ma " si muove" e sopratutto si incolla male,chi lo usa in liuteria è un pazzo.
Rispondi
di pg667 [user #40129] - commento del 26/09/2017 ore 16:25:08
lo sapevo, ma vuoi mettere quant'è bella una tastiera chiara con tutte quelle venature?

onestamente ero convinto che il resto del manico di acero "tenesse a bada" le bizze della tastiera ma a quanto pare non ci riesce.

prima di ritastarla aspetterò un paio di settimane per vedere che fa, alla fine il tracollo è stato molto veloce e improvviso, nonchè evidentissimo: se dovesse rifarlo proverò ad aggiungere dei rinforzi sotto la tastiera.
Rispondi
di Lucifer [user #46960] - commento del 26/09/2017 ore 18:00:1
Se sei in vena di esperimenti puoi ridurre la tastiera di ulivo e incollarla sopra un'altra tastiera ridotta di palissando. Non ti assicuro che suonerà bene ma almeno hai provato una cosa nuova! :)
Rispondi
di pg667 [user #40129] - commento del 27/09/2017 ore 08:32:50
sono sempre in vena di esperimenti, ma è più probabile che se non vuole restare dritta la sostituisca direttamente con una delle altre che ho: non ci saranno le stesse venature stupende ma ho comunque delle belle tavolette di vari legni chiari o scuri che fanno la loro bella figura.
Rispondi
di MM [user #34535] - commento del 26/09/2017 ore 18:20:58
Completamente inaffidabile il legno di olivo per una tastiera.
E quando un legno si muove, non c'è colla, o altro legno, che tenga.
Rispondi
di pg667 [user #40129] - commento del 27/09/2017 ore 08:28:18
lo vedo, mi sa che si sta già "imbananendo" di nuovo... se prorpio non ne vuole sapere la sostituisco, ne ho tante di tavole per le tastiere.
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346] - commento del 26/09/2017 ore 20:04:48
Io ho una chitarra di liuteria degli anni 80 col body impiallacciato in radica di ulivo.
Il corpo però è in acero manico acero e tastiera palissandro, l'ulivo è solo estetica.
Rispondi
di pg667 [user #40129] - commento del 27/09/2017 ore 08:29:56
si, le impiallacciature le ho viste anche io: uno strato di un paio di mm ad un body di acero gli fa una pippa.
Rispondi
di pickuppato utente non più registrato - commento del 27/09/2017 ore 11:38:34
Le tavole vanno sempre incollate una controvena all'altra per non farle imbarcare, come ha suggerito Lucifer una sottostante, però controvena sul manico, e l'ulivo a vena col manico.
Rispondi
di pg667 [user #40129] - commento del 27/09/2017 ore 11:50:01
mi spiegheresti questa cosa vena/controvena?
Rispondi
di pickuppato utente non più registrato - commento del 27/09/2017 ore 11:58:35
Le venature nei legni hanno un verso, esempio: manico verticale, centro orizzontale, tastiera verticale... empirico ma rende l'idea ;)
Rispondi
di pg667 [user #40129] - commento del 27/09/2017 ore 12:03:28
ah, intendi tipo il multistrato.
Rispondi
di pickuppato utente non più registrato - commento del 27/09/2017 ore 12:05:2
Infatti, in falegnameria il sandwich si fa così
Rispondi
di MM [user #34535] - commento del 27/09/2017 ore 14:55:05
Però il manico di una chitarra non è una tavola di multistrato.
I manici con tastiera riportata sono sempre con la vena (sia il manico, che la tastiera) parallela all'asse longitudinale.
Al massimo puoi decidere se tagliarli di quarto o flat (uno, l'altro, o entrambi) ma la vena è sempre quella.
Rispondi
di pickuppato utente non più registrato - commento del 27/09/2017 ore 15:09:41
Non avevo scritto che è una tavola di multistrato, ma il principio è quello, infatti è molto resistente alle curvature.
Per un manico di chitarra dipende dal tipo di legno e se permette affidabilità con solo due strati (manico-tastiera) l'opzione in questione è valida e indispensabile solo in caso di sandwich visti i legni usati.
Rispondi
di pickuppato utente non più registrato - commento del 27/09/2017 ore 12:09:5
Così si evita soprattutto la torsione essendo un asse lungo e stretto, se si imbarca soltanto anche il truss rod dovrebbe bastare
Rispondi
di pg667 [user #40129] - commento del 27/09/2017 ore 12:51:48
la fregatura sta li: si imbarca ma solo dove c'è meno legno (ovvero intorno ai primi4-5 tasti) e quindi anche il truss rod non aiuta.

