VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Pedale volume come attenuatore di potenza
Pedale volume come attenuatore di potenza
di [user #64103] - pubblicato il

È possibile spingere un amplificatore al massimo e usare un pedale volume per domare la potenza in uscita? Ecco perché non dovresti mai farlo, e come puoi ottenere il risultato sperato.
Ciao a tutti! Domanda alquanto strana e di cui probabilmente so già la risposta, perché se fosse possibile sicuramente qualcuno ci avrebbe già pensato prima.
Mi chiedevo se fosse possibile utilizzare un pedale volume tra la fase di amplificazione e la cassa in modo da far lavorare le valvole ad alto volume per poi ridurre di ampiezza il segnale proprio tra l'uscita della testata e il cono.
So che ci sono i Power Attenuator che fanno lo stesso lavoro, ma ho letto che per avere risultati accettabili bisogna salire molto di prezzo. Ho trovato un vecchio articolo del 2014 in cui si parlava però di posizionare il pedale nel send, quindi tra preamp e amp, ma non ho trovato nulla in merito a questo. Qualcuno ha già sperimentato o ha consigli utili?

Pedale volume come attenuatore di potenza

Risponde Pietro Paolo Falco: ciao, come immagini si tratta di un’operazione fortemente sconsigliata.
Il segnale che dall’uscita di un amplificatore arriva all’altoparlante è “di potenza”, una tensione ben più alta rispetto ai millivolt a cui operano i dispositivi inseriti nell’input o tra send e return.
Concettualmente la tua intuizione non è errata, perché dentro il pedale volume c’è una resistenza variabile, e una resistenza è anche il fulcro di un attenuatore resistivo, di quelli più semplici ed economici. Si tratta però di componenti di caratteristiche ben diverse: una resistenza posta tra finale e altoparlante allo scopo di abbassare il livello del segnale già amplificato deve avere a che fare con un’impedenza ben precisa e deve essere in grado di dissipare grandi potenze (watt) sotto forma di calore. Una valutazione errata comporterebbe danni all’amplificatore oltre che allo stesso dispositivo.
Viceversa, un pedale volume (o scatolette come l’EHX Signal Pad, il JHS Little Black Amp Box) posto tra send e return ti permette di tenere a bada la pressione sonora pur consentendoti di spingere per bene il preamplificatore. Tuttavia, se vuoi spremere anche il finale, la soluzione è un attenuatore di potenza apposito.
altri accessori per chitarra amplificatori per chitarra elettronica
Nascondi commenti     8
Loggati per commentare

di DiPaolo [user #48659]
commento del 27/08/2023 ore 14:28:00
Ciao Kurtz, i Pedali Volume esistono e sono di due tipi: 1° ad alta resistenza (250 KΩ, come i potenziometri dedicati ai single coil, per es. Boss FV-500H), vanno messi all'uscita della chitarra e abbassano il volume della stessa così come farebbe il potenziometro posto sulla chitarra (che va tenuto a 10), ma usando il piede alternativamente alla mano; personalmente lo chiamo PEDALE di SATURAZIONE (del pedalino Over Drive o Distorsore posto successivamente), per avere un suono saturo (del pedalino) come previsto dal costruttore (quando il pedale è a metà), o zanzaroso e/o calabronoso quando tutti i pot. sono a 10; quando non ci sono pedalini la stessa funzione avviene nei confronti del pre dell'ampli. 2° poi c'è il Pedale Volume a bassa resistenza (25 KΩ, per es. Boss FV500-L), che và messo fra pre e finale (Send e Return), questo è il vero pedale volume, se nell'amplificatore c'è anche un Master Volume è alternativo a quest'ultimo che quindi và normalmente tenuto al massimo, se non si lavora a volumi estremi, non viene variata la voce finale lavorando col piede, certo che con tutti i volumi al massimo (Master e Pedale), si portano in saturazione le valvole finali, però la condizione è veramente esagerata. 3° poi esistono delle scatole che poste fra finale e altoparlanti, abbassano (consumano parte o buona parte) della potenza emessa mantenendo la resistenza totale impostata sull'ampli pur con gli altoparlanti connessi, simulandone il carico nei confronti del finale: la potenza emessa dall'amplificatore in gran parte viene trasformata in calore dalle resistenze della scatoletta e nella parte o piccola parte residua, viene trasformata in pressione acustica, ma con la saturazione del TUTTO VOLUME, non esistono (per ora) versioni a pedale di queste scatolette (che io sappia), Ciao, Paul.
Rispondi
di AmF [user #59582]
commento del 27/08/2023 ore 20:39:13
Risposta giusta. Funziona.

Si possono mettere anche overdrive, booster o equalizzarono tra send e return. La qualità del risultato però dipendipende da molti fattori. Io non sono un tecnico e non cercherei nemmeno di farmeli raccontare per capirli
Rispondi
di AmF [user #59582]
commento del 27/08/2023 ore 21:45:5
isposta giusta. Funziona.

Si possono mettere anche overdrive, booster o equalizzatori tra send e return. La qualità del risultato però dipende da molti fattori. Io non sono un tecnico e non cercherei nemmeno di farmeli raccontare per capirli
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 28/08/2023 ore 07:23:10
Lui non vuole metterlo nel loop, ma tra testata e cassa.
Rispondi
di AmF [user #59582]
commento del 30/08/2023 ore 22:36:00
Ah scusa è vero
Rispondi
di MAURIZIO [user #49375]
commento del 28/08/2023 ore 12:01:09
Tra send e return del mio ampli io posiziono, nell'ordine: pedale volume - modulazioni - delay - riverbero. Così il volume non influenza il guadagno (che può essere delle valvole di pré oppure di un pedale od/dist tra chitarra e input).
Chi volesse tirare del valvole del finale dovrebbe comprare un amp a basso wattaggio (ce ne sono anche da 5W), se non vuole un attenuatore di potenza.
Rispondi
di charry_red_wine [user #16585]
commento del 29/08/2023 ore 17:49:22
jhs little black amp, box pedal è la soluzione.. lo 8mserisci nel send return . è analogico e consente di spremere il pre , modulando il volume..non tutti i s/r però..dipende dalla configurazione del s/r
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 31/08/2023 ore 10:06:54
Così però non spingi il finale, il suono è diverso.
Tuttavia sono d'accordo con te perché alla fine per avere un bel suono ce la si fa anche in altri modi.
Quello che suggerisci tu va bene se si ha un amplificatore che ha il loop ma non ha il master volume.
Anche se non userei il JHS, alla fine è un potenziometro dentro una scatoletta, hanno un bel coraggio a farselo pagare così tanto.
Però per il bel suono è fondamentale un fattore, almeno un certo volume in uscita dai coni.
Rispondi
Altro da leggere
ID:CORE V4: gli ampli casalinghi Blackstar ora anche con Bluetooth
PRS DGT 15: valvolare "per l'uomo comune" firmato David Grissom
BOSS Katana alla terza generazione
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Catalyst CX: Line 6 raddoppia
L'acustica come non l'hai sentita: Cort Masterpiece e SpiderCapo all'opera
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
La mia LadyBird
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964