CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Trasformare i propri limiti in una risorsa
Trasformare i propri limiti in una risorsa
di [user #116] - pubblicato il

"Chi ambisce a diventare un bravo musicista è tenuto a lavorare per migliorare in maniera costante. Il meccanismo di sfida verso ciò che non siamo in grado di affrontare deve sempre restare acceso: se non si è capaci di fare una cosa oggi perché rinunciare a saperla fare anche domani? Al contempo però, è bene essere franchi con sé stessi: bisogna cogliere gli aspetti del proprio playing verso i quali si avverte distacco: scarsa propensione o interesse. Perché intestardirsi su qualcosa che non c’è affine, impedisce di affinare determinate specialità." Parola di Filadelfo Castro.

Chitarrista, arrangiatore, produttore e didatta di punta della scena italiana, Filadelfo Castro prosegue sulla pagine di Accordo il suo ciclo di pillole didattiche. 

"L’arte di trasformare i propri limiti in punti di forza è una capacità che mi ha aiutato a sviluppare la mia carriera. Come chitarrista e prima ancora come produttore artistico ho avuto la possibilità di lavorare a fianco a tanti artisti. Il produttore diventa una sorta di consigliere dell’artista, è nella vicinanza e condivisione di queste collaborazioni ho visto che anche per molti di loro, la facoltà di trasformare dei limiti in virtù è stata decisiva.

Trasformare i propri limiti in una risorsa

Prima di addentrarsi in queste considerazioni però, è bene precisare che lavorare sui propri limiti è fondamentale: sedersi sui propri limiti è deleterio. Chi ambisce a diventare un bravo professionista è tenuto a lavorare per migliorare in maniera costante. Il meccanismo di sfida verso ciò che non siamo in grado di affrontare deve sempre restare acceso: se non si è capaci di fare una cosa oggi perché rinunciare a saperla fare anche domani?
Assodato questo, però, è bene essere franchi con sé stessi: bisogna cercare di migliorare in ogni ambito ma è altrettanto doveroso essere pronti a cogliere degli aspetti del proprio playing e musicalità verso i quali si avverte un vero e proprio distacco.
Perché, intestardirsi su qualcosa che non c’è affine impedisce di affinare determinate specialità.
Nel mio caso, per esempio, facevo i conti con il fatto di essere un musicista poco incline a memorizzare e riprodurre con cura doviziosa dei dettagli una parte, un suono. Ero francamente pigro verso questo tipo di lavoro, mi sentivo più stuzzicato dall’aspetto creativo. Mi spiego: se per esempio, lavoro a un suono che deve avvicinarsi a quello di The Edge, non mi stimola tanto il fatto di clonarlo ma, partendo da quel DNA sonoro, vedere verso quali scenari sonori posso spostarmi grazie al mio apporto creativo. Quindi, se devo girare un pomello, lo giro non in direzione della ricerca precisa dell’originale ma verso la creazione di qualcosa di inedito, di mio.

Trasformare i propri limiti in una risorsa

Questa mia indole, non avrebbe giocato a mio favore se avessi voluto - per esempio - mettermi in gioco come chitarrista da cover band; viceversa decidendo di orientare il mio lavoro verso la produzione e lo studio di registrazione ho trovato un contesto che offre spazi maggiori alla creatività, a me più affini.
La tecnica chitarrista offre esempi lampanti per ragionare su questo aspetto: ci sono chitarristi per i quali l’aspetto meccanico, meramente esecutivo non è qualcosa di congeniale. Ma sono musicisti che possono sviluppare, in alternativa, un tocco unico, un suono devastante, un fraseggio distinguibile.
Viceversa, ci sono musicisti dotatissimi dal punto di vista tecnico ma non per forza con il bernoccolo creativo. E possono diventare degli esecutori sublimi, strumentisti sopraffini.
Immaginatevi che ne sarebbe stato di Robben Ford se anziché sviluppare quel suo fraseggio e suono straordinario si fosse intestardito per anni a studiare il tapping che magari gli veniva male perché non lo sentiva vicino alle sue corde?"


 
filadelfo castro lezioni
ABBIAMO BISOGNO DI TE!

Dal 1997 ACCORDO mette gratuitamente a disposizione di chi fa musica contenuti di qualità altissima. Competenze e lavoro per produrli comportano costi che la pubblicità fatica a coprire, soprattutto in questo periodo difficile. Per questo ti chiediamo una donazione, anche piccola, per aiutarci a mantenere la qualità che i musicisti italiani si aspettano da ACCORDO.