il prossimo tentativo sarà provare ad aggiungere dei rinforzi nel manico sotto la tastiera, ma non sono sicuro di avere i mezzi per fare delle scanalature cosi piccole.
Rispondi
di pickuppato utente non più registrato - commento del 27/09/2017 ore 13:00:16
Messa così varrebbe la massima "ha detto il dottore che devi morì..." ;)
Certo un manico che s'imbarca nei primi tasti è un po' strano, sarebbe da capire che manico è, se paletta dritta, inclinata, tutta un pezzo col manico... in genere il manico s'imbarca dalla metà, poi il truss rod è da vedere se è in una sede di profilato o semplce barra cilindrica. Manici ultraslim tengono bene.
Rispondi
di pg667 [user #40129] - commento del 27/09/2017 ore 14:01:39
sono per l'accanimento terapeutico!

comunque il manico è a paletta inclinata tutto un pezzo. così a occhio sembra che si imbarchi progressivamente di più dove l'acero sotto è più sottile e riesce a fare meno contrasto. il truss rod è nella sede del profilato, ma come detto l'azione massima è verso metà tastiera, per vederne l'effetto sui primi tasti mi ritroverei con il centro manico a banana.

ma tanto non dispero, sono abbastanza testardo e credo che una soluzione atipica ma funzionale la troverò... prima o poi... spero...
Rispondi
di franklinus [user #15063] - commento del 27/09/2017 ore 11:47:55
nel mio laboratorio ne ho montato qualcuna(sulle classiche,acustiche ed un paio elettriche),ovviamente "iperstagionata",(minimo 25 anni,con le tavole tenute fuori,al coperto)e,fino adesso,non hanno avuto alcun problema;bisogna,però,dare un po' di vernice trasparente sulla superficie per limitare la "fame" del sudore e del tempo
Rispondi
di pg667 [user #40129] - commento del 27/09/2017 ore 11:53:14
purtroppo non ho idea del grado di stagionatura delle tavole: andai da un vecchio falegname e gli chiesi se mi poteva fare delle tavolette di legni "duri", dopo un paio di settimane sono tornato a casa con una 15ina di assicelle di vari legni (noce, mogano, acero, ulivo, e altri che non conosco) per soli 50€.

comunque un affare
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 27/09/2017 ore 22:05:42
Hai di che fare una decina di chitarre - design strano. Metterci un manico on/off.
Rispondi
di pg667 [user #40129] - commento del 28/09/2017 ore 12:36:47
anche più di una decina mi sa!

che intendi per manico on/off? bi-colore?
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 28/09/2017 ore 14:48:08
Intendo un manico avvitabile di tipo Fender Strat - montare e smontare un manico preferito mentre facendo tests su tutte le chitarre.
Rispondi
di MojoKingBee [user #39456] - commento del 28/09/2017 ore 11:18:46
io non so aiutare, ma mi piacerebbe vedere una foto!
Rispondi
di pg667 [user #40129] - commento del 28/09/2017 ore 12:35:05
effettivamente postando una foto aiuterei a capire perchè ci tengo tanto. tra l'altro non ho specificato che come segnatasti ho dei pentacoli marchiati a fuoco: volevo una cosa grezza e "assassina" perchè il manico va su una simil strato con body rivestito con le pagine del primo numero di Dylan Dog "L'alba Dei Morti Vivevnti".

provvederò quanto prima, così aggiorno anche riguardo agli sviluppi nel lavoro.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti
Duncan cattura il PAF in single coil per Billy Gibbons
Il ponte si inclina se uso il top wrap
Supro disegna un ampli mangia-pedali con Keeley
Jackson Mick Thomson: Floyd Rose contro corrente
La Firebird di Slash diventa Epiphone
I vostri articoli
Una stratoide di nome Silver Sky
Seymour Duncan JB/'59: perfetti per rock anche spinto
Fender Modern Player Telecaster Plus
DigiTech Obscura Altered Delay
Sterling St Vincent Signature
I compleanni di oggi
simoanime
ciccioscarfo
beefheart
GiuLon
CapitanFabio
stratoFrance
travis199
colonfrancis
enzoiaia1985
badge
cerianimaurizio
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964