CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Virgil Donati: soundcheck e riscaldamento prima dello show
Virgil Donati: soundcheck e riscaldamento prima dello show
di [user #116] - pubblicato il

Sbadataggini, agitazione, ansia da prestazione possono vanificare la nostra concentrazione prima di uno show. E comprometterne la buona riuscita. Come ci si prepara a un concerto? Lo abbiamo chiesto a uno dei più grandi batteristi del pianeta, Virgil Donati.
Virgil Donati è senza dubbio il batterista di riferimento nel progressive più moderno. Capace, in questo genere, di contaminare il suo drumming con i linguaggi del metal e della fusion, ha accompagnato i più grandi chitarristi del pianeta: da Holdsworth a Vai, passando per Gambale e Henderson. Siamo riusciti a raggiungerlo in occasione del recente tour italiano dei suoi Icefish (splendido progetto prog metal con Marco Sfogli alla chitarra) per parlare di warm up, songwriting, fraseggio e personalità.
In questo primo appuntamento, abbiamo chiesto a Virgil Donati quali siano le sue abitudini prima di un concerto.
Per capire come, a fronte dei repertori e generi straordinariamente complessi con i quali si cimenta, trovi la giusta concentrazione e la necessaria scioltezza prima di salire sul palco. Ne sono usciti una manciata di consigli che torneranno utili a batteristi e musicisti di ogni livello.

Virgil Donati: soundcheck e riscaldamento prima dello show

"Se devo pensare a quelle che sono le mie abitudini prima di un concerto, le cose che faccio  per preparami e concentrarmi, in realtà è il soundcheck l’aspetto per me predominante. Se possibile cerco che questo sia il più lungo, dettagliato e minuzioso possibile. Il soundceck non serve solo a ottimizzare suoni e ascolti: va bene per scaldarsi e jammare con gli altri musicisti. Questa pratica mi aiuta ad arrivare rilassato e pronto al concerto. Ovviamente il tempo che puoi prenderti per un soundcheck varia a seconda delle location, della situazione in cui sei coinvolto e, ovviamente, del tempo che hai a tua disposizione. 
Quando sei in tour devi prendere quello che arriva e adattarti: dal soundcheck, al tempo che hai per scaldarti non è sempre detto che tu possa gestire questi tempi come preferisci. 

Virgil Donati: soundcheck e riscaldamento prima dello show

In generale, però, io sono a stretto contatto con il mio strumento ogni giorno, da una vita. Mi esercito sempre e questo mi offre il grande, prezioso, vantaggio di sentirti praticamente sempre pronto, per qualunque cosa.
Ecco, una cosa importante: quando sei in tour e suoni molti show, suoni con un’intensità che è molto superiore a quella che spendi e utilizzi quando ti eserciti. Per questo le mie sessioni di pratica e riscaldamento in tour non sono mai troppo veloci ed energiche e, soprattutto, troppo lunghe. Mi basta suonare quel pò, per sciogliermi appena, e subito mi sento a mio agio, pronto per il concerto. E questo ,senz’altro è merito dello studio e della pratica quotidiana. 
Quanto a quelle abitudini legate al pre concerto, tipo farsi un drink tra amici, rilassarsi chiacchierando e scherzando, sì, perché no. Anche se io bevo solo acqua, e praticamente non tocco alcuna bevanda alcolica, benchèmeno prima di un concerto."

batteristi lezioni di batteria virgil donati
Link utili
Il sito di Virgil Donati
Il sito degli Icefish
Mostra commenti     0
Altro da leggere
In This Life - Virgil Donati
Aarons Spears: una bomba di groove sul charlie
Aaron Spears: rullo alternato fra cassa e mani.
IceFish: la nuova band di Marco Sfogli e Virgil Donati
Virgil Donati: mai farsi fuorviare dalle opinioni altrui
Adam Deitch: batterista e produttore
Adam Deitch: tecnica, mani allo specchio
Questione di resistenza
Federico Paulovich: tra clinic, tour e lezioni on line
Roberto Gualdi: istinto, personalità & felicità
Adam Deitch: Reggae & Dancehall
Una doppia cassa fake
Sons Of Apollo: ”Psychotic Symphony”
Seguici anche su:
News
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live
La chitarra sparafulmini degli ArcAttack
Chris Shiflett vende tutto: "ho troppe chitarre!"
La storia del delay
La truffa delle chitarre online a prezzi bassissimi
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive
La SG trasformata in headless esiste davvero
Un nuovo modello suggerisce i prossimi titolari di Gibson?
Il collezionismo è la morte delle chitarre (a volte)




Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964