DONA ADESSO!
Link utili
Il sito di Filadelfo Castro
Ascolti consigliati sul canale Spotify di ACCORDO
In vendita su Shop
 
Schecter OMEN EXTREME 6-FR-R-STBLK + Borsa + Spedizione Omaggio
di Dream Music Studio
 € 599,00 
 
M-Live Merish 5
di Banana Music Store
 € 1.390,00 
 
Marshall JTM 45 Made in England
di Daniele Guido Cabibbe
 € 1.800,00 
 
Basso elettrico EKO serie Relic modello VPJ-280
di Guitars & Co
 € 239,00 
 
Spector NS95 - Made in Korea (VALUTIAMO PERMUTE)
di Gas Music Store
 € 449,00 
 
Sterling by Music Man Cutlass HSS Stealth Black
di Le Note delle Stelle
 € 409,00 
 
CRAFTER - GAE15L ACOUSTIC GUITAR MANCINA LEF HANDED
di Music Works
 € 338,00 
 
fender musicmaster 1959
di Scolopendra
 € 2.400,00 
Nascondi commenti     4
Loggati per commentare

di spaccamaroni [user #7280]
commento del 13/05/2020 ore 00:13:18
Ottimo spunto di riflessione per tutti, a tutti i livelli. Grazie
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 13/05/2020 ore 09:31:48
Concordo, fatte le debite proporzioni vale anche per gli amatori. Il bello della chitarra è la sua flessibilità, trasformarla in un limite mi pare proprio contro la sua natura.
Ciao
Rispondi
di roccog [user #30468]
commento del 14/05/2020 ore 09:25:1
Esatto! Concordo, fare le cose a modo proprio per riuscire a fare musica, qualcosa di bello.
Rispondi
di Carrera [user #31493]
commento del 14/05/2020 ore 09:19:50
Grazie. Ottime riflessioni.
La cosa più difficile è capire il limite fino dove ammazzarsi per cercare di migliorare qualcosa dove si è deboli e dove iniziare a trovare un'alternativa per fare a modo proprio qualcosa che in maniera tradizionale ci è difficile.
Forse un buon maestro potrebbe essere risolutivo?
Rispondi
Altro da leggere
Il twang del Quaio a Sanremo con Pelù
Filadelfo Castro: "Chitarristi non siate conservatori"
Quarantena: una possibilità per evolvere professionalmente
Federico Poggipollini: come suonare "Certe Notti"
Daniele Gottardo: il controfagotto è la mia otto corde
Intervista a Marco Sfogli: la nuova chitarra della PFM
Massimo Varini: una fiera trasmette grandi emozioni
Luca Colombo: modi da colonna sonora
Concerto del Primo Maggio: scarsa attenzione alla musica.
Maurizio Solieri: al grosso pubblico la musica non interessa
Fare i dischi. E poi studiare.
Cesareo sul Kemper: "Pappa pronta ma non impari a cucinare"
Il ritorno dei frigoriferi: Castellano, Di Dio & Varini
Cesareo: quell'assolo con il suono fatto a vista
I miei assolo preferiti
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
PEAVEY VALVEKING 112 AMPLIFICATORE VALVOLARE 50 W RIVALVOLATO TRATTABILE FOOTSWITCH
Visualizza l'annuncio
Visualizza l'annuncio
Zoom Q3 HD
Seguici anche su:
Altro da leggere
Stompbox AmazonBasics: un grande punto interrogativo
La musica ha bisogno di te
10 frasi da non dire al fonico
Perché la buca a effe ha questa forma?
Il toro, l'orso e la chitarra in tempi di pandemia
Trovate chitarre rubate per 150mila euro (tra cui la Gibson di Elvis):...
Vendita record per la giapponese senza nome di Jimi Hendrix
Slingerland Songster 401 e Audiovox by Tutmarc: le prime chitarre elet...
The Ranch: pedale eco-friendly da Collision Devices
Musica live e distanziamento in epoca Covid-19
La Gold-Leaf Strat di Prince all’asta
Il Boss DS1 di Kurt Cobain venduto all'asta
Venduta la Martin di Kurt Cobain: è la chitarra più costosa al mondo...
Il mercato boicotta Fulltone
Accordo Box in partenza!




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